Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 12 Luglio 2020

Bovalino è stata una ulteriore tappa del confronto che la coldiretti sta svolgendo sul territorio. Gli argomenti che hano chiamato a raccolta numerosi imprenditori agricoli ed agroalimentari ha nno riguardato i finanziamenti in agricoltura in particolare attraverso il Piano di Sviluppo Rurale 2007-13 e il progetto economico-sociale della filiera tutta agricola e italiana. Dopo la proiezione di un filmato, che ha illustrato l’importanza e la crescita della filiera in Calabria il responsabile economico regionale della Coldiretti Calabria Giovanni Cipolla, ha riferito sui finanziamenti del PSR 2007-13, che in questi giorni hanno avuto un primo risultato con la chiusura dei bandi riferiti alle misure 121 e 123. Vi è stato –ha commentato Cipolla- un approccio certamente  responsabile da parte delle imprese e questo, lascia ben sperare per il futuro poiché consoliderà una agricoltura di eccellenza e competitiva. La coldiretti, spingerà molto affinché i decreti del PSR siano emessi entro giugno prossimo, in modo da accelerare al massimo un posizionamento competitivo. Antonio Maesano, vice direttore della coldiretti reggina, ha aggiunto che come naturale conseguenza del PSR la coldiretti, offre il progetto della filiera tutta agricola e italiana, che valorizza i prodotti del territorio rendendo le imprese protagoniste. Oggi la filiera in Calabria ha numeri significativi in netta crescita attraverso le varie tipologie di vendita  diretta. I rappresentanti delle Istituzioni presenti ad iniziare dal sindaco di Bovalino Tommaso Mittiga, dall’assessore Antonio Muscari e dal presidente della Confcommercio Jonica Cosimo Sanci, hanno tutti apprezzato e condiviso il progetto coldiretti perché sicuramente darà fiato alle economie dei territori, che hanno nell’agricoltura il polo attrattivo di ogni politica economica e che può avere effetti positivi anche per gli altri settori. L’incontro che ha visto la presenza anche del dirigente Coldiretti Arturo Costa e nel suo intervento il vice-presidente provinciale Gianluigi Hyerace ha confermato l’azione, la presenza  e l’impegno della coldiretti sul territorio in uno stretto rapporto con le Istituzioni locali.

Si è tenuta nella sede dell’Asp di Palazzo Tibi, a Reggio Calabria, la presentazione del progetto nazionale “Androlife” per l’informazione e la prevenzione della sterilità in età giovanile degli uomini. Per quest’importante progetto, che coinvolgerà 12 città italiane, la Società italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (Siams) ed il Ministero della Salute si sono avvalsi della collaborazione del Ministero della Difesa, del Coni, della Croce Rossa Italiana e della Confagricoltura. Reggio Calabria, dunque, è stata scelta per trattare questo delicato argomento che Italia coinvolge direttamente il 30% dei giovani maschi e, la mancanza di un’appropriata prevenzione, può portarli, nell’età matura, a gravi conseguenze fino alla sterilità. Introdotta dall’assessore comunale ai Grandi Eventi, Monica Falcomatà, alla presentazione hanno preso parte il segretario regionale della Siams e responsabile del Centro di Andrologia dell’Asp di Reggio Calabria, Nicola Ilacqua, per il Centro servizi sulla salute sessuale dell’Asp 5, Mariella Squillace e Valentina Giuseppina Zema, per l’Ambulatorio Medicina dello Sport dell’Asp 5, Pasquale Favasuli, Vincenzo Putortì, Domenico Pistone e Saverio Piromalli, per il Coni i presidenti regionale, Mimmo Praticò, e provinciale, Giovanni Filocamo, per il Centro Andros dell’Asp 5, Giuseppe Calandruccio, per la Croce Rossa Italiana, il presidente provinciale, Giuseppina Cuzzocrea, ed il segretario regionale dell’Associazione Ginecologi Consultoriali (Agico) ed assessore comunale ai Lavori Pubblici, Francesco Sarica. Testimonial locale della campagna di prevenzione è la Reggina Calcio. “Il programma – ha dichiarato l’assessore Monica Falcomatà – è molto articolato e strutturato in modo da permettere al cittadino di conoscere e prevenire i problemi andrologici”. Oltre al coinvolgimento diretto di alcune scuole della città, infatti, da venerdì 18, nei punti nevralgici della città sosterà, grazie alla collaborazione dell’Atam, un pullman che consegnerà materiale informativo. Sempre venerdì, alle ore 16 nell’aula “Giuditta Levato” di Palazzo Campanella, si svolgerà il convegno che vedrà partecipi i soggetti legati al mondo dello sport e, grazie al contributo del Coni, per coinvolgere ulteriormente i ragazzi, nel pomeriggio di sabato 19, a Piazza Camagna verranno allestiti due campi di basket e di volley ed uno stand per le informazioni. La settimana successiva, invece, sarà dedicata alle visite ambulatoriali che saranno gratuite e per le quali (e per qualsiasi altro tipo di informazione) sono stati istituiti il sito www.androlife.it ed il numero verde 199.100.112. “La problematica – ha dichiarato il segretario regionale del Centro di Andrologia dell’Asp di Reggio Calabria, Nicola Ilacqua – del mondo andrologico giovanile è vasta quanto nebulosa e, ad’oggi, non esistono dati chiari ed attendibili sull’incidenza delle varie patologie. La finalità del progetto, dunque, è quella di acquisire quanti più elementi possibili ed informare giovani e genitori sui rischi che derivano dalla tendenza, al Sud più che in altre zone d’Italia, di trascurare tale prevenzione”. “Bisogna, intanto,– ha detto Ilacqua – educare i giovani alla conoscenza ed all’importanza della figura dell’andrologo per i ragazzi, equivalente del ginecologo per le ragazze.

Per la seconda volta il Raduno Interregionale Sud per giovani cestisti appartenenti a Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, si tiene a Reggio Calabria. Nell’ambito del “Progetto di qualificazione nazionale”, la Federazione Italiana Pallacanestro, il Comitato regionale della Fip, con il patrocinio del Coni, hanno radunato in riva allo Stretto, da oggi fino a domenica 13 marzo, i 24 migliori giocatori classe ‘97 delle sei regioni sotto la guida del responsabile tecnico del Settore Squadre Nazionali Maschili, Gaetano Gebbia, e dell’allenatore Pasquale Iracà. L’iniziativa mira, oltre ad osservare da vicino le migliori promesse del basket giovanile, a favorire la crescita del movimento cestistico generale. Alla conferenza, moderata dal consigliere regionale della Fip, Paolo Surace, hanno partecipato, oltre a Gebbia, i presidenti regionale e provinciale del Coni, Mimmo Praticò e Giovanni Filocamo, il presidente regionale della Fip, Sandro La Bozzetta, e l’ex campione azzurro e bandiera storica della Viola Reggio Calabria, Gustavo Tolotti, attualmente responsabile del settore giovanile del Nuovo Basket Soverato. Oltre agli allenamenti dei ragazzi, nel programma legato al progetto sono previsti tre importanti convegni. Il primo si terrà, giovedì 10, nella sede del Comitato Regionale Fip Calabria, e sarà una riunione tecnica tenuta dall’istruttore nazionale del Comitato italiano arbitri di basket, Tonino Malerba con arbitri ed ufficiali di campo. Venerdì 11, invece, all’Istituto Tecnico “Galileo Ferraris” il dibattito avrà il tema “Lo sport e i suoi valori nella scuola” e vedrà la presenza, oltre a Gebbia, Tolotti e La Bozzetta, della dirigente dell’istituto, Francesca Miccolis, e del caporedattore servizi sportivi della Gazzetta del Sud, Paolo Cuomo. Domenica 13, infine, al Circolo del tennis “Rocco Polimeni” si terrà il convegno dal titolo “Genitori e figli: aspettative e problematiche della pallacanestro giovanile …sull’importante ruolo che possono svolgere i genitori nel sostenere la pratica sportiva senza però mai eccedere nell’esasperazione e nelle aspettative”. In quest’occasione saranno presenti, oltre ai presidenti Sandro La Bozzetta e Mimmo Praticò, lo psicologo e docente della Scuola dello Sport della Lombardia, Antonio Daino, ed il coordinatore didattico – scientifico della Scuola dello Sport Coni Calabria, Demetrio Albino.

“La riconferma di Reggio Calabria come sede per questo importante progetto – ha dichiarato il presidente del Coni Calabria, Mimmo Praticò –  significa rendere merito all’ottimo lavoro del presidente La Bozzetta e del suo Comitato ed aver lasciato alla Fip, sicuramente, un buon ricordo per servizi offerti lo scorso anno”. “A pochi giorni dalla “Settimana azzurra” che tanto successo ha riscosso in tutta la Calabria, ecco un nuovo importante impegno a dimostrazione, dunque, che il Comitato è attivissimo”. “Nel periodo – ha detto Praticò – meno florido dal punto di vista economico, che il Coni e le Federazioni sportive stanno attraversando, bisogna comunque continuare ad investire sui giovani avvicinandoli anche con iniziative nelle piazze e nei quartieri. E quello della scarsa affluenza giovanile all’attività sportiva, è un problema che stanno attraversando molte discipline. Per questo ringrazio quei dirigenti e quelle società che, spesso, per amore del sano spirito sportivo e per cercare di dare un futuro migliore ai nostri ragazzi, investono tempo e denaro per iniziative di questo tipo”. “Interessanti – ha continuato il presidente del Coni Calabria – sono i convegni organizzati a margine dell’iniziativa e che coinvolgono scuola e genitori. In passato il mondo della scuola non è riuscito a cogliere in pieno la valenza educativa, oltre che salutare, dell’attività sportiva relegandola sempre come attività minore e di poco interesse contrariamente ai dati recenti che dimostrano che, alternando le lezioni al movimento, aumenterà la facoltà di apprendimento”. “L’incontro – ha detto – con i genitori, invece, sarà un momento determinante per discutere di sport come gioco, innanzitutto, e come salutare “mezzo” per trasmettere sani principi ai propri figli, senza mai forzarli all’idea del successo a tutti i costi. È importante comprendere bene la cultura della sconfitta, il riconoscimento dei meriti altrui e, quindi, il rispetto per gli avversari. Lo sport, al giorno d’oggi, è rimasta l’unica attività che premia i migliori e condanna i furbi. In occasione dell’incontro, sarà, dunque, determinante la presenza dello psicologo Daino. Una figura, la sua, di cui oggi lo sport, soprattutto, giovanile, necessita per approfondire la conoscenza dello stato d’animo dei ragazzi di fronte alle forti emozioni, positive e negative, presenti nello sport, appunto, come nella vita. Un’atleta raccomandato o che vince con l’inganno può cavalcare l’onda del successo breve ma non sarà mai un campione, un esempio che duri nel tempo. La presenza di Gebbia e Tolotti – ha concluso Praticò – garantisce la qualità del progetto in quanto sono due bandiere che hanno regalato grandi sogni ed emozioni agli amanti reggini, e non solo, del basket”.

Nella giornata dell’8 marzo, il Presidente Francesco Talarico ha voluto rivolgere un saluto augurale alle dipendenti del Consiglio regionale e, idealmente, a tutte le donne calabresi.

Nell’auditorium “Nicola Calipari” di Palazzo Campanella, erano presenti tra gli altri, il vicepresidente del Consiglio, Alessandro Nicolò, la Presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità, Giovanna Cusumano, il segretario generale Nicola Lopez e il capo di gabinetto del Presidente, Pasquale Crupi.

“Non intendiamo celebrare questa giornata in maniera retorica - ha esordito il Presidente Talarico -; il nostro augurio alle donne calabresi si sostanzia in atti concreti che intendono rimuovere le condizioni di discriminazione ed assicurare azioni di sostegno come il quoziente familiare; la mozione per la costituzione di parte civile della Regione in tutti i processi di violenza contro le donne ed i minori; la decisione di istituire il garante per l’infanzia e l’adolescenza; l’impegno che va nella direzione di assicurare una maggiore rappresentanza femminile nei processi decisionali della politica. Fin dal mio insediamento ho lavorato in questa direzione: ne è testimonianza anche la scelta di coinvolgere le donne nella vita istituzionale. Oggi voglio rivolgere il mio plauso all’impegno profuso dalla Commissione regionale per le Pari Opportunità che sta lavorando intensamente al progetto di istituire un asilo nido a Palazzo Campanella. Esprimo infine apprezzamento per un’altra iniziativa della Commissione per le Pari Opportunità che prevede la ricognizione della condizione lavorativa delle dipendenti del Consiglio regionale sia rispetto alle prospettive di carriera che alla conciliazione dei tempi ‘lavoro-famiglia’ e dalla quale far scaturire un piano triennale di azioni positive”.

 

 

I finanzieri del Gruppo di Reggio Calabria, nell’ ambito dell’attività svolta a tutela della spesa pubblica dello Stato, hanno condotto negli ultimi mesi approfonditi accertamenti volti al controllo della corretta applicazione della normativa riguardante l’ammissione al beneficio del gratuito patrocinio delle persone non in grado di sostenere le spese legali per promuovere un giudizio ovvero sostenere la difesa innanzi alla giustizia.

 

La normativa in questione prevede infatti che per accedere al predetto beneficio, il reddito annuo non deve superare euro 10.628,16.

 

Nel corso dei riscontri effettuati sono stati scoperti e denunciati alla locale Procura della Repubblica 7 falsi indigenti per reati di falso in autocertificazione necessaria all’ ammissione al patrocinio a spese dello Stato.

 

In particolare,  i minuziosi riscontri eseguiti hanno permesso di individuare in capo agli stessi la proprietà di diversi beni immobili quali ville e terreni nonché di beni mobili di ingente valore quali auto e moto di grossa cilindrata e da ultimo la titolarità di floride attività commerciali.

 

In alcuni casi, il reddito accertato si aggirava addirittura intorno ai  40.000,00  euro annui, di gran lunga superiore al limite fissato dalla legge.

 

L’ azione di servizio in questo delicato comparto è volta a garantire che le somme concesse dall’erario, per motivi assistenziali, non vengano distratte con artifizi e raggiri a persone benestanti, ma siano effettivamente destinate a coloro i quali, secondo la legge, sono veramente bisognevoli e quindi esposti al rischio di marginalità sociale con impossibilità di provvedere, per cause economiche, al mantenimento proprio e della propria famiglia.

 

Le Fiamme gialle reggine, in considerazione del massiccio e continuo ricorso dei cittadini alle suddette agevolazioni, incentiveranno nell’ anno in corso l’attività investigativa nel comparto con una ancora più serrata opera di monitoraggio.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI