Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 04 Marzo 2021

La storia infinita, un classico della letteratura proposto dalla biblioteca Frassati



Crotone - Questo film mi ha fatto volare su le ali della fantasia e, per me che non sono per niente fantasioso vuol dire molto !!!

Mi ha colpito molto il coraggio di Atreiu nell'andare alla ricerca dell'oracolo, ma anche la speranza e la fiducia dello stesso nel non lasciarsi abbattere dagli ostacoli.
Mi ha fatto pensare che basta chiudere gli occhi per immaginare un mondo fantastico . Di Sebastian mi ha colpito la sua immaginazione "infinita".Non mi è piaciuto invece il finale perché è rimasto tutto in sospeso come il tele-film distretto di polizia capisco che è un finale aperto, ma immaginavo qualche colpo di scena che mi lasciava a bocca aperta.

 Alessandro Pantisano

I E Anna Frank

 

 


 

 

Il 9 gennaio, appena rientrati dalle vacanze, io con la mia classe abbiamo visto un film "LA STORIA INFINITA" presso la biblioteca Pier Giorgio Frassati. Esso parla di un bambino di nome Bastiano che, a causa della morte delta madre, ha subito un forte trauma. Egli si chiude in se stesso maturando un carattere debole. Quest'atteggiamento attira l'attenzione di un gruppo di bulli che non fanno altro che maltrattarlo.Un giorno, per evitarli, si nasconde in una biblioteca. Qui, Bastiano rimane affascinato da un solo libro e così decide di prenderlo in prestito.Quando incomincia a leggerlo, si immedesima nel racconto come se lui stesso fosse un nuovo personaggio. Questo film è puramente fantastico,cioè basato su avvenimenti immaginari ed irreali.
Il regista utilizza un linguaggio complesso, e solo alla fine svela il suo vero scopo.Il viaggio ,che Bastiano compie ,serve a fargli capire meglio se stesso e ad acquistare fiducia nelle sue capacità.La parte che mi è piaciuta di più è stata quando Bastiano vola sul Fortuna Drago e anche quando Atreiu (il giovane guerriero) incontra quest'ultimo.Secondo me, avere fiducia in se stessi, lottare con le proprie forze ed avere coraggio nell'affrontare gli ostacoli che si presentano nella vita quando non si hanno i genitori, è veramente difficile. Per superarli occorrerebbe rimboccarsi le maniche, guardare al futuro cercando di trovare sempre nuovi stimoli e immaginare di avere ugualmente qualcuno che ti sostiene.lo penso che questo sia stato un gran film perché mi ha coinvolto soprattutto mi ha insegnato che non bisogna mai smettere di sognare, ma occorre lottare e credere nei propri sogni.

 Lucanto Federica

I E Anna Frank

                                                                                                                                                                                                                                                                                                          ""


                         

I sogni e la speranza completano la vita. lo credo che sia importantissimo sperare e sognare. Il sogno permette di sorvolare la realtà e di andare alla ricerca di nuove avventure dove noi siamo i protagonisti. Mi capita spesso di sognare ad occhi aperti e perciò di immergermi in un mondo tutto mio e per un attimo abbandonare quella realtà a volte spiacevole, presa in mano dalla crisi che sta influenzando la maggior parte degli adulti. Vorrei che tutti sognassero, ad occhi aperti o ad occhi chiusi. A volte persino i ragazzi della mia età non hanno il tempo di poter sognare, perché presi dall'uso del computer e del telefonino. Credo che sognando si sviluppi la fantasia. La speranza è altrettanto bella. AI contrario dei sogni, molte persone sperano in una vita migliore, nella pace, nel lavoro. La speranza è un sentimento stupendo che permette a molti di riacquisire la voglia di vivere che perdono sentendo notizie sconvolgenti in televisione. La fiducia per me è un' importantissima cosa: è un passo fondamentale verso "amicizia vera, quella che è difficile che finisca. E' anche importante avere fiducia in se stessi, molti non ne hanno ed è per questo che fanno riferimento ad alcol e alla droga.

W LA SPERANZA, I SOGNI E LA FIDUCIA!!

Alessia Strigaro

1 E Anna Frank



Nel film "La storia infinita" la fantasia viaggia molto soprattutto quando Bastiano legge il libro preso in prestito, si tuffa nelle parole e immagina quel mondo a suo piacimento allontanandosi dal mondo reale e dalla tristezza per la madre della quale era rimasto orfano. Alla fantasia si opponeva il nulla cioè tutte le persone che non sognavano e immaginavano come il padre di Bastiano che dice a suo figlio di tenere i piedi per terra. Nella vita esistono tre fattori molto importanti che servono all'uomo. Questi tre fattori si suddividono in: speranza, fantasia e fiducia per coltivare i sogni. lo vorrei esprimere alcuni commenti.

Speranza: la speranza è credere in qualcosa e lottare per ottenerla, quando accadono cose negative noi la perdiamo e ci rattristiamo, ma non deve essere così, perché non bisogna mai perdere la speranza e continuare a percorrere la strada della vita con forza, coraggio, convinti che è possibile vincere nonostante tutti gli ostacoli che la vita stessa ci presenta davanti. L'elemento che si contrappone alla speranza è la "negatività" che crea delle barriere e quindi impedisce all'uomo di proiettare i suoi obiettivi nel futuro convinti e speranzosi successi per la sua crescita.


Fantasia: La fantasia è immaginare qualcosa di fantastico al di fuori della normalità, ci aiuta a sognare a credere a qualcosa che non esiste. Con la fantasia possiamo visitare posti fantastici ed essere in un certo senso dei piccoli eroi. Ci fa vagare con l'immaginazione per sognare un futuro migliore facendoci dimenticare i problemi e la tristezza. La fantasia, nasce in situazioni storicamente dolorose, sembrerebbe avere solo la funzione di distogliere la nostra attenzione dal dolore per rendercelo in qualche modo più sopportabile. Ma in realtà, col suo creare mondi al di là di questo, getta le premesse affinché si possa superare, realmente e non solo immaginificamente le condizioni. Fiducia di coltivare i sogni: Sognare ha molta importanza perché ci aiuta a credere a qualcosa che non si ha. Molte persone sognano, immaginano cosa potrebbero avere che non hanno. Ci sono persone a questo mondo molto povere che hanno la possibilità solo di sognare e che spendono quel poco che hanno per vivere. Anche noi ragazzi sogniamo cose distanti da noi, noi sogniamo spesso o meglio troppo. Gli adulti  diverse volte non sognano perché non hanno il tempo a disposizione, ma bisognerebbe fermarli e spiegare loro l'importanza di questo fattore. Dovrebbero sognare soprattutto gli adulti per amare meglio noi ragazzi che abbiamo bisogno di sognare con loro. Questi fattori vanno pensati e ragionati per migliorare la vita. Però ricordiamoci sempre che bisogna sognare, ma allo stesso tempo rimanere nella realtà.

 

Davide Principe

I E Anna Frank

 

Atreyu l’eroe della storia, ha uno scopo da raggiungere: salvare Fantasia dal “nulla” che stava prendendo il sopravvento sulla capacità di credere e sognare. Non possiede poteri magici per farlo, solo il suo intelletto e la sua forza di volontà che riescono a sconfiggere ostacoli e paura, facendo prevalere la fiducia nelle proprie capacità per realizzare ciò che si desidera.

E’ quanto comprende Bastian, alla fine della storia, quando riesce a far avverare il suo sogno più importante: sconfiggere il male che ha colpito Fantasia. Non si potrebbe vivere senza sogni, fantasia e la speranza che i nostri sogni possano diventare realtà. Non deve mai mancare la fiducia in se stessi e tanta voglia di farcela, sempre! Comunque non ci si deve abbattere se non si riesce a realizzare un sogno, cadendo nel buio del “nulla”, della non esistenza, come fa inizialmente Bastian, isolandosi dal padre e dal suo mondo e immergendosi, per fortuna, in quella lettura che alla fine lo salva. Nella realtà, invece, non sempre c’è un bel finale per certe situazioni pericolose. Soprattutto oggi, c’è chi desidera diventare ricco ma perde quel poco che possiede al gioco, c’è chi vuole avere più potere vendendo la sua anima al diavolo, perdendo amici e rispetto, c’è chi vuole essere magra ma si ammala e soffre, c’è chi imita il calciatore o l’attrice famosi illudendosi di diventare importante ed invece perde solo tempo prezioso. Insomma, oggi più che mai i giovani credono di poter diventare qualcuno inseguendo falsi idoli, senza distinguere il bene dal male, senza usare la testa, fantasticando di diventare onnipotenti, come succede a Bastian. Ma non si può vivere solo di fantasia perché così si rischia di diventare stupidi. D’altra parte però, senza sogni la realtà sarebbe triste, quindi bisogna trovare il giusto equilibrio tra sogno e realtà, perché l’uno non può esistere senza l’altra ed entrambi ci aiutano a vivere meglio.

 

Giulia Coppola

I E Anna frank



Bastian è un ragazzino che vive soltanto con il papà, lui credeva nella fantasia, infatti su quaderni disegnava mostri immaginari. Un giorno mentre stava andando a scuola, incontrò dei suoi compagni che lo volevano picchiare, allora si rifugiò in una libreria dove scoprì un libro: “La storia infinita” che lo stava leggendo il signor Coriandoli. Questo libro rappresentava la speranza, la fiducia e i sogni. La speranza per me significa credere in una cosa a cui teniamo tanto e non dobbiamo perdere la meta. La fiducia è quando tu credi in te stesso, ma anche quando stimi una persona. Ci capita spesso di sognare a occhi aperti, però, alcune persone usano soltanto il computer, la playstation, la tv, ecc…Credo proprio che ognuno di noi debba immaginare nella fantasia.

 

Maria Carmela Pili

I E Anna Frank

 

Una delle tematiche della Storia Infinita è la fantasia… La fantasia dà, ad un bambino, la capacità di creare un mondo tutto suo, fuori dalla realtà.

Un mondo in cui, noi ragazzi, possiamo esprimere i nostri sentimenti, i nostri pensieri e le nostre emozioni, senza che nessuno abbia niente da ridire. La capacità assoluta della fantasia è quella di permettere ad una persona di plasmare la realtà, costruendo un passato e un futuro tutto suo.

Il leggere un libro fa crescere sempre di più la voglia di provare a fantasticare, di immergersi in una realtà nuova, dando vita a personaggi e vicende. I desideri e la fantasia conducono alla scoperta di ciò che si è… della propria identità… Ecco perché è bello sognare e fantasticare… e la Storia Infinita ne è l’esempio lampante.

 

Serena Rossetto e Sara Vrenna

Anna Frank   I D

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI