Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 31 Marzo 2020

La biblioteca Pier Giorgi…

Mar 09, 2020 Hits:895 Crotone

Recital della violoncelli…

Feb 18, 2020 Hits:1355 Crotone

I gazebo della Lega sul l…

Feb 14, 2020 Hits:1572 Crotone

Al Lucifero celebrata la …

Feb 11, 2020 Hits:1174 Crotone

I premi di Affidato al 70…

Feb 10, 2020 Hits:1239 Crotone

Cerrelli: con la Lega Cro…

Feb 08, 2020 Hits:1264 Crotone

AI Tecnici dell’AKC Greco…

Gen 31, 2020 Hits:1514 Crotone

Barbuto e Corrado (M5S): …

Gen 21, 2020 Hits:1648 Crotone

Torna a San Vito Lo Capo, dal 2 al 5 giugno, il Cous Cous Fest Preview, l’anticipo della 14\esima edizione del Cous Cous Fest, in programma dal 20 al 25 settembre. Durante il lungo ponte sarà possibile degustare ghiotte ricette di cous cous della tradizione sanvitese, partecipare ai laboratori gastronomici in cui protagonisti sono gli chef locali che interpretano le ricette della tradizione o assistere ai concerti serali gratuiti. Cuore della manifestazione, organizzata dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con l’agenzia Feedback, sarà la gara gastronomica tra sei chef nazionali che selezionerà lo chef che farà parte della squadra italiana in gara a settembre. Una giuria popolare, composta dai visitatori della manifestazione, e una tecnica, formata da giornalisti ed opinionisti del settore tra cui Paolo Marchi, giornalista enogastronomico e presidente della giuria tecnica del Cous Cous Fest 2011, valuterà gli chef in gara ed eleggerà il vincitore. Tra gli ospiti della rassegna Federico Quaranta del duo “gastronomico” Fede&Tinto di Decanter su Radio Rai2 e Andy Luotto che condurranno, con la consueta simpatia, le gare e i laboratori gastronomici. Sabato e domenica anche la possibilità di partecipare ad un tipico mercato del pesce in compagnia di Ninni Ravazza, giornalista e subacqueo, in cui il pescato del giorno va all’asta tra i partecipanti. In programma anche degustazioni no stop, dalle 12 alle 24, di cous cous e specialità trapanesi abbinate ad un bicchiere di vino siciliano (il ticket è di 10 euro) e dalle 17.30 alle 24 la possibilità di fare shopping al villaggio espositivo, in via Savoia.

Al tramonto del sole il festival si anima con le note di grandi artisti e musicisti emergenti. Venerdì sera, 3 giugno, il grande show di Paolo Belli accompagnato dalla band dei Qbeta con la partecipazione straordinaria di Lello Analfino, leader dei Tinturia. Belli è un artista versatile che, dal tempo dei Ladri di biciclette grazie al suo personalissimo pop colorato di swing, si è affermato nell’ambito musicale e televisivo dove negli ultimi 10 anni - nella duplice veste di cantante e showman - ha affiancato su Rai Uno Giorgio Panariello, Carlo Conti e Milly Carlucci. Torna, dopo il successo dello scorso anno anche il concorso dedicato agli artisti emergenti, “Cous cous factor, Nuove proposte artistiche”, bandito dal Comune di San Vito Lo Capo e Feedback. Si può partecipare, gratuitamente, fino al 16 maggio. Tutte le informazioni si trovano sui siti www.couscousfest.it e www.musicaesuoni.it. Tra quanti si saranno iscritti verranno selezionati sei gruppi che si esibiranno dal vivo al Cous Cous Fest Preview. Tra questi verrà scelto il gruppo o solista che si esibirà al Cous Cous Fest di settembre.

Il Cous Cous Fest Preview sarà presentato martedì 31 maggio a bordo di MSC Splendida, la nave destinata alle bellezze delle città del Mediterraneo di MSC Crociere, main sponsor della manifestazione. Durante l’incontro si lancerà la prima crociera “Cous Cous Fest” che si svolgerà dal 18 al 25 ottobre a bordo di MSC Splendida e farà tappa in Italia, Tunisia, Spagna e Francia.

 

E’ San Vito Lo Capo la migliore spiaggia d’Italia secondo TripAdvisor, il più grande sito di recensioni di viaggio al mondo. Il litorale è risultato il più votato nell’ambito della prima edizione del Travellers’ Choice Beaches Awards, il sondaggio lanciato dal portale che ha raccolto milioni di recensioni e opinioni di viaggiatori della community che hanno premiato i migliori litorali del mondo. In cima alla classifica italiana svetta San Vito Lo Capo che  conquista anche l’ottava posizione nella classifica delle migliori 10 spiagge in Europa. Nella classifica italiana c’è posto anche per un’altra località siciliana, Lampedusa, che si piazza al terzo posto dopo la spiaggia di Villasimius, in Sardegna.

“E’ un riconoscimento che ci fa particolare piacere – spiega Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo – in quanto è attribuito tenendo conto dei commenti e delle opinioni di semplici viaggiatori, gente comune. E’ quindi un premio che apprezziamo particolarmente e ci rende davvero orgogliosi di essere punta di diamante della nostra Penisola ma anche una destinazione amata a livello europeo, a testimonianza di tutti gli sforzi compiuti dalla nostra amministrazione per proiettare San Vito Lo Capo a livello internazionale e che dobbiamo anche grazie alla notorietà raggiunta dal Cous Cous Fest”.

La spiaggia di San Vito Lo Capo vanta un lungo litorale sabbioso che ha più volte ottenuto le “5 Vele” il massimo riconoscimento assegnato alle coste italiane dalla Guida Blu di Legambiente e del Touring Club Italiano. Secondo la ricerca tra le spiagge più rinomate della cittadina marinara figurano Macari e le calette della Riserva dello Zingaro che “ammaliano i turisti con le loro acque turchesi e la sabbia bianca”. La cittadina è inoltre rinomata tra gli utenti del sito per il Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale che si svolge ogni anno l’ultima settimana di settembre, classificato dal portale come “prima attrazione” del territorio.

Bassorilievo

 

Importante ritrovamento nei giorni scorsi nel centro storico di Salemi. Durante una ispezione in uno dei locali annessi all’ex Chiesa Madre, in Piaza Alicia, è stata rinvenuta una lapide sepolcrale, datata intorno al ‘500, un tempo posta a chiusura dell’ingresso della cripta maggiore.

 

Realizzata in fine marmo bianco «la lastra – spiega il seminarista della Diocesi di Mazara del Vallo, Nino Gucciardo, che ne ha ricostruito l’origine sulla base di una iscrizione posta sulla stessa lapide - riproduce in bassorilievo le spoglie mortali dell’Arciprete Niccolò Di Nuccio, canonico onorario della Chiesa Cattedrale di Mazzara, morto nell’anno 1583, che ricoprì la carica di Arciprete della città di Salemi per ventiquattro anni a partire dal 1° giugno 1559»

 

Il Sacerdote viene raffigurato disteso nel cataletto, la testa leggermente reclinata poggiante su un cuscino, le mani raccolte sull’addome. Indossa la veste talare, un paio di guanti e la berretta (copricapo tipico dei chierici secolari).

Chiesa Madre

 

«Essendo originariamente collocata sulla pavimentazione della chiesa la lapide – aggiunge Gucciardo - risulta alquanto usurata dal tempo specie nella zona del capo, nonché frammentata in vari pezzi, non permettendo di cogliere con precisione le fattezze del volto del defunto; tuttavia si percepisce chiaramente che il sacerdote porta barba e baffi, conformemente alla «moda» del XVI sec. Tutt’intorno, entro una semplice cornice, corre un’iscrizione non del tutto leggibile dalla quale è stato possibile risalire all’identità del soggetto raffigurato. Padre Cremona infatti, nel suo manoscritto «La Città di Salemi» del 1762 trattando di personaggi illustri riporta il nome di un tal “Niccolò Nuccio di Calatafimi”»

 

Il ritrovamento casuale è stato effettuato da Stefano Morelli, uno degli stagisti del «Laboratorio Sgarbi».  In allegato alcune foto

 

cavallo_1

 

La città di Trapani è stata scelta dall’Anica (Associazione Nazionale Cavallo Arabo) come prima tappa del circuito nazionale  dello show dedicato ai cavalli arabi. Il 19 e il 20 Marzo 120  purosangue, provenienti dai migliori allevamenti di tutta la penisola,  sfileranno assieme ai loro handler, all’interno dell’horse village  allestito, come lo scorso anno, presso l’ex campo Coni. Eleganza, portamento, proporzioni, questi i criteri di valutazione della giuria tecnica, composta anche da componenti della commissione sportiva ECAHO (European Cup Arabe Horse Organization) che selezionerà, per ciascuna delle  14 categorie in gara, il cavallo arabo più bello. La manifestazione, organizzata dal  nuovo gruppo equestre Monte Erice, anche quest’anno ha il patrocinio del comune di Trapani e della Provincia Regionale. Un evento nell’evento che porterà nel capoluogo circa 1000 persone, tra componenti dello staff organizzativo, della giuria,  allevatori e  proprietari di cavalli che, come lo scorso anno, avranno occasione di visitare le bellezze monumentali e paesaggistiche del territorio trapanese e degustare i prodotti tipici locali. All’interno dell’horse village, grazie alla collaborazione della Coldiretti e di alcune imprese del territorio, saranno allestiti degli stand espositivi con olio, vino, sale, formaggi e tonno. Hanno garantito la loro presenza due testate specializzate (A H Journal, Tutto Arabi).

cavallo_2

 

Dopo quello sulla mafia un «Museo della Follia». Vittorio Sgarbi ne ha affidato la realizzazione all’artista Cesare Inzerillo. Entrambi saranno due musei «itineranti». Con il «marchio di fabbrica» del Comune di Salemi che finanzia l’intera operazione, e la «Fondazione Sgarbi» che si occupa del supporto logistico.

Il «Museo della Follia» sarà presentato in anteprima al Padiglione Italia della Biennale d’Arte 2011 di cui Sgarbi è il responsabile; l’allestimento è previsto all’interno del Palazzo Moro Marcello.

Come sarà il «Museo della Follia» ?

«Sto lavorando – spiega l’artista Cesare Inzerillo – alla riproduzione in scala reale di un ospedale psichiatrico dove tutti i pazzi, in una sorta di rivolta contro il potere, distruggono le mura del manicomio cementando la loro testa - simbolo e sede del loro malessere e disagio sociale - nelle pareti appena bucate»

Nell’ambito del Padiglione Italia a Venezia sarà riprodotto anche il «Museo della Mafia» oggi ospitato negli spazi espositivi dell’ex Collegio dei Gesuiti a Salemi.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI