Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 26 Febbraio 2020

E' in libreria "Cara Prof. Diari di classe"

Cosa succede dentro e fuori i banchi di un istituto superiore, quali sono i discorsi, le idee, le letture, le aspettative, le preferenze, gli amori segreti, i valori, i drammi privati di studenti di questo tempo, in una città qualunque?

Ha provato a registrarne la voce, le voci ed a trascriverle in forma di diario di un anno scolastico qualunque, una professoressa, una di quelle che con i ragazzi ha saputo intessere relazioni colloquiali, saltando lo stacco generazionale; che ha spinto verso un confronto che procurasse risposte, anche interlocutorie, non risolutive, al malessere espresso da giovani interlocutori.

Il quadro che emerge dall’inchiesta è una fotografia dell’esistente, la risultante di un’operazione socratica di stimolo allo spiegarsi, un outing rivelatore del quotidiano attraverso una vetrina dell’interiorità, in aula ma anche del dopo il suono della campanella, di ciò che può diventare gioia, malinconia, abisso esistenziale.

A comunicare, come lunghi sms dialogici, con il proprio linguaggio senza veli pur sapendo che la docente che è di fronte riporterà in un diario quei momenti di un’esistenza che si va schiudendo, sono testimonianze autentiche, rese come confessioni-verità su quel mondo che a scuola vive ogni mattina mai uguale a se stesso, cangiante così come cambia in fretta l’età dell’adolescenza.

Cara Prof Diari di classe di Silvana Palazzo, prefazione di Giuseppe Greco, giudice presso il tribunale di Cosenza, edito dal Centro Jazz Calabria di Cosenza, è attualmente distribuito nelle principali librerie.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI