Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 08 Dicembre 2022

Macchie pigmentarie: cosa sono e come prevenirle

Le macchie pigmentarie sono macchie di piccole dimensioni che fanno la loro comparsa sulla pelle, con una colorazione più intensa rispetto al tono della pelle stessa. Tra le principali cause troviamo l'età e il sole. Ma è possibile attenuarne l'effetto, spesso piuttosto antiestetico? Scopriamolo insieme nelle prossime righe.

 Macchie pigmentarie: cosa sono?

La melanina è il pigmento naturale che il nostro corpo produce in maniera equilibrata. La melanina svolge un ruolo davvero molto importante di protezione di occhi, pelle e capelli da una serie di fattori ambientali, compresi i pericolosi raggi solari. Alla base della formazione delle macchie sulla pelle troviamo alcuni fattori. Quelli seguenti sono i principali:

  •  Luce solare. Un'eccessiva esposizione alla luce solare, senza utilizzare le giuste creme e negli orari sbagliati rientra tra le principali cause delle macchie pigmentarie.
  • Età. L'avanzare degli anni corrisponde anche ad un aumento fuori controllo dei melanociti.
  • Alcuni medicinali, tra cui gli antibiotici, possono essere responsabili delle macchie.
  • Menopausa e gravidanza. In queste fasi i livelli ormonali sono oggetto di continui sbalzi.
  •  Lesioni della cute. Può verificarsi, in queste situazioni o in presenza di infiammazioni, un rilascio di melatonina.


Ovviamente non tutte le macchie pigmentarie sono uguali tra loro, dal momento che le cause e i fattori scatenanti incideranno sulla tipologia di macchia.

 Macchie sulla pelle: tipologie e come combatterle

Il melasma è la principale forma di iperpigmentazione. Frequentemente colpisce le donne in gravidanza, manifestandosi sul viso, sulle labbra e sulle guance. Dobbiamo comunque precisare che sono innocue, e che molto spesso scompaiono subito dopo la gravidanza. Successivamente troviamo le macchie che trovano la loro causa nell'età e nell'esposizione solare. Di solito si presentano come macchioline scure sul viso, collo e mani. Si tratta delle zone maggiormente esposte al sole.

 Anche questo tipo di macchie è innocuo, e tra l'altro è piuttosto comune nella popolazione adulta. Ma quali sono gli strumenti per limitare e risolvere questo fenomeno? Indubbiamente una protezione solare di qualità può fare la differenza dal momento che diminuisce l'effetto dannoso dei raggi UV. Delle creme ad alta protezione per la pelle possono creare un efficace schermo protettivo. Per la rimozione delle macchie, invece, in commercio esistono diversi prodotti.

Tra i più efficaci troviamo sicuramente il fondotinta solare, che non è solamente uniformante, ma è anche capace di schermare i pericolosi raggi UV. Esistono anche dei trattamenti naturali che in qualche modo attingono alla tradizione popolare per combattere le macchie pigmentarie. Ad esempio, una maschera fatta di miele, succo di limone e yogurt, oppure altre soluzioni prendono in considerazione l'utilizzo di olio di mandorle, curcuma e panna fresca. Chiaramente si tratta di opzioni non certamente convalidate dalla scienza. Per tali ragioni è sempre opportuno valutarne gli effetti a lungo termine.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI