Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3
Messaggio

Numero in edicola

Edizione N. 3

15 aprile 2016

primapaginaed3-2016

Libro in vetrina

traslochi365

Chi è online

 769 visitatori online

Messina

Arteincentro, Si avvicina il termine per le iscrizioni alla manifestazione

Messina

Al via la 6a Edizione della manifestazione culturale “ARTEINCENTRO 2012”, evento organizzato anche quest’anno dall’Associazione Culturale “Messinaweb.eu” e finalizzato alla promozione e valorizzazione dell’Arte Contemporanea.

La partecipazione è aperta a tutti gli artisti - senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione - nelle sezioni riservate, rispettivamente, alla Pittura e alla Poesia. Numerose le adesioni per la sesta edizione: giova ricordare che le iscrizioni dovranno essere perfezionate entro il 15 settembre 2012 per la “Poesia”, mentre per la “Pittura” è stata concessa una proroga, legata alla consegna delle opere, al 1 ottobre 2012.

La manifestazione si svolgerà presso il Salone delle Bandiere di Palazzo “Zanca”, sede del Comune di Messina, dove dal 2 al 6 ottobre sarà allestita la mostra delle opere presentate. Nel pomeriggio del 6 ottobre 2012, con inizio alle ore 17, avrà luogo la cerimonia di premiazione.

Il bando con i lineamenti organizzativi e le modalità esecutive di dettaglio e visionabile presso il sito internet dell’Associazione (www.messinaweb.eu).

L'Associazione CulturaleMessinaweb.eu” si occupa di diffondere la cultura nel mondo giovanile e non, di ampliare la conoscenza della cultura attraverso i contatti fra le persone, gli enti e le associazioni, di proporsi quale luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile attraverso l’ideale dell’educazione permanente, di porsi quale punto di riferimento per quanti, svantaggiati o diversamente abili, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni della cultura, un sollievo al proprio disagio.

Per informazioni relative alle finalità, ai servizi e alle attività organizzate è possibile contattare l’Associazione via e-mail ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e/o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) o visitare il sito internet all’indirizzo www.messinaweb.eu .

A Montagnareale ME dal 31 al 10 settembre “Libri Incatenati”

Messina

31.08.2012 A MONTAGNAREALE LIBRI INCATENATI

 

Il Comune di Montagnareale, proponente e attivista il Sindaco, Anna Sidoti, collaborata da Amministratori e Funzionari dell’Ente, aderisce al progetto “Mostra itinerante – Libri incatenati” di Antonello Cassan, architetto, fotografo, imprenditore Saltellino-Genovese, Editore di “Liberodiscrivere” Edizioni, e dal 31 Agosto al 10 Settembre rende disponibili alla lettura, incatenati ad una panchina o ad altro elemento o supporto statico, posizionati in trenta località suggestive del Centro, delle Frazioni e zone periferiche, libri di poesia, musica, sport, narrativa, avventura, arte culinaria ed altro. Il lettore, così, mentre scorre le pagine del libro può godere della visione di paesaggi mozzafiato ed ammirare le bellezze panoramiche dei luoghi e le loro attrattività, deliziando la mente e lo spirito, attingendo cultura e bellezza, “perché la Cultura, come la Bellezza, deve essere di tutti”.

L’Idea di incatenare il libro e renderlo disponibile alla lettura risale al XV° secolo: essa è stata messa in pratica da Istituzioni di vario genere, come la Biblioteca Vaticana, la Corte di Lorenzo il Magnifico, ecc. Lo scopo era duplice, evitare il furto di preziosi volumi, collazionati dagli amanuensi del tempo, e rendere gli stessi disponibili alla consultazione. Il progetto ha, nell’insieme, come finalità pure quella di potenziare il settore bibliografico con nuovi investimenti in merito e, principalmente, invogliando la gente a comprare i libri e…leggere …leggere, perché la rilassante lettura di un buon libro è comunque Cultura.

Taormina - La “Perla dello Jonio” gemellata con il “gioiello della Florida”

Messina

sindaco di Sunny Isles Beach e sindaco di Taormina

 

Il sindaco di Sunny Isles Beach, cittadina statunitense della Florida, Norman S. Edelcup ed il primo cittadino di Taormina, Mauro Passalacqua, hanno firmato, nell’aula consiliare di Palazzo dei Giurati, l’atteso gemellaggio tra le due cittadine. La cerimonia ha visto la partecipazione di tanti personaggi del mondo culturale, politico ed imprenditoriale. Tra i banchi dell’assemblea cittadina si potevano notare, tra gli altri, le figure del presidente di “Confindustria alberghi”, Sebastiano De Luca e il presidente di “Imprenditori per Taormina”, Franco Parisi. Presenti anche le autorità militari con in testa il tenente dei Carabinieri, Francesco Filippo, il luogotenente dei Carabinieri, Salvatore Vittorio, il tenente della Guardia di finanza, Angelo Vitiello, l’ispettore di Polizia Giannantonio Spadaro e il comandante dei Vigili Urbani, Agostino Pappalardo. L’idea di questo importante accordo, che sancisce un’amicizia tra due importanti località turistiche internazionali, è stata dell’Esperto ai Grandi Eventi della casa municipale taorminese, Dino Papale. Presente in sala l’imprenditrice ed ambasciatrice della cittadina americana, Elena Baronoff assieme al finanziere Isaac Aelion. Impeccabile l’organizzazione della cerimonia da parte del presidente del Consiglio comunale, Eugenio Raneri. Gli inni nazionali sono stati abilmente interpretati da una rappresentanza dell’orchestra a plettro “Città di Taormina”. Poi è stata siglata la nota che sancisce l’intesa. Il testo del documento , in italiano ed inglese, recita “considerato che: il programma di gemellaggio amministrato dalla Sister City International fu iniziato dal Presidente degli Stati Uniti nel 1956 per incoraggiare l’amicizia e una comprensione più grande fra gli Stati Uniti ed altre nazioni attraverso contatti personali e diretti; per incoraggiare questi scopi, il popolo di Sunny Isles Beach, Florida Usa e di Taormina, Sicilia, Italia, in un gesto d’amicizia e buona volontà, convengono di collaborare per il bene delle loro comunità ad esplorare opportunità educative economiche e culturali; siamo d’accordo a sostenere ed incoraggiare scambi concreti e produttivi per le due città nei campi d’affari, dell’arte, della cultura e del turismo; Sunny Isles Beach e Taormina hanno interessi simili come città turistiche di mare. Da ora, quindi, Sunny Isles Beach, Florida, Usa e Taormina, Sicilia, Italia con la presente proclamano il gemellaggio e dichiarano la loro volontà di mantenere per sempre questo accordo secondo le politiche della Sister City International”.

Sbarco di don Giovanni d’Austria, la rievocazione storica nella città dello Stretto

Messina

FOTO N. 3

 

Si è conclusa la quarta edizione della “rievocazione dello sbarco a Messina di don Giovanni d’Austria e saluto del Senato”, evento di alta rilevanza promosso anche quest’anno dall’Associazione culturale “Aurora” insieme alla “Marco Polo System” di Venezia in collaborazione con il Comune di Messina e la Provincia Regionale di Messina, e il Patrocinio del Ministero della Difesa, del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, della Marina Militare Italiana, delle Agenzie Industrie Difesa e del Museo Navale di Barcellona (Spagna).

Sabato pomeriggio, alle 17.30 la partenza dello “Stratigò” in carrozza dal cortile della Dogana (“Palazzo Reale”) in direzione Duomo transitando dalla Via Primo Settembre (“amalfitana” poi “Austria”). Alle 18 in Piazza Duomo, spettacolo degli sbandieratori, incontro dello Stratigò con il “Senato” e “Mons. Reitana”, composizione del corteo storico e partenza verso Largo Minutoli. Nel frattempo, giunte le navi nel porto di Messina, sono sbarcati “Don Giovanni d’Austria” e l’”Armata”, accolti dal Senato che ha donato nell’occasione un cavallo bianco al condottiero. Il corteo storico procedendo lungo la Via Garibaldi si è diretto verso la “passeggiata a mare” facendo il suo ingresso nella Cittadella Fieristica dove si è assistito al saluto del Senato e alla benedizione dell’Armata.

Un plauso alle Associazioni che hanno fornito i figuranti in costumi d’epoca (“Compagnia d’Armi rinascimentale della Stella” di Messina, Gruppo siciliano rievocazioni storiche “La Corte di Aragona” di Catania, Gruppo Corteo Storico Comune di Nicosia, Gruppo “Arte e costumi marinesi” di Marino Laziale), alla Corale S. Maria dei Miracoli (Sperone – Messina), che ha eseguito la colonna sonora “Sulle rotte di Lepanto”, e agli attori che hanno interpretato i vari personaggi storici: don Giovanni d’Austria (Mauro Failla), lo stratigò “conte di Landriano” (Pippo Luciano), l’Arcivescovo “Giovanni Retana” (Pippo Castorina) e Maria Balaidore (Agnese Caruso). L’Associazione “Carrozze storiche” Molonia ha messo a disposizione una carrozza che, nel corso della rievocazione, rappresentava quella senatoria.

Magistrale la sceneggiatura dell’intera rappresentazione che, anche quest’anno, è stata curata nei minimi dettagli dall’arch. Nino Principato. Momento finale, sul palco, con gli artefici e gli ospiti della quarta edizione mirabilmente presentati dalla valente giornalista Valeria Brancato: il dott. Fortunato Manti, presidente dell’Associazione Culturale “Aurora”, il prof. Pippo Isgrò, Assessore alle Politiche del Mare del Comune di Messina, il prof. Vincenzo Caruso, direttore artistico, il dott. Christos Salamouras, Vice Sindaco del Comune di Nafpaktia (Lepanto), il dott. Otello Bocci, Assessore alla Cultura del Comune di Marino Laziale, il dott. Daniele Sferra, addetto alle relazioni internazionali della Marco Polo System di Venezia.

Alla manifestazione erano, inoltre, presenti il C.V. Antonino Samiani, Comandante dell’Autorità Marittima per la Navigazione nello Stretto di Messina, il dott. Antonino De Simone, Presidente dell’Autorità Portuale di Messina, il C.V. Antonio Musolino, comandante della Capitaneria di Porto di Messina, il C.V. Santo Legrottaglie, comandante del Distaccamento di Messina della Marina Militare, l’ing. Gianfrancesco Cremonini, direttore dell’Arsenale Militare di Messina, il dott. Giuseppe Previti, Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Messina, la prof.ssa Elvira D’Orazio, Preside dell’Istituto di Istruzione Superiore “Antonello” di Messina, il dott. Jean Koutsouklachis, l’architetto Nino Principato, il dott. Enrico Casale, addetto stampa dell’Associazione “Aurora” e referente per la comunicazione della manifestazione, il dott. Sandro Capuani, dirigente dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Marino Laziale, e un nutrito pubblico.

Scoperte le lapidi marmoree alla memoria dei messinesi e dei cavalieri di Malta partiti alla volta di Lepanto

Messina

FOTO N. 3

 

Proseguono gli appuntamenti per la quarta edizione della “Rievocazione storica dello sbarco a Messina di don Giovanni d’Austria”. Sabato mattina, con inizio alle 10, nel corso di una breve e sentita cerimonia, si è proceduto alla scopertura di due lapidi marmoree ubicate nel piazzale antistante la “Batteria Masotto” a cura della Fondazione “Donna Maria Marullo di Condojanni”.

All’evento erano presenti il prof. Pippo Isgrò, Assessore alle Politiche del Mare del Comune di Messina, in rappresentanza del sindaco on. Giuseppe Buzzanca, il dott. Christos Salamouras, vice sindaco del comune di Nafpaktia (Lepanto), il Gen. B. Michele Pellegrino, Comandante della Brigata meccanizzata “Aosta”, l’avv. Carlo Marullo di Condojanni, presidente della Fondazione “Donna Maria Marullo di Condojanni” e ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta, il C.V. Antonio Musolino, Comandante della Capitaneria di Porto di Messina, l’ing. Gianfrancesco Cremonini, direttore dell’Arsenale Militare di Messina, il C.F. Francesco Schavoni, Comandante della Nave “Palinuro”, il dott. Carmelo Micalizzi, presidente della Comunità Ellenica dello Stretto, il dott. Fortunato Manti, presidente dell’Associazione “Aurora”, il dott. Daniele Sferra, addetto alle relazioni internazionali della Marco Polo System di Venezia, il prof. Vincenzo Caruso, Direttore artistico dell’evento, il dott. Enrico Casale, Addetto Stampa dell’Associazione “Aurora”, una rappresentanza di Allievi Sottufficiali della Marina Militare Italiana attualmente in campagna addestrativa sulla “Palinuro” e un nutrito pubblico.

Dopo i saluti dell’Assessore Isgrò, che a nome dell’Autorità Comunale ha ringraziato tutti i presenti, ricordando in particolar modo l’Autorità Portuale di Messina, sensibile per tutte le attività poste in essere per la quarta edizione della rievocazione storica (autorizzazioni per l’utilizzo delle banchine del porto, per la posa in opera delle lapidi e intervento sinergico affinché l’ingresso del corteo storico nella Cittadella Fieristica coincidesse con l’inaugurazione della Fiera Campionaria Internazionale), hanno preso la parola l’avv. Carlo Marullo di Condojanni, il quale ha sottolineato l’importanza di ricordare il passato e nell’occasione l’intervento dei Cavalieri di Malta che insieme ai messinesi partirono nel 1571 alla volta di Lepanto, e il C.V. Antonio Musolino. Si è proceduto, quindi, alla scopertura delle lapidi.

Doverosa una nota storica affidata alle parole di Caio Domenico Gallo, il quale negli “Annali della città di Messina” in merito alle navi radunate nelle acque dello Stretto riporta "[…] quattro (galee) della religione di S. Giovanni, […], con buon numero di diverse vele d'avventurieri, fra' quali trovavansi moltissimi nobili messinesi, e fra gli altri D. Vincenzo Marullo, conte di Condojanni messinese, con due proprie galee fatte fabbricare e mantenute a proprie spese […]".

L’evento è stato promosso dalla Fondazione “Donna Maria Marullo di Condojanni” e realizzato in sinergia con il Comune di Messina, l’Autorità Portuale di Messina, il Distaccamento di Messina della Marina Militare, la Capitaneria di Porto di Messina, l’Arsenale Militare di Messina, e l’Associazione “Aurora”.

DM Italia


Banner
Slideshow Image 1

Confedilizia Contratti di locazione