Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 04 Dicembre 2021

Il ‘turismo lento’ nuova frontiera del viaggiatore consapevole

da sin., Carpinelli, Ippolito,Wilhelmer

 

Si è svolta a Roma una interessante tavola rotonda nel corso della quale è stato presentato lo studio ‘Viaggiare slow per vivere l’ambiente’, sul rapporto tra il cosiddetto Slow Tourism, ovvero il ‘turismo lento’e il benessere psico-fisico, realizzato da Luna Carpinelli, psicologo clinico e di comunità, in collaborazione con l’Ente Nazionale Austriaco per il Turismo, l’operatore turistico Four Seasons Natura e Cultura e paginemediche.it.

Si tratta di una disamina interessante ed accattivante sulle dinamiche proprie dello Slow Tourism e delle correlazioni con il benessere fisico e psicologico degli degli utenti di tale formula. Durante l’incontro, è stato realizzato un collegamento web in cui numerosi bloggers commentavano la tematica attraverso Twitter. Lo studio e i contenuti sviluppati saranno oggetto di una campagna di comunicazione/divulgazione su www.paginemediche.it. Gli internauti che ‘visitino’ la campagna, hanno la possibilità di scaricare un coupon dedicato contenente un’offerta speciale per un viaggio in Austria, paese all’avanguardia nella predisposizione di servizi ed infrastrutture per un turismo accessibile e non invasivo. Non per niente, secondo Quality of Life Survey/Mercer Consulting Group,dal 2008 Vienna si classifica ai vertici tra le città con la miglior qualità di vita al mondo.

Per ‘Slow Tourism’, letteralmente ‘turismo lento’ s’intende un modo di viaggiare che rivolge l'attenzione al particolare. Si tratta quindi di viaggiare attraverso itinerari meno frequentati, lungo i quali l’anima dei luoghi e delle culture locali emerge in modo autentico, sentito, e non frettoloso, senza compromessi con la massificazione dell’offerta turistica che tutto uniforma, comprime. Essere un viaggiatore “lento” significa sostenere e dar valore all’ambiente che ci circonda. Lo “slow tourism” sta sempre più diffondendosi, ricercando relax, contatti con la natura, con uno stile di vita che esuli dai ritmi frenetici della quotidianità. acquisendo anche bagaglio di emozioni attraverso un viaggio realmente coinvolgente e gratificante.

E’ un turismo che prevede collegamenti reali e significativi con le persone, i luoghi, la cultura, il cibo, il patrimonio e l'ambiente. Ecco il decalogo del turista ‘lento’ come suggerisce lo studio della Carpinelli:

 

  1. Scegli con cognizione la destinazione e informati sul luogo che stai per visitare.
  2. Progetta la vacanza presso operatori turistici cui stanno a cuore la comunità ospitante e l’ambiente.
  3. Sii aperto alle esperienze offerte dal luogo che ti ospita con curiosità, voglia di conoscere e di sorprenderti.
  4. Muoviti anche fuori dai circuiti tradizionali della destinazione, prendendoti la libertà di fare soste e deviazioni, assecondando i tuoi ritmi.
  5. Stabilisci un contatto autentico con le persone con cui condividi il viaggio e con la gente che vive nei luoghi della tua destinazione.
  6. Adattati agli usi e ai costumi locali e attieniti alle regole del posto.
  7. Rispetta le norme comportamentali che regolano l’attività e il rispetto del patrimonio naturalistico e storico-culturale.
  8. Stai attento a non lasciare segni del tuo passaggio e a conoscere l’impegno eco-friendly delle strutture e dei servizi che utilizzi.
  9. Acquista prodotti e souvenir che valorizzino le identità territoriali.
  10. Al rientro, ritagliati del tempo per riflettere sull’esperienza vissuta, sulle persone incontrate e sulle cose viste.

 

Gli operatori turistici più sensibili, e Four Season è all’avanguardia tra questi, predispongono un’offerta di proposte che si inserisce in questa filosofia del viaggio, rendendo fruibili esperienze di vita anche economicamente attraenti.

 

Nunzio Malzone, business development manager di paginemediche.it ha presentato l’iniziativa seguito da Brigitte Wilhelmer, Responsabile Centro Sud Italia Ente Nazionale Austriaco per il Turismo con la proiezione del video “L’Austria”. Successivamente, Andrea Giorgi, Responsabile di Four Seasons Natura e Cultura ha commentato la proiezione del video “Lo slow tourism” , con una informativa sulle specificità di questa tipologia, in costante crescita, di segmento turistico, su cui l’operatore romano presenta annualmente un ventaglio di offerte nel suo catalogo. L’intervento della psicologa Carpinelli, ad illustrazione della sua ricerca, ha concluso l’incontro cui è seguito un dibattito tra i partecipanti.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI