Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 17 Settembre 2019

Martina Casaccio: un sogn…

Set 13, 2019 Hits:131 Crotone

Ad Hannam il progetto I l…

Set 04, 2019 Hits:346 Crotone

La Madonna di Czestokowa …

Ago 30, 2019 Hits:483 Crotone

Magna Grecia film Festiva…

Ago 23, 2019 Hits:653 Crotone

Prestigioso incarico all’…

Lug 24, 2019 Hits:1524 Crotone

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:1404 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:5095 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1795 Crotone

In una mozione che nel 2008 presentai al Consiglio della Vª Circoscrizione chiedevo al Comune di Messina che prendesse impegni circa la copertura totale del torrente Annunziata. Alla luce di quanto accaduto ieri si può dire che mai mozione fu più profetica.

Purtroppo al danno si è anche aggiunta la beffa, considerato che la strada e le spallette del tratto del torrente Annunziata, dove ieri e sprofondato un autoarticolato, sono state rifatte, in seguito ad un altro crollo, nel non lontano 2004, rifacimento che costò alla collettività circa 250 mila euro.

Poiché una tragedia sfiorata è una tragedia solo rimandata, soprattutto se pensiamo che presto lo svincolo dell’Annunziata entrerà in funzione a pieno regime, è bene fare qualche considerazione, stavolta si spera non superflua.

Oggi la politica e l’amministrazione del territorio devono essere riviste alla luce anche della crisi economica in atto e dell’imminente attuazione del federalismo fiscale. Una città come Messina, che in lunghezza si estende per troppi chilometri, non può essere gestita con la vecchia concezione di un potere centralistico, oggi è più che mai necessario che alle circoscrizioni si deleghino poteri decisionali, di spesa e di controllo del territorio. Tali deleghe potrebbero essere armonizzate e coordinate, per esempio, da un assessorato al decentramento oltre che dall’assessorato al Bilancio.

Prima si avvia un dibattito su tale questione e prima forse riusciamo a evitare di attentare all’incolumità dei cittadini messinesi.

Raffaele Verso

Consigliere Vª Circoscrizione

Sabato 12 marzo alle ore 19.00 presso la chiesa di Portosalvo di Messina Sua Eccellenza l’Arcivesco Mons. Calogero La Piana celebrerà la Santa Messa in occasione del sesto anniversario della morte di don Luigi Giussani (22 febbraio 2005) e del 29° del riconoscimento pontificio della Fraternità di CL.

L’intenzione della messa sarà la seguente: «Nella luce del carisma di don Giussani, domandiamo al Signore la grazia che “l’intelligenza della fede diventi intelligenza della realtà” (come ha ricordato il Santo Padre, Benedetto XVI). In questa Messa preghiamo anche per i tanti fratelli cristiani perseguitati e martiri della fede nel mondo. Domandiamo per loro e per tutti noi la forza e il coraggio della testimonianza in ogni circostanza della vita. Il loro sacrificio ci ottenga da Dio la pace e la consolazione dei cuori».

La Messa di Messina segue la celebrazione di Messe presiedute da cardinali e vescovi in centinaia di città in Italia e nel mondo (l’elenco completo è consultabile sul sito www.clonline.org).

In questi giorni di emergenza il Sindaco e l’Ufficio Comunale di Protezione Civile hanno lavorato instancabilmente per rimuovere innanzitutto i pericoli per la pubblica incolumità. Diverse azioni sono state intraprese per il ripristino della fruibilità del territorio al fine di garantire ai residenti di raggiungere le proprie abitazioni, ai coltivatori di coltivare ì propri appezzamenti di terreno, agli allevatori di foraggiare i propri capi di bestiame, evitando. così, il verificarsi di ulteriori danni alle già precarie condizioni economico-sociali alla cittadinanza interessata. In particolare, le zone ancora difficilmente raggiungibili, nonostante il continuo e incessante lavoro dei mezzi meccanici, risultano essere le contrade Meata, Profetina e Pitarri.

Insieme con il Comune di Graniti, in conferenza di servizi, è stata valutata la possibilità di creare dei collegamenti alternativi attraverso la creazione di strade rurali, per consentire una via di fuga in caso emergenza ai residenti delle zone isolate. Domani sarà effettuata una ricognizione, congiuntamente con il Distaccamento Forestale di Francavilla di Sicilia, il Genio Civile e la Protezione Civile di Messina, al fine di verificare la possibilità di ripristino della viabilità comunale che collega le contrade Profetina – Pitarri con la SS. 185.

L’Unione dei Nebrodi, che già possiede due moduli  antincendio che utilizza nei comuni aderenti di Sant’Agata Militello, Capo d’Orlando, San Fratello, Torrenova, Caronia e Santo Stefano di Camastra, ha programmato, per ottimizzare gli interventi di prevenzione e di contrasto degli incendi e di monitoraggio ambientale, l’acquisto di un altro modulo.

All’uopo sul sito internet www.unionedeinebrodi.it, all’albo dei comuni e della stessa Unione, è stato pubblico un bando per la ricerca di un modulo, anche usato, simile ai due fuori strada già operativi.

Il progetto, su cui punta il neo presidente dell’Unione, dott Giuseppe Mastrandrea, sindaco del comune di Santo Stefano, prevede l’attivazione di tre punti logistici dislocati sul territorio, ognuno dotato di mezzi ed attrezzature idonee per  il pronto intervento nei comuni vicini.

Organizzazione già prevista nel regolamento di protezione civile e da riversare nel Piano operativo annuale, in modo da affiancare alla campagna antincendio le altre attività per affrontare le varie emergenze di protezione civile.

Infatti, utile e funzionale è stato l’aiuto che l’Unione dei Nebrodi, anche tramite le associazioni di volontariato convenzionate, ha dato durante le emergenze ambientali causate delle recenti calamità atmosferiche nella fascia tirrenica, sia durante l’emergenza idrica che ha interessato di recente Santo Stefano.

La sinergia fra Unione e i gruppi di volontari della protezione civile, soprattutto i più numerosi come quello comunale di Capo d’Orlando, l’Organizzazione Europea vigili volontari di Sant’Agata e l’Associazione Internazionale Pantere Verdi di Santo Stefano  potrà istituzionalizzare e stabilizzare le attività di monitoraggio del territorio: torrenti, fiumare, frane, ecc; le attività di prevenzione incendi, le attività di pronto intervento a supporto delle strutture comunali e sovra comunali di protezione civile,  le comunicazioni alternative a mezzo radio.

 

L’Unione dei Nebrodi vuole ricordare e ringraziare Basilio Reale, poeta e psicanalista, nato a Capo d’Orlando e morto a Milano il sei dicembre 2011,  per il contributo, indiretto ma significativo, dato con il suo libro “La Cucina Disattenta” al successo dei workshop itineranti della “Strada del pesce azzurro dei Nebrodi”.

Un poeta apprezzato per i numerosi libri di poesie, un intellettuale con una simpatica verve polemica, che non aveva, però, dimenticato il mare e i monti dei suoi Nebrodi, tanto da celebrarne l’identità alimentare e gastronomica estremamente ricca e interessante in una raccolta di ricette semplici e curiose, che  testimoniano il connubio tra cultura, tradizioni e gastronomia.

“Il gusto possiede una geografia e una storia che concorrono a formare la memoria di ogni Paese.” – scrive Basilio Reale - “Dietro le molteplici manifestazioni del gusto è infatti agevole intravedere l’anima di un popolo”.

Forse anche per questo i pannelli con le ricette di pesce azzurro di Basilio Reale, semplici ma poetiche, accompagnate da disegni di  Ercole Pignatelli , portati in giro lungo la strada del pesce azzurro dei Nebrodi, hanno richiamato alla memoria dei visitatori la cucina semplice ma gustosa dei loro padri, testimonianza dell’identità culturale del popolo dei Nebrodi e della sua fantasia.

Ricette di pasta, minestre e zuppe, con il pesce pescato nel mare dei Nebrodi, in cui “fantasia e abilità spesso sopravanzano la qualità intrinseca delle materie prime, come sa chi opera nel campo dell’arte”, ci faranno gustare meglio anche le poesie di Basilio Reale.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI