Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 24 Ottobre 2021

Nuovo progetto per potenziare il centro polifunzionale di salute mentale

Nella sede del Centro Polifunzionale di San Pietro a Maida, si è tenuto un incontro per la presentazione del nuovo progetto territoriale di implementazione  delle attività e dei servizi offerti finora alle comunità dell’area pedemontana Monte Contessa.
Alla riunione hanno preso parte il Direttore generale dell’ASP di Catanzaro, dott. Giuseppe Perri, il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale, dott. Gregorio Corasaniti, la Responsabile del Centro Salute Mentale di Lamezia Terme, dott.ssa Rossella Manfredi, il Direttore f.f. del Distretto del Lametino, dott. Nicolino Alessi, il Sindaco Pietro Putame, le dott.sse Sonia Graziano e Pina Gullo, alcuni medici di Medicina Generale del territorio di San Pietro, il Sindaco di Jacurso, Gianfranco De Vito e il Vice Sindaco di Cortale, Pietro Mascaro. Presenti, inoltre, utenti e Operatori del Centro.
Alla luce dell’esperienza maturata, è stata avvertita l’esigenza di potenziare, attraverso una intesa sinergica, il servizio già esistente per rispondere alle necessità del territorio, che comprende i comuni di San Pietro a Maida, Curinga, Maida, Jacurso e Cortale, con una migliore integrazione tra i precorsi di cura e quelli di carattere riabilitativo.
Il progetto prevede l’organizzazione di una attività che vede l’impegno da parte dell’Azienda Sanitaria di un pool di operatori del CSM di Lamezia, competente per territorio, con le seguenti finalità: Intervento psichiatrico: presa in carico delle persone con disagio psichico, definizione ed attuazione di programmi terapeutici e socio-sanitari personalizzati attraverso interventi integrati ambulatoriali-domiciliari; Psicogeriatria: percorso diagnostico di cura e di prevenzione rivolto alla popolazione anziana  quale popolazione a rischio di patologia psichica; Punto di ascolto per il disagio psicologico: analisi del bisogno percorsi diagnostici e di prevenzione rivolto alla popolazione giovanile; Specialista neurologo (in  integrazione con il Distretto). E’ prevista, inoltre, l’integrazione delle professionalità già utilizzate.
Con appositi accordi, potranno poi essere sviluppati specifici progetti di socializzazione e di formazione al lavoro e  in integrazione con Associazioni, Enti e Privato Sociale attraverso l’utilizzo di personale di sostegno, appositamente selezionato (operatore della mediazione, maestri artigiani, consulenti, esperti) avente il compito di coadiuvare gli operatori nella gestione delle attività del Centro polifunzionale; a tale scopo il Centro di Salute mentale provvederà in rapporto alle esigenze, a  sviluppare percorsi formativi specifici. L’apertura del Centro è prevista per almeno  cinque giorni settimanali, da lunedì a venerdì, con l’alternanza di diverse figure professionali.
Il dg Perri ha sottolineato che “Se la sofferenza si sviluppa nelle case e nel territorio, un servizio non può che rispondere nelle case e nel territorio, modificando così i luoghi della cura in ambienti “umanizzati” per raggiungere una vita normalmente soddisfacente”. ”Il problema delle malattie mentali - ha aggiunto - non si affronta con un farmaco, ma attraverso  dei progetti integrati  come quello di oggi, dove tutti gli attori sono presenti per quello che è il nuovo modo di  intendere la sanità territoriale.”
Per il dott. Corasaniti si tratta di ““Un nuovo tangibile passo in avanti verso lo sviluppo dei servizi offerti ai cittadini che presentano un disagio o una malattia psichica, con l’obiettivo di mettere al centro i bisogni degli assistiti impiegando al meglio le risorse professionali disponibili pur nelle ristrettezze economiche della sanità calabrese”
“Mi auguro - ha detto Nicolino Alessi -  che con il passare del tempo si possa incrementare l’attività di questo centro e che ci possano essere maggiori risorse per il potenziamento e l’ottimizzazione dei servizi in un’ottica di miglioramento della qualità della vita degli utenti”.”
Al termine dell’incontro il parroco, don Fabio Stanizzo, ha benedetto i locali del Centro Polifunzionale.


Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI