Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3
Messaggio

Numero in edicola

Edizione N. 5

1 agosto 2015

primapaginaed5-2015

Libro in vetrina

Chi è online

 593 visitatori online

Messina

Concluso il progetto "Un cavallo per amico"

Messina

Il giorno 8 maggio 2012, con inizio alle ore 10, presso il Club Ippico “La Palma” di Messina (contrada Veglia – Tremestieri), ha avuto luogo la fase finale del progetto denominato “Un Cavallo per Amico”, organizzato per il quarto anno consecutivo dall’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Minutoli” in sinergia con l’Associazione “Equitando” ONLUS, rivolto a quindici studenti diversamente abili.

All’evento erano presenti l’istruttore Gianluca Paratore, Vice Presidente dell’Associazione “Equitando” ONLUS e consigliere nazionale A.N.I.R.E., e la prof.ssa Clelia De Gaetano, referente per la scuola del progetto, gli operatori e i docenti.

Al via dal mese di Marzo, il progetto si inquadra nell’ambito dell’attività formativa (P.O.F.) dell’Istituto “G. Minutoli” prevista per l’anno 2012, avendo nello specifico quali obiettivi primari la riabilitazione globale della persona in luogo aperto e la socializzazione degli utenti diversamente abili con i soggetti normodotati.

Intenso il lavoro di preparazione: il progetto è stato articolato in una prima fase dedicata all’“avvicinamento al cavallo”, con le attività “di governo della mano” e “conduzione del cavallo sotto-mano”; successivamente, si è proceduto con la creazione del binomio “cavallo-cavaliere” e il conseguente “lavoro in piano”. Il controllo dell’assetto, l’equilibrio, gli esercizi in sella, i movimenti al passo e al trotto, i cambiamenti di direzione e l’approccio con i primi “percorsi” rientrano fra le tematiche affrontate nel corso degli allenamenti svolti con cadenza settimanale.

Particolare cura dell’Istituto nelle modalità di verifica dei risultati raggiunti, mediante somministrazione ai partecipanti di test iniziali, in itinere e finali volti a garantire il monitoraggio degli apprendimenti, del gradimento e della partecipazione.

L’Associazione “Equitando” ONLUS, attiva dal 2003 e centro affiliato dell’A.N.I.R.E. (Associazione Nazionale Italiana Rieducazione Equestre - D.P.R. 08/07/1986 n. 610), si occupa, con personale specializzato, dell’organizzazione e della gestione delle attività, individuali e/o in gruppo, di rieducazione equestre.

La Rieducazione Equestre va intesa come un metodo terapeutico globale, in cui, attraverso la pratica di un’attività ludico-sportiva avente come mezzo il cavallo, l’individuo viene attivato nel suo intero complesso motorio, psichico, intellettivo e sociale.

 

CRI, attivato il monitoraggio della salute

Messina

FOTO N. 2

 

Domenica 6 maggio 2012, a Piazza “Cairoli” (Messina), il Comitato Provinciale di Messina della Croce Rossa Italiana ha attivato, dalle 9 alle 13, un servizio di “Monitoraggio della Salute”.

Obiettivo dell’attività, organizzata dalla dottoressa Francesca Stagno d’Alcontres (Commissario del Comitato Provinciale di Messina della Croce Rossa Italiana) in sinergia con l’Associazione “Pitagora34” ONLUS, la possibilità per la cittadinanza di fruire della consulenza di medici specialisti di settore. In particolare, nelle strutture modulari sono stati resi disponibili gli ambulatori: allergologia (dott. Antonino Arena), oculistico (dott.ssa Eliana Catanese), malattie dell’apparato respiratorio (dott. Roberto D’Anneo), otorinolaringoiatria (dott. Andrea Mangione), consulenza medicina del lavoro (dott. Aldo Panarello), malattie infettive (dott. Salvatore Venuti), cardiologia (dott. Giovanni Costa), senologia (dott. Carlo Trimboli), odontoiatria (dott.ssa Ketty Irrera) e analisi cliniche (dott. Mauro Lo Piano). Il personale del Corpo delle Infermiere Volontarie e dei Volontari del Soccorso della Croce Rossa Italiana ha fornito l’assistenza e il supporto specialistico. I Pionieri, la componente giovanile della Croce Rossa Italiana, hanno garantito lo svolgimento dei percorsi interattivi di salvaguardia dell’ambiente (Climate in Action) e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili (A.B.C.).

L’attività del dott. Mauro Lo Piano (Laboratorio di Analisi) proseguirà per tutta la settimana (piazza “Cairoli” dalle 9 alle 11) con una serie di esami suddivisi nelle seguenti giornate: lunedì 7 maggio (colesterolo, trigliceridi, HDL); martedì 8 maggio (bilirubina, transaminasi, gamma GT); mercoledì 9 maggio (calcio, ferro, proteine totali); giovedì 10 maggio (sodio, potassio, magnesio); venerdì 11 maggio (aminasi e lipasi); sabato 12 maggio (glicemia, azotemia, colesterolo); domenica 13 maggio (CPK, LDH).

L’evento è stato realizzato in sinergia con l’Associazione “Pitagora34” ONLUS, nata a Messina nel 2006 per volontà di un gruppo di professionisti impegnati singolarmente nel sociale che hanno deciso di interagire fra loro, facendo affluire all’interno dell’associazione le loro esperienze e le loro professionalità, al fine di poter intervenire in maniera più efficace al raggiungimento delle finalità sociali (sito www.pitagora34.it). Obiettivi prioritari sono la tutela, la promozione e la valorizzazione delle forme d’interesse artistico e storico, la promozione della cultura e dell’arte in tutte le sue espressioni (elevazione morale e spirituale dell’uomo) attraverso lo studio, la conoscenza, la ricerca e lo scambio di idee, di conoscenze generali e particolari, nonché la diffusione dei principi universali del vivere sociale, mediante il recupero di valori storici, culturali, scientifici ed artistici che da sempre hanno caratterizzato l’evoluzione umana. Per il raggiungimento di tali obiettivi l’ Associazione organizza incontri, dibattiti, corsi, manifestazioni socio-culturali, convegni, studi, conferenze, sessioni scientifiche, mostre, fiere, esposizioni, spettacoli, rappresentazioni, attività ricreative, turistiche, sportive e quant’altro previsto nello statuto. Tra le varie attività che si prefigge di svolgere vi è il perseguimento di finalità di solidarietà sociale relative a prestazioni di servizi diretti alle attività statutarie nei settori della Protezione Civile, dell’assistenza sanitaria, dell’istruzione, della formazione, dello sport dilettantistico, della promozione della cultura e dell’arte e della tutela dei diritti civili resi nei confronti degli associati ma diretti ad arrecare benefici a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali e familiari o componenti di collettività estere limitatamente agli aiuti umanitari.

Messina - Volge al termine il progetto “un cavallo per amico”

Messina

FOTO N. 1

 

Il giorno 8 maggio 2012, con inizio alle ore 10, presso il Club Ippico “La Palma” di Messina (contrada Veglia – Tremestieri), avrà luogo la fase finale del progetto denominato “Un Cavallo per Amico”, organizzato per il quarto anno consecutivo dall’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Minutoli” in sinergia con l’Associazione “Equitando” ONLUS, rivolto a quindici studenti diversamente abili.

All’evento saranno presenti il prof. Pietro Giovanni La Tona, preside dell’Istituto “G. Minutoli”, l’istruttore Gianluca Paratore, Vice Presidente dell’Associazione “Equitando” ONLUS e consigliere nazionale A.N.I.R.E., e la prof. Clelia De Gaetano, referente per la scuola del progetto.

Al via dal mese di Marzo, il progetto si inquadra nell’ambito dell’attività formativa dell’Istituto “G. Minutoli” prevista per l’anno 2012, avendo nello specifico quali obiettivi primari la riabilitazione globale della persona in luogo aperto e la socializzazione degli utenti diversamente abili con i soggetti normodotati.

L’Associazione “Equitando” ONLUS, attiva dal 2003 e centro affiliato dell’A.N.I.R.E. (Associazione Nazionale Italiana Rieducazione Equestre - D.P.R. 08/07/1986 n. 610), si occupa, con personale specializzato, dell’organizzazione e della gestione delle attività, individuali e/o in gruppo, di rieducazione equestre.

La Rieducazione Equestre va intesa come un metodo terapeutico globale, in cui, attraverso la pratica di un’attività ludico-sportiva avente come mezzo il cavallo, l’individuo viene attivato nel suo intero complesso motorio, psichico, intellettivo e sociale. Il cavallo già di per sé rappresenta una presenza viva, concreta, “affettiva”, in grado cioè di sollecitare sentimenti ed emozioni intense: gioia, serenità, come anche paura, rabbia e tristezza. Attraverso l’attività con il cavallo, gli utenti imparano a “sentire” il loro corpo e quindi ad acquisire l’esperienza dell’”altro” corpo, quello nascosto, che proviene dalle sensazioni ed esperienze profonde. L’instaurarsi del rapporto persona-cavallo stimola e favorisce una “comunicazione” intenzionale: già solo il desiderio del movimento del cavallo crea il desiderio di comunicare.

E’ molto di più del semplice “andare a cavallo”: l’utente deve essere pronto e sollecito a curare l’animale, a sellarlo, ad alimentarlo, a capire il suo comportamento e a comunicare con esso. Oltre al rapporto affettivo con l’animale, non bisogna tralasciare che la connotazione primaria di tale attività è il suo carattere ludico-sportivo. Divertendosi e quasi senza accorgersene, l’individuo, riuscendo a dirigere da solo il proprio cavallo e a stabilire con esso un’armonica interazione, realizza automaticamente un recupero di sentimenti di sicurezza e autostima e forti spinte all’autonomia, favorendo un netto miglioramento nei rapporti affettivi e sociali.

Letojanni - Presentato il corso sul tema “beni culturali e calamità”

Messina

FOTO N. 3

 

Sabato 28 aprile 2012, con inizio alle ore 15.30, presso l’Aula Auditorium di Furci Siculo, ha avuto luogo la presentazione del corso “Beni Culturali e calamità: il ruolo del Volontariato”, organizzato dal Gruppo Interforce di Protezione Civile della Jonica (GIJ) in sinergia con la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Messina e il patrocinio del “Lions Club Letojanni Valle d’Agrò”.

All’evento erano presenti il dott. Bruno Parisi, Sindaco del Comune di Furci Siculo, il dott. Mario d’Agostino, Assessore alla Cultura della Provincia Regionale di Messina, l’architetto Grazia Rosa Cammaroto, responsabile del Servizio Volontariato della Sezione di Messina del Dipartimento Regionale di Protezione Civile, e il dott. Alessandro d’Angelo, Presidente del Gruppo Interforce Jonica (GIJ).

Nutrita la scaletta degli interventi. La dott.ssa Paola Maria D’Arrigo, restauratrice, ha curato la presentazione del corso con particolare riferimento alle finalità che si intendono raggiungere (“I beni culturali come patrimonio da salvare e tutelare”). A seguire, il dott. Ezio Rizzo, referente Nucleo Belle Arti U.G.E.M. Sicilia Misericordie d’Italia (“esperienze extra territoriali: i nuclei belle arti Volontari di Misericordia”), il dott. Rosario Vilardo, Dirigente responsabile dell’Unità Operativa di Base “Sicurezza e protezione civile” del Servizio Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina (“Disastri e Patrimonio. Modalità di intervento e criticità nell’esperienza recente della Soprintendenza di Messina”), la dott.ssa Maria Costanza Lentini, direttore del servizio Parco archeologico di Naxos e delle aree archeologiche di Giardini Naxos, Taormina, Francavilla e dei Comuni limitrofi (“I siti archeologici quale attestato della nostra storia”), e il geometra Santino Mastroieni (“Furci e Dintorni”). Ha concluso i lavori il rag. Stefano Morales, coordinatore del Gruppo Comunale di Furci Siculo e referente volontari recupero “belle arti” del GIJ, con una disamina sulle “modalità di coordinamento e procedure di attivazione dei volontari”, evidenziando, inoltre, che al termine del percorso formativo verranno costituiti dei nuclei di volontari specialisti nel settore del recupero dei beni culturali.

Il dott. Alessandro D’Angelo, Presidente del Gruppo Interforce Jonica, sottolineando ancora una volta l’importanza della formazione a premessa di una corretta ed efficace azione di intervento in supporto alle Istituzioni nel corso delle emergenze, ha ringraziato tutti coloro che sono intervenuti e che, a vario titolo, stanno sostenendo tale iniziativa (Lions Club “Letojanni Valle d’Agrò”).

Il Gruppo Interforce di Protezione Civile della Jonica ha quale fine principale il coordinamento delle organizzazioni aderenti (Gruppo Comunale di Protezione Civile di Giardini Naxos, Sezione di Taormina della Guardia Costiera Volontaria, Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni, Misericordia di Messina, Misericordia di Spadafora, Radio Valle Alcantara di Taormina, Rangers International delegazioni di Letojanni, S. Filippo e Kalfa, Gruppo Comunale di Furci Siculo, Sicilia Emergenze), già presenti sul territorio da diversi anni, nell’ambito delle attività di Protezione Civile, di salvaguardia dell’ambiente naturale e antropico e di tutela dei Beni Culturali.

Per maggiori informazioni relative al Gruppo, alle attività e agli eventi in calendario è possibile consultare il sito internet all’uopo dedicato all’indirizzo www.gruppointerforcejonica.it.

 

Turismo: 2.000 turisti dall’estero a Taormina per concerti Sting e Harper

Messina

conf stampa piccola

 

Per i concerti di Sting e Ben Harper , in programma rispettivamente il 13 e il 25 luglio nel Teatro Antico, dovrebbero giungere a Taormina 3.500 turisti da fuori Sicilia, e tra questi circa 2.000 dall’estero. La stima, degli organizzatori, è stata resa nota nel corso di un incontro con i giornalisti nel Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, e si basa sul trend delle vendite sul web dei ticket.

Come ha sottolineato Carmelo Costa, patron di Musica da Bere, che organizza i concerti, inseriti nel cartellone di Taormina Arte e con il patrocinio del Comune,  per Sting la prevendita è cominciata due mesi fa e sono stati già venduti 3.000 dei 4.500 biglietti. Di questi circa 600 risultano acquistati all’estero e altrettanti fuori dalla Sicilia, in regioni come Lazio, Campania, Lombardia, Basilicata. Per Ben Harper, altra stella di prima grandezza del panorama musicale internazionale, la prevendita è cominciata solo da due settimane e già, su 800 biglietti venduti, circa 200 sono stati acquistati all’estero e poco meno fuori dalla nostra Regione.

“I concerti di Ben Harper e Sting - ha detto il sindaco Mauro Passalacqua, presidente di Taormina Arte – rappresentano gli eventi clou della nostra ricchissima stagione estiva. Carmelo Costa ha già portato a Taormina grandi star internazionali come Bob Dylan, Peter Gabriel, e, lo scorso anno, Carlos Santana. E i dati sulle vendite dimostrano come quando si propongono spettacoli di grandissima qualità, si vende in tutto il mondo. È anche grazie alla qualità di certi eventi se, in questo momento tragico dell’economia mondiale, la nostra città riesce a  mantenere, soprattutto ad alto livello, numeri di tutto rispetto”.

“Purtroppo – ha sottolineato Sebastiano De Luca, presidente di Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo a Taormina il mese di luglio non può più essere considerato alta stagione. Ben vengano dunque eventi internazionali così prestigiosi, visto che richiamano non certo il turismo mordi e fuggi, ma visitatori che si fermano almeno per un week end. E con gli organizzatori stiamo già lavorando a una sinergia che ci permetta di vendere appositi pacchetti

Costa ha sottolineato infine come la prevendita - i biglietti per Sting vanno da 70 a 150 euro, per Ben Harper da 46 a 95 euro -.sarà incrementata attraverso l’apertura di diversi punti vendita diretti, in particolare a Malta e nella Base Nato di Sigonella, “realtà anglofone che ci chiedono un più veloce accesso all’acquisto dei biglietti”.

Slideshow Image 1
Banner