Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 21 Luglio 2019

Dopo aver conquistato i palati di centinaia di migliaia di persone a Roma, Valencia, Melbourne, Dubai e Austin, TX, da domani al 24 agosto il Gelato World Tour fa tappa ad Alexander Platz e Berlino diventa capitale mondiale del gelato. Il Gelato Word Tour è sia una competizione di abilità che una celebrazione dell’antichissima arte del gelato e, giunto al suo termine, avrà visitato otto città, cinque continenti, messo alla prova centinaia di gelatieri sfidanti e deliziato centinaia di migliaia di visitatori. Il miglior gelato del mondo sarà decretato al gran finale del Gelato World Tour, che si terrà a Rimini dal 5 al 7 settembre 2014.

“La Germania ha circa 9000 gelaterie, circa 1/3 sono artigianali e il numero continua a crescere – dichiara Dario Olivier, Presidente di Uniteis, l’Associazione dei gelatieri artigiani in Germania -: il nostro è il 2^paese al mondo per numero di gelaterie  e il primo in assoluto per passione e tradizione artigianale. Le radici di questo antico mestiere sono ben salde grazie ai gelatieri italiani emigrati in Germania tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900. I dati di questa stagione registrano un aumento dei consumi di gelato e…chissà che come la Germania ha vinto i Mondiali di calcio, non sia proprio un tedesco ad aggiudicarsi il titolo “Miglior gelato del mondo”.

La tappa tedesca, organizzata da due dei “massimi sistemi” del gelato: la prestigiosa Carpigiani Gelato University, 13 sedi nei 5 continenti, e Sigep - Rimini Fiera, la più importante tra le fiere del dolciario artigianalecon il supporto dell’azienda italiana fornitrice di vetrine IFI (l’unica al mondo che ha portato il gelato artigianale ad ottenere l’oscar del design – il Compasso d’Oro – grazie ai pozzetti a vista del GWT Bellevue) e MEC3 (azienda leader di settore nella produzione di ingredienti per gelateria artigianale e pasticceria), vanta il patrocinio di UNITEIS, l’associazione dei gelatieri artigiani in Germania. Il “Villaggio del Gelato World Tour” in Alexanderplatz sarà aperto al pubblico, con ingresso libero. I visitatori, grandi e piccini, potranno scoprire tutti i segreti del gelato artigianale partecipando gratuitamente ai laboratori e alle mini lezioni di gelateria tenute dai Maestri gelatieri della Carpigiani Gelato University (ogni giorno alle 12:30/17:00/18:30/21:30. Venerdì e sabato anche alle 14:00). Presso il villaggio sarà anche possibile frequentare il laboratorio didattico condotto da IFI che insegna come progettare una gelateria di successo (ogni giorno alle 13:00/17:30/19:00. Venerdì e sabato anche alle 14:30), ‘scoprire i mille gusti del gelato’ grazie ai corsi emozionali rivolti ai non addetti ai lavori tenuti dai Maestri gelatieri della International School of Gelato di MEC3 (tutti i giorni, su richiesta) e conoscere le anteprime del prossimo Sigep di Rimini (ogni giorno alle 13.30 e alle 18). Ancora, sarà possibile assistere a proiezioni in anteprima mondiale per la Germania del video/documentario “Gelato is Magic”, realizzato da Wolfgang Achtner (Venerdì e Sabato alle 16:00/19:30; Domenica alle14:00) ed i bambini potranno effettuare “viaggi nel tempo con il gelato” a cura del Gelato Museum (Venerdì e Sabato alle 15:30/21:00; Domenica alle 15:00).

Per assaggiare i deliziosi gusti preparati per l’occasione dai sedici gelatieri in gara i visitatori potranno acquistare il Gelato Ticket presso l’info-point all’interno del villaggio stesso. Il Gelato Ticket costerà 5 euro e darà diritto a 5 assaggi (2 coppette e 3 mini-coni). Acquistandolo, il pubblico diventerà parte della giuria e potrà votare per il suo gusto preferito, partecipando anche al concorso “Taste & Win!”, che mette in palio un Ipad di ultima generazione. Chi acquisterà il proprio biglietto con smartphone utilizzando MyGelato App, l’applicazione gratuita di Carpigiani che porta le gelaterie artigianali negli smartphone iOS e Android, si aggiudicherà un assaggio di gelato in più! Presso il Villaggio, si potrà assistere ad altri contest con protagonisti i gelatieri in gara: dal Tonda Challenge by IFI (che dà la ‘spatola d’oro’ al gelatiere che realizza la coppetta perfetta) al Cookies Best Taster by MEC3(che assegna l’ambita Cookie’s Cup al miglior assaggiatore, il gelatiere che, bendato, indovina più ingredienti possibili di un gusto gelato). La Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani promuoverà anche due contest che mettono in palio per bambini, giovani e studenti gustosi premi e borse di studio: Gelato Pixel PassionThe Art of Gelato

Ecco infine i 21 finalisti del Gelato World Tour 2013/2014, in attesa di aggiungere alla lista i tre vincitori della tappa di Berlino.

Ahmed Abdullatif della gelateria Dolci Desideri in Bahrain presenta il gusto “Rose di Bahrain” che si ispira alla famosa bevanda del Bahrain a base di latte insaporita con sciroppo di petali di rosa.

Abdelrahman Al Teneiji e Joselito Reyes della Gelateria Cremolata di Al Dhaid negli Emirati Arabi hanno creato il gusto “Cremo Bueno” un gelato alla nocciola guarnito con cioccolato al latte a basso contenuto di grassi e pezzi di wafer croccante.  “È il nostro gusto “cavallo di battaglia” e quello più richiesto nella nostra gelateria” dicono.

Bruno Bido della gelateria Da Bruno di Padova sorprende con “Miele con gnocchetti di pain d’èpices, cannella, burro e parmigiano”. Il gusto parte da una vecchia ricetta veneta, gli gnocchi alla cannella, risalente al periodo austroungarico e la abbina a quella francese del pain d’épices. Il gusto perfetto per il “pubblico sempre più esigente” secondo il maestro gelatiere.

Andrea Botton della gelateria Santamaria di Maserà di Padova conquista con la semplicità di “Yogurt Miele e Noci” con ingredient di alta qualità come lo sciroppo d’acero e le noci di Sorrento.

Cesare Cellie e Claudio Bearesi sono i gelatieri di Bacio Gelato a Dubai e propongono il “Cremoso alla nocciola con millefoglie, variegato gianduia e nocciole pralinate”. Un gusto sontuoso con nocciola italiana del Piemonte e gianduia servito su un millefoglie.

James Coleridge e Salvatore Boccarossa di Bella Gelateria a Vancouver in Canada presentano “Dolcezza d’Estate”. Il gusto rinfrescante e dolce dei limoni sorrentini si unisce alla dolcezza dello sciroppo d’acero canadese fatto in casa. Dolce e salato bilanciati perfettamente in questo gusto ideale per rinfrescarsi nelle serate estive più calde dovunque ci si trovi a Rimini o a Vancouver in Canada.

John e Sam Crowl della gelateria Cow & the Moon di Sydney in Australia hanno ideato il gusto “Mandorla Affogato”, un gelato alla vaniglia del Madagascar variegato con mandorle al caffè tostate e caramellate, caffè del Kenya e salsa di caramello salato.

Ida Gabriela di Biaggio e Davide Scantamburlo della gelateria Novecento di Pescara portano a Rimini “Novecento” in cui la glassa al vino passito avvolge la tradizionale crema

impreziosita e arricchita dalla croccantezza del crumble alle nocciole.

Carlos e Juan Enríquez Sánchez della gelateria Iceberg di Palma de Mallorca propongono “Sorbetto di arancia di Sóller con menta fresca e cardamomo” con ingredienti freschi della loro terra d’origine. Un’immersione nei profumi e nei sapori delle Baleari.

Roberto Galligani e Giuseppe Zerbato della Casa del Gelato di Albenga offrono al pubblico il loro “Tripudio d’arancia”. La panna di alpeggio viene cotta al momento della mantecazione; quindi unita sapientemente al miele d’acacia e aromatizzata con un delicato sentore di Cognac Lapostolle e di vaniglia Navan. Un variegato di scorzette d’arancia e stracciatella fondente completa la composizione dando sapore e persistenza al retrogusto.

Diana Kontoprias di Frangipani Gelato di Sydney propone “Pavlova” ispirato al dolce tipico australiana con base di meringa e purea di frutto della passione.

Alessandro Lancierini della gelateria Fiore di Suzzara, in provincia di Mantova, presenta “Cuore di Nocciola” un gusto della tradizione con l’aroma classico della nocciola di primissima qualità.

Matthew Lee della gelateria Tèo di Austin ci porta nella tradizione del suo paese con la “Torta di Noci Pecan dal Texas”. L’ingrediente base sono le noci pecan leggermente tostate e incorporate in una base speciale variegata con una salsa al caramello preparata secondo la ricetta tradizionale del sud degli Stati Uniti.

Isabel López Dominguez porta in gara il gusto “Mil Hojas” un gelato a base di meringa italiana e pasta sfoglia, un connubio semplice ma sorprendente. Il più richiesto della sua gelateria 19 Palmeras di Punta Umbria in Spagna.

Francesco Mastroanni della gelateria Il Cantagalli di Lamezia Terme propone “Cuor di Brontolo”, ironicamente dedicato al pistacchio di Bronte. Un omaggio alla cittadina siciliana e un richiamo al personaggio della favola di Biancaneve che è all’apparenza burbero e irascibile, ma in realtà dal cuore pieno di dolcezza.

Maurizio Melani di Vèneta Gelato italiano di Valencia porta a Rimini “Biscotto della Nonna” un gusto che porta indietro nel tempo ed evoca i piccoli momenti di piacere vissuti durante la nostra infanzia: le colazioni, le merende i momenti felici nei quali la mamma ci permetteva di spalmare la crema di cioccolata sui biscotti. Dal sapore intenso e persistente questo gusto cremoso e leggero soddisfa il desiderio di qualcosa di dolce e ci riporta alla mente quei momenti felici.

Emanuele Montana della gelateria Retrò di  Roma preparerà a Rimini il gusto “Delizia d’Estate”, un fesco yogurt di latte italiano, dolce geleè di melone cantalupo, mandorle croccanti con basilico “erba reale”.

Lorenzo Salvioni e Andrea Granville della gelateria Cone Street di Dubai sorprenderanno con “Le Mille e una… Merenda”. Gelato artigianale al cioccolato fatto alla vecchia maniera con cioccolato svizzero, latte fresco e panna aromatizzato con l’aggiunta di infusioni, aromi e gusti che ci riportano indietro nel tempo.

Mario Serani di Gelateriebruno.it di Antrodoco in provincia di Rieti va sul classico con “Torta di mele”, un gelato al gusto di vaniglia e cannella con una variegatura di mele renette caramellate con aggiunta di uva passa, pinoli e friabile biscotto. Questo gustorispecchia la filosofia della nostra azienda, ossia, produrre un gelato genuino, come un tempo, nel severo rispetto delle ricette della tradizione familiare del maestro gelatiere.

Donato Toce e Simone Panetta della gelateria Messina di Melbourne in Australia portano a Rimini il gusto “Cremino”, un gelato al caramello salato variegato con crema di gianduia fatta in casa, meringa fresca e amaretti.

Stefano Versace della gelateria Versace di Miami omaggia l’Italia con “Profumi di Sicilia”, Una combinazione deliziosa di ricotta fresca, cannolo, mandorl biologiche, pistacchi siciliani e frutta candita. Il tutto è leggermente aromatizzato con scorza di arance rosse biologiche e succo di limoni siciliani; per finire una variegatura al caramello cremoso.

La mission del Gelato World Tour, evento patrocinato da Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, Ministero dello Sviluppo Economico, Road to Expo 2015, Regione Emilia Romagna, è  trasmettere la cultura del gelato italiano, prodotto alimentare artigianale fresco ed unico, al grande pubblico di tutto il pianeta.  “Missione compiuta” con successo, tanto che si sta già preparando una seconda edizione.

 

Di seguito, i 16 gusti di gelato selezionati per la gara dal Comitato di selezione, di cui fanno parte Mario Dressino, Konditormeister & Sachverständiger für Lebensmitteln und Speiseeis in Deutschland und Frau Dr.  Annalisa Carnio, Pressesprecherin von Uniteis und Fcahreferentin für die Ausbildung als Gelatiere in Deutschland. I 3 vincitori si aggiudicheranno un posto al gran Finale di Rimini (5-7 settembre 2014).

• Mauro Zampolli - Eiscafè Zampolli - Gusto Mauro - Offenburg BW

•Frerk Veen - Kleine Borkumer Eis Konditorei – Sogno Esotico d’Estate - Borkum, Ostfriesland/Niedersachsen

• Marco  Vazzola - Eiscafè Venezia - Cuor di Nocciola - Birkenfeld (BIR)

•  Gianni  Toldo - Eiscafé Venezia - Cremino Croccante -  Kirn/Nahe KH

•Ralf Schulze – IceGuerilla – Vaniglia Tedesca Meister variegata con ribes nero, frutta di sambuco e cacao bianco venezuelano - Beeskow

•Nicola Ragazzo - Grancaffè La Gelateria - Armonia Croccante - Schwetzingen HD

• Ezio Piccin & Walter Mangili - Caffè & Gelato - Pistacchio Eccelso - Berlin

•Michele  Pais dei Mori - Eiscafè Dolomiti - Biscociock al Lampone - Augsburg

• Rolando & Alessandro Nardi - Eiscafè Firenze  Nardi & Nardi - Passione Rossa -  Haar

•  Matthias Munz – OktoberFest (Birra e Mandorle Tostate) - München, Bayern

• Salvatore & Claudia Mavelli - Eiscafé Mavelli - Sorbetto di Pesca Bianca "Pfälzer Glückskugel" con Mandorle - Bremerhaven

• Nino & Ilenia Lacagnina - Eiscafè Dolomiti - Sapori dell'Etna - Landstuhl, Rheinlandpfalz

• Ute Giloj &Tilmann Krieger – Zeisigwaldschänke – Sorbetto di Ananas grigiliata- Chemnitz, Sachsen

• Gianluca Fedele & Antonio Nardi -  Eiscafé Venezia - Vaniglia Veneziana - Büdingen FB

• Adriano Colle - Eiscafè Venezia – Sapori d’Oriente - Kempten (Allgäu) Bayern

•  Stefano Bortolot - Gelateria Fratelli Bortolot - Weinbergpfirsich & Prosecco - Cochem RLP

Manca meno di un mese al gran finale di Gelato World Tour a Rimini. Mentre palette e coppette prendono il volo per Berlino, dove dal 22 al 24 agosto si tiene la penultima tappa, i Maestri gelatieri affinano le ricette per concorrere al titolo “The World’s Best Gelato”, miglior gusto gelato del mondo, e nuovi importanti sostenitori si preparano a far battere a Rimini un nuovo dolcissimo record mondiale!

L’appuntamento conclusivo del primo campionato internazionale itinerante di gelateria è fissato dal 5 al 7 settembre 2014, al parco Fellini, di fronte alla spiaggia e accanto al Grand Hotel reso celebre dal grande regista riminese nel film Amarcord. Una conclusione pirotecnica davanti a migliaia di turisti, nel cuore mondiale del distretto del gelato artigianale. Il 7 settembre, alle 21.30, una giuria di esperti e giornalisti ed una giuria popolare decreteranno il miglior gusto gelato del mondo, scegliendo tra quelli proposti dai 24 gelatieri in gara, provenienti dai 5 continenti.

L’evento è organizzato da due dei “massimi sistemi” del gelato: la prestigiosa Carpigiani Gelato University, 13 sedi nei 5 continenti, e Sigep - Rimini Fiera, la più importante tra le fiere del dolciario artigianale, con il supporto dell’azienda italiana fornitrice di vetrine IFI (l’unica azienda al mondo che ha portato il gelato artigianale ad ottenere l’oscar del design – il Compasso d’Oro – grazie ai pozzetti a vista del GWT Bellevue) e MEC3 (azienda leader di settore nella produzione di ingredienti per gelateria artigianale e pasticceria che con Gelatinho, il gusto creato per celebrare i mondiali di calcio, ha fatto goal in 3000 gelaterie), il patrocinio di:

Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese; Ministero dello Sviluppo Economico; Road to Expo 2015; Regione Emilia Romagna; Comune di Rimini; Banco di Solidarietà Rimini.

Il Gran finale del Gelato World Tour vanta la collaborazione di partner locali che per l’occasione hanno realizzato iniziative culturali e promozionali quanto mai innovative. Decine di gelaterie, sensibilizzate da CNA Rimini e Confartigianato Rimini hanno già aderito al progetto e sono state inserite nella mappa interattiva MyGelato App. Gusti appositamente studiati guideranno i visitatori lungo itinerari e percorsi degustativi ideati in collaborazione con il Dipartimento di Scienze per la Qualità della vita dell’Università di Bologna – Campus di Rimini che, a partire dal ‘cuore’ di parco Fellini, si ramificheranno da una parte  in direzione Riccione, sulle strade dello shopping e del benessere, e dall’altra verso Torre Pedrera, sulle strade del divertimento e delle acque, senza dimenticare il centro storico e la sua offerta di attrazioni culturali.

Acquistando i Gelato Tickets presso l’info-point del villaggio stesso o attraverso MyGelato App con pagamento on line (il biglietto più economico costa 7€ e permette di assaggiare fino a 9 gusti di gelato; con 18€ è possibile provarli tutti e 24), il pubblico diventerà giudice di gara, riceverà golosi omaggi e agevolazioni per i luoghi più dolci della cultura e del divertimento rivierasco: Italia in Miniatura, Oltremare, Acquario di Cattolica e Aquafan.. Votando il gusto favorito, si parteciperà anche al concorso “Taste&Win” e all’estrazione di un iPad Mini e di altri premi, come esclusive “CNA Cittadini Cards”, tessere nominative valide in tutta Italia che danno il diritto di usufruire di vantaggiosi sconti presso una fitta rete di artigiani, ristoratori, commercianti sia di servizi gratuiti e scontati per i servizi ai cittadini, dal patronato alla dichiarazione dei redditi, alla formazione..di prestazioni gratuite o scontate offerte da CNA, CAF, Patronato EPASA, sportello Adriaconsum, BuonLavoro, Mettersi InProprio, ECIPAR formazione).

Notizie dell’ultima ora. Ai supporter IFI E MEC3 per il Gran Finale si aggiunge Parmalat, che fornirà latte e panna freschi per il gigantesco laboratorio di gelateria allestito al Parco Fellini, dove dal 5 al 7 settembre si lavorerà a ritmi velocissimi per creare il miglior gelato del mondo.

Il Gruppo Parmalat è tra i leader mondiali nella produzione e distribuzione di alimenti insostituibili per il benessere quotidiano. Leader nel mercato del latte e dei suoi derivati, da più di 50 anni, Parmalat, offre tutta la bontà e la qualità dei suoi prodotti perché conosce e ama il latte e lo sceglie con cura per offrire prodotti sempre innovativi e di qualità, adatti alle esigenze di tutti. Parmalat offre i suoi prodotti a circa 20.000.000 di famiglie italiane e ad oltre 200.000.000 di consumatori nel mondo.

Proni, azienda del ravennate specializzata nel settore della gelateria artigianale, di esperienza pluriennale, fornirà decine di migliaia di fragranti conetti per le degustazioni.

A celebrare il legame sempre più stretto tra gelato e alta gastronomia, tra i supporter entra un ristorante, “Quartopiano”.Lo chef Silver Succi sarà protagonista di inediti show cooking, in cui racconterà gli ingredienti, i passaggi, i segreti della realizzazione di piccoli capolavori culinari come il "risotto alle erbe fini, calamari saltati e gelato alla bufala” o la “selezione di pesci crudi e gelato al mojito”.

Attesi giornalisti dai 5 continenti, che racconteranno in tempo reale al pubblico dei rispettivi Paesi la sfida tra i 24 gelatieri. Decine, gli accrediti già richiesti dalla stampa italiana. La copertura è assicurata anche da media partner d’eccezione:QN il Resto del Carlino, uno dei più antichi quotidiani italiani che da sempre ha saputo abbinare l’autorevolezza della copertura nazionale ed internazionale ad un'informazione locale capillare, ed Evensi, motore di ricerca internazionale per eventi.

Ricordiamo che il “Villaggio del Gelato World Tour” è aperto al pubblico con ingresso libero dal 5 al 7 settembre, dalle 11 alle 24. Sarà possibile incontrare i migliori Maestri gelatieri di tutto il mondo, seguire il mini – corso della Carpigiani Gelato University “Che cosa è il gelato?”, frequentare il laboratorio didattico “La mia prima gelateria” condotto da IFI per raccontare come aprire e gestire  una gelateria di successo o, ancora, partecipare ai mini corsi emozionali rivolti ai ‘non addetti ai lavori’ dal titolo “Scopri i mille gusti del gelato” organizzati da MEC3 e tenuti dai Maestri gelatieri della International School of Gelato.

La mission del Gelato World Tour è trasmettere la cultura del gelato italiano, prodotto alimentare artigianale fresco ed unico, al grande pubblico di tutto il pianeta.  “Missione compiuta” con successo, possiamo dire a questo punto, tanto che si sta già progettando una seconda edizione.

Nel weekend del 23 e 24 agosto al circuito del Mugello si correrà la prima gara motociclistica internazionale riservata ai piloti diversamente abili della Onlus Di.Di. - Confermata la presenza in griglia del fenomeno Alan Kempster, lo Zanardi australiano

Si chiamerà "Di.Di. World Bridgestone Cup" e promette di essere uno di quegli eventi che lasciano il segno. Sotto il profilo sportivo, ma soprattutto nel cuore. Basti pensare che una gara del genere - fortemente voluta dalla Onlus Diversamente Disabili presieduta dal pilota toscano Emiliano Malagoli, amputato alla gamba destra e vincitore lo scorso anno del Di.Di.Trophy 600 - non è mai stata organizzata in tutto il mondo: una griglia composta soltanto da piloti artolesi, portatori di protesi o con deficit audiovisivi, provenienti anche dall'estero.

L'appuntamento è sul tracciato internazionale del Mugello, nel weekend del 23 e 24 agosto, all’interno della Master Cup, il trofeo organizzato dal Moto Club Firenze, Gentlemen’s Motor Club e Promoracing.

Fra i piloti al via al Mugello, molta attesa per la presenza di Alan Kempster, che arriverà dalla lontana Australia per prendere il via in questa gara senza precedenti. Cinquantadue anni, Alan Kempster ha perso braccio e gamba destri dopo un incidente stradale causato da un automobilista che guidava in stato di ubriachezza. Ma la menomazione non è stata sufficiente ad attenuare la sua passione motociclistica, alla quale dà sfogo senza far uso di protesi. Sulla sua moto, il numero che ha adottato è "1/2", che la dice lunga sulla sua ironia. Per far arrivare Alan dall'Australia, la Onlus Di.Di. ha organizzato una maratona di solidarietà, con una raccolta fondi via Facebook, che ha portato al raggiungimento della somma necessaria per il biglietto aereo.

«Questa gara è la realizzazione di un sogno», spiega Emiliano Malagoli, presidente della Onlus. »Siamo partiti soltanto da un anno e mezzo, eppure abbiamo fatto cose che nemmeno noi credevamo possibili. Schierare in pista tutti i nostri ragazzi in una gara con titolazione internazionale, la prima al mondo, è una soddisfazione indescrivibile, ma non c'è tempo per emozionarci: dobbiamo lavorare per preparare tutto al meglio. Stiamo allestendo anche la moto per Alan Kempster, che arriverà in aereo, e che ha bisogno di trovare tutti i comandi a sinistra...»

«Italy, I'm coming», scrive Alan Kempster su Facebook dalla sua terra, senza celare l'entusiasmo per questa iniziativa. E sotto il suo post, decine e decine di messaggi di incoraggiamento e di rispetto verso questo pilota che sfida tutte le leggi della natura e affronta staccate al limite e pieghe con il ginocchio per terra pur essendo rimasto drammaticamente spezzato a metà.

Le "prove generali" della Di.Di. Cup erano state fatte a Vallelunga, lo scorso 11 maggio, con la prima griglia di partenza tricolore riservata esclusivamente a piloti diversamente abili. Qui era stata sperimentata l'applicazione dei coefficienti di disabilità, come avviene nelle Paralimpiadi, che verrà ripetuta nella competizione iridata del Mugello. Con questo appuntamento, però, la Onlus oltrepassa i confini nazionali e si pone come punto di riferimento per i motociclisti diversamente abili di tutto il mondo.

Al via una quindicina di piloti, alcuni dei quali rientrati in pista dopo un incidente invalidante, altri al debutto in circuito, ma comunque per lo più reduci da infortuni sulle due ruote. Obbedendo all'imperativo "Never give up" che ciascuno di loro porta in sé, i piloti Di.Di. non si sono arresi ad un avverso destino e sono risaliti in sella per dare vita a confronti emozionanti.

Oltre alla gara, il weekend riserverà momenti di convivialità insieme ai piloti e agli amici della Onlus. Sabato sera, grande festa nel paddock e incontro alla Hospitality Bridgestone con i testimonial, tra i quali anche i piloti Dario Marchetti e Fabio Massei e il team manager della MotoGP Lucio Cecchinello, che faranno anche da apripista alla gara della domenica.

Tra le iniziative, il responsabile istruttori della Ducati Riding Experience Dario Marchetti - reduce dalla vittoria agli Speed Days sul circuito Zeltweg la scorsa settimana - scenderà in pista con la splendida Ducati Panigale 1199 biposto usata al recente WDW dal pluricampione del mondo della Superbike Troy Bayliss, per far gustare le emozioni della guida in circuito agli appassionati che non hanno la possibilità di sfruttare al massimo la potente cavalleria della "rossa" di Borgo Panigale.

«Voglio fare un ringraziamento particolare a Ducati che ci ha concesso l'uso della prestigiosa biposto», aggiunge Emiliano Malagoli. «Nelle mani esperte di Dario Marchetti farà sognare moltissimi amici dei DiDi».

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI