Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3

Numero in edicola

Edizione N. 2

15 marzo 2014

primapaginaed2-2014

Libro in vetrina

Chi è online

 327 visitatori online

Manfredonia - Aiuti e sostegno per le famiglie. Quasi 400.000 euro

Foggia

Sono diversi i contributi economici in sostegno alla famiglia, alla natalità, ai nuclei familiari in difficoltà, che saranno erogati in questo fine anno.

 

Prima dote. E' un contributo regionale corrisposto sulla base di una graduatoria e di una progettualità curata dai Servizi Sociali dell'Ambito territoriale. I nuclei familiari beneficiari nei quattro comuni (Manfredonia, Mattinata, Monte Sant'Angelo, Zapponeta) sono 89. Nello specifico, a Manfredonia sono 42. Riceveranno, in questi giorni, la somma di 1200 euro, la seconda parte del contributo complessivo finalizzato all'accoglienza di una nuova vita e su un programma concordato con gli assistenti sociali. La somma complessiva impegnata per questo intervento, nel 2011, è stata di circa 194.000 euro.

 

Famiglie numerose. Un contributo per le famiglie con quattro figli minorenni. Sono 129 le famiglie beneficiare dell'Ambito e, di queste, 83 sono di Manfredonia. Anche qui vi è un programma concordato con i Servizi Sociali. A giugno hanno ricevuto la prima parte e ora l'intera seconda dotazione sarà concessa a quei nuclei familiari i quali hanno documentato le spese sostenute a favore dei figli. Le famiglie che non potranno documentare le spese e gli impegni presi con i Servizi Sociali riceveranno solo una parte del contributo e quella rimanente a gennaio. La somma totale erogata nel 2011 per le famiglie numerose, a livello di Ambito, è di 152.000 euro.

 

Contributi straordinari. Nei prossimi giorni saranno erogati anche i contributi straordinari. Gli stessi sono concessi due volte l'anno per venire incontro alle esigenze di famiglie, persone, anziani e disabili che presentano situazioni documentate di forte difficoltà. L'entità del contributo è stata graduata, in maniera differenziata, sulla base della gravità della situazione di disagio documentata ed evinta dai rapporti informativi. La somma impegnata, interamente dal bilancio comunale, è di oltre 160.000 euro. Vi sono delle priorità da rispettare: nuclei monogenitoriali (prevalentemente donne) con minori a carico, gravi patologie, eventi dannosi improvvisi e straordinari cui non si riesce a far fronte. Le domande pervenute sono state 748, oltre cento in più rispetto al totale dello scorso anno. Gli ammessi a godere di questo beneficio 627 e i respinti 121.

 

"Dall'esame delle domande - dice l'Assessore alle Politiche Sociali, Paolo Cascavilla - emerge un quadro in evoluzione di nuove forme di fragilità sociale e di povertà. Ci sono gli effetti tangibili della crisi, la chiusura delle aziende, l'aumento delle separazioni, le difficoltà sul problema della casa. Su questi aspetti ci sarà, venerdì 16 dicembre prossimo, una riunione presso i Servizi Sociali per una valutazione dei bisogni, per apportare dei correttivi nell'aiuto che viene offerto e per rendere i controlli ancora più attenti".

 

"La povertà e l'aiuto alla famiglia - ribadisce il Sindaco, Angelo Riccardi - sono aspetti ai quali prestiamo la massima attenzione. Le risorse in campo, in questo fine anno, sono notevoli e superiori a quelle dello scorso anno. Agli interventi sopra riportati aggiungiamo anche quelli rivolti alle associazioni che operano sul campo: mense per la fasce povere, sostegno alle famiglie, ospitalità offerta a persone che vivono in condizioni di marginalità, attività rivolte all'inserimento sociale dei disabili. E anche in questo ambito, in modo attento e ben motivato, daremo contributi per circa 40.000 euro".

 

Share
Slideshow Image 1
Banner