Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Febbraio 2024

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:180 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:165 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:384 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:519 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:938 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1033 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2377 Crotone

Book Baby Boom: una nuova…

Ott 25, 2023 Hits:2627 Crotone

Help center homeless e poveri: distribuiti oltre 200 pasti freddi

20130807_191007_resized

 

Sono stati circa 200 i pasti freddi – prevalentemente pezzi da rosticceria accompagnati da bibite all’arancia e al mandarino o acqua – distribuiti oggi pomeriggio nel gazebo davanti all’ Help center per gli homeless e i poveri gestito dalla Caritas, che ha dovuto chiudere per un mese a causa di lavori di ristrutturazione. Durante un incontro, a fine luglio, tra le associazioni di volontariato, il sindaco di Catania Enzo Bianco e l’assessore al Welfare Fiorentino Troiano, era emersa la volontà di creare una sinergia per sopperire a eventuali disservizi che si fossero creati a causa delle chiusura dell’help center. Successivamente l’assessore aveva avuto assicurazione dalla Caritas che i servizi sarebbero stati comunque garantiti grazie anche all’aiuto di altre strutture cattoliche. Ossia le suore di Madre Teresa di Calcutta di piazza Bovio che assicurano pasti caldi e docce tutti i giorni tranne il giovedì, quando i pasti vengono forniti dalla mensa della parrocchia del Santissimo Sacramento ritrovato di via VI aprile. Rimanevano comunque scoperte  alcune giornate di agosto, il 7,14,15,19,20,21 e 28 del mese. Nel corso di una riunione in assessorato si stabilì quindi che in quei giorni la stessa Caritas avrebbe distribuito, grazie al coordinamento del Comune e con la collaborazione dell’Associazione Nuova Acropoli e dell’Avuls, e di altre associazioni, dei pasti freddi. Oggi è stata la prima di queste giornate e don Francesco Leto ha spiegato che il numero di pasti distribuiti – 150 nel gazebo, altri 50 dalla Unità di strada ai clochard della città, dall’aeroporto a Ognina – è nella media di questo periodo dell’anno. Il dato è stato confermato da Alfio Pappalardo e Natalia Reina, dell’Unità di strada.

“L’Amministrazione – ha affermato l’assessore Trojano – resterà vicina a tutte le associazioni di volontariato che svolgono una preziosissima opera di assistenza, continuando a fornire quel coordinamento che si è rivelato importantissimo per risolvere i momenti critici con la sussidiarietà tipica del fare rete”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI