Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 28 Maggio 2020

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:112 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:182 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:261 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:252 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:445 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:491 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:697 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1195 Crotone

Nasce il tango in quarantena

Uno pseudo santone indiano che medita in bagno, un chitarrista che suona l’aspirapolvere, una sorta di James Bond che si veste nella cabina doccia e un bassista che saluta sé stesso dalle due estremità del balcone di casa.

La band più irriverente del panorama musicale tarantino torna con un nuovo e frizzante brano. Loro sono i Quadrophenix e, per esorcizzare il delicato momento che si vive a causa del corona virus, lanciano Tango in Quarantena. La promozione è a cura dell’associazione culturale altramusicalive.

L’idea nasce dalla challenge lanciata dalla Sottotetto Records #quarantenasongchallenge1 che ha chiamato a raccolta gli artisti emergenti. Un singolo fresco, divertente, con un ritornello ritmico capace di restare subito nella mente di chi ascolta. Il videoclip è disponibile sul canale YouTube della band ed è stato rigorosamente e interamente girato in casa. Una riflessione sul lungo tempo trascorso tra le quattro mura domestiche che, a volte, difficile da metabolizzare, costringe a pensare: «Basta, adesso vado via… sul divano».

Con il loro tango i Quadrophenix osservano e ironizzano sulle manie che si stanno diffondendo nelle case degli italiani in questi giorni: chi vuole convincere il cane ad uscire per fare due passi, anche se in realtà si tratta di un coniglio, chi resta comodo in poltrona a sgranocchiare biscotti, o chi si dedica alle continue pulizie domestiche seppur armato soltanto di uno spazzolino. «Non vogliamo in nessun modo prenderci gioco della tragedia che si sta consumando nel mondo – commenta la band – e nutriamo un profondo rispetto per chi purtroppo è in difficoltà a causa del virus. Il nostro obiettivo è regalare un sorriso, analizzando quanto le nostre abitudini di vita stanno cambiando».

Acume in musica per il gruppo tarantino composto da Alessandro De Vincentiis, Valerio Gentile, Marco Nigri e Fabio Nardelli. Con un sound dal retrogusto surf rock, miscelato alle sonorità britanniche degli anni ’60, nell’ultimo brano non poteva mancare una riflessione sugli ormai famosi decreti che si sono alternati nelle ultime settimane, che «nascono, crescono e poi come figli ingrati se ne vanno» ma tutti restano «piezz’ e core».

Una quarantena dunque da vivere ancora per un po’, ma che dimostra come è possibile creare musica, divertirsi e trascorrere il tempo anche in maniera leggera perché «Sopra il divano l’italiano è sano». E tra le righe, nemmeno troppo nascosto, il messaggio rivolto a tutti a rispettare le regole, ribadendo l’ashtag #iorestoacasa come monito, questa volta serio, per cercare di superare tutti insieme questa situazione di difficoltà. Senza dimenticare che, anche sorridendo qualche minuto con Tango in Quarantena#andràtuttobene.

BIOGRAFIA. I Quadrophenix nascono nel 2006. Il loro sound è caratterizzato da sfumature tipiche del rock britannico anni ’60, dosate con testi in italiano spiccatamente ironici e divertenti. Dopo aver partecipato a Festival nazionali e a trasmissioni televisive come “La grande onda” con Red Ronnie, vincono il primo premio al “Bitetto Arts” e si esibiscono in molti live. Si aggiudicano anche la “Notte Rock” e lo scorso anno hanno pubblicato il singolo estivo “Mai più” e l’album “Paraponzi”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI