Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 17 Gennaio 2019

Open Day al Nautico

Gen 16, 2019 Hits:174 Crotone

Sanremo: i premi di Miche…

Gen 14, 2019 Hits:757 Crotone

La Beethoven tra Santa Se…

Gen 08, 2019 Hits:1002 Crotone

La befana fa visita al Re…

Gen 08, 2019 Hits:990 Crotone

Una originale lettura di …

Gen 07, 2019 Hits:1011 Crotone

Maria Taglioni dance proj…

Gen 04, 2019 Hits:1286 Crotone

Rotary club Crotone e coo…

Dic 21, 2018 Hits:1408 Crotone

Concerto per Telethon del…

Dic 18, 2018 Hits:1721 Crotone

nicosia

Il gesto più bello dopo un lungo e faticoso pomeriggio fra le salite di Nicosia, è arrivato dall’Araldo delle Grida del Corteo Barocco di Noto. L’associazione netina ha vinto il concorso ennese per cortei storici di Sicilia e Peppe Montalto, salendo sul palco a ritirare il premio, ha consegnato la targa ricevuta dai rappresentanti istituzionali del Comune di Nicosia, ad Angelo Vella quale capo-delegazione del Corteo, perché simbolicamente era stato tutto il gruppo ad aver meritato quel riconoscimento. Un nobile gesto da un nobile uomo e non solo per il portamento e la rappresentatività del ruolo: “Abbiamo onorato la nostra città in quel di Nicosia – ha detto Montalto esprimendosi sul suo profilo social -. Ci siamo distinti in tutto, come si è soliti fare e i "miei" figuranti (consentitemi il possessivo) sono stati letteralmente un colpo d'occhio. Una gioia indescrivibile, onore a loro, onore al Corteo Barocco e onore all'inestimabile tesoro che risponde al nome di Noto. Non è stato facile per l'itinerario quasi impossibile e dalla pendenza in certi tratti molto difficoltosa, mantenere il portamento, la compostezza, la signorilità nel proporci. Ed è stato fatto, come sempre, tutto ugualmente alla perfezione. Nessuna sbavatura e i complimenti per noi sono andati al di là dell'immaginabile. Ho avuto al seguito un gruppo meraviglioso. Grandi sotto ogni aspetto”.

Miglior riconoscimento, dunque, non poteva arrivare per i circa 40 figuranti del Corteo Barocco di Noto, se non dall’Araldo delle Grida, che ha sintetizzato il messaggio e gli apprezzamenti ricevuti per aver vinto il "Corteo Storico Carlo V Visita Nicosia - Civitas Costantissima", dedicato alla visita che l’imperatore Carlo V effettuò nell’ottobre del 1535 a Nicosia.

A fare da contorno anche l’esibizione di un gruppo di Musici e Sbandieratori Città di Noto, sempre puntuali e precisi come ha aggiunto il capo-delegazione Angelo Vella: “Si è creato un unicum importante – ha detto – che ci permette di ottenere ancor più consensi di quanto già non ricevessimo, ogni qualvolta facciamo esperienze simili. E tutti questi apprezzamenti ricevuti a Nicosia e la grande attesa che riveste la nostra associazione, è segno che negli anni abbiamo lasciato un segnale importante fra cortei storici di Sicilia e non solo. Merito di tutti, soprattutto dei figuranti che anche in situazioni non sempre idonee riescono a dare il meglio di sé con grande professionalità”.

Il gesto più bello dopo un lungo e faticoso pomeriggio fra le salite di Nicosia, è arrivato dall’Araldo delle Grida del Corteo Barocco di Noto. L’associazione netina ha vinto il concorso ennese per cortei storici di Sicilia e Peppe Montalto, salendo sul palco a ritirare il premio, ha consegnato la targa ricevuta dai rappresentanti istituzionali del Comune di Nicosia, ad Angelo Vella quale capo-delegazione del Corteo, perché simbolicamente era stato tutto il gruppo ad aver meritato quel riconoscimento. Un nobile gesto da un nobile uomo e non solo per il portamento e la rappresentatività del ruolo: “Abbiamo onorato la nostra città in quel di Nicosia – ha detto Montalto esprimendosi sul suo profilo social -. Ci siamo distinti in tutto, come si è soliti fare e i "miei" figuranti (consentitemi il possessivo) sono stati letteralmente un colpo d'occhio. Una gioia indescrivibile, onore a loro, onore al Corteo Barocco e onore all'inestimabile tesoro che risponde al nome di Noto. Non è stato facile per l'itinerario quasi impossibile e dalla pendenza in certi tratti molto difficoltosa, mantenere il portamento, la compostezza, la signorilità nel proporci. Ed è stato fatto, come sempre, tutto ugualmente alla perfezione. Nessuna sbavatura e i complimenti per noi sono andati al di là dell'immaginabile. Ho avuto al seguito un gruppo meraviglioso. Grandi sotto ogni aspetto”.

Miglior riconoscimento, dunque, non poteva arrivare per i circa 40 figuranti del Corteo Barocco di Noto, se non dall’Araldo delle Grida, che ha sintetizzato il messaggio e gli apprezzamenti ricevuti per aver vinto il "Corteo Storico Carlo V Visita Nicosia - Civitas Costantissima", dedicato alla visita che l’imperatore Carlo V effettuò nell’ottobre del 1535 a Nicosia.

A fare da contorno anche l’esibizione di un gruppo di Musici e Sbandieratori Città di Noto, sempre puntuali e precisi come ha aggiunto il capo-delegazione Angelo Vella: “Si è creato un unicum importante – ha detto – che ci permette di ottenere ancor più consensi di quanto già non ricevessimo, ogni qualvolta facciamo esperienze simili. E tutti questi apprezzamenti ricevuti a Nicosia e la grande attesa che riveste la nostra associazione, è segno che negli anni abbiamo lasciato un segnale importante fra cortei storici di Sicilia e non solo. Merito di tutti, soprattutto dei figuranti che anche in situazioni non sempre idonee riescono a dare il meglio di sé con grande professionalità”.

festa 1

La Festa della Musica ha fatto tappa anche dentro la Casa Circondariale di Enna “Luigi Bodenza” con un appuntamento che ha visto i detenuti protagonisti di un caffè concerto. L’iniziativa era inserita nel cartellone della Festa della Musica di Enna, organizzata da Luigi Orofino di Mille metri in Musica, che si è svolta al Belvedere Marconi. All’evento, promosso dall’associazione “Spiragli”, che da anni opera con i suoi volontari e il suo presidente Giuseppe Petralia all’interno della struttura, hanno partecipato sua eccellenza il prefetto di Enna, Maria Rita Leonardi, e una cinquantina di ospiti esterni. Il presidente del Tribunale di Sorveglianza, magistrato competente per il carcere di Enna, Renata Fulvia Giunta, impossibilita a partecipare per motivi istituzionali, ha inviato un caloroso saluto a tutta la comunità penitenziaria e agli ospiti presenti. Tra il giardino del carcere e la sala polivalente, i visitatori hanno consumato i prodotti offerti da alcune ditte ennesi, rosticceria, vini e cocktail, serviti da uno staff di detenuti, guidati dai maestri pasticceri dell’Ampe, Liberto Campisi e Angelo Cascio, indossando i grembiuli generosamente offerti dalla cantina Tasca di Almerita. Grazie alla partnership con Confartigianato e Cna, l’Associazione Maestri Pasticceri Ennesi, che hanno fatto da raccordo con le aziende, la Festa della Musica del carcere, ha avuto una forte connotazione territoriale. Con gli arancini della rosticceria Europa e della pasticceria Caruso, i prodotti di Di Dio Store e del Caseificio Cavalcatore , i vini della Tommy’s Wine Enoteca e del Boulevard Cucaracha, i fiori di Sinfonia Floreale e La Palma, i servizi della cartoleria Napoli e i gadget della tipografia Incisiva.

“La musica unisce aldilà delle razze, religione e sesso” ha detto il direttore della casa Circondariale, Letizia Bellelli, in apertura.

Applausi a scena aperta per il gruppo di detenuti extracomunitari che, guidati dall’attore Franz Cantalupo e dal maestro batterista Francesco Argento, accompagnato dal presidente della Associazione Mousikè Andrea Barbarino, si sono esibiti con le percussioni e le danze tipiche dell’Africa nera con intermezzi della musica del dj Franz Scavuzzo. Il video della esibizione è stato trasmesso in differita alla Festa della Musica di Enna, che era in corso di svolgimento al Balvedere Marconi.

“ E’ stato un evento che ha unito la musica, l’integrazione e la solidarietà realizzato grazie alla generosità e all’impegno di tanti, primi fra tutti le associazioni di categoria, il direttore dell’area trattamentale del Carcere, Cettina Rampello, che ha coordinato la festa, tutto il personale del Corpo di Polizia penitenziaria, in testa il comandante Marco Pulejio , che hanno garantito la sicurezza del carcere. La somma raccolta sarà destinata al “Fondo detenuti indigenti”, gestito dal volontari del carcere”.

pietro

Primo posto ai Campionati Giovanili Studenteschi, per l’allievo del Liceo Scientifico “Farinato” di Enna, Pietro Scavuzzo, 15 anni, che si sono disputati allo stadio delle Palme di Palermo.

Scavuzzo, con un tempo di 15” 2 sui 110’ ostacoli, si è piazzato così sul podio, al primo posto, guadagnando il pass per partecipare ai Campionati Italiani Stedenteschi, in programma a Roma il prossimo 31 maggio e 1 giugno, dove l’atleta ennese porterà i colori del Liceo Scientifico ennese, prima scuola in Sicilia ad avere avviato, lo scorso anno, una sezione sportiva del liceo scientifico. Una disputa,  quella allo Stadio delle Palme, non semplice per Pietro, che ha dovuto ripetere la gara, insieme ai malcapitati della sua batteria, perché i cronometristi avevano sbagliato a prendere il tempo.

Scavuzzo cresciuto con la società sportiva “Pro Sport 85”, ha affinato le sue qualità grazie anche alla professionalità dell’insegnante di Educazione Fisica del liceo sportivo ennese,  Manuel Monasteri, che ha da subito investito sul giovane talento.

Pietro Scavuzzo è, infatti, da 4 anni leader indiscusso, nel panorama regionale, di ostacoli veloci.

stilea4zampe_new

«Amo tutti i cani, follemente e indistintamente, ecco perché durante la sfilata saranno i padroni a fare la differenza». Stefania Petyx scherza divertita sull’evento “Stile a 4 zampe”, che la vedrà protagonista a Sicilia Outlet Village, sabato 30 aprile, a partire dalle 16.00 in Piazza Eventi. Ad accompagnarla ci sarà naturalmente l’inseparabile bassotta che da pochissimo le ha regalato la gioia di diventare “nonna”, dando alla luce quattro teneri cuccioli.

Sarà infatti l’amata giornalista di Striscia la Notizia a decretare la coppia cane-padrone più glamour dell’Isola: davanti alla giuria da lei presieduta sfileranno in passerella i partecipanti del casting fotografico lanciato nelle scorse settimane sulle pagine Facebook e Instagram di Sicilia Outlet Village, con l’hashtag ufficiale #stilea4zampe.

«Trovo divertentissima l’idea di fare una foto con il proprio amico peloso per partecipare a un concorso – afferma la Petyx – non vedo l’ora di scoprire cosa accomuna queste coppie», perché si sa, “tale cane, tale padrone”. «La somiglianza è un classico – continua – conto quindi sulla creatività dei siciliani per far venire fuori il carattere, la personalità e l’amore che ci legano ai nostri fedeli amici».

Appuntamento dunque per sabato 30 aprile nella piazza del Village, non solo per le coppie cane-padrone che fino al 20 aprile avranno totalizzato più like su canali social, ma anche per tutti gli amanti degli amici a quattro zampe. Nella stessa giornata infatti, a conclusione della sfilata, alle 17.30, spazio all’abilità dei cani con dimostrazioni di agility e una lezione con un esperto comportamentista cinofilo.

Dal 15 al 23 aprile prossimo si terrà nel capoluogo la VII edizione della Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, un evento patrocinato dall'UNESCO per promuovere la lettura e la pubblicazione dei libri. Ogni anno, dal 1996, in tutto il mondo, il 23 aprile, numerose manifestazioni celebrano il libro con l’obiettivo di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell' umanità. Nel capoluogo, il club  UNESCO  di Enna  e il  COMUNE di Enna hanno messo a punto un ricco programma che si avvale della collaborazione di tantissime associazioni, librerie, case editrici, istituzioni ma anche privati cittadini, dall’ Archivio storico Enna alla Biblioteca Comunale Enna, la Casa circondariale Enna, L’Albero dei Colori, Dante Alighieri Comitato di Enna, Ileggistorie, AVO (Associazione Volontari Ospedalieri), Museo Interdisciplinare Regionale di Enna, Terra Matta, Comitato Promotore per l'UNESCO di Piazza Armerina, Azienda Kalat-Scibet, Unione Ciechi, Cineteatro Grivi, NEW DA.S.ES. di Grazia Castronuovo, Psicoterapeute ad orientamento Psicodinamico V. Cannella, S. Di Gregorio, L. Di Venti. Un ricco programma dal titolo “Se apro un libro, migliaia di farfalle si liberano” che prevede, tra gli altri appuntamenti, anche il gemellaggio con il Circolo  Didattico di Zafferana Etnea, che quest’anno festeggia la X Edizione della Festa del libro.

E anche in provincia sono tante le scuole che partecipano all’iniziativa, le Scuole dell'infanzia, Primarie, Secondarie di 1° grado e Scuole Superiori di Enna, Aidone, Barrafranca, Leonforte, Nicosia, Piazza Armerina, Valguarnera, Villarosa e che godranno delle narrazioni a cura del Club per l'Unesco di Enna, con Luca Alerci, Cinzia Farina,   Margherita Abbate. Il primo appuntamento è fissato per domani, con la scrittrice per bambini, Costanza Savini che presenta “Il racconto di Ismail e il grande coccodrillo del mare’ per le Scuole Secondarie di primo grado. Ma sono tantissimi gli incontri, itineranti, in non luoghi, alla Galleria Civica, alla Kore, che culmina il 23 aprile in una giornata nelle quali le piazze della città si animeranno con flash mob, la biblioteca vivente, la proiezione del film “Malala” al cinema Grivi, laboratori creativi e tanto altro ancora.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI