Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Agosto 2019

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:860 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:3325 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1328 Crotone

Maria Taglioni: 11 diplom…

Giu 24, 2019 Hits:1386 Crotone

Giuseppe Castagnino nomin…

Giu 14, 2019 Hits:1678 Crotone

Giornate Internazionali d…

Giu 13, 2019 Hits:2112 Crotone

DSC03578

 

Oggi una proposta ben nota a tutti i calabresi e non solo. La primavera è ormai arrivata da qualche settimana ed il bel tempo e le giornate più lunghe incoraggiano le gite fuori porta. Il pasto principe che accompagna da sempre migliaia di persone nelle escursioni con pic nic di un giorno è senza dubbio la pasta al forno tradizionale: piatto ricco che può essere senz’altro considerato piatto unico e può essere consumato anche tiepido o a temperatura ambiente. Ecco la ricetta tradizionale calabrese:

Pasta al forno

 

Ingredienti per 4/6 persone:

2 uova sode

150 gr. di carne tritata

sale e pepe

150 gr. di salame

200 grammi di sugo di pomodoro

400 gr. di pasta grossa, penne, maccheroni o simili

50 gr. di pecorino grattugiato

150 gr. di salsiccia

30 gr. di olio extravergine d`oliva

 

Preparazione:

Lessate i maccheroni fino a cottura quasi ultimata, diciamo molto al dente, scolateli, raffreddateli, poi stendeteli in un solo strato su un telo. Rosolate la carne tritata nell`olio con il salame tritato e la salsiccia privata della pelle; pepate e cuocete a fuoco molto moderato, unendo se necessario un po` di acqua calda. A cottura ultimata scolate il sugo formatosi e tenetelo da parte. Mescolate le carni con le uova sode tritate, aggiungete il sugo di pomodoro, poi farcite i maccheroni. Ungete una teglia e fate uno strato di maccheroni, condite con un po` di sugo tenuto da parte e pecorino, poi ripetete fino a esaurire gli ingredienti. Passate in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti, finché la superficie sia dorata.

 

Patate_di_Lucullo

 

CURIOSITA’

 

Molte ricette gastronomiche fanno riferimento al nome di Lucullo (dal latino Lucullus); tutto deriva dal nome di un valoroso generale dell’antica Roma, Lucio Licinio Lucullo appunto, che aveva combattuto con successo contro il re del Ponto durante le “guerre Mitridatiche” negli anni che vanno dall’88 al 66 A.C.

Ritiratosi dalla vita militare, divenne famoso per i favolosi banchetti che offriva nella sua villa di Roma e per i suoi studi gastronomici. Viene perciò ricordato comunemente per essere stato un buongustaio, più che un valoroso generale.

Ecco perché ancora oggi, in occasione di banchetti importanti si usa dire che trattasi di pasto luculliano.

Ed ora una ricettina che porta il suo nome:

 

PATATE DI LUCULLO

 

Ingredienti per 8 persone:

8 patate belle grosse e uniformi (senza irregolarità)

sale

margarina

8 pomodori

80 grammi di burro

pepe nero

100 grammi di emmenthal grattugiato

8 uova

2 cucchiai di latte

paprica dolce

prezzemolo

 

Preparazione:

Dopo averle lavate bene, mettete a bollire le patate in acqua salata per circa mezz’ora, senza togliere la buccia. Scolatele e fatele raffreddare; tagliatele quindi alle estremità in modo che possano stare erette senza rovesciarsi. Svuotatele quindi delicatamente, avendo cura di lasciare il fondo ben chiuso ed evitando di rompere le pareti esterne. Ungete una pirofila con la margarina ed adagiatevi le patate. Ai pomodori lavati togliete il picciolo e incidete un taglio a croce; disponeteli quindi tra una patata e l’altra. Fondete 50 grammi di burro e versatelo su patate e pomodori. Sale quanto basta, pepe nero ed un poco di emmenthal grattugiato. Adesso rompete un uovo all’interno di ogni patata.

Adesso utilizzate la polpa levata dalle patate: mescolatela al formaggio rimasto ed aggiungetevi 2 cucchiai di latte, amalgamando tutto molto bene aggiungete sale e pepe senza esagerare. Formate adesso dei cappucci con i quali andrete a coprire le patate ripiene delle uova. Spolverate con un pizzico di paprica dolce ed aggiungete su ogni patata una nocetta di burro. Mettete in forno preriscaldato a 180/200 gradi per circa 20 minuti . Decorate con ciuffetti di prezzemolo fresco prima di servire.

La “Mona de Pascua” (scimmia di Pasqua) è una ricetta tipica del periodo Pasquale in molte regioni spagnole come Valencia, Catalogna, Murcia, Aragona e delle Isole Baleari. Inoltre, a seconda la zona è conosciuta con vari nomi, come ad esempio panquemado, panquemao o Tona a Valencia, ed è tradizione che sia il padrino a donare la scimmia al suo figlioccio la Domenica di Pasqua; è usanza consumarla anche per il lunedì di pasquetta in occasione delle gite fuori porta.

E’ molto simile alla “cuzzupa” che si prepara in Calabria per la stessa ricorrenza pasquale.

E’ una ricetta che si presta a molte varianti: la pasta più tradizionale a base di farina, zucchero, uova e sale. Tuttavia, in Catalogna si è evoluta e i dolci sono spesso ricoperti di cioccolato, e le figure sono sempre più spettacolari, diventando autentiche sculture di cioccolato delle forme più svariate, dal calcio ai personaggi per bambini. Ci sono delle vere gare tra le panetterie delle città per preparare la “Scimmia” più spettacolare.


La ricetta che segue riporta grosso modo il gusto della Mona nella tradizione di Valenciana, anche se con alcune variazioni. Con un po’ di attenzione otterrete un risultato spettacolare e divertente, un pane perfetto per una colazione in famiglia o uno spuntino, e si può godere sia le vacanze di Pasqua come il resto dell'anno.

mona-pasqua-catalunya-L-1

 

 

Ingredienti:

500 gr. farina
1 busta di lievito secco (25 gr.)
1/4 litro di latte caldo
100 gr. burro fuso
80 gr. zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale

 

Per "dipingere" le figure

1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaio di latte

 

 

Per la decorazione

Palline colorate di cioccolato, uvetta per guarnire, ciliegie, mandorle affettate ...
Uova sode dipinte con colorante alimentare o uova di cioccolato

 

Preparazione:

Mettere la farina in una ciotola. Aggiungere il lievito secco e mescolare bene con una forchetta. Aggiungere gli altri ingredienti: burro (che avevamo precedentemente sciolto nel forno a microonde), latte, zucchero, uovo e un pizzico di sale. Miscelate il tutto molto bene fino ad ottenere una pasta omogenea lavorabile con le mani. Dategli una forma a palla.
Coprite la ciotola con un panno e metterla in forno per 20-30 minuti ad una temperatura massima di 50 gradi, lasciando porta del forno socchiusa, utilizzando un cucchiaio di legno, fino a quando l'impasto sarà lievitato, cioè, il suo volume deve essere aumentato visibilmente.

Mentre si aspetta la lievitazione, coprite una teglia con carta da forno. Una volta che la pasta è lievitata, dividetela in 4 o 5 parti a seconda di quante "scimmie" volete preparare: Non c’è limite all’immaginazione, potete sagomare qualsiasi figura.  Potete farvi aiutare anche dai vostri piccoli, sarà divertente.

Mettete le figure in forno per altri dieci minuti circa a un massimo 50 gradi, per mantenere la sua crescita della pasta. Una volta che avrete le figure pronte, mescolate un tuorlo d'uovo con un cucchiaio di latte e dipingete le “scimmie”, mettetele poi a rosolare nel forno. Per finire aggiungere la decorazione: per esempio, usate l'uva passa per occhi, un ciliegio per il naso, le palle colorate, palline di cioccolato e mandorle a fettine per guarnire.
Mettete le figure già preparate e decorate in forno preriscaldato a 200 gradi per 25-30 minuti, fino a quando si potrà visivamente notare la cottura ultimata ed il colore appropriato.
Togliete dal forno, lasciate raffreddare, aggiungete le uova dipinte o le decorazioni di cioccolato e avrete i vostri dolci pasquali pronti da mangiare.
Per mangiare, potete accompagnarle con con burro, marmellata, un po 'di formaggio ... Servito con cioccolata calda, avrete una grande prima colazione e uno spuntino per le vacanze di Pasqua, o per qualsiasi altra occasione.

mona-pasqua-catalunya-L-2

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI