Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 17 Gennaio 2019

Open Day al Nautico

Gen 16, 2019 Hits:174 Crotone

Sanremo: i premi di Miche…

Gen 14, 2019 Hits:757 Crotone

La Beethoven tra Santa Se…

Gen 08, 2019 Hits:1002 Crotone

La befana fa visita al Re…

Gen 08, 2019 Hits:990 Crotone

Una originale lettura di …

Gen 07, 2019 Hits:1011 Crotone

Maria Taglioni dance proj…

Gen 04, 2019 Hits:1286 Crotone

Rotary club Crotone e coo…

Dic 21, 2018 Hits:1408 Crotone

Concerto per Telethon del…

Dic 18, 2018 Hits:1721 Crotone

“La proposta di PGTU per la Città di Catania” è il titolo del seminario che si svolgerà mercoledì 19 dicembre alle ore 16 nella Sala dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catania, in via Vincenzo Giuffrida 202, organizzato su iniziativa dell'assessorato alla Mobilità del Comune di Catania guidato da Santi Cascone. L'incontro tecnico rientra nella linea del dialogo e della partecipazione dei cittadini prima dell'esame in consiglio comunale del piano generale traffico urbano.
I lavori saranno aperti dal sindaco di Catania Raffaele Stancanelli e dal presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catania, Carmelo Maria Grasso. Introdurrà l'assessore comunale alla Mobilità Santi Cascone. In scaletta, le relazioni: “Il quadro normativo”, di Matteo Ignaccolo, “Soluzioni di mobilità per la città di Catania”, di Giuseppe Inturri e “La mobilità nella proposta di PRG” di Paolo La Greca. Seguirà il dibattito moderato dalla giornalista Elisa Catanzaro. Sono stati invitati a partecipare i presidenti degli ordini professionali della Provincia di Catania: Psicologi, Medici, Geometri, Geologi, Agrotecnici, Ingegneri, Architetti, Avvocati, Commercialisti ed Esperti Contabili, Farmacisti, Notai, Agronomi e Dottori Forestali, Chimici, Periti Industriali. “Il seminario – spiega l'assessore Santi Cascone - rappresenta una forma di democrazia partecipata, tramite il confronto con gli ordini professionali quali parti produttive della città, che si aggiunge alla pubblicazione del PGTU sul sito del Comune al fine di raccogliere le osservazioni e i suggerimenti dei nostri concittadini”.

Sembra che il Sicilia Outlet Village abbia preso alla lettera il celebre spot “A Natale puoi”: perché soltanto qui si può approfittare di imperdibili promozioni sui tantissimi brand; si può conoscere il Babbo Natale più famoso del mondo; regalare un sorriso ai meno fortunati con un gesto di solidarietà; incartare i regali; fare l’albero insieme ai propri bimbi; giocare a tombola, vincere un premio scattando una foto con Instagram, partecipare al concorso che fa vincere un bellissimo diamante, 5mila euro di shopping e tantissimi altri premi. Perché il Sicilia Outlet Village non aspetta Natale per essere più buono. Per quanti non hanno ancora visto l’albero natalizio più luminoso, colorato e alto della Sicilia, sabato 8 dicembre - dalla mattina al pomeriggio - sarà l’occasione non solo per ammirarlo ma anche per addobbarne uno con decorazioni realizzate dai bambini insieme a uno speciale Babbo Natale trampoliere, aiutato per l’occasione da due magici elfi.

Giusto il tempo di rimettere i piedi a terra per poi tuffarsi fra i tanti regali e gadget messi in palio per uno dei giochi più tradizionali delle feste: la tombola (sabato 8 dicembre dalle 16 alle 19), condita da cabaret e animazione. E mentre i più piccoli si divertiranno a suon di numeri e premi, i più grandi potranno realizzare le proprie confezioni regalo in modo davvero unico e solidale grazie ai volontari del Comitato provinciale Unicef di Enna, che nelle giornate dell’8, 15, 16, 22 e 23 dicembre saranno presenti con una postazione dedicata. Le sorprese non finiscono qui, perché nelle stesse date al Sicilia Outlet Village approderà anche la slitta più sognata di tutti i tempi e Babbo Natale accoglierà i bimbi per fargli una fotografia memorabile che verrà regalata in un bellissima cornice, mentre le “nataline” distribuiranno caramelle tra i vicoli del borgo a festa.

La sinergia con i volontari dell’Unicef prosegue più intensa che mai: nei due weekend del 15/16 e 22/23 dicembre (intera giornata) si potranno “adottare” le Pigotte, bambole di pezza molto speciali realizzate a mano con fantasia e creatività da nonni, genitori e bambini, che possono salvare la vita di un bambino in un paese in via di sviluppo. E se fino a domenica 9 sarà possibile approfittare di imperdibili promozioni in oltre 60 store, ci sarà tempo fino al 23 dicembre per partecipare al “Grande Concorso Brilla il Tesoro”, che come premi finali mette in palio un preziosissimo diamante e 5000 euro da spendere in una giornata da vip con un personal shopper e accompagnati da una limousine, oltre ai premi giornalieri che sono costituiti da bellissimi gioielli Ottaviani, iPhone 5, weekend benessere, cene gourmet.

Per essere sempre “alla moda” il Sicilia Outlet Village ha pensato a un’esclusiva rubrica, Outletrend, consultabile sul sito. Dallo stile Urban black all’Animalier passando per il Classic Brown, per i mood dell’Arancio e del Viola, fino allo stile Boyish, che gioca con gli opposti: cappelli maschili, giacche spigolose, pantaloni dritti, scarpe stringate e trucco scuro sono le armi di una donna che ama il look “da maschiaccio”. Mentre cresce l’attesa anche per le eccezionali occasioni che inizieranno il 26 dicembre e non dimenticate che la Befana arriverà puntuale il 6 gennaio 2013, con la scopa e tantissime caramelle e dolciumi per i bambini.

Il sabato e la domenica sarà possibile approfittare dei bus navetta interregionali gratuiti, info e prenotazioni 0935950040 o info@siciliaoutletvillage.

Il Sicilia Outlet Village si trova lungo l’autostrada PA/CT, uscita Dittaino – Outlet

Un No deciso della città di Catania alla violenza sulle donne. E’ questo il messaggio emerso dalla presentazione che si è svolta a palazzo degli Elefanti, alla presenza del sindaco Raffaele Stancanelli, dell’assessore alle pari opportunità Carmencita Santagati e di numerose associazioni di parità, sottolineato da una serie di iniziative contro il “femminicidio”. “ Da qualche anno- ha detto il sindaco Stancanelli- abbiamo avviato insieme alla Santagati e alle associazioni di base che si occupano di questi temi delicati, un percorso di sensibilizzazione verso i temi sociali e in particolare riguardo alla violenza sulle donne, un dramma che genera ogni anno, come dicono le statistiche, più vittime dei tumori”.Alla presentazione i rappresentanti delle associazioni di pari opportunità presenti sul territorio dei comitati pari opportunità dei vari ordini professionali e dei sindacati. Tra questi: Elvira Colosi dell’ Udi , Grazia Giurato e Rita Palidda dell'Ateneo catanese per SNOQ ( se non ora quando), Donne in Azione, Anna Agosta di Thamaia, Penelope, Stefania Scoglio presidente delle Pari opportunità dell’Ancl- consulenti del Lavoro, Pina Arena dell'istituto Vaccarini, i cui studenti sono vincitori di un premio per il miglior video sui temi della violenza sulle donne, Melina Spriglione, Caterina Caltagirone del Centro di Aiuto alla Vita, Rosaria Raspanti per l’ordine dei Commercialisti, Flavia Butera della Fildis. Tutti hanno apprezzato il piano delle iniziative intraprese congiuntamente dal Comune e dalle associazioni contro la violenza sulle donne, che mette Catania all'avangurdia per la sensibilizzazione sul tema della lotta alla violenza contro le donne. Si parte mercoledì 21 novembre alle ore 15.30 a palazzo Platamone di via vittorio Emanuele 121, con una messa in scena di uno psicodramma “ Angela conta….” tratto da un libro di Rose Galante intitolato “ Perché non lo lascio”. La regia della pièce teatrale è affidata a Giancarlo Polenghi e interpretata da Francesca Fichera e Laura Quartara. Nel corso del pomeriggio,introdotti dall’assessore Santagati, la scrittice Galante sarà intervistata da Letizia Carrara. Per domenica 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, un corteo andrà da piazza Stesicoro a piazza Università dove chiunque, da un “microfono aperto” potrà esprimere pubblicamente idee, esperienze e proposte. “ Non si può più aspettare- ha detto Carmencita Santagati- la cronaca incalza con violenze quotidiane sulle donne. Convolgere le associazioni di pari opportunità e andare avanti insieme con l’ Amministrazione comunale è la maniera doverosa e necessaria per sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi. A questo proposito invito tutti i cittadini, uomini e donne, a partecipare alla marcia del 25, un segnale importante che Catania cambia anche in questo”. Da sabato mattina sulla facciata di Palazzo degli Elefanti, inoltre, sarà esposto uno striscione con la scritta “ Fermate il femminicidio” per sottolineare che il tema è all’attenzione dell’opinione pubblica. L’ Amministrazione Comunale ha aderito alla convenzione “NO MORE” che sollecita, anche al presidente del consiglio e ai Ministri, vari tipi di sensibilizzazione, confronto e iniziative in materia di prevenzione, contrasto e prevenzione dalla violenze dell’uomo sulla donna. Infine, Carmencita Santagati e la Consigliera comunale Francesca Raciti presidente della commissione comunale pari opportunità, hanno presentato un ordine del giorno che sarà discusso quanto prima in Consiglio Comunale e, subito dopo, impegnerà la Giunta sui temi di parità, perché è importante che le istituzioni siano coinvolte in maniera chiara, “soltanto così –  ha detto Santagati-la violenza non farà più paura a chi ora non riesce neanche ad ammetterla”.

 

sov agorà 2

 

Tra le mitiche rosse di Maranello esposte in tutto il loro splendore stamattina al Sicilia Outlet Village, c’erano anche gli ultimi due gioielli lasciati in eredità da Pininfarina, le nuove nate in casa Ferrari: la “458 Italia” – un concentrato di tecnologia, stile e passione  - e la “California 2012”, classe e grinta nel segno della leggerezza. Punte di diamante del Cavallino rampante che hanno cifre da capogiro tra i 250 e i 300mila euro.

Un’eredità ancor più importante e di valore a pochi giorni dalla scomparsa di Sergio Pininfarina, il vero e unico stilista dell’auto che, appena venticinquenne, nel 1951, pranzò in una vecchia trattoria con il patron Enzo Ferrari, dando così inizio alla storia dell’automobile, pronta ad aprirsi al design e all’hi tech.

Una successo lungo decenni che oggi è stato celebrato col “Ferrari day” al Sicilia Outlet Village: non capita tutti i giorni di ammirare in un’unica occasione i modelli più celebri, più venduti e amati da migliaia di appassionati in tutto il mondo. Una folta rappresentanza si trovava ai “nastri di partenza” oggi nell’agorà eventi della fashion town e davanti alle vetrine del Ferrari Store per toccare con mano il sogno: dai più piccoli agli adulti, uniti dalla passione per la “Rossa”, nessuno ha rinunciato allo scatto da conservare. A fornire attente e appassionate descrizioni delle autovetture, con dovizia di dettagli, sono stati gli stessi proprietari, membri del Ferrari Club Passione Rossa Italia - presieduto da Fabio Barone - che hanno voluto fare tappa all’Outlet di Dittaino dove si trova lo Store del celebre marchio. È stato Ferrari-Day anche sul web, grazie alle numerose iscrizioni on line per ricevere il “gratta e gira”, che ai più fortunati ha dato la possibilità di salire a bordo di una Rossa e provare l’emozione di una corsa. Una delle tante sorprese che il Sicilia Outlet Village riserva continuamente ai suoi visitatori, trovando sempre il giusto compromesso tra shopping, fashion e intrattenimento.

sov ferrari club passione rossa

Si è svolto ieri venerdì 29 giugno l’incontro “La filosofia è il proprio tempo colto in pensieri – La dialettica nell’era dell’antipolitica” organizzato dall’associazione culturale Terra Matta presso la libreria Minerva di Enna. L’incontro si è articolato in una relazione del giovane ennese Andrea Luigi Mazzola, dottore in filosofia presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, che ha svolto un’analisi teorica e critica su alcuni dei temi più problematici della nostra contemporaneità. Il filo conduttore della relazione è consistito nella rivalutazione della metodologia dialettica di analisi degli eventi storici e del nostro presente concreto secondo la critica filosofica; da un momento teoretico teso ad illustrare la definizione hegelo-marxista di dialettica, si è spaziato sino alle definizioni più specifiche dell’ideologia neoliberale, ai fenomeni e le contraddizioni del mercato finanziario, sino ai risvolti politici che riguardano l’Italia contemporanea con la crisi economica e del sistema partitico. Particolare attenzione si è prestata al fenomeno dell’antipolitica con la sua genesi, le sue diverse determinazioni ed istanze, i suoi punti oscuri e problematicamente ambigui. Alla relazione, iniziata alle 18:00, è seguito un  partecipe dibattito, protrattosi sino a sera per i molteplici spunti di riflessione e soprattutto confronto che una tematica tanto vasta e attuale ha offerto con un eterogeneo ma attento pubblico di giovani studenti, pensionati, liberi professionisti, appassionati di economia ed insegnanti, con la partecipazione di pubblico anche dal territorio provinciale.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI