Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 06 Luglio 2020

Presentato il Festival d'Autunno

IMG_7158

Un omaggio alle tradizioni e alla cultura del Sud Italia. Così Antonietta Santacroce ha presentato questa mattina alla Camera di Commercio di Catanzaro il cartellone della XIII edizione del Festival d’Autunno, da lei ideato e diretto, alla presenza di Pasquale Anastasi, direttore generale dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, Antono Mauri, vice-presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Daniele Rossi, presidente di Confindustria di Catanzaro, e di Daniela Carrozza, assessore alla Cultura del Comune del capoluogo calabrese.

Il Festival realizzato quest’anno con il bando POR-FESR Eventi Storicizzati promosso dalla Regione Calabria per il 2015 e con il sostegno di partner storici come la Camera di Commercio di Catanzaro, Confindustria Catanzaro, Fondazione CARICAL, le aziende Guglielmo Caffè, Igea Calabra e Rubbettino Editore ha annunciato la nuova collaborazione con l’Università Magna Grecia di Catanzaro, «con la quale – ha detto il direttore artistico – spero di inaugurare una proficua sinergia tra cultura cittadina e mondo accademico».

Scelte in contro-tendenza quelle operate quest’anno da Antonietta Santacroce. Nessun artista straniero e una chiara volontà di esprimere l’identità di quella parte dell’Italia sempre troppo sconfinata in ruoli di secondo ordine. Il Sud è altro, è la meraviglia di una Italia che da esso ha preso fisionomia; è l’espressione di un popolo ferocemente legato alle proprie usanze e  sempre fiero per la sua appartenenza geografica.

E la scelta è caduta su artisti che sono apprezzati in tutto il mondo. Composto da due sezioni il Festival d’Autunno vivrà una originale “apertura” con Antonio Castrignanò, re della Notte della Taranta di Melpignano, che giorno 26 settembre in piazza Prefettura radunerà il popolo della taranta in un clima di esaltazione e gioia.

Altri suoni e atmosfere giorno 24 ottobre, al Teatro Politeama di Catanzaro con Franco Battiato. L’eclettico musicista siciliano, conosciuto per le sperimentazioni e i manierismi musicali ma anche per le raffinate scritture pop, proporrà le più belle pagine del suo songbook in maniera originale e coinvolgente.

Gli appassionati della musica leggera italiana e i nostalgici degli anni sessanta, giorno 31 ottobre, rivivranno storie e memorie di un’epoca sempre viva con la voce del Sud: Al Bano. Il cantante pugliese, ambasciatore della nostra musica nel mondo, reduce dai successi ottenuti in America e Russia proporrà i suoi grandi successi in un concerto che si preannuncia carico di nostalgia.

La sezione L’anima del Sud si concluderà sabato 7 novembre con un doppio concerto-evento per gli appassionati del rock nostrano, in particolar modo di quel sound napoletano che negli anni settanta  è stato un laboratorio stilistico. James Senese & Napoli Centrale e gli Osanna si esibiranno sul palco del Teatro Politeama in quello che può essere considerato un concerto unico nel suo genere. Due set diversi per le due band che hanno saputo dare una immagine nuova alla musica italiana nel momento in cui il beat stava scomparendo e il rock assumeva grande importanza tra i giovani. Jazz-rock e prog sono i generi musicali che caratterizzano il sound di una Napoli che ha dato una nuova identità all’Italia musicale.

Il Festival d’Autunno da sempre è attento all’approfondimento di tematiche che si sviluppano nell’arco di alcuni incontri culturali letti da punti di vista diversi. Con Cibo è arte. Eccellenze d’Autore in scena si parlerà di cibo e nutrizione. Una proposizione nuova ed esaustiva che analizza i vari aspetti proposti sotto l’aspetto sociologico, economico, agroalimentare, cinematografico e teatrale.

Dieci incontri che non mancheranno di catturare l’attenzione e l’interesse di ogni fascia di età e si concluderanno con la produzione originale del Festival C’era una  volta. Le  fiabe calabresi di Letterio Di Francia che valorizza la produzione letteraria del grande umanista calabrese del secolo scorso e, contemporaneamente, i promettenti attori catanzaresi del Teatro Incanto, fedele alla mission di valorizzare gli artisti della nostra terra.

Da lunedì 14 al 28 settembre gli abbonati della scorsa edizione potranno confermare i loro posti pressa la sede del Festival, sita quest’anno a Catanzaro presso Cinema Teatro Comunale in Corso Mazzini n. 82/84.

Già da lunedì 14 partirà contemporaneamente  la vendita dei nuovi abbonamenti e dei biglietti dei singoli spettacoli che da quest’anno potranno essere  acquistati presso 26 prevendite dislocate in tutta la Calabria o direttamente sul nostro sito.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI