Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 19 Ottobre 2019

Inaugurata a Cisternino, presso la Cooperativa Allevatori Valle d’Itria (S.P. Gravina di Castro, 14), la ‘Bottega di Campagna Amica’, inserita nella prima grande catena di Vendita Diretta Organizzata della Filiera Agricola Tutta Italiana e dell’annessa sala di degustazione della C.A.V.I.

Hanno partecipato i Presidenti della Coldiretti Puglia e Brindisi, rispettivamente Gianni Cantele e Sergio Botrugno, e la Responsabile Nazionale della Sezione Promozione di Fondazione Campagna Amica, Raffaella Cantagalli.

“La Bottega di Campagna Amica di Cisternino - commenta il Presidente della Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - rappresenta un esempio straordinario delle potenzialità della prima catena di vendita diretta organizzata degli agricoltori italiani, un nuovo e moderno canale commerciale che si affianca alla Grande distribuzione e ai negozi di prossimità e che va ad integrare la rete già attiva delle Fattorie e dei Mercati di Campagna Amica. Si tratta di un vantaggio per i produttori, ma anche per i consumatori che in ogni bottega di Campagna Amica possono acquistare l’intera gamma di prodotti della Filiera tutta Agricola e tutta Italiana, realizzati e trasformati direttamente dagli agricoltori”.

L’architettura commerciale si fonda su quattro perni: la Fondazione Campagna Amica, che garantisce origine italiana e filiera degli agricoltori; il Consorzio Produttori che è lo strumento per realizzare la “catena”; l`imprenditore agricolo che offre il proprio prodotto; il punto vendita denominato “La Bottega di Campagna Amica”.

I dati sono inconfutabili: il Sud è molto attento e sensibile alla sana alimentazione, battendo il Centro Nord di oltre 5 punti percentuali. “I consumatori preferiscono di gran lunga acquistare prodotti freschi e di stagione direttamente dai produttori – commenta il Direttore della Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - piuttosto che avventurarsi nell’oceano di offerte che gli iper propongono. I prodotti più acquistati sono le insalate, le carote e i pomodorini da utilizzare in casa o fuori e cominciano a diffondersi le vaschette di frutta già tagliata e sbucciata, pronta all’uso senza doversi “sporcare le mani” e da gustare come snack rompi-digiuno durante la giornata o come risparmia-tempo”.

La Bottega di Campagna Amica presso la CAVI a Cisternino offrirà dal campo alla tavola il Parmigiano Reggiano, il Bra, il riso, venduti a Bari come a Lecce, in Trentino Alto Adige e in Sicilia, anche se non sarà presente personalmente il produttore. E così per i vini, l’olio, i salumi, le conserve, le verdure e tutti gli altri prodotti dell’agricoltura che completeranno la gamma offerta in ogni bottega.

“Il nostro obiettivo è ‘culturale’ – spiega il Presidente della Coldiretti Brindisi, Sergio Botrugno - consiste nel tentare di cambiare abitudini di consumo sbagliate che si sono diffuse ovunque e formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell' agricoltura con i cibi consumati ogni giorno”.

“Oggi meno della metà (45%) dei giovani di età compresa tra i 12 e i 19 anni – continua il Direttore della Coldiretti Brindisi, Aldo De Sario - consuma frutta tutti i giorni, come conferma il Rapporto sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza, realizzato da Eurispes in collaborazione con Telefono Azzurro, che per l'occasione ha intervistato oltre cinquemila ragazzi. La stessa indagine rileva che i giovani non consumano frutta solo a tavola con la famiglia ma in un caso su dieci (9,6%) anche come snack fuori pasto preferendola secondo Eurispes alle merendine (8,2%), alle patatine fritte (6,4%), alla cioccolata e caramelle (6,2%)”.

P1080835

 

Ieri sera presso la sala conferenze del Gal Terra Dei Messapi a Mesagne una tavola rotonda tra i massimi esperti del turismo rurale . L’incontro moderato ed organizzato dal direttore del GAL Antonio Legittimo a visto, dopo i saluti di rito portati da Franco Scoditti sindaco di Mesagne,alternarsi gli interventi di Fausto Faggioli, project e territorial marketing manager, uno dei massimi esperti europei nello Sviluppo delle Aree Rurali nonché Presidente di E.A.R.T.H. Academy (European Academy for Rural Territories Hospitality) e di Agostino Marco Basile, formatore esperto di MKT turistico ed enogastronomico. Il Faggioli ed il Basile hanno posto l’accento sull’importanza di creare una nuova figura imprenditoriale che sappia affrontare le tematiche dello sviluppo economico del nostro territorio,al fine di valutarne le possibili opportunità di crescita,mediante la collaborazione tra gli imprenditori locali, le istituzioni pubbliche e i Gal della Regione Puglia. Plauso alle proposte dei relatori nell’intervento del presidente del Gal Terra Dei Messapi Damiano Franco che illustrato l’impegno profuso dal gruppo di azione locale da lui gestito, che verrà confermato anche nell’ambito del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) Puglia 2014-2020 atto a favorire lo sviluppo locale attraverso un ruolo attivo delle diverse componenti economiche del mondo rurale. Il ruolo della comunicazione e formazione è stato invece messo in risalto dal Responsabile della animazione Cristiano Legittimo che ha rimarcato l’opportunità data ai giovani di approfondire le tematiche dello sviluppo rurale e di avere le conoscenze adeguate per interagire con gli operatori del territorio e i Tour Operator, ponendo le basi per la creazione di un’offerta locale appetibile ai mercati nazionali ed esteri. La tavola rotonda non resterà fine a se stessa ,tutti i protagonisti Faggioli e Basile in primis ritorneranno ad incontrarsi ed incontrare tutti coloro i quali hanno interesse il reale allo sviluppo del territorio attraverso il mondo rurale.

Da sinistra Stefano Massimino, Donato Fanigliulo e Martino Grassi

 

È stato presentato ieri in conferenza stampa nella sede sociale di Via Pepe, n. 15, il programma di festeggiamenti previsti per domenica 6 ottobre 2013, giornata celebrativa dei 150 dalla fondazione della Società Operaia di Mutuo Soccorso Onlus di Fasano.

Ad illustrare le varie iniziative ai giornalisti presenti è stato il presidente del sodalizio, prof. Donato Fanigliulo, il quale sottolineando l’importanza dell’evento, ha colto l’occasione per ricordare le numerose attività che la Società operaia ha svolto e continua a svolgere a beneficio dei suoi associati e dell’intera collettività fasanese.

I festeggiamenti di domenica 6 ottobre si avvieranno con una celebrazione eucaristica, prevista per le ore 8:45, presso la chiesa Matrice in Fasano, officiata da don Sandro Ramirez, priore della città.

Alle ore 10, a conclusione della S. messa, dalla chiesa Matrice si muoverà un corteo che raggiungerà Piazza Ciaia dove sarà deposta una corona commemorativa innanzi alla targa dedicata ai Caduti del secondo conflitto mondiale.

Il corteo, poi, si sposterà presso la sede sociale della SOMS dove sarà dapprima scoperta una targa a ricordo dei 150 anni della Società operaia, sorta il 9 luglio 1863 grazie all’intuizione di un gruppo di artigiani di Fasano.

Si procederà successivamente all’inaugurazione della mostra di foto d’epoca “Fasano nel buon tempo”, allestita nella sala lettura. Il momento conclusivo della mattinata sarà affidato al noto storico prof. Vito Antonio Leuzzi, il quale nella sala conferenze terrà una prolusione sul rilievo storico dei 150 anni raggiunti dalla SOMS di Fasano. Alla manifestazione, che sarà condotta dall’avv. Martino Grassi, sarà presente anche il sindaco di Fasano, dott. Lello Di Bari.

Durante la stessa giornata di domenica 6 ottobre, recandosi presso la sede della SOMS, sarà possibile ottenere uno speciale annullo filatelico che Poste Italiane ha voluto riservare all’importante ricorrenza.

Alla manifestazione saranno presenti anche numerosi delegati di altre Società di mutuo soccorso provenienti da ogni parte d’Italia.

Per la ricorrenza è stato realizzato un numero unico de “La stretta di mano”, pubblicazione in cui vengono riportate riflessioni e considerazioni sull’importante evento scritte da numerosi esponenti del mondo politico e culturale.

Nell’ambito delle celebrazioni del centocinquantesimo anno dalla fondazione, inoltre, il consiglio di amministrazione della SOMS ha deliberato che coloro che si iscriveranno al sodalizio entro il 9 luglio 2014 riceverranno una significativa agevolazione sul contributo di ammissione.

auser musici e manuela ranno

 

Proseguono, riscuotendo meritato successo, gli appuntamenti della XVI edizione del Barocco Festival “Leonardo Leo”.

A Carovigno il folto pubblico ha mostrato con lunghi applausi l’ampio gradimento per l’esibizione dell’ensemble Auser Musici nel suggestivo cortile interno del Castello Dentice di Frasso.

Sul palco il maestro Carlo Ipata, al traversiere, con la sua ensemble e il soprano Manuela Ranno, hanno proposto, ed eseguito in maniera impeccabile, un repertorio di musiche di rara bellezza di Thelemann, Haendel, Vivaldi e Gasparini incentrate sugli amori, inganni e tradimenti del ‘700.

Storia e musica, quindi, hanno saputo intrecciarsi sapientemente per offrire agli spettatori il risultato sperato anche dagli organizzatori ed in particolare dal direttore artistico Cosimo Prontera che nel corso della serata ha ringraziato l’amministrazione comunale di Carovigno per aver fornito il meraviglioso e suggestivo Castello Dentice di Frasso.

“Gli spettatori- ha dichiarato il maestro Prontera- possono godere al meglio della musica di altissima qualità quando farà da sfondo una splendida cornice architettonica come questa. Il tutto per allietare occhi e orecchie”.

Presente anche l’assessore comunale con delega alla cultura Pascale Maria che ha ringraziato il maestro e il comune di San Vito dei Normanni per aver scelto Carovigno per uno degli appuntamenti del Barocco Festival.

Il prossimo concerto si terrà sabato 31 agosto, a Francavilla Fontana, nel Castello Imperiali, con l’ensemble Accademia Hermans, diretta dal maestro Fabio Ciofini, e il soprano Roberta Mameli.

panoramica carovigno

foto.conferenza stampa

 

E’ stata presentata questa mattina, venerdì 9 agosto, in Prefettura, la XVI edizione del Barocco Festival ‘Leonardo Leo’, il Festival Internazionale di Musica antica.

Per la quinta volta consecutiva è stato consegnato dal Prefetto, S.E. Nicola Prete, il Premio di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a conferma della notorietà raggiunta a livello nazionale e internazionale e dell’alto valore culturale del Festival.

Presenti alla conferenza stampa il direttore artistico del Festival, Cosimo Prontera, il subcommissario prefettizio della Provincia di Brindisi, Giovanni Grassi, il vicesindaco del Comune di Brindisi, Vincenzo Ecclesie, il sindaco del Comune di San Vito dei Normanni, Alberto Magli. S.E. il prefetto, nel corso della conferenza, ha manifestato il suo personale compiacimento ‘per il grande rilievo culturale che gode ormai da anni il Barocco Festival’. Inoltre, ha dichiarato: “Non è del tutto scontato in questo momento di grave crisi economica mantenere il livello di eccellenza e qualità. Con lo sforzo delle amministrazioni comunali partner e degli sponsor anche quest’anno il Festival è riuscito a consolidare un ricco e variegato programma. Questi sforzi hanno permesso non solo di mantenere alto il livello ma anche di far conoscere e promuovere le eccellenze della nostra terra per veicolare il marchio ‘Salento’ anche all’estero. Il Barocco Festival rappresenta, quindi, un importante gioiello del nostro territorio”.

Alla fine della cerimonia di conferimento della medaglia il maestro Cosimo Prontera ha illustrato ai presenti il programma della XVI edizione.

Nove appuntamenti di rarissimo ascolto, tra cui una prima esecuzione in tempi moderni degli Intermezzi ‘Elisa e Tullo’ dall’Opera Zenobia in Palmira di Leonardo Leo in forma scenica; la Notte Barocca con tre concerti nel centro di Brindisi con interpreti di eccezionale valore, compresa una prima nazionale del concerto ‘Hiberia’ con l’Ensemble EX; il concerto all’organo del direttore d'orchestra, organista e clavicembalista olandese di richiamo internazionale Ton Koopman; ‘I colori sacri di Vivaldi’ con l’Accademia Hermans; un recital sugli affetti ‘Amori, Inganni e Tradimenti’ con il soprano Manuela Ranno, Auser Musici e Carlo Ipata e tanto altro.

Questo, in sintesi, il programma della XVI edizione del Barocco Festival 'Leonardo Leo' che, come ha dichiarato il direttore artistico del Festival “nonostante il momento di oggettiva difficoltà del mondo culturale e musicale che attraversa il nostro paese e in particolare il Sud, il Barocco Festival non retrocede nel suo impegno ma, addirittura, rilancia con concerti e musicisti di spessore internazionale”.

Dal 21 agosto al 6 settembre, sette serate dedicate alla musica antica che si svolgeranno in cinque comuni: San Vito dei Normanni, Brindisi, Carovigno, Francavilla Fontana, Mesagne.

L’opera inaugurale – Zenobia in Palmira di Leonardo Leo – sarà affidata alla bacchetta del direttore artistico del Barocco Festival, Mo. Cosimo Prontera, insieme all'Orchestra Barocca La Confraternita de’ Musici.

La novità dell’edizione 2013 del Festival, infine, è segnata dalla presentazione del libro ‘Recitar Cantando, Il teatro d’opera italiano’ del prof. Piero Mioli, Palermo Ed. L’Epos 2013, alla presenza dell’autore.

 

Il Barocco Festival ‘Leonardo Leo’ è patrocinato da Unione Europea, Regione Puglia (assessorato dalla Cultura, Turismo e Mediterraneo), Provincia di Brindisi (assessorato alla Cultura), Città di San Vito dei Normanni (assessorato alla Cultura), con la fattiva collaborazione del Comune di Brindisi, del Comune di Mesagne, del Comune di Carovigno e del Comune di Francavilla Fontana.

Main Sponsor: Enel Green Power; Camera di Commercio di Brindisi, Ance Brindisi.

Sponsor: Confagricoltura Brindisi, Stp Brindisi, Cantina San Donaci, Giobet.it.

 

 

Questo il programma nel dettaglio:

mercoledì 21 agosto San Vito dei N.nni - ore 21.00 Villa Europa

prima esecuzione in tempi moderni

Intermezzi ELISA e TULLO dall’Opera Zenobia in Palmira

in forma scenica

Libretto di Apostolo Zeno

Musica di Leonardo Leo (1694 - 1744)

Orchestra Barocca La Confraternita de’ Musici

Cosimo Prontera direttore

giovedì 22 agosto San Vito dei N.nni - ore 21 chiostro dei domenicani

Presentazione: RECITAR CANTANDO, Il teatro d’opera italiano

in 4 vol. di Piero Mioli, Palermo Ed. L’Epos 2013; alla presenza dell’autore.

sabato 24 agosto Brindisi

NOTTE BAROCCA 

• Atrio Palazzo Nervegna - ore 20.30

PIU’ VIZZI CHE VIRTU’. La festa rinascimentale

musiche di M. Cara, M. Pesenti, D.Timoteo, B. Tromboncino.

Ensemble strumentale Anonima Frottolisti &

Tempus Saldandi ensemble danze storiche

 

• Castello Svevo ore 21.30

LE STAR ? FARINELLI, SENESINO, CAFFARELLI ..., : I castrati

Musiche di L. Leo, A.Vivaldi e G.F.Haendel.

Paolo Lopez Sopranista

Orchestra Barocca La Confraternita de’ Musici

Cosimo Prontera direttore al cembalo

 

• Chiostro degli Scolopi ore 23.30 (prima nazionale)

HIBERIA. Folie, chaccone e fandango, la Spagna e l’Irlanda nel XVII sec.

musiche di S. de Murcia, A. Martín y Coll, A. Martín y Coll, J. Arañés

Ensemble EX

Eric Fraad & Caitríona O’Leary, artistic directors

Clara Sanabras canto

 

martedì 27 agosto, Carovigno – Castello Dentice di Frasso ore 21.00

AMORI, INGANNI e TRADIMENTI. Arie e brani strumentali negli affetti del 700.

musiche di G. Ph. Thelemann, G. F. Haendel, A. Vivaldi, L. Leo.

Manuela Ranno soprano 

Auser Musici

Carlo Ipata traversiere e direzione

sabato 31 agosto, Francavilla Fontana - Castello Imperiali ore 21.00 

I COLORI SACRI di VIVALDI. I mottetti

musiche di Antonio Vivaldi

Roberta Mameli, Soprano

Accademia Hermans

Fabio Ciofini, organo e direzione

mercoledì 3 settembre, Mesagne - chiesa matrice ore 21.00

UNA MACCHINA PERFETTA. L’Organo

musiche di G. Frescobaldi, J.P. Sweelinck, P. Bruna, J.S. Bach, L.Leo

Ton Koopman organo

Venerdì 6 settembre, S. Vito dei N.nni - Chiostro dei Domenicani ore 21.00

I MANOSCRITTI DELLA NEW YORK LIBRARY

Le Sonate per flauto e basso continuo di Leonardo Leo

Tommaso Rossi & Ensemble Barocco di Napoli.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI