Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 20 Marzo 2019

"Ringrazio pubblicamente il dott. Dario Allegra per la sensibilita' dimostrata con le dimissioni dall'incarico di direttore generale: e' un gesto che gli fa onore, tanto piu' in un momento in cui in Italia nessuno si dimette. La mia richiesta di dimissioni e' dettata dall'esigenza di tutelare un principio fondamentale, quello della responsabilita', al quale chi esercita pubbliche funzioni, a cominciare da me, deve sempre improntare il proprio comportamento.

E io ho il dovere di garantire che il pronto soccorso di un importante ospedale, anche in una condizione di oggettiva difficolta', deve sempre, e dico sempre, garantire la dignita' umana del malato".

Lo ha detto stamattina l'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo, nel corso di un collegamento in diretta con la trasmissione "Mattino Cinque", in onda su Canale 5.

"Devo registrare - ha aggiunto Russo - che mentre in Sicilia in tanti si affannano a trovare surreali motivazioni politiche dietro la mia presa di posizione, nel resto d'Italia c'e' chi invece inquadra la vicenda in modo corretto, sottolineando come in campo sanitario non si puo' prescindere dal rispetto della dignita' umana e dell'etica professionale. Ovviamente le cose non cambiano con provvedimenti amministrativi o con il mio impegno, ma occorre una cultura e un'etica professionale che porti al dovere di accoglienza e di rispetto della dignita' dei malati. Se i pazienti sono considerati numeri o entita' economiche, viene difficile chiedere loro se necessitano di un bicchier d'acqua".

"La riorganizzazione del Pronto Soccorso - ha detto l'assessore per la Salute Russo a Mattino Cinque - era uno degli obiettivi prioritari del dott. Allegra che gia' all'inizio del suo mandato aveva condiviso con l'assessorato la necessita' di rimuovere il responsabile del Pronto Soccorso che aveva dimostrato insufficienti capacita' organizzative: cosa che non e' avvenuta nonostante le ripetute sollecitazioni. La situazione del pronto soccorso dell'ospedale Civico era stata nuovamente attenzionata dai nostri ispettori ad agosto scorso, in seguito a circostanziate segnalazioni dei cittadini. Le stesse criticita', nonostante le ripetute sollecitazioni dell'assessorato, si sono ripresentate anche in una nuova ispezione effettuata il mese scorso e dopo nuove denunce di cittadini. Era inevitabile dare una scossa. Ben conoscendo la professionalita' dei medici che operano nella struttura, non essendoci carenza di pers onale sanitario, e' evidente che siamo di fronte a problemi organizzativi che in diciotto mesi sono rimasti irrisolti".

"I nostri controlli - ha proseguito Russo - riguarderanno tutte le strutture sanitarie dell'isola, con grande attenzione alla situazione dei pronto soccorso che sono di importanza cruciale perche' rappresentano la porta d'ingresso ai servizi sanitari ospedalieri. Tra meno di un mese avranno inizio le verifiche di tutti i manager nominati a settembre del 2009, sara' verificato sia l'equilibrio finanziario dell'azienda che il raggiungimento degli obiettivi assegnati a ciascun manager. Se qualcuno non avra' raggiunto i risultati richiesti verra' sollevato dall'incarico o dovra' rassegnare le dimissioni con un gesto di responsabilita'".

L'assessore Russo ha anche giudicato stupefacente la dichiarazione del sindaco di Palermo Diego Cammarata a difesa di Dario Allegra. "E' evidente che sconosce l'istituto delle dimissioni. Probabilmente chi ha ridotto la citta' di Palermo in queste condizioni non riesce a comprendere la gravita' di una situazione come quella dell'ospedale Civico che rappresenta il piu' importante presidio sanitario di Palermo".

Il dipartimento degli interventi strutturali in agricoltura del'assessorato regionale alle risorse agricole ed alimentari ha pubblicato l'adesione alla Misura 112 del Psr, Piano di sviluppo rurale, Sicilia 2007 - 2013, per l' insediamento dei giovani agricoltori. La dotazione finanziaria pubblica ammonta a 90 milioni di euro. Si tratta di un sostegno ai giovani agricoltori, di eta' inferiore ai 40 anni al momento della presentazione della domanda, che si insediano per la prima volta, in qualita' di capo azienda, in un'azienda agricola. L'aiuto sara' erogato unicamente all'interno del "Pacchetto giovani" e, di conseguenza, per l'accesso ai benefici della Misura 112, il giovane agricoltore dovra' accedere obbligatoriamente ad almeno un'altra misura del Programma investimenti dello stesso "Pacchetto giovani". L'aiuto e' un premio unico di importo pari a 40mila euro. Altre informazioni, e le modalita' di adesioni, s ono pubblicate sul sito internet dell' assessorato regionale alle risorse agricole ed alimentari www.psrsicilia.it lm

“Accogliamo con favore la smentita del sindaco Cammarata sull'aumento dell'addizionale Irfpef” commenta il Segretario della Cisl di Palermo Mimmo Milazzo. “Il provvedimento avrebbe solo penalizzato le tasche dei cittadini già gravate dalla crisi economica. Ribadiamo comunque – conclude Milazzo - la necessità che il Comune di Palermo verifichi la reale situazione economica delle casse comunali e convochi un tavolo di concertazione con le organizzazioni sindacali e imprenditoriali della città per programmare insieme interventi che rilancino lo sviluppo del tessuto economico”.

Proseguono gli appuntamenti del Circuito del Mito, "Sulle orme del Sacro", la manifestazione organizzata dall'assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo con la direzione artistica di Giancarlo Zanetti.

Il mese di febbraio proporra' in diverse localita' dell'isola altre due produzioni di grande rilievo, sempre con ingresso gratuito: Il Sacro dei Musici Russi e i concerti dell'ensemble Messina Brass Band.

Il Sacro dei Musici Russi e' in agenda il 3 febbraio a Salemi,in provincia di Trapani, nella chiesa madre san Nicola di Bari, alle ore 19.00, il 4 febbraio a Pietraperzia, nell'ennese, nella chiesa madre santa Maria Maggiore, alle 19.30, il 5 febbraio a Torregrotta, in provincia di Messina, nella chiesa di san Paolino vescovo, alle 19.30, e il 6 febbraio a Termini Imerese, nel palermitano, nella chiesa madre - San Nicola di Bari, alle ore 21.00.

Lo spettacolo nasce dall'idea di presentare all'estero la migliore e piu' profonda produzione musicale europea attraverso la voce e il virtuosismo dei piu' quotati esecutori russi del momento. I brani musicali selezionati variano dalla tradizione piu' profonda e religiosamente significativa della cultura ortodossa russa, alle pagine musicali che hanno segnato e contaminato anche la tradizione di musica sacra occidentale.

In programma, tra l'altro: Beethoven, Trio; Pergolesi, selezione dello Stabat Mater; Schubert, Ave Maria; Gounod, aria Valentina dall'opera Faust; Rahmaninov, Resurrezione. Anche la scelta degli esecutori e' di altissimo livello e unisce musicisti gia' affermati ai nuovi talenti della musica russa che hanno vinto i principali concorsi musicali russi ed europei e selezionati attraverso le collaborazioni con le piu' importanti istituzioni musicali russe: dal Mariinskiy Kirov al Mussorgskiy.

L'ensemble e' composta da: Irina Bogacheva, mezzosoprano; Olesia Petrova, mezzosoprano; Aleksandra Kabanova, soprano; Boris Pinhasovich, baritono; Boris Stepanov, tenore; Elena Gaudasinskaya, pianoforte; Serghey Slovachevskiy, violoncello; Renata Bahrak, violino.

Due i concerti della Messina Brass Band: il 5 febbraio a Torrenova, nella chiesa san Pietro Apostolo, alle 18.30, e il 6 febbraio a Santa Teresa di Riva, nella chiesa della Sacra Famiglia, alle ore 20.00. La Messina Brass Band e' costituita da 30 professori d'orchestra e ha come obiettivo la promozione culturale della musica per gruppi di Ottoni e percussioni. Una scelta artistica, che nasce per superare gli stereotipi legati agli strumenti ad ottone, da sempre relegati esclusivamente a un limitato repertorio di musica da orchestra o da gruppo bandistico. L'unicita' di questo evento sta proprio nella tipologia della Brass Band composta da solo strumenti a ottone e percussioni. L'unione di questi strumenti genera delle sonorita' diverse dalle classiche orchestre composte da organici strumentali misti. Il concerto alternera' brani di musica classica e moderna riarrangiata, brani di compositori di musica "colta" co ntemporanea, da Morricone ai colossali futuristici di John Williams, brani di repertorio scritti appositamente per organici di ottoni, brani riarrangiati e note colonne sonore di film e pubblicita'.

La Messina Brass Band e' diretta dal maestro Giuseppe Paratore, professionalmente impegnato con l'orchestra del teatro Vittorio Emanuele di Messina e che vanta numerose collaborazioni con le piu' grandi orchestre di fama nazionale oltre che con artisti come Steven Meed e David Childs.

Proseguono gli eventi del Circuito del Mito, "Sulle orme del Sacro", la manifestazione organizzata dall'assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo con la direzione artistica di Giancarlo Zanetti.

DomaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, 28 gennaio, a Racalmuto (Ag) va in scena "La Favola del poeta" con la giovane attrice romana Noemi Smorra - gia' interprete del personaggio di Lucia Mondella ne I Promessi Sposi Opera moderna di Michele Guardi' - al secondo di una serie di appuntamenti che iniziano stasera a Palagonia (Ct). Gli altri spettacoli sono previsti il 29 a Canicatti' (Ag) e il 30 a Pace del Mela (Me). Diplomata all'Accademia di arte drammatica Silvio D'Amico, Noemi Smorra grazie alla sua versatilita', e' stata protagonista di numerosi progetti di musica e teatro. Nel 2008 ha interpretato Pia de' Tolomei nel musical La Divina Commedia.

Attualmente, fa parte del cast Domenica in - 7 giorni condotto da Pippo Baudo.

"La Favola del poeta", scritto da Ilenia Costanza e' uno spettacolo di prosa e musica, con movimenti coreografici e canzoni dal vivo, tratto dalle opere "I Giganti della Montagna", "La Favola del Figlio Cambiato", "Cia'ula scopre la Luna" di Luigi Pirandello. L'attrice protagonista Noemi Smorra, e' affiancata da un cast di tutto rispetto: Toto' Costanza, Ilaria Bordenca, Giovanni Sgarito, Lia Rocco, Alessia Licata, Ilenia Costanza, Graziano Mossuto. L'Opera racconta l'immortalita' della poesia rispetto alla caducita' del poeta: egli muore, ma la sua arte rimane eterna. Gli attori cercano un luogo, uno spazio magico dove rappresentare la loro opera e, nella ricerca di esso, si imbatteranno in strani personaggi che sveleranno loro i segreti dell'arte e addolciranno il loro cuore, ormai abbrutito dai compromessi, conquistando la Luna, esattamente come Cia'ula la conquisto', scoprendola.

Musiche composte ed eseguite dal vivo da Graziano Mossuto, aiuto regia di Shamanta Pirrera, scene e costumi di Ilenia Costanza, responsabile del Progetto Salvo Bona.

Produzione Real Management per "Il Circuito del Mito".

Location: Racalmuto (Ag), Teatro Comunale Regina Margherita, ore 21.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI