Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 17 Febbraio 2020

La festa della solidarietà è iniziata stamattina alle 8 in moltissimi supermercati delle quasi sette provincie che ricadono sotto il servizio del Banco Alimentare della Sicilia Onlus. Quasi diecimila volontari con addosso la pettorina gialla hanno dato il buongiorno, con un sorriso, a un sabato diverso dedicato a chi non ha. Tantissimi i bimbi e i giovanissimi che hanno affollato gli ingressi dei supermercati non per assediare ma per condividere gioia e bisogni seguendo, con convinzione e quasi anticipando, le parole che S.E. l’Arcivescovo di Catania Mons. Salvatore Gristina ha ripetuto stamattina dopo aver fatto la spesa per la #Colletta19: “C’è più gioia nel dare che nel ricevere ha detto Gesù. È per questo che dico grazie anche a voi che ci date, ancora una volta, la possibilità di lasciarci coinvolgere in questa iniziativa che dà tanta gioia a chi potrà beneficiare di questi gesti di attenzione. È importante e significativo che la Colletta si ripeta nel tempo e continui a esistere”.

Non è scontato che un gesto di solidarietà venga condiviso e sposato in pieno. “Eppure oggi abbiamo incontrato per caso - ha commentato il direttore del Banco Alimentare della Sicilia Onlus, Domenico Messina - un gruppo di studenti dell’Istituto Turrisi Colonna di Catania che avevamo conosciuto a maggio per un progetto di alternanza scuola-lavoro. Oggi questi ragazzi, dai 16 ai 18 anni, hanno partecipato alla Colletta Alimentare come volontari. E l’hanno fatto una partecipazione, responsabilità e ordine invidiabile, sintomo che questi progetti vanno sostenuti e valorizzati”.

La Colletta continuerà fino a stasera nei supermercati di tutta la Sicilia. In uno di questi ci ha raggiunti l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Catania, Barbara Mirabella, con la sua piccola Giulia e un super carrello che ha riempito di alimenti per l’infanzia o a lunga scadenza invitando tutti a condividere questo gesto di solidarietà.

A fine giornata tutti gli scatoloni verranno portati al magazzino del Banco Alimentare, classificati per tipologia e poi distribuiti - già da lunedì - alle strutture caritative che li doneranno, a loro volta, a chi ha bisogno.

Anche quest’anno è possibile aderire alla #Colletta19 facendola spesa online sulle piattaforme di alcune insegne della grande distribuzione.

Sarà possibile sostenere la Colletta Alimentare anche con l’sms solidale al numero 45582 attivo fino al 10 dicembre (il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, e Tiscali).

 

 

«L’opportunità di una consulenza costante del notaio durante i processi di mediazione civile che riguardano i diritti reali»: questa l’esigenza espressa dagli organismi di conciliazione privati che operano nel territorio provinciale, sfociata in proposta concreta nel corso del dibattito che si è svolto ieri pomeriggio (29 novembre) nella sede del Consiglio Notarile di Catania e Caltagirone.

«Abbiamo avviato un percorso costruttivo e necessario di incontri con i mediatori civili per risolvere o prevenire le criticità che spesso ostacolano la trascrizione notarile degli accordi nei registri pubblici immobiliari o delle imprese» spiega il presidente dei Notai etnei Andrea Grasso, affiancato in questa attività di sensibilizzazione dalle consigliere Maristella Portelli e Donata Galeardi.

«Dopo aver incontrato di recente, in occasione di un apposito convegno, gli oltre 300 iscritti dell’Organismo di Conciliazione del Foro di Catania, che fa capo all’Ordine forense, abbiamo aperto il confronto tecnico di esperienze anche agli organismi privati – afferma il presidente Grasso – facendo seguito a loro esplicite richieste di chiarimenti su argomenti come la procedura telematica, il regime fiscale, o i documenti necessari da produrre ai fini della trascrizione».

Sono ben 64 gli istituti riconosciuti nel territorio provinciale catanese presso cui si svolgono le pratiche di mediazione; al loro interno operano anche mediatori che non hanno necessariamente il titolo di avvocato e per i quali diventa quindi fondamentale un supporto di conoscenze giuridiche come quelle possedute dai notai.

«Riunire i professionisti coinvolti nel processo conciliativo – spiega il notaio Portelli – significa per noi delineare insieme un patrimonio di buone pratiche che garantisca la fattibilità degli accordi prima e non dopo il passaggio alla trascrizione notarile». Inoltre, ciò assicura anche la legalità delle procedure, «a volte minata da vizi di forma o purtroppo da escamotage per eludere l’atto notarile – aggiunge il notaio Galeardi – assistiamo a casi in cui la contrattazione ha per oggetto immobili abusivi o comparenti che non sono presenti».

«Abbiamo quindi il compito, nonché la funzione sociale, di evitare anche nella mediazione strumenti di frode che rendano illegittimi e contestabili gli accordi raggiunti – affermano le due componenti del Consiglio Notarile – per questo nel comune spirito giuridico dobbiamo lavorare in sinergia con mediatori e avvocati affinché le parti ottengano ciò che desiderano nel pieno rispetto della legge. Ricordiamo inoltre che la mediazione nasce dalla volontà di prevenire liti e di alleggerire il carico di casi in tribunale, motivo per cui avvalendosi di questa opportunità è possibile usufruire di vantaggi fiscali espressamente disciplinati che riguardano l’esenzione di tributi e imposte».

 

L'avvocato Enrico Trantino e il dottore Michele Cristaldi sono i due nuovi assessori della giunta Pogliese che allarga la sua squadra da 8 a 10 componenti:“Due professionisti, che stimo e conosco da parecchio tempo e sono sicuro che metteranno le loro capacità al servizio della nostra città con passione ed entusiasmo -ha detto il il sindaco Salvo Pogliese nel presentare alla stampa e alla città, nel Palazzo degli Elefanti i due nuovi assessori dell'esecutivo cittadino. L'allargamento della giunta - ha detto il primo cittadino - segue le previsioni della nuova legge regionale che ha aumentato il numero dei componenti della compagine di governo cittadino, uniformandolo a quello nazionale. Dopo un confronto con le forze politiche, come abbiamo sempre fatto, sono molto felice che nella nostra squadra oggi entrino due personalità di alto profilo. Conosco Enrico Trantino – ha sottolineato il sindaco - sin da quando ho iniziato a fare politica e ne ho sempre apprezzato le qualità professionali, etiche e umane. E' stato un giovanissimo consigliere comunale, dal 1988 al 1993 ed è un autorevole esponente del movimento politico Diventerà Bellissima guidato dal presidente Musumeci. Dal canto suo Michele Cristaldi - ha continuato Pogliese – è il più giovane componente della giunta, lo conosco da parecchi anni ,ed è collegato a un gruppo politico, Forza Italia, costituito da consiglieri tutti di età inferiore ai trentacinque anni”.

Il sindaco ha anche annunciato il conferimento delle deleghe assessoriali ai due nuovi componenti della giunta. A Trantino vanno Lavori Pubblici, Decoro e Arredo Urbano, Contenzioso e Rapporti con l’Università. A Cristaldi, invece, sono state attribuiti Personale, 

Centro storico, Tutela e benessere degli animali, Mare e periferie. Il sindaco Pogliese ha inoltre evidenziato che la delega alle Manutenzioni, compresi gli edifici scolastici, è stata attribuita a Pippo Arcidiacono, che continuerà a gestire anche Mobilità e Sanità.

Al termine della presentazione i due nuovi assessori hanno letto la formula di rito:” "Giuro di adempiere le mie funzioni con scrupolo e coscienza nell'interesse del Comune in armonia agli interessi della Repubblica e della Regione" dinnanzi al segretario generale Rossana Manno.

Enrico Trantino, 56 anni, avvocato, è stato anche presidente della Camera penale di Catania.

Michele Cristladi, 33 anni, dottore in scienze giuridiche, è consulente d’azienda e dirigente di Mcl.

Dal 6 dicembre al 6 gennaio, per il mese delle festività natalizie, sarà possibile viaggiare, senza limiti di tempo, su tutti i mezzi pubblici locali, autobus dell’Azienda Municipale Trasporti e metropolitana della Ferrovia Circumetnea, con un abbonamento unico a soli 15 euro. Con lo stesso abbonamento sarà anche possibile parcheggiare senza costi aggiuntivi nei parcheggi scambiatori gestiti dall’Amt di Nesima, Santa Sofia e Due Obelischi per tutta la giornata, senza orari.

“Catania -ha detto il sindaco Salvo Pogliese- diventa sempre più attrattiva grazie ad una iniziativa che nel periodo natalizio permetterà ai nostri concittadini e ai tantissimi abitanti dell'hinterland, con un biglietto unico Amt Fce comprensivo dei parcheggi scambiatori, di raggiungere il centro storico rivitalizzato e animato da tantissimi eventi e manifestazioni. Si va dai mercati artigianali alla pista di pattinaggio all'interno della Villa Bellini, che farà da cornice ad altri mercatini, sino ai concerti del 30 e del 31 che annunceremo a breve e alle luminarie che, con il contributo degli sponsor, stanno per essere collocate, per la prima volta e con largoo anticipo oltre che nelle più importanti vie del centro anche in viale Vittorio Veneto, viale Libertà, via D'Annunzio, via Etnea fino a piazza Borgo”.

Il nuovo servizio “Metrobus Christmas”, proposto dal Comune di Catania, Amt e Fce, è stato presentato nella sala giunta del Municipio dal sindaco di Catania Salvo Pogliese, dall’assessore alla Mobilità Giuseppe Arcidiacono, dal presidente dell’Amt Giacomo Bellavia, che l’ha fortemente voluto e promosso su input del sindaco Pogliese, e dal direttore generale della Fce, Salvatore Fiore. Presenti anche l’assessore allo Sport Sergio Parisi e al Commercio Ludovico Balsamo oltre alla consigliera di Amministrazione di Amt Agata Parisi, al direttore di esercizio della Fce Nello Gentile e a quello amministrativo, Mario Lo Bello.

Da subito sarà possibile acquistare la tessera, dai colori e dalla grafica accattivanti, nei punti vendita Amt, ufficio abbonamento e chioschi di piazza Stesicoro e Stazione Centrale, e nella biglietteria Fce della stazione Borgo, oltre che negli abituali punti vendita dei tagliandi di viaggio che ne  fanno richiesta.

“Per queste vacanze natalizie vogliamo agevolare i cittadini nell’utilizzo dei mezzi pubblici con soli 15 euro –ha spiegato il presidente Bellavia-. Con questo accordo Comune-Amt-Fce da un lato aiutare vogliamo la città ad avere un servizio molto flessibile, dall’altro vorremmo anche aiutare i cittadini ad accostarsi al mezzo pubblico che diventa un’alternativa sempre più credibile, rispetto al mezzo privato. Questa è la prima volta che diamo la possibilità di viaggiare e parcheggiare con un unico abbonamento, si tratta quindi di una prova importante, sperimentale, un passo avanti decisivo anche dal punto di vista tecnologico. Contiamo che questa iniziativa venga accolta bene dal cittadino, per trasformarla poi in quotidianità”.

“Ringrazio il sindaco e il presidente Bellavia per aver promosso l’iniziativa –ha commentato l’assessore Arcidiacono-. Con questa integrazione i cittadini usufruiranno di un servizio che gli consentirà di apprezzare la città e di fare la passeggiata per gli acquisti con grande serenità. Sono convinto che questa iniziativa straordinaria, diventerà presto ordinaria, sia per i catanesi, sia per i residenti dell’hinterland. Nei prossimi giorni illustreremo altre iniziative per promuovere la mobilità sostenibile”.

“In questo momento stiamo cercando anche di integrare i sistemi vettoriali, quello nostro e quello di Amt e Trenitalia -ha aggiunto il direttore Fce Salvo Fiore-. Questo piccolo passo promozionale vuole convincere l’utente, soprattutto in questo periodo di grande traffico nel centro urbano, a lasciare la macchina e prendere il mezzo pubblico, offrendo un’opportunità molto conveniente. Questo è il nostro auspicio e speriamo che i catanesi apprezzino sempre di più il mezzo pubblico sia su ferro sia su gomma”.

L’assessore Balsamo ha anche annunciato a breve un accordo con le associazioni di categoria del commercio, con il quale i commercianti avranno la possibilità di acquistare gli abbonamenti del metrobus Christmas per farne omaggio ai loro clienti abituali.

 

400 nuovi alberi stanno arricchendo quartieri, strade e scuole a Catania. A partire da ieri e per sottolineare l’importanza per l’ambiente della “Festa dell’Albero” si stanno mettendo a dimora 170 piante in diverse zona della città. La piantumazione di queste nuove essenze è stata fortemente voluta dal sindaco Salvo Pogliese e dall’assessore all’Ambiente Fabio Cantarella. I lavori saranno completati entro un mese in tutti i quartieri. Intanto si sta completando anche la piantumazione in 118 plessi scolastici anche questi in quartieri diversi di Catania.

“ Una città più verde è anche più vivibile e accogliente - ha detto il sindaco- stiamo tracciando un percorso “green” per Catania che assicuri una qualità dell’aria migliore e meno emissione di CO2 rimpiazzando così anche le piante secche e arricchendo anche siti che prima non ne avevano”.

Platani, lecci, carrubbi, jacarande, robinie, ligustri, bahvinia, aranci amari e cercisi sono solo alcune delle essenze che già si stanno piantumando dal corso Italia alla villa Bellini, dalla Circonvallazione al piazza Cutelli, da via Plebiscito a via Di Prima, non scordando piazza Verga, via Sant’Euplio, via Dusmet e via Lago di Nicito.

Ma non finisce qui il percorso “green” dell’Amministrazione che prevede la messa a dimora di ulteriori 150 alberi per quest’ultimo semestre.  

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI