Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Luglio 2020

La Calabria chiude al terzo posto la 23^ edizione del torneo "Vito Lepore"

_MG_8406

La Calabria chiude al terzo posto la 23^ edizione del torneo "Vito Lepore" riservato a rappresentative regionali di atleti nati nel 2002.

Due giornate all'insegna del basket giovanile quelle che si sono appena concluse in quel di Potenza, dove le formazioni di Calabria-Sicilia-Molise e i padroni di casa della Basilicata si sono date battaglia.

Una positiva esperienza per la compagine allenata da Simona Pronestì e Luigi Coluccio ed accompagnata in terra lucana dal dirigente Danilo Cirelli e dal referente tecnico Pasquale Iracà.

Il programma prevedeva al sabato le due semifinali. Nella prima un'ottima Basilicata ha avuto la meglio sulla formazione Calabrese imponendo un predominio fisico importante e mostrando ottime individualità. La Basilicata quindi accedeva alla finale imponendosi con il punteggio di 83-46.

Nella seconda semifinale gara praticamente già chiusa nella prima frazione. Troppo ampio il divario tra Sicilia e Molise e partita mai in discussione. Finale 105-25 in favore dei ragazzi della Trinacria.

Domenica mattina la Calabria ha avuto la meglio sul Molise nella finalina per la conquista del terzo posto per 57 a 43 controllando la partita sin dai minuti iniziali.

Finale bella ed emozionante tra Basilicata e Sicilia. I padroni di casa partono subito forte portandosi avanti anche di 10 punti. Reazione d'orgoglio per gli isolani che nel terzo quarto capovolgono le sorti del match con un parziale di 25-10. Tentativo di rimonta per i Lucani che si infrange sulla freddezza dell'mvp Lamia (30 punti), glaciale dalla linea del tiro libero. Finale 63-72 in favore dei Siciliani.

Il premio di miglior realizzatore del torneo è andato al Lucano Petronella.

Coach Simona Pronestì: "E' stata una grande esperienza, sia dal punto di vista tecnico, perchè confrontarsi con altre realtà è sempre sinonimo di crescita,sia dal punto di vista umano, per i valori che il Memorial, nella persona del sign. Giovanni Lepore, ha trasmesso a tutti noi. Cestisticamente siamo una regione dove l'entusiasmo da parte dei ragazzi e delle famiglie non manca, possiamo e dobbiamo crescere. La strada la conosciamo, dobbiamo solo continuare a lavorare."

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI