Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 19 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:705 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1429 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:954 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1657 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2407 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1921 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1911 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1863 Crotone

A Recanati trionfo in versi con il secondo concorso di poesia “citta’ di Recanati 2015”

recanati

Lo scorso 26 settembre 2015 nella splendida Recanati si è conclusa la 2° edizione del Concorso di Poesia “Città di Recanati 2015”, che ha visto presenti presso l’Aula Magna dell’antico Palazzo Comunale numerosi poeti. Alle ventidue liriche finaliste sono stati conferiti premi, segnalazioni di merito e riconoscimenti vari, fra i quali alcuni Premi Speciali.

La Madrina della premiazione è stata la nota poetessa italo-francese Maria Salamone, da molti anni residente a Cannes, ma sempre empaticamente legata all’Italia. La sua prestigiosa presenza nella cittadina che ha dato i natali al grandissimo poeta Giacomo Leopardi, ha regalato alla platea momenti di intensa poesia che, intercalati da intermezzi musicali di alto livello, hanno reso l’evento ancor più coinvolgente.

Il Comitato d’onore era composto dal Sindaco di Recanati, il Presidente della regione Marche, il Presidente della Provincia di Macerata, la poetessa Maria Salamone, il Segretario regionale FNP-CISL ed il Presidente nazionale dell’ANTEAS.

Fra le autorità presenti durante la premiazione il Segretario regionale FNP Marche Mario Canale, l’Assessore alla Cultura del Comune di Recanati Rita Soccio, l’Assessore regionale Angelo Sciapichetti e il Presidente della Commissione Andrea Marinelli.

Questo premio, con cadenza biennale, è stato fondato dall’ANTEAS di Macerata nel 2013, che anche in questa edizione ne ha curato l’organizzazione, insieme alla federazione dei pensionati della CISL Marche. A questa iniziativa, intitolata “La poesia non ha età”e patrocinata dalla Regione Marche, dalla Provincia di Macerata, dall’ANTEAS Nazionale e dal Comune di Recanati, hanno partecipato tutti i soci ANTEAS e CISL residenti nel territorio italiano, che potevano presentare una o due liriche.

L’”ANTEAS – Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà”, è nata con lo scopo di promuovere la solidarietà, in particolar modo nei confronti delle persone sole, quindi più deboli e spesso in precarie condizioni economiche.

Pertanto, le energie profuse dalla loro attività sociale sono finalizzate al tanto auspicato progresso socio-umanitario.

A proposito delle motivazioni che hanno determinato l’organizzazione di questa importante iniziativa culturale, il Presidente dell’ANTEAS di Macerata Giuseppe Piergiacomi ha dichiarato: “Vorremmo sollecitare la vocazione dei nostri soci a scrivere piccole e grandi storie della loro vita passata, presente e futura. La poesia coinvolge la capacità d’ ispirazione e la profondità espressiva dell’autore, che così valorizza il suo percorso creativo. Nella poesia l’età anagrafica non conta, ma ciò che fa la differenza è il dinamismo, la continua volontà di trasmettere agli altri le proprie sensazioni circa i cambiamenti culturale e sociali di una società in continua trasformazione”.

Questa occasione apre uno spiraglio nuovo alla vita associativa, conferendo una valida opportunità ai soci che hanno qualcosa da raccontare, anche attraverso la poesia, che da sempre rappresenta uno tra i più icastici mezzi per esprimere ogni emozione. In questo modo essi impegnano il loro tempo con pensieri e parole, che escono spontaneamente dalla sfera emozionale di ognuno.

La scelta di Racanati come location in cui svolgere il concorso non è certo casuale; questa città è famosa nel mondo grazie alle lectiones magistrales di Giacomo Leopardi, uno dei maggiori divulgatori del pensiero filosofico e della Letteratura italiana.

L’aria che si respira in questa località, ancora oggi sospesa tra passato e futuro, è di un presente avvolto dall’aulico e dolce afflato poetico dei versi scritti dal Poeta recanatese.

Il “Colle dell’Infinito”, i rossi tramonti sulle colline, la bellezza della Chiesa di “Santa Maria di Castelnuovo” o di “San Francesco”, il “Castello di Montefiore” o il palazzo dove egli nacque, tuttora abitato dai suoi discendenti, la policroma biblioteca, fra l’altro aperta al pubblico, sono elementi che conferiscono a Recanati una connotazione di rara originalità.

L’ambiente più suggestivo è, indubbiamente, la biblioteca che custodisce più di 20.000 volumi, tra cui incunaboli ed antichi volumi, raccolti dal padre del poeta, il Conte Monaldo Leopardi. Affacciandosi dalle finestre, si può scorgere la Piazzetta del “Sabato del Villaggio”, lì vi si trovano la casa di Teresa Fattorini, figlia del cocchiere di Casa Leopardi, trasfigurata in Silvia e la Chiesa si “Santa Maria in Montemorello” (XVI secolo), nella cui fonte battesimale fu battezzato Giacomo Leopardi nel 1798.

Il Palazzo Antici-Mattei, casa della madre di Leopardi, Adelaide Antici Mattei, edificio dalla linee semplici ed eleganti con iscrizioni in latino, colpisce sempre lo sguardo dei tanti turisti, come anche la “Torre del Passero Solitario”, resa famosa dall’omonima poesia, visibile dal Chiostro di Sant’Agostino e la cui cuspide a cartoccio, fu distrutta da un fulmine nella metà del XIX secolo.

Una città di piccole dimensioni, ma assolutamente unica e ricca di un particolare fascino, che la rende inconfondibile.

Quindi, attraverso il “Premio di Poesia Città di Recanati”, che verrà riproposto sicuramente nel 2017, l’ANTEAS desidera dare continuità all’antico progetto culturale della famiglia Leopardi, attraverso la luce della poesia, per contribuire a rafforzare e divulgare le importanti radici culturali italiane, anche attraverso il mito che traccia la via dell’infinito, parafrasando la celebre lirica “l’Infinito”, esposta in modo permanente all’interno del Palazzo del Comune di Recanati, per omaggiare un artista reso immortale dalle sue liriche.

recanati

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI