Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 18 Giugno 2019

Premio-2015-manifesto_CONFlocandina

Si è svolta presso la casa comunale di Pizzo, la conferenza stampa di presentazione del Premio Internazionale Liber@mente 2015. All'incontro, e in rappresentanza degli enti organizzatori, sono intervenuti Sandro Scoppa, presidente della Fondazione “Vincenzo Scoppa”, Gianluca Callipo, Sindaco della Città di Pizzo, Rossella Galati, direttore della rivista Liber@mente, e Angela Fidone, coordinatore del Tea Party Calabria.

Il Premio, giunto alla VII edizione, sarà conferito nel corso della cerimonia che si svolgerà il prossimo 29 agosto 2015, con inizio alle ore 22, nello splendido Castello Murat di Pizzo, nei pressi della panoramica piazza della Repubblica, a Corrado Sforza Fogliani, past president di Confedilizia e attuale presidente del suo centro studi nonché presidente di Assopopolari, Helio Marcos Coutinho Beltrão, presidente dell’Instituto Mises Brasil, e a Maurizio Carnevali, pittore e scultore. I premi sono costituiti dall’opera “Volo” di Angela Fidone.

Nel corso della serata saranno assegnati altresì degli speciali riconoscimenti a Teresa Procopio, sindaco del Comune di San Floro, e all’Associazione Gioacchino Murat Onlus di Pizzo.

La serata sarà condotta da Rossella Galati e Gregorio Calabretta e arricchita dai momenti musicali curati dai fiati dell’Orchestra “Città di Pizzo” e dal gruppo Gafate.

Il Premio è assegnato annualmente da una giuria, presieduta dal prof. Lorenzo Infantino, professore ordinario presso la Luiss Guido Carli di Roma.

Per Sandro Scoppa, presidente della Fondazione organizzatrice, “il Premio Internazionale Liber@mente è una iniziativa di alto valore culturale e nello stesso tempo di sensibilizzazione verso il tema della libertà, che è la precondizione per qualunque ulteriore meta. Esso vuole anche focalizzare l’attenzione sull’importanza della teoria liberale, che ha gettato una potentissima luce sul meccanismo dello scambio e ha posto dinanzi agli occhi di tutti i vantaggi che derivano dalla cooperazione sociale volontaria. Soprattutto, della sua più vasta estensione. Comprendere tutto ciò significa acquisire strumenti necessari per decifrare le dinamiche sociale e, soprattutto, le idee necessarie per capovolgere certi regressivi modelli di vita e per operare con successo nel mondo aperto”.

Per Gianluca Callipo, sindaco della città di Pizzo, “la cerimonia del Premio Internazionale Liber@mente 2015 è un’occasione per arricchire ulteriormente l’offerta culturale della città, con una manifestazione di rilievo internazionale. Essa esprime anche la volontà dell’amministrazione di fare di Pizzo un centro di riferimento importante di proposte culturali originali e di tenere vivo, non solo nel periodo estivo ma lungo l’arco dell’anno, quell’interesse culturale che è una caratteristica storica della gente di Pizzo”.

La manifestazione è organizzata dalla Fondazione “Vincenzo Scoppa” e della rivista Liber@mente in collaborazione con il Comune di Pizzo, la Fondazione Hayek Italia, la Confedilizia Catanzaro, la Fondazione Istituto Stella, il Tea Party Italia - Calabria, l’agenzia Antior - viaggi e turismo, la Jorfidabus - autolinee e noleggi.

Foto-cestini

Continua l’opera di promozione del territorio della Pro Loco Capo Vaticano. Infatti, è stato dato il via ai mercatini dell’artigianato e degli antichi mestieri che si svolgeranno ogni settimana a Capo Vaticano e Santa Domenica fino al 30 Settembre 2015.

Gli stand dedicati all’esposizione delle eccellenze artigianali locali verranno allestiti ogni Mercoledì a Capo Vaticano lungo Viale Berto dalle ore 20 e ogni Giovedì nella piazza di Santa Domenica di Ricadi alla stessa ora.

Ad allietare le serate vi sarà il tradizionale ballo dei giganti e, a serate programmate, alcuni gruppi di musica popolare etno – folk.

Con questa iniziativa, organizzata dalla Pro Loco Capo Vaticano con il supporto su Santa Domenica dell’associazione “Generazione Speranza”, si vuole offrire ai tanti visitatori dei nostri luoghi un’opportunità di contatto diretto con le nostre tradizioni, usi e costumi.

Alle serate parteciperanno infatti artigiani calabresi, provenienti anche dalle altre province,  che esporranno i loro prodotti che fanno parte delle eccellenze calabresi apprezzate in Italia  e nel mondo.

Sentiero Lacina - Lu Bellu

Camminare tra i boschi delle Serre significa immergersi in luoghi ricchi di fascino incontaminato, spiritualità e cultura. Per questo il Parco Naturale Regionale delle Serre, grazie al profili “Censimento e Creazione itinerari” del progetto “Natura e turismo” – nato dalla collaborazione con l’Azienda Calabria Lavoro” - ha messo in campo un’operazione senza precedenti: rendere fruibile a tutti il palcoscenico naturale di questo particolare giardino incastonato nel bel mezzo della Calabria attraverso la creazione di sentieri nuovi e il ripristino di quelli esistenti. Dopo alcune ricognizioni sulle montagne alla ricerca di un tracciato significativo che rispecchiasse nel contempo l’indole avventurosa e naturalistica degli escursionisti è stato individuato un sentiero che, partendo dalla zona umida della “Lacina”, nel comune di Brognaturo, passando tra i boschi di Stilo, giunge al rifugio montano sito in località “Lu Bellu” del Comune di Serra San Bruno. Il sentiero “Lacina – Lu Bellu” è un percorso di media difficoltà di quasi 8 km lungo il quale è possibile riconoscere i tratti di un vecchio tracciato anticamente utilizzato dai carbonai nel periodo delle Ferriere itineranti di cui rimangono alcuni manufatti in pietra e legno. Non mancano poi alcune imponenti formazioni granitiche modellate nel tempo dal vento e dalla pioggia che offrono alla vista sagome e profili cosi curiosi da lasciare intravedere forme del tutto inconsuete, né quelle lavorate dall’uomo e lasciate in loco in attesa di essere trasportate a valle. Il percorso si caratterizza anche per la presenza di pietre miliari che lasciano intendere come in epoca antica si trattasse di un’arteria montana di particolare importanza. E’ possibile, inoltre, tuffarsi tra le ciglia degli alberi monumentali e rinfrescarsi grazie all’acqua cristallina di due fontane che si trovano all’inizio e alla fine del percorso.

«La creazione di ulteriori ulteriori naturalistici – ha detto il Commissario straordinario del Parco delle Serre Antonio Errigo – rappresenta un nuovo ed importante approccio col territorio dell’Area protetta della Regione Calabria. Il comprensorio montano delle Serre è, infatti, un importante crocevia di numerosi ed antichi percorsi che un tempo permettevano lo spostamento delle genti attraverso la montagna. Oggi la volontà del Parco è quella di recuperare e ripristinare queste testimonianze attraverso la riqualificazione della sentieristica, renderla fruibile per farla entrare di diritto nella rete escursionistica nazionale».

 

FOTO

ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente che lotta ogni giorno al fianco delle comunità più povere. In Italia è presente da oltre 20 anni e da qualche mese è attiva anche nel Vibonese, a livello locale, grazie alla creazione dell’Entità Locale ‘Maierato per ActionAid’. 

La Referente e Coordinatrice dell’Entità locale, Dott.ssa Maria Rosa Madeddu spiega, in occasione dell’evento ‘Sensibilizzare per cambiare’, svoltosi a Maierato lo scorso 21 dicembre, che la presenza locale sul territorio vibonese nasce dalla volontà e dall’interesse di un gruppo di giovania portare a livello locale i principi che guidano l’azione di ActionAid nel mondo.

‘MAIERATO PER ACTIONAID’ èun’entità locale costituita da persone che hanno deciso di essere cittadini attivi e di mobilitarsi per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi di carattere sociale, come il diritto al cibo e all’istruzione. Durante il convegno ‘SENSIBILIZZARE PER CAMBIARE’, l’attenzione si è focalizzata sull’integrazione delle persone disabilinel sistema scolastico pubblico, in particolare delle persone sorde. Grazie al prezioso supporto alle attività portate avanti dal contributo di Rosa Galati, Mary Prestanicola, Mariaconcetta Liberto, Teresa Distilo, Simona Grigoras, Elisa Brizzi, Andrea Liberto, Valentino Liberto,Gregorio Malta, KenanGökmen, Nicola De Luca e quello di tante altre persone che si mobilitano insieme agli attivisti nelle iniziative proposte sul territorio, si sta dando vita ad una realtà locale attiva e attenta ai problemi del territorio.

‘MAIERATO PER ACTIONAID’ ha deciso di rompere le barriere e aprire le porte a nuove culture, affinché la società possa essere capace di assicurareerga omnes, indistintamente dai particolari connotati fisici, uno sviluppo inclusivo e sostenibile.

La recente manifestazione ‘SENSIBILIZZARE PER CAMBIARE’ è stata un’occasione per riflettere sui tratti che caratterizzano la nostra società, per sollecitare quel cambiamento interiore orientato all’azione comune, affinché la cooperazione tra persone, enti e istituzioni venga percepita come base fondamentale di una società migliore, che sappia accogliere la diversità in quanto ricchezzae di garantire la tutela necessaria ai cittadini più deboli.

Il convegno ha visto la partecipazione attiva del Gruppo Sordi di Vibo Valentia, rappresentato dalla Sig.a Vanessa Liberto, ed è stata l’occasione per riflettere sulle specifiche problematiche affrontate nella vita quotidiana dalle persone sorde nel contesto sociale, con particolare riferimento al problema dell’integrazione nel sistema scolastico pubblico. La sua testimonianza è stata fondamentale per riflettere sull’importanza del riconoscimento ufficiale della lingua italiana dei segni (LIS), per poter dare risposta alle esigenze delle persone sorde e dare vita a quel ponte comunicativo in grado di facilitare l’approccio comunicativo-relazionale e rendere accessibili i contenuti informativi.

 

La comunità di Maierato si è dimostrata sensibile ai temi affrontati nel corso del convegno, coinvolgendo adulti e bambini di ogni età. Persone, enti e associazioni locali sono stati partner dell’evento, in particolar modo il GRUPPO SORDI (V.V.), il Prof. Eliseo Cutuli, il Prof. Fortunato Silvaggio,la Prof. Teresa Distilo, e la sezione provinciale UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) nella persona del Dott. Vincenzo Neri, che hanno dato il loro contributo alla manifestazione prendendo parte al convegno in qualità di relatori.

L’assessore regionale alla cultura Mario Caligiuri ha inaugurato, questa mattina a Vibo Valentia, nella sede di Palazzo Gagliardi, la terza edizione del Festival "Tropea Leggere e Scrivere", uno dei grandi eventi - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta - individuati e sostenuti dalla Regione. "La Calabria – ha dichiarato Caligiuri - ha fatto della lettura una priorità politica in quanto premessa indispensabile dello sviluppo culturale e quindi sociale ed economico”. L’assessore alla Cultura ha poi ricordato le politiche regionali che hanno determinato in questi anni in Calabria l'aumento del numero dei lettori, compresi quelli digitali. “Con oltre 100 appuntamenti – ha rimarcato -, con centinaia di ospiti che si alterneranno da oggi fino al 26 ottobre nelle città di Vibo, Tropea, Soriano e Serra San Bruno, il festival "Tropea Leggere e Scrivere" rappresenta un evento culturale nazionale che ha la chiara intenzione di aumentare il numero dei lettori. Infatti, un grande spazio è dedicato alla lettura per i bambini e alle scuole, con duemila studenti che seguiranno gli eventi del Festival”.

Ospite d'onore alla cerimonia inaugurale è stato Romano Montroni, presidente del Centro del Libro, l'ente del Ministero dei beni culturali che sta organizzando "Libriamoci", il grande evento collettivo nazionale della lettura ad alta voce nelle scuole che si svolgerà dal 29 al 31 ottobre in tutto il Paese e dove la Calabria è regione "pilota". Montroni, dopo aver proposto di utilizzare Palazzo Gagliardi come un centro culturale animato tutto l'anno e con una grande libreria, ha evidenziato il rischio dell'ignoranza che non si legge, ribadendo “che occorre leggere perché' in una pagina puoi scoprire il mondo".

Alla termine della manifestazione sono stati premiati i lettori "forti" del Sistema bibliotecario vibonese che sono un immigrato e una donna: Robert Fazakas e Caterina Callipo.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI