Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 18 Settembre 2019

Martina Casaccio: un sogn…

Set 13, 2019 Hits:162 Crotone

Ad Hannam il progetto I l…

Set 04, 2019 Hits:374 Crotone

La Madonna di Czestokowa …

Ago 30, 2019 Hits:511 Crotone

Magna Grecia film Festiva…

Ago 23, 2019 Hits:685 Crotone

Prestigioso incarico all’…

Lug 24, 2019 Hits:1547 Crotone

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:1427 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:5187 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1817 Crotone

marciapiede e segnaletica via b. croce lecce 4

 

Ancora degrado urbano: segnaletica stradale per terra ed una grande porzione di marciapiede frantumato. Così appare da giorni via Benedetto Croce nei pressi di piazza Partigiani a Lecce ed in particolare nel punto di fronte ad uno sportello bancario di una primaria banca italiana.

E come al solito i cittadini segnalano a Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” i disagi non solo visivi che crea l’inerzia della pubblica amministrazione che come al solito ritarda ad intervenire per porre rimedio, anche perché, come al solito, a rischiare sono sempre e solo i cittadini che per transitare in quel tratto di marciapiede sono costretti a fare le gimcane e se fortunati a non prendersi una storta.

Per non parlare poi dei diversamente abili che praticamente sono impossibilitati a percorrere quella zona e per tale ragione alcuni cittadini ci hanno inoltrato le foto dei luoghi come apparivano questa mattina.

Ancora una volta continuiamo a denunciare quanto accade in Italia ed in particolare nel capoluogo salentino, per stimolare l’attuale amministrazione ad aver maggiore cura del Territorio di propria competenza.

Anche nel 2011 Vico del Gargano sarà teatro di una dei più importanti eventi musicali garganici degli ultimi anni. Torna infatti il FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL GARGANO, giunto quest'anno alla terza edizione.

Il Festival, che si svolgerà dal 25 al 28 maggio, è una rassegna sul modello contest organizzata dalla Progetto Vacanze srl in collaborazione con la Pro Loco di Vico del Gargano/San Menaio. La mission di questa manifestazione è quella di promuovere il territorio e creare flussi turistici destagionalizzati, affiancati da uno spettacolo che avvicini gli artisti stranieri alla nostra terra, per favorire l'incontro e lo scambio culturale fra i popoli europei.

Nelle due precedenti edizioni sono state ben 11 le nazioni rappresentate, con oltre 50 artisti e 20 special guests (tra cui Carmelo La Bionda, Federica Fornabaio, Simona Molinari, Riccardo Sinigallia, Savino Zaba e Carlotta Proietti) che si sono succeduti durante le serate dirette da due "professionisti del mestiere"come Antonio Perna "Big Wave" e il direttore artistico Vincenzo Vescera "Vinvè", chiamati anche quest'anno dal patron Giambattista del Conte a guidare la macchina organizzativa della manifestazione.

Il Festival offrirà una serie di eventi a carattere artistico che abbraccerà non solo la musica e la danza ma anche la pittura, attraverso il workshop "PERCEZIONI" , mostra d'arte contemporanea con la partecipazione di artisti italiani ed europei che metteranno in mostra le loro abilità e le loro opere presso l'Hotel Residence Marechiaro in San Menaio.

Quest'anno la manifestazione si arricchirà anche di altre due eventi: "SUONI DI PUGLIA 2011" e il seminario "GARGANO FESTIVAL MUSIC ACADEMY" , che si terrà presso l'Hotel Residence Marechiaro, aperto a tutti i giovani artisti che avranno la possibilità di assistere alle lezioni tenute da due "teachers" d'eccezione: Andrea Rodini (vocal coach di X-FACTOR) e il musicista cantautore Riccardo Sinigallia.

A giorni sarà reso noto il programma intero della manifestazione.

L’amministrazione comunale di Lecce, con un’ordinanza dirigenziale dello scorso 14 aprile, e’ intervenuta per regolamentare l’attivita’ di volantinaggio in citta’. Tra le varie misure non sfugge l’obbligo imposto a tutti i privati di rimuovere dai muri esterni delle proprie abitazioni le cassette pubblicitarie aperte per, eventualmente, sostituirle con delle vere e proprie cassette postali chiuse. Il mancato adeguamento entro un mese dalla data di adozione dell’ordinanza comportera’ l’applicazione di sanzioni oltre che l’addebito delle spese per il ripristino dello stato dei luoghi. Nel caso di edifici in condominio spettera’ all’amministratore, a pena di sanzione pecuniaria, ordinare la rimozione della cassetta attualmente presente. La sua sostituzione con una chiusa non e’ obbligatoria, potendosi provvedere in un secondo momento salvo diversa specifica indicazione dei condomini. Vale la pena vigilare attentamente sui costi d
i
rimozione per evitare che l’adeguamento alle disposizioni comunali si trasformi in una speculazione a danno delle proprie tasche. E’ bene ricordare, infine, che in quei condomini dove l’amministratore non si attivera’ per tempo, ogni comproprietario, per evitare la possibile irrogazione di sanzioni, potra’ disporre personalmente la rimozione chiedendo successivamente il rimborso della spesa che puo’ essere considerata urgente.

Alessandro Gallucci, delegato Aduc-Lecce

Il suo nome d’arte è “Anansi” e, dopo un primo album e alcuni anni trascorsi a suonare in  club e festival, è diventato molto conosciuto ed amato grazie alla sua partecipazione alla Sezione Giovani di Sanremo 2011 con la canzone “Il sole dentro”, che sta vendendo benissimo in tutta Italia. Parliamo di Stefano Bannò, il quale, a sorpresa, sabato mattina ha suonato al campanello dell’Istituto Costa di Lecce per chiedere se poteva entrare e conoscere i ragazzi del gruppo “GPace – Giovani per la Pace”. E questi ultimi cosa potevano mai rispondere? ….AVANTI!

 

Il giovane cantante trentino è in tour insieme al suo manager Piero Fiabane (il quale è anche co-autore del brano presentato a Sanremo) per promuovere il suo ultimo cd “Tornasole” (Warner Music) e sabato sera si è esibito a Lecce presso le Officine Cantelmo. Ha riferito ai ragazzi di GPace che aveva deciso di fare un salto in Piazza Sant’Oronzo per partecipare con qualche suo pezzo alla loro “4° Giornata Gpace” e che, quando ha saputo che l’evento era stato spostato al 30 aprile per via della pioggia, ha chiesto se c’era comunque un modo per incontrare gli organizzatori.

 

Gli alunni del Costa lo hanno accolto nella prestigiosa Sala Dante dove, per oltre un’ora, lo hanno tartassato di domande e gli hanno chiesto mille autografi. Applausi a cielo aperto quando il cantante trentino ha preso in mano la chitarra e ha iniziato ad intonare la sua prima canzone, per poi proseguire con quello che è oggi il suo brano in assoluto più conosciuto e più richiesto, “Il sole dentro”.

 

Dopo l’incontro con tutti gli studenti, Anansi si è poi trattenuto con i 40 giovani che compongono il nucleo operativo di GPace, chiedendo maggiori informazioni sul movimento creato nel Salento e, oramai, conosciuto in tutta Italia. Ha voluto conoscere le modalità con cui si è sviluppato e quali fossero i progetti futuri, ed è a questo punto che si è complimentato con ognuno di loro e li ha esortati a contunuare sulla strada intrapresa. Di risposta, i giovani del Costa lo hanno nominato membro onorario del GPace, regalandogli il coloratissimo calendario 2011 e promettodogli di tenerlo sempre informato sugli sviluppi e sulle nuove iniziative.

 

«Ragazzi, voi siete una forza della natura! – ha esordito il musicista – è da quando ho sentito parlare per la prima volta di questo vostro movimento, così attivo e così ricco di giovane fermento, che sento la voglia di conoscervi e di congratularmi con voi, siete davvero tosti. Mi sento in piena sintonia con ciò che fate e con tutti i messaggi che lanciate, sia virtualmente attraverso la rete, che concretamente con tutte le vostre iniziative di sostegno e di protesta, pensate un po’, la mia prima canzone l’ho scritta quando avevo 13 anni e aveva per titolo “No Racism”, …capito cosa voglio dire? La mia e la vostra natura sono sulla stessa lunghezza d’onda. Mi piace questa scuola e mi piace il lavoro che i docenti stanno facendo insieme e voi.»

Stefano Bannò (Anansi) è nato nel 1989, trentino di nascita ma con genitori siciliani. Fin dall'infanzia, ha dimostrato un'inclinazione naturale verso la musica e in particolare verso la composizione, già a 9 anni si è cimentato con gli studi di chitarra, basso e percussioni e a 13 ha scritto la sua prima canzone "No Racism" che racchiude la sua propensione all'impegno sociale e politico. In Trentino Anansi è legato al nome dei Buffalo Soldiers con cui si è esibito in pub, rassegne e festival. Nel 2006 Anansi è andato in Irlanda e proprio di quel periodo la sua biografia narra un aneddoto: di come suonasse in un pub di Carlow tutti i lunedì per guadagnarsi qualche soldo spacciandosi per maggiorenne e sperando che nessuno gli chiedesse la carta d'identità, che rivelava i suoi 17 anni. Ha suonato per strada nelle città inglesi, Londra e Dublino comprese, e nel 2007 si è unito alla band reggae Kikenny Ghost Town. Tornato in Italia nel 2008, ha pubblicato il brano "Love me or leave me alone" e nel 2009 il suo primo album da solista "Anansi". Nel 2009 ha iniziato la collaborazione con Roy Paci con il quale nel 2010 ha lavorato come co-interprete e co-autore in alcuni brani de "Il Latinista". Con Paci è salito sul palco del 1º Maggio a Roma e degli MTV Days di Torino.

castello_gallipoli

 

Si è conclusa con uno straordinario e inaspettato successo la mostra “Ad un passo dal cielo... la profondità del mare” organizzata a Gallipoli presso il Club Bellavista dall'Associazione Pro Loco del Salento con sede a Casarano in occasione della XIII settimana della cultura nei giorni 9 e 10 aprile 2011.

Non è tanto il dato delle centinaia di presenze provenienti da tutta la Puglia che nelle sette ore di apertura hanno visitato la mostra e goduto del panorama della terrazza al 13° piano del palazzo più alto di Gallipoli, ma l'appagamento e la soddisfazione negli occhi dei visitatori e i continui complimenti per l'iniziativa sono stati la più grande soddisfazione per noi organizzatori.

Tutti i visitatori sono rimasti affascinati da ciò che non si vede quotidianamente: le foto, eseguite con pazienza e maestria da Giuseppe Piccioli Resta, docente presso l'Università del Salento, con animaletti -a volte- di appena 4 millimetri, come le vacchette di mare o i gamberetti trasparenti (così trasparenti da avere l'attributo di “fantasma” al proprio nome), anemoni e animali marini sconosciuti, mai osservati o censiti prima nei nostri mari, e, quasi a completare lo sbalordimento, il suggestivo ed incredibile panorama della città vecchia al tramonto con, sullo sfondo, le montagne della Calabria sono stati i protagonisti indiscussi dell'evento “Ad un passo dal cielo... la profondità del mare”.

Siamo riconoscenti al Club Bellavista, alla direzione ed a tutti i collaboratori che hanno ospitato e reso possibile questo evento, che ha permesso a tutti i visitatori di godere della vista più suggestiva del Salento.

Un ringraziamento da parte nostra va anche ai visitatori ed ai collaboratori della nostra associazione che hanno permesso questa iniziativa.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI