Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 20 Aprile 2018

Vogliamo città più pulite e vivibili, e lo chiediamo liberando strade e piazze dai rifiuti. Un gesto simbolico e concreto di educazione civica e rispetto del  territorio. Bisogna puntare decisamente sul rafforzamento del  porta a porta, coinvolgendo i cittadini senza ulteriori spreco di soldi. Naturalmente spazzare non basta, è il modello di gestione dei nostri rifiuti in città va cambiato,magari eliminando gli anacronistici cassonetti e passando vera e non effimera raccolta differenziata con un porta a porta costante, puntando sulla prevenzione e la riduzione di massa della spazzatura. Tanti volontari che hanno voluto condividere, con noi alla pulizia di diversi siti della nostra città e regione, in occasione di Puliamo il Mondo 2017, dimostrano che i partenopei hanno una gran voglia di cambiare i loro territori con gesti di impegno concreto. Se una persona vive questa esperienza, ne rimane contagiato. Quella di Legambiente è un’iniziativa importante perché dà un messaggio chiaro ai cittadini. Bisogna fare in modo che a Napoli ed in tutta la regione cresca il volontariato ambientale. Invieremo presto al Prefetto di Napoli di sollecitare le istituzione locali a varare una delibera per fornire attrezzi ai volontari, individuare aree specifiche e creare una specie di Albo per sapere a chi rivolgersi quando si vuole partecipare a queste iniziative. Cosi  Dirigenti Nazionali Rosario Lopa, componente del Dipartimento Nazionale Ambiente Territorio Turismo Agroalimentare, e Alfredo Catapano, componente del Dipartimento Commercio e Pmi del Movimento Nazionale per la Sovranità di Alemanno e Storace.

Al Teatro Augusteo di Napoli, sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017, sarà in scena lo spettacolo di musica e cultura napoletana Bentornata Piedigrotta III Edizione, di Leonardo Ippolito.

Sul palco dello storico teatro napoletano gli artisti Lello Pirone e Natalia Cretella, in uno spettacolo brioso, allegro, senza soste e al tempo stesso di grande valore storico-culturale: un’intensa messa in scena dell’antica Piedigrotta, che vide tra i suoi protagonisti i più prestigiosi cantanti e attori della tradizione artistica napoletana.

Lo spettacolo è una sorta di rievocazione moderna della festa, per i napoletani che amano la loro tradizione e per i tantissimi turisti in città. Uno spettacolo da non perdere, che trasmette indimenticabili emozioni attraverso le melodie e i versi dei grandi autori napoletani, suonate da un'orchestra dal vivo e arrangiate dal Maestro Ginetto Ferrara.

 

Con Lello Pirone e Natalia Cretella, in scena artisti come Christian Moschettino, Marilù Russo, Luca Sorrento, Carlo Liccardo, Fabiana Russo, Francesca Maresca, Enzo Esposito e Francesco Viglietti.

 

Balletto “Bentornata Piedigrotta” con le coreografie di Francesco D’Anna.

Arrangiamenti e direzione musicale del Maestro Ginetto Ferrara.

Costumi di Antonietta Rodo.

Luci e fonica a cura di Ciro Michele ed Enrico Napolitano.

Grafica di Max Laezza.

 

 

Giorni e orari spettacoli

 

Sabato 30 settembre alle ore 21:00

Domenica 01 ottobre alle ore 18:00

 

Prezzi

 

Poltrona di platea 30,00 euro

Poltroncina di galleria 20,00 euro

"Una delle più note e diffuse leggende metropolitane racconta che all'indomani della posa in opera della fontana Itaca, al centro dell'isola pedonale di via Scarlatti, eravamo alla vigilia del Natale del 1.999, qualche buontempone abbia fatto ritrovare, al suo interno, alcune anguille - esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Da oggi questa leggenda dovrà essere rivisitata, dopo che stamane, tra la meraviglia e la curiosità dei numerosi passanti, all'interno della fontana sono state notate due pantofole, peraltro in buono stato d'uso ".

"Ignoti, al momento, gli autori di questo ennesimo episodio che pone di nuovo al centro dell'attenzione la fontana dell'artista partenopeo Ernesto Tatafiore - aggiunge Capodanno -. Altrettanto ignoto il significato e il messaggio che ha voluto lanciare l'autore del gesto. L'unica cosa certa è che l'evento non sta mancando di suscitare grande interesse nei giocatori del lotto ".

"Peraltro, dalla fine del mese di giugno la fontana è ferma, oggetto anch'essa di provvedimenti atti a limitare il consumo d'acqua per le fontane pubbliche - prosegue Capodanno. A conferma il fatto che sulla cima del cono che simboleggia il Vesuvio è ancora presente un cartello, con il quale l'ABC, Acqua Bene Comune, l'azienda napoletana per la gestione dell'acqua, informa i cittadini che "visto lo stato di carenza idrica e siccità che investe la Ragione, la fontana è stata posta momentaneamente fuori servizio per contenere il consumo d'acqua " ".

"Da allora sono dunque trascorsi tre mesi - puntualizza Capodanno -. Nel frattempo, nella fontana, priva di manutenzione quotidiana, si accumulano rifiuti di vario genere. Rifiuti che, quando piove, dal momento che l'acqua piovana, non avendo la possibilità di defluire, resta stagnante all'interno della fontana,  galleggiano in parte sulla stessa. Di certo non è un bel vedere per una delle strade principali del quartiere collinare, meta dello shopping di tanti napoletani ".

"In verità questa fontana, installata al centro dell'isola pedonale di via Scarlatti quasi diciotto anni addietro - ricorda Capodanno -, in passato, è stata al centro di numerose iniziative, sovente alla ribalta anche delle cronache, culminate con manifestazioni e petizioni tese a  chiederne lo spostamento. Proprio di recente, sulla questione, era intervenuta anche la municipalità collinare e sembrava che le richieste pervenute da tanti cittadini avessero finalmente trovato ascolto. Si era infatti diffusa la voce che sarebbe stata spostata all'uscita della tangenziale in via Cilea, dove, di recente, sono stati eseguiti lavori per una diversa disciplina del traffico, con la creazione di un'area a forma di goccia al centro della quale avrebbe trovato collocazione la fontana in questione ".

"Ma poi tutto è caduto nel dimenticatoio e, almeno per il momento, la fontana è rimasta al suo posto - prosegue Capodanno -. A questo punto delle due l'una: o la fontana viene ripristinata nel suo funzionamento, con la ripresa anche delle normali quotidiane attività di manutenzione in attesa di una diversa collocazione o la si sposta sin d'ora in un altro sito, così come auspicato da tempo da più parti ".

Abbiamo la fortuna che le  iniziative-manovre del Governo e dei suoi sostenitori, la demagogia di Palazzo Santa Lucia e l’effimero di Palazzo San Giacomo, non ci hanno tolto la possibilità di festeggiare San Gennaro, che rappresenta l'identità culturale della nostra comunità. La giornata del 19 settembre rappresenta un sentimento forte vista la grande partecipazione dei napoletani alle celebrazioni, a cominciare dalla messa nel Duomo. La festa del patrono è inoltre una giornata importante per l'intera città, al di là delle credenza religiose, perché coinvolge tutti i partenopei che riscoprono il senso della loro comunità, quello stare assieme che è la radice del nostro Comune, con la speranza di un cambiamento, il miglioramento del tessuto sociale e uno sguardo particolare a chi e in difficoltà, con lo spirito della speranza per Napoli e la Campania perché il riscatto si ottiene solo se c'è voglia di cambiare e accettare la sfida. Un lavoro quotidiano che stiamo facendo e dobbiamo fare per il riscatto socio-economico ma anche della forte tradizione religiosa del nostro territorio. Cosi i Dirigenti Nazionali Rosario Lopa, e Alfredo Catapano, del Movimento Nazionale per la Sovranità di Alemanno e Storace, commentando subito dopo la riproposizione del Miracolo della liquefazione del Sangue da parte di San Gennaro Santo Patrono di Napoli.

 

Venerdì 8 settembre, a Napoli presso la sede della scuola d’arte “In Form of Art”, si è svolto il vernissage “Notte di Venere”, una serata dedicata all’amore e alla bellezza dell’arte e della cultura della Campania, a cura della giovane associazione “Animum debes mutare”.

 

Arte, musica, prosa e degustazioni enogastronomiche sono state protagoniste della “Notte di Venere”, il vernissage che ha ‘battezzato’ la rinnovata galleria della scuola d’arte napoletana del Maestro Chiuchiarelli e la nascita dell’associazione “Animum debes mutare” del Presidente Alessandro Mazzarelli. Nel corso della serata si è registrata una grande affluenza di pubblico, sensibile riguardo la tutela dello straordinario patrimonio artistico, storico e culturale della Campania.

 

Gli interventi del Prof. Alessandro Mazzarelli, riguardo la mission dell'associazione che prevede anche la salvaguardia di siti e musei attraverso la ricerca di finanziamenti pubblici e privati da devolvere al Patrimonio artistico e culturale della Campania, si sono alternati a performance artistiche molto apprezzate: la cantautrice sarda Claudia Loddo ha presentato due sue canzoni inedite; e l’attrice e autrice Iolanda Schioppi, accompagnata dalla chitarra di Pasquale Ruocco, ha recitato in abito storico una narrazione estratta dal "Medea" di Euripide e un brano di "Troiane, figlie di un dio minore?”, sua inedita trasposizione in napoletano da Euripide.

 

Le degustazioni enogastronomiche tradizionali della nostra regione sono state offerte dal produttore “I Sapori dell’Arte” di Cusano Mutri; e dalla “Masseria Campito” di Gricignano di Aversa.

Alla serata hanno partecipato istituzioni scolastiche e rappresentanti dei Comuni della Campania coinvolti nelle attività dell’associazione.

 

 

Durante il vernissage è stato presentato anche il programma 2017/2018 dell’associazione “Animum debes mutare”, che prevede le seguenti attività:

 

Incontri

 

14-15 settembre

Napoli - Scuola d’Arte In Form of Art

Trucco e Cosmesi dall’antico Egitto a Roma Imperiale

 

21-22 settembre

Teano - Museo Archeologico di Teano

Quo vadis? Viaggio nel cinema di rievocazione storica

 

19-20 ottobre

Napoli - Orto Botanico

Le notti di Venere – Fiera del vino di Castelvenere

Esperti di enologia illustreranno i processi di produzione del vino

 

15-16 novembre

Avella - Palazzo Ducale di Avella

seminario

La medicina cinese ai tempi dei Romani

Lezioni pratiche tra arte e scienza

 

23 novembre

Napoli - Museo di Fisica

Storia della collezione di Mineralogia

 

9-31 dicembre

Napoli - Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Mostra fotografica sui comuni Campani di Avella, Castelvenere, Teano

 

15 febbraio

Napoli - Museo di Fisica

Storia della collezione di Antropologia

 

11 aprile – 8 maggio

Teano - Museo Archeologico di Teano  

Cerreto Sannita - Museo Civico e della ceramica Cerretese  

Mostra itinerante su Alessandro Magno

12 pannelli dipinti raccontano la storia del grande condottiero.

I quadri saranno spiegati da esperti di storia greca.

Il percorso di visita prevede una breve conferenze con attestato per le scuole superiori.

La mostra tende ad evidenziare l’importanza del mito di Alessandro in opere presenti nei musei di tutto il mondo e in particolar modo presso il MANN di Napoli.

 

 

Formazione

 

Napoli - L’associazione “Animum debes mutare” ha firmato un protocollo d’intesa in esclusiva per tutto quello che riguarda le visite guidate e l’accoglienza all’interno del Conservatorio di San Pietro a Majella, il protocollo prevede attività triennali che seguiranno tutti i percorsi calendarizzati nella stagione concertistica. Le classi interessate a effettuare attività di accoglienza presso il Conservatorio potranno richiedere di prenotarsi in un giorno a scelta sul calendario degli eventi ed essere seguiti da un docente tutor che svolge da anni questa attività. Per le tutte attività, che si svolgeranno sempre in orario pomeridiano 18:00 - 19:30, sarà rilasciato certificato di partecipazione.

 

Teano - Museo Archeologico di Teano

A marzo il Laboratorio di Archeologia

Ricostruzione di un Termopolium

Coordinamento Polo Museale e MANN di Napoli

 

Percorsi di visita

 

Teano - Museo Archeologico, Teatro Romano e monumenti del Centro storico. 

 

Avella - Anfiteatro Romano, Castello Normanno, Parco Partenio, la Necropoli e cioccolatificio per la produzione di nocciole

 

Castelvenere - Cantine ipogee, monumenti del Centro storico e Parco Rascolagatti. 

 

Cerreto Sannita - Monumenti del centro storico, Museo civico della ceramica cerretese, Santuario della Madonna delle Grazie, il Tempio della dea Flora, la chiesetta di San Giovanni Battista, il ponte di Annibale.

 

Cusano Mutri - Monumenti del Centro storico.

 

Torrecuso - Monumenti del Centro storico, percorso enogastronomico sulla produzione del vino Aglianico.

 

Durante gli incontri riservati agli studenti sarà rilasciato certificato di frequenza a uso scolastico.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI