Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3

Numero in edicola

Edizione N. 5

16 giugno 2014

primapaginaed5-2014

Libro in vetrina

Chi è online

 494 visitatori online

Caltagirone - Avviata la distribuzione dei tesserini Ast per i “nonnini”

Catania

Da mercoledì 27 a venerdì 29 aprile, dalle 9 alle 12,30, nel salone al primo piano dell'Educandato San Luigi, in via Santa Maria di Gesù 90, saranno in distribuzione i tesserini Ast gratuiti per gli anziani. Coloro che sono impossibilitati a ritirarli in queste giornate potranno farlo nei giorni successivi, recandosi all'assessorato comunale alle Politiche sociali, che si trova nello stesso plesso.   I tesserini per il servizio urbano sono in distribuzione per tutti gli anziani aventi diritto, vale a dire 1331. Tagli consistenti da parte della Regione siciliana riguardano, invece, quelli per il servizio extraurbano, i beneficiari dei quali potranno essere soltanto 593, vale a dire meno della metà dei 1331 aventi diritto.

E' stata la Consulta per gli anziani, riunitasi recentemente - presenti per l'amministrazione comunale l'assessore Cristina Navarra, per la Cgil Concetta Bizzini, per la Cisl Pino Malaponte e Pina Angiletti, per la Cia Gerardo Gugliuzza – a individuare i criteri di scelta degli assegnatari: 493 tesserini saranno assegnati ai più anziani (quindi in ordine di età), mentre le rimanenti 100 tessere andranno a coloro che presentano esigenze particolari (di salute o altro).

"Siamo stati costretti a ricorrere alla determinazione di criteri per assegnare i pochi tesserini extraurbani – afferma l'assessore Navarra - perché già da tempo la Regione ha dato segni concreti di trascuratezza nei confronti delle fasce più deboli. Già a partire dal 1° febbraio gli anziani non sono stati coperti dal servizio, che oggi, dopo quasi tre mesi, viene ripristinato. Per molti degli  anziani  il servizio del trasporto è fondamentale per spostarsi da un punto all'altro della città e sperimentare quell'autonomia che non sempre può contare sulla rete familiare. L'extraurbano è fondamentale per raggiungere i presidi ospedalieri di Catania per cure legate a particolari patologie o i figli residenti nel capoluogo di provincia. In più occasioni, in questi anni – aggiunge l'assessore - abbiamo lamentato come questo servizio, che ha un costo non indifferente per la Regione potebbe essere meglio organizzato, anche con possibili risparmi, se le somme fossero destinate con uso vincolato ai Comuni: non un servizio a pioggia, ma solo a coloro che effettivamente ne hanno di bisogno”.

“Le politiche nei confronti degli appartenenti alla terza età hanno bisogno di programmazione e chiari obiettivi da raggiungere – sottolinea il sindaco Francesco Pignataro - Invece assistiamo a una continua parcellizzazione di interventi e a un utilizzo poco razionale del denaro pubblico senza effettivi e significativi risultati."

Share
Slideshow Image 1
Banner