Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 27 Luglio 2017

Ue: Bianco (Cdr): "Città e Regioni al centro di un'Europa vicina ai cittadini"

"Grande soddisfazione per aver avuto il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani alla riunione della delegazione italiana del Comitato delle Regioni. Non c'era più stato da decenni un presidente italiano; siamo felici che a presiedere l’Europarlamento sia un nostro connazionale ed europeista convinto".
Lo ha affermato il sindaco di Catania Enzo Bianco, capo della delegazione italiana del Comitato delle Regioni  a margine dell'incontro di stamani a Bruxelles del Cdr.
Tajani, che ha preso il posto di Martin Schultz, era stato eletto il 17 gennaio scorso.
"Un proficuo avvio di interlocuzione - ha detto Bianco, che è anche presidente del Consiglio nazionale Anci  - per un'Europa più vicina ai cittadini, in quel clima di fattiva collaborazione, pur nelle differenze di sensibilità, da noi creato a Bruxelles. Abbiamo invitato il presidente Tajani ad avere un incontro con la delegazione italiana in Italia. Inviteremo anche la commissaria Mogherini e i rappresentanti di tutti i gruppi italiani al Parlamento europeo per parlare dei temi delle Città, dei Comuni, delle Province e delle Regioni nel rapporto con l'Unione europee".
Bianco ha sottolineato come Città e Regioni debbano contare di più in Europa.
"Molto di quello che si può fare, o non fare, nelle nostre comunità e territori - ha detto - dipende da scelte che vengono adottate non a Roma, ma a Bruxelles. Per far questo la voce del Comitato delle Regioni dev’essere più incisiva: meno burocrazia, meno pareri, più politica per un'Europa più vicina ai cittadini".
"Questo abbiano detto a Tajani – ha concluso Bianco – e questo diremo nell'incontro che nelle prossime settimane faremo in Italia".
Tajani aveva incontrato Bianco a Catania il 27 marzo del 2014, durante una visita istituzionale a Catania da vicepresidente della Commissione europea con delega all'industria e all'imprenditoria. In quell'occasione aveva firmato, nel Salone Bellini di Palazzo degli elefanti, il libro d’onore del Comune e lasciando una dedica per nulla formale: “Catania merita di essere sempre più una delle capitali del Mediterraneo”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI