Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 19 Settembre 2019

Il giardino segreto, un film che entusiasma i bambini

Il giardino segreto è una storia che insegna la speranza anche quando ci sono momenti difficili.Il cugino di Mary che era paralizzato e lo zio, avevano perso la fiducia che un giorno Colin potesse camminare, ma Mary ce l’ha fatta, ha insegnato al cugino a vivere la vita che lui non conosceva. A me la storia è piaciuta tanto, mi ha insegnato che la speranza, è un sentimento che ognuno di noi deve avere per poter terminare ogni difficoltà. La speranza è l’ultima a morire. La speranza serve perché in tutte le favole, in tutti i racconti, anche nella vita, dobbiamo continuare a sperare perché il bene vince sul male, anche se tutto sembra perduto. La speranza è vittoria del bene sul male.

Emmanuel Labbate e Valentina Crugliano

V A I.C. Vittorio Alfieri E. Codignola






Durante una festa ci fu un terremoto,

Mary si nascose con tanta paura.

I genitori aveva perso

E con lo zio dovette andare.

Mary felice il giardino trovò

E con tanto amore lo curò.

Ogni giorno diventava sempre più bello

e profumato con tanti bei fiori colorati.

Il giardino segreto abbiamo guardato

Ed ecco quello che ci ha suscitato.

Mary il cugino ha fatto alzare e ha ripreso a sperare.


Rebecca Primerano, Angela Poerio e Nicole Vaccaro

V A I.C. Vittorio Alfieri E. Codignola





Mary Lennox, una bambina nata in India

era presuntuosa e un po’ viziata, da nessuno veniva apprezzata,

perfino dai suoi genitori veniva trascurata.

Veniva soprannominata «Mary pensieri neri»,

per la sua arroganza e scontrosità

aveva come amica soltanto la sua cameriera Ayah.

Dopo la morte dei suoi genitori,

venne affidata allo zio d’Inghilterra,

venne accolta dalla signore Medlock

con freddezza e acidità,

senza neanche un po’ di generosità.

Quel giorno conobbe Marta e Dickon suo fratello minore,

Con loro fece amicizia e il suo carattere cambiò,

qualcosa in lei si trasformò,

e più simpatica diventò.

Però trascorreva le giornate con tristezza

perché non sapeva cosa fare.

Un giorno giocando in cortile

scoprì una porta e un pettirosso

che le indicò la chiave per poterla aprire.

Mary non aspettò e la porta spalancò,

dietro quei folti cespugli si nascondeva

un giardino abbandonato.

«Che doveva essere assolutamente curato.» pensò!

Allora insieme a Dickon a lavorare cominciò.

Una notte sentì un urlo e incuriosita in una stanza si avviò

E uno strano bambino incontrò,

ma un attimo dopo ci ripensò

e scoprì che era suo cugino Colin.

Mary subito in giardino lo accompagnò

E l’amico Dickon gli presentò.

Colin di Mary si innamorò

e ingelosito di lei si ritrovò,

ma subito tutto passò.

Curarono il giardino, giocando e divertendosi.

Quando lo zio dal lungo viaggio tornò,

a trovare il figlio subito andò,

e insieme alla cugina lo vide,

si emozionò un po’, ad abbracciare tutti e due andò

si divertirono e vissero per sempre felici e allegri.

 

Maria Manzo, Ezio Palmieri, Ludovica Riolo e Ilaria Tassane

V A I.C. Vittorio Alfieri E. Codignola

 




 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI