Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 19 Novembre 2019

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Campanella – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - gli interventi relativi al sistema delle reti e della mobilità regionale, riservati alla città ed alla provincia di Reggio Calabria, recentemente licenziati dalla Giunta. Le opere saranno realizzate utilizzando i fondi del Por Fesr e Par Fas come unica fonte e le somme saranno immediatamente disponibili. All’incontro con i giornalisti hanno preso parte l’assessore regionale al bilancio Giacomo Mancini, il Dirigente Generale dei Lavori Pubblici della Regione Giovanni Laganà, l’assessore provinciale alla viabilità Domenico Battaglia ed il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Raffa. L’obiettivo della Regione Calabria è quello di puntare su grandi opere anziché su micro interventi che non hanno contribuito e non contribuirebbero alla crescita infrastrutturale. In sintesi attraverso la rimodulazione del Por la Regione ha deciso di puntare sulle seguenti opere: messa in sicurezza della galleria della Limina (circa 25 milioni di euro), sul miglioramento logistico e funzionale del porto di Saline Joniche (1.200.000 euro), sul completamento dei lavori della banchina e realizzazione degli impianti a supporto dell'area portuale di Villa San Giovanni (1.200.000 euro). Previsti 1.200.000 euro per l'integrazione dei servizi di trasporto pubblico nell'area dello stretto, ed ancora sulla statale 106 sono stati stanziati 20 milioni di euro per la messa in sicurezza del tratto "Melito - Palizzi" ed altri 6 milioni per lo svincolo di Bova Marina. La rimodulazione del Por prevede 115 milioni per la metropolitana leggera di Reggio Calabria, ed ancora 9 milioni per il completamento della strada di collegamento tra l'abitato di Solano e quello di Melia di Scilla, 600 mila euro per le opere di viabilità a servizio del nuovo ospedale di Gioia Tauro. Dalla Regione infine 65 milioni per il completamento della strada che collegherà la frazione marina di Gallico alla nota località sciistica di Gambarie d'Aspromonte, attesa da oltre 30 anni. Il Presidente Scopelliti ha espresso soddisfazione al termine della conferenza stampa, alla quale hanno preso parte anche sindaci ed amministratori dei comuni della provincia di Reggio Calabria. "Per lungo tempo le opere pubbliche non venivano completate poiché erano numerose le fonti di finanziamento, alcune delle quali non sempre certe – ha dichiarato il Presidente Scopelliti. Adesso abbiamo somme e certe ed immediatamente disponibili per avviare in tempi davvero brevi i lavori. Una sinergia tra la parte politica, gli uffici e gli altri enti ci ha permesso di lavorare in modo proficuo e ci consentirà di recuperare il tempo perduto"

Nel mese di Marzo, al via i campionati giovanili di calcio organizzati dal Csi di Reggio Calabria. Numeri alla mano, la nuova stagione ha affermato il grande entusiasmo che c’è attorno al Comitato reggino; infatti, sono ben 116 le squadre iscritte ai nove campionati proposti: in questi giorni partiranno il campionato Provinciale Esordienti calcio a 9, il Campionato Nazionale  Allievi calcio a 5 Maschile e Femminile, il Campionato Polisportivo Under 14 calcio a 5 e calcio a 11.
Le società sportive partecipanti alle attività giovanili CSI sono: Reggio 2000, Scuola Calcio Francesco Cozza, Reggina Calcio, Polisportiva Arghillà, Scuola Calcio Mirabella, Calcistica Spinella, Polisportiva Loreto, A.S. Palizzi, Golden Team, A.S.D. Condofurese, Oratorio Bova,Polisportiva Gallina,A.S. Melito Calcio, Pgs Olimpia 2000, Maestrelli, Sport Village, Polisportiva Pellarese, A.S. Saline, Hinterreggio, Pro Ludis, A.Segato, Soccer Lab, La Vallata del Gallico, A.S. Facciamo Squadra.

Per il dodicesimo anno il Memorial “Mimmo Mannino”  - Trofeo Piccoli Amici sarà il fiore all’occhiello dell’intero calendario della primavera reggina. La manifestazione, di cui il CSI di Reggio Calabria ne è promotore, rappresenta  l’appuntamento più importante e prestigioso  nel panorama calcistico giovanile Calabrese.  « Un  programma  che ci carica  di responsabilità,­- esordisce Paolo Cicciù, presidente provinciale e consigliere nazionale del Centro Sportivo Italiano - ma allo stesso tempo da forza al nostro progetto educativo – sportivo: oggi, troppo spesso, lo sport giovanile nel nostro territorio è ostaggio di logiche economiche e di opportunità che imprigionano la valenza educativa della pratica sportiva ».
Il CSI propone per i giovani atleti dei tornei di rilievo come, il Campionato Nazionale di calcio a 6  “Gazzetta Cup 2011”, in collaborazione con la Gazzetta dello Sport, che vede coinvolte 36 società sportive  nelle categorie Pulcini ed Esordienti. « L’attività continuativa e l’attenta formazione per i dirigenti sportivi,- sottolinea Cicciù - fanno del progetto  giovanile Gazzetta Cup CSI una delle più significative e complete esperienze sportive in Italia. Novità assoluta di quest’edizione 2011 sarà la presenza dell’arbitro – educatore; infatti, quasi tutte le gare delle due categorie, saranno dirette dal gruppo arbitrale CSI, che per noi è sinonimo di qualità ».
Il 21-22  Maggio ritorna l’appuntamento con la Danone Nations Cup 2011. Il torneo Internazionale di calcio a 9  più seguito al Mondo, con tre Regioni e quasi quaranta società coinvolte si svolgerà presso il centro sportivo S. Agata. « Ringrazio le tantissime società sportive – prosegue Cicciù - che ogni anno decidono di scendere in campo con noi, abbracciando il nostro progetto a 360 gradi sui ragazzi, prima che sugli atleti ».
Inoltre, il CSI, nell’ambito del progetto Nazionale “Ragazzi in Sport”, propone  il “Trofeo Polisportivo  Piccoli Angeli”, percorso ludico per bambini dai 5 ai 7 anni. L’obiettivo del progetto, coordinato dal Prof. Giuseppe D’Agostino, è quello della promozione di una attività sportiva ed educativa aperta ai valori più belli e significativi dello sport. La manifestazione polisportiva intende trasmettere ai bambini, oltre agli aspetti tecnici e motori, i valori della partecipazione, della solidarietà e della sana  competizione.   
Il Centro Sportivo Italiano, che negli ultimi anni ha incentrato tutta la sua “filosofia” ed i suoi programmi sul compito educativo, sostenendo che lo sport giovanile serve ad educare oppure perde la quasi totalità del suo significato, pur nella consapevolezza che,  la difficoltà di educare è così accresciuta dalle odierne condizioni culturali e sociali da rendere sempre più complesso e arduo per gli operatori e le strutture associative tener fede all’impegno formativo. Sarebbe molto più semplice limitarsi ad allenare i corpi dei ragazzi, come fanno in tanti, dimenticando ciò che avviene nella loro anima. Lo si chiami «sport per tutti», sport sociale o sport di cittadinanza, qualcosa sta per cambiare a Reggio Calabria  per quell’attività sportiva che non mira a fabbricare tempi e misure, ma pensa primariamente ad educare i giovani, far stare bene la gente e costruire una società migliore. « Un grazie di cuore – conclude il Presidente provinciale - ai tanti volontari Csi, che sono l’anima del Comitato. In particolare alla responsabile della segreteria del settore giovanile CSI  Dott.ssa Nicoletta Strangio: la forza del Csi sta proprio in questo nel fare squadra, facendo forza sulle proprie idee, liberi da logiche ed interessi  economici  o politici ».

Conoscere una seconda lingua aiuta a fare impresa. Se la lingua è l'inglese è ancora meglio. Ne è convinta la LARA/CLAI di Locri che impreziosisce l'offerta formativa per i propri soci e per le iniziative imprenditoriali del territorio. Un corso di inglese base, intensivo e a basso costo. È, questo, il corso che sarà attivato nei giorni 7 e 8 Marzo presso la sede dell’Associazione Commercianti e Artigiani LARA/CLAAI. La durata del minicorso è di 6 ore complessive ed è rivolto ai dipendenti e titolari di imprese artigiane e commerciali della Locride.

 

Al corso che si terrà nei pomeriggi di Lunedì 7 e Martedì 8 Marzo dalle ore 15 alle ore 18, potrà accedere anche chi, semplice cittadino, abbia voglia di apprendere con semplicità e in brevissimo tempo le principali basi per capire e farsi capire con gli stranieri in visita al territorio.

 

Spesso – scrivono i responsabili del LARA/CLAI- il grosso limite che tiene lontano i clienti stranieri dagli acquisti in zona, più che altrove e in altre situazioni, è la scarsa conoscenza e padronanza della lingua inglese da parte dei nostri operatori. Limite che va riconosciuto e affrontato, se si vuole provare a competere con efficacia con altri territori e attività concorrenti.
Non va dimenticato che le più importanti guide turistiche straniere mettono ben in evidenza se nei luoghi d’interesse la lingua inglese è perlomeno compresa e ciò diventa quindi un serio criterio di valutazione e nel nostro caso un vero e proprio handicap territoriale, almeno in ambito turistico.

 

L’obiettivo di questo corso è quindi quello di permettere all’operatore di esprimere anche in altra lingua le capacità comunicative che sono parte fondamentale della propria attività imprenditoriale. La LARA/CLAAI è consapevole del ruolo socio-economico che gli operatori economici della Locride possono ricoprire nello sviluppo territoriale e anche per questo punta, oltre ai classici servizi amministrativi e di consulenza, alla formazione a 360°. Non solo nell’ambito della sicurezza e dell’igiene, obbligatoria per legge, ma anche di tipo non convenzionale e non per questo meno importante come nel caso del corso d’inglese. Il corso, limitato a 15 unità, ha un costo di  50 euro a persona per gli imprenditori associati con sconto del 10% per le aziende che iscrivono più partecipanti. Si terrà a Locri nella storica sede di Via Roma, al civico 47, dalle ore 15 alle ore 18 di entrambi i giorni.

 

La LARA/CLAAI è anche sportello informativo FONDARTIGIANATO per la formazione continua gratuita che permette alle aziende iscritte al fondo di formare i propri dipendenti stornando contributi INPS in ogni caso comunque pagati all’ente previdenziale. Nella prossima estate  verranno organizzati, a tariffa agevolata, corsi di recupero d’inglese e delle principali materie scolastiche per i figli degli imprenditori associati e loro dipendenti. È possibile avere maggiori  informazioni telefonando allo 0964-20177 oppure scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

“Consideriamo fondamentale, a questo punto della legislatura regionale, procedere ad un’efficace sfoltimento  legislativo per venire incontro alle reali esigenze dei calabresi”.  E’ quanto ha sostenuto il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico nel corso di un incontro con il presidente del Comitato per la  qualità e la  fattibilità delle leggi Salvatore Pacenza.   Entrambi parteciperanno, giovedì e venerdì, al seminario organizzato dalla Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali a Monteriggioni (Siena) che ha come tema la valutazione delle politiche pubbliche e l’esame degli strumenti di lavoro per i legislatori impegnati a rendere produttiva la funzione legislativa. “ Il Comitato che ho l’onore di presiedere di concerto con l’Ufficio legislativo del Consiglio - ha puntualizzato il presidente Pacenza -  ha individuato finora oltre 300 leggi regionali non più utili   che abbiamo intenzione, entro breve termine di abrogare”. “Sono però convinto, con cognizione di causa - ha spiegato Pacenza -  che le leggi da cancellare, perché non più corrispondenti alle necessità dei calabresi,  siano molte di più. La road map del Comitato prevede, una volta ultimata la fase delle abrogazioni, che  si proceda al riordino dell’intera legislazione, che al momento consta all’incirca di 700 leggi, in leggi organiche per settore. A mio avviso - ha concluso il presidente Pacenza - la poca chiarezza delle leggi e la difficoltà a districarsi nei meandri legislativi  sono  un vero e proprio deficit democratico”.

«Pochi giorni ancora, poi un risultato storico sarà colto, anche a dimostrazione del fatto che volere è potere: dare voce ad un territorio che non ne ha è possibile, come è possibile tagliare traguardi che si pensava fossero irraggiungibili».

È il commento col quale il presidente del Comitato regionale di controllo contabile, Gianluca Gallo, accoglie l’annuncio ufficiale dell’Anas in merito all’apertura al traffico delle due gallerie che preserveranno il centro abitato di Montegiordano dall’attraversamento di camion ed automobili in transito sulla strada statale 106. Un’opera attesa da oltre un decennio, sulla quale il consigliere regionale dell’Udc, nei mesi passati, aveva acceso i riflettori della politica e dell’opinione pubblica, con un’interpellanza presentata in Consiglio regionale, seguita da un sopralluogo coi tecnici Anas e da continue sollecitazioni al mantenimento degli impegni assunti. «La mia attenzione al problema – commenta Gallo - non è mai venuta meno. Agli scettici, a quanti in queste settimane hanno sollevato polveroni attorno alla sincerità ed all’efficacia del mio impegno, offrono risposta i fatti ed il frutto di una concertazione istituzionale nell’ambito della quale l’Anas, ad onor del vero, ha mantenuto fino in fondo gli impegni assunti».

Le gallerie montegiordanesi saranno inaugurate, conferma proprio l’Anas, il 28 febbraio prossimo. Attesi il presidente della società, Pietro Ciucci; il ministro alle infrastrutture, Altero Matteoli, ed il presidente della giunta regionale calabrese, Giuseppe Scopelliti.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI