Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:996 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1549 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1070 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1772 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2534 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2035 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2026 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1977 Crotone

Non solo in cucina: involtini di rombo

Si ritorna dopo la pausa estiva a scrivere di cucina e non solo. A dirla tutta, provo un certo disagio: stiamo vivendo una realtà nuova ed inimmaginabile, di barbarie morale e culturale; siamo Italiani con la I, abbiamo un DNA arricchito da decine di secoli di esperienze e incroci razziali forse come nessun altro Paese al mondo, eppure mai come in questi ultimi anni, soffriamo l’evidenza di sentirci superati, la frustrazione di avere perduto la capacità di progettare il futuro; api frenetiche e impazzite, spaesate e senza guida. C’è un pesce, il rombo, che vive appoggiato sui fondali marini; splendido esempio di adattabilità, qualità che noi Italiani sembriamo avere perduto: ha la forma appiattita, al lato sinistro ha due occhi, mentre il lato destro è cieco. Una varietà, il cosiddetto “rombo chiodato” ha il dorso ricoperto di scaglie ossee spinose; la sua carne è gustosissima. Se per qualche tempo la smettessimo di volere apparire belli “per forza”, se anzi fossimo capaci di guardare nella direzione giusta “per forza”, se finalmente riuscissimo a dare quotidianamente visibilità alle nostre verità interiori, senza aspettare di essere colpiti direttamente o meno da un qualsiasi tragico evento, se stessimo tutti metaforicamente zitti finalmente… come i rombi, come tutti i pesci… non so quanto di meglio riusciremmo a fare per la nostra società; saremmo certamente terra fertile per le generazioni future, alberi con frutti più dolci, rombi bruttini, anche, ma dalla carne squisita.

 

Involtini di rombo

 

Ingredienti per 4 persone:

 

1 pesce rombo da almeno 1kg. sfilettato;

succo di limone.

 

Ripieno:

20 grammi di margarina,

un tuorlo d’uovo,

100 grammi di funghi;

150 grammi di merluzzo;

sale e pepe quanto basta.

 

Salsa:

due cipolle;

prezzemolo,

10 grammi di burro;

un cucchiaino di pepe rosso dolce;

aneto;

tre cucchiaiate di besciamella;

tre cucchiaiate di panna da cucina;

un bicchiere abbondante di vino bianco.

 

Preparazione:

Cuocete il merluzzo a vapore e tenetelo da parte. Adagiate i filetti di rombo in un piatto e spruzzateli abbondantemente con succo di limone. Il ripieno adesso: pulite bene i funghi, tagliateli a fettine sottili e fateli rosolare nella margarina fino alla cottura; una volta freddi amalgamateli al merluzzo cotto in precedenza aggiungendovi un tuorlo d’uovo, salate e pepate. Salate i filetti di rombo e ricopriteli bene utilizzando quasi tutto il preparato (lasciatene da parte per guarnire in seguito), arrotolateli e fissateli con uno spiedino in legno. In una casseruola versate il vino bianco, le cipolle tagliuzzate e le foglie di prezzemolo, portate ad ebollizione con fuoco moderato ed aggiungete gli involtini. Ungete di burro un foglio di carta da forno e posatelo sopra gli involtini; fate cuocere a fiamma medio/bassa per circa 15 minuti, avendo cura tenere umido il pesce con il sughetto di cottura. Utilizzate il ripieno avanzato per preparare delle piccole polpettine che aggiungerete al pesce qualche minuto prima di spegnere il fuoco, giusto per cuocerli appena. Una volta cotti, mettete da parte gli involtini con le polpettine in caldo, filtrate il liquido di cottura rimasto in un altro recipiente a cui andrete ad aggiungere panna e besciamella; mescolate bene per amalgamare il tutto e portatelo a bollire con fiamma molto bassa. Appena la salsina si sarà addensata, aggiungetevi il pepe rosso dolce e setacciate di nuovo. Posate gli involtini e le polpettine nei piatti di portata e ricopriteli con la salsina preparata. Potete decorare con un ciuffetto di aneto.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI