Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 19 Settembre 2019

Si è tenuto, martedì otto novembre presso l’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, un primo incontro tra Loredana Capone Vice Presidente della Giunta Regionale con delega allo Sviluppo Economico, Filippo Caracciolo Consigliere Regionale, Gioacchino Maselli Amministratore Unico di Puglia Sviluppo s.p.a, Antonio De Vito, Direttore Generale di Puglia Sviluppo s.p.a, Michele Dibenedetto Consigliere Comunale, Presidente II Commissione Consiliare Attività Produttive e Sviluppo Socio Economico e Lavoro, dott.ssa Santa Scommegna Dirigente Settore Attività Produttive comune di Barletta, Di Palma Raffaele e Damato Giuseppe Presidente e Vice Presidente dell’Associazione Manifatturieri Terzisti [sigla AMT] BAT di Barletta. Oggetto dell’interlocuzione la situazione di grave difficoltà che sta affrontando il settore tessile a Barletta, soprattutto in conseguenza ai tragici eventi del 3 ottobre. Il crollo della palazzina di via Roma che è costato la vita a quattro operaie del settore e alla figlia dei titolari dell’opificio in cui lavoravano ha infatti acceso i riflettori sull’intero settore, che se da un lato hanno messo in risalto le condizioni di estrema precarietà in cui versa il manifatturiero nel nord barese, dall’altro ha sollevato una serie di problematiche che affliggono i piccoli imprenditori costretti ormai alla sopravvivenza, vista la concorrenza proveniente dai paesi orientali e la conseguente crisi che attanaglia il settore ormai da anni. Già nelle ultime settimane (28 ottobre ultimo scorso) una rappresentanza dei manifatturieri terzisti era intervenuta sulla stampa cercando da un lato di cancellare l’alone di sospetto che circonda il settore e dall’altro chiedendo un forte intervento delle istituzioni a favore del tessile. Tra le misure invocate: “l'abbattimento della tassa rifiuti e contributi per le ingenti spese di trasloco ed allestimenti per coloro i quali decidono di spostare la loro attività in locali idonei secondo quanto previsto dalle normative vigenti; contributi per l'esecuzione di lavori di muratura presso alcuni capannoni già individuati nella zona industriale; convenzioni con ordini professionali e consulenti; convenzioni con i mezzi di trasporto pubblico per tutte quelle lavoratrici che si recano presso il proprio luogo di lavoro.”

“Queste esigenze e proposte legittimamente portate alla luce dall’associazione Manifatturieri Terzisti Bat” – dichiara Caracciolo - “sono state portate al vaglio dei competenti ordini regionali nella convinzione che quanto prima la politica possa dare una risposta concreta all’imprenditoria sana di Barletta. ”

“La prevenzione delle malattie allergiche: dallo studio dell’ambiente al ruolo del management”. E’ questo il tema del convegno che si terrà sabato 7 maggio a Barletta presso la Sala Rossa del  Castello alle ore 9, promosso dalla Cattedra e Scuola di  Specializzazione in Allergologia ed Immunologia Clinica  dell’Università di Bari - Aldo Moro e dall’Amministrazione Comunale di   Barletta. Nell’ambito dell’evento si farà il punto sull’importante  progetto di ricerca che, dal maggio 2009, viene condotto a Barletta da ricercatori dall’Università di Bari. Il progetto mira a una completa   mappatura dei pollini allergenici presenti nell’atmosfera del  capoluogo della provincia BAT, estesa a tutto l’arco dell’anno. Nel corso de Convegno  verranno presentati i risultati dei primi due anni di monitoraggio  continuativo. “Si tratta di un’iniziativa significativa – spiega il  Prof. Luigi Macchia, Direttore della Scuola di Specializzazione - perché le malattie allergiche, in particolare quelle scatenate dai  vari tipi di polline allergenico, costituiscono un grave problema di salute pubblica. Gli studi in corso, basati su metodologie aerobiologiche, di cui siamo stati pionieri a Bari sin dai primi anni  ‘80  vengono a colmare un’importante lacuna nella nostra regione, poiché non era stata mai attuata una mappatura pollinica in tutta  l’area dell’attuale provincia BAT”. Il progetto in corso si propone,  dunque, anche un altro ambizioso obiettivo: raccogliere dati sull’impatto ambientale a Barletta di quello che può essere considerato il più pericoloso di tutti gli allergeni pollinici - il  polline di Parietaria – al fine di attuare efficaci campagne di eradicazione di questa pianta che, come è noto, infesta soprattutto i centri urbani. Questo piano di lavoro rientra nell’ambito del Progetto  “Città Sane”, promosso dall’Assessore all’Ambiente del Comune di Barletta, Salvatore  Filannino.

Un altro significativo aspetto della prevenzione delle malattie   allergiche e dell’asma, di cui il convegno si occuperà, è quello del  management ed, in particolare, del management  infermieristico  (l’argomento verrà trattato dalla Prof.ssa Maria Filomena Caiaffa, Presidente del Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università di  Foggia). Barletta è infatti sede del Polo Didattico Universitario di  Infermieristica della Facoltà Medica dell’Università di Foggia. Sarà, pertanto, il Magnifico Rettore dell’Università Dauna, Prof. Giuliano  Volpe, ad aprire i lavori del convegno.



Coordinatore Scientifico:


Prof. Luigi Macchia

Direttore della Scuola di Specializzazione

in Allergologia ed Immunologia Clinica dell’Università di Bari - Aldo Moro 
Tel. 080/5478817

Infotel: 334/3137664

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI