Login webmaster  
 
Utenti online
15 utente(i) online (14 utente(i) in Articoli)

Menu
Il sito web del "Il Corriere del Sud" è stato rinnovato ed è raggiungibile all'indirizzo http://www.corrieredelsud.it
Il presente sito non è più aggiornato ma è mantenuto per consentire la consultazione di vecchi articoli.
Articoli :: Informazione regionale :: Sicilia


Marco Fichera,medaglia d'oro di spada maschile individuale e medaglia d'oro di spada maschile a squadre ai Giochi olimpici della Gioventù di Singapore e Alberta Santuccio medaglia d'argento di spada femminile e medaglia d'oro di spada femminile a squadre ai Giochi olimpici della Gioventù di Singapore nonché portabandiera della Delegazione Italiana ai Giochi, sono stati ricevuti questa sera nella sala del Consiglio del Palazzo di Città dall'Amministrazione comunale e dal Consiglio comunale.
La Città di Acireale ha così voluto festeggiare l'ultimo successo, in ordine di tempo, dei due atleti azzurri, entrambi facenti parte del Club Scherma Acireale.
Fichera acese, la Santuccio catanese (ma ormai acese d'adozione.), hanno ricevuto dal sindaco Nino Garozzo l riproduzione del gonfalone con il nuovo stemma della Città di Acireale, in segno di partecipazione della comunità ai successi conquistati sulle pedane di tutto il mondo. Ultimi di questi le straordinarie prestazioni alla prima olimpiade giovanile svoltasi ad agosto nella città di Singapore.
In presenza di Sebastiano Manzoni, anima del Club Scherma Acireale e presidente della Federscherma siciliana, e del maestro Mimmo Patti che da anni segue Alberta e Marco e che ha anche seguito Enrico e Daniele Garozzo - atleti anche questi pluridecorati, tra l'altro campioni del mondo ad Acireale nel 2008 -, il sindaco ha sottolineato come questo sia "solo l'ultimo di una serie di ricevimenti che ormai legano Acireale alla scherma e la scherma alla Città. Alberta e Marco sono anche un esempio per i nostri giovani, atleti che coniugano i successi in pedana, con quelli degli studi e della vita".
Il vicepresidente del Consiglio Nando Ardita, in presenza del presidente Pietro Filetti, ha ricordato il momento in cui fu comunicato proprio alla massima assise cittadina "l'ennesimo trionfo per due ragazzi che qui vivono, studiano e fanno sport: un apprezzamento che viene dal cuore per due grandi atleti".
L'assessore allo Sport, Alessandro Patanè, oltre a salutare con soddisfazione i successi di Alberta e Marco ha ricordato come Acireale si "distingua ormai nelle tantissime discipline sportive, segno di un movimento sportivo ai massimi livelli che, ad esempio nel caso della scherma, raggiunge persino l'eccellenza".
E' toccato a Sebastiano Manzoni ricordare la "storia ancora giovane di questa società che, forse, è una delle società più importanti al mondo per quel che riguarda la scherma giovanile".
Alberta e Marco, con le medaglie al collo e certamente emozionati non si sono sottratti ai flash dei fotoreporter e alle interviste di tv e radio. Poi hanno ringraziato per la breve ma sentita cerimonia, svoltasi nell'aula solenne del Palazzo di città.
<< Catania - Etnafest, in Provincia l'evento finale di musica classica >>

Trackback
  • URL: http://www.corrieredelsud.it/site/modules/article/view.article.php?c37/23795
  • Trackback: http://www.corrieredelsud.it/site/modules/article/trackback.php?23795
Rate
10987654321
API: PM Email PDF Bookmark Print | RSS | RDF | ATOM
Copyright© a cura della redazione & Il Corriere Del Sud
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Sei il visitatore n.