Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 19 Settembre 2019

“Il segreto del successo è iniziare”: qualcuno disse proprio così, ed è esattamente nell’Ottobre del 2015 che la Consulta Giovanile Comunale di Santo Stefano in Aspromonte inizia, presentando, per la prima volta, la Sagra del Cinghiale, che oggi, quattro anni dopo, si rivela essere ancora una volta la “sagra dell’anno”.

Ieri, Sabato 20 Ottobre, la manifestazione aspromontana più attesa di sempre, giunge alla sua IV edizione, sorprendendo nuovamente la Consulta Giovanile, associazione promotrice dell’evento, registrando un boom di presenze.

In tremila a degustare le prelibate pietanze, accuratamente cucinate e servite dello staff del ristorante “Al Terrazzo” di Gambarie, ed in altrettanti, per lo più giovani, a seguire la travolgente musica di Cosimo Papandrea.

L’entusiasmo e la soddisfazione degli organizzatori oggi fanno da retroscena, un successo acclarato! Dietro la grande riuscita un meticoloso lavoro di pubblicità, perpetrato nelle settimane precedenti, prevendite, organizzazione logistica, e tutto quanto il necessario per garantire l’epilogo vittorioso della manifestazione.

Ad oggi, le parole della Presidente della Consulta Giovanile, Domenica Vitale, sono parole ricche di soddisfazione e gratitudine per il grande successo raggiunto: “L’ascesa della Consulta, e di Santo Stefano continua, grazie alla collaborazione di tutti i volontari e dell’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco, dott. Francesco Malara, che dai nostri arbori ci supporta in tutte le attività e senza il quale non saremmo arrivati a questo ennesimo traguardo”.

Valore aggiunto della IV sagra del cinghiale?

Sicuramente la cucina de “Al Terrazzo” che rispecchia le tradizioni culinarie del territorio e la musica. Il repertorio di Cosimo Papandrea, infatti, ha coinvolto l’intera piazza gremita fino a notte fonda, tra danze folk e canti popolari.

Da cornice gli stand che hanno dato la possibilità ai presenti di degustare una vasta gamma di prodotti ad hoc: dalle intramontabili caldarroste e pannocchie, ai sempre ricercati panini con la salsiccia e con una eccellente porchetta; dai rustici di ogni tipo ai salumi della Coop Diamante ed ai prelibati dolci delle premiate ditte “Labozzetta”, del  “BAR WINNER” e “LA CASA DEL CIOCCOLATO”; E poi, ancora, cannoli alla ricotta aspromontana fresca, noci, pannocchie, mele, salumi e prodotti a KM 0.

Una sagra del cinghiale, dunque, che soddisfa da ogni punto di vista e che ancora una volta, precisamente la quarta, lascia il segno, anche non solo metaforicamente , grazie all’ASD che ha organizzato un tiro con la carabina ad aria compressa .

L’entusiasmo di tutti riecheggia sino a notte fonda, fino a quando, il Sindaco, dott. Francesco Malara, annuncia: “torneremo in questa piazza il prossimo Ottobre” riscuotendo l’assenso del pubblico, e la Consulta Giovanile conferma promettendo agli ormai “seguaci” tante novità.

 

 

 

 

L’associazione Primum Santa Cecilia propone a Locri il primo coro di voci bianche, curato e diretto dal mezzosoprano Gina Procopio.

L’associazione Primum Santa Cecilia, che da anni è impegnata nell’organizzazione di iniziative artistiche e culturali  e, in particolar modo, nell’avvio e formazione di allievi nella disciplina musicale, oggi si pone l’obiettivo di creare un gruppo di canto di voci bianche puntando alla partecipazione dei giovani artisti che potranno esprimere e migliorare le proprie doti canore.

Le iscrizioni sono riservate ai bambini di età compresa tra tre e dodici anni e saranno ammessi al coro previa audizione.

“Si corona un mio sogno. Quest’avventura vuole creare movimento nella nostra terra, del nuovo fermento culturale che parta proprio dai più giovani per nutrirli attraverso l’arte. Vivo questa esperienza come un viaggio di trasformazione attraverso la voce, lavoro che farà crescere e socializzerà alla musica le piccole leve”, afferma Gina Procopio.

Sulle note delle più famose colonne sonore del grande cinema si apre la ventesima stagione dell’Accademia del Libero di Reggio Calabria.

Cerimonia di inaugurazione che ha visto ampia partecipazione da parte di soci e cittadini che hanno gremito l’Auditorium Zanotti Bianco.

Le parole della Presidente Silvana Velonà hanno dato il via a questa nuova stagione sociale colma di eventi di spessore, quest’anno ulteriormente arricchita dalla collaborazione con Fondazione Febea, Archigramma e Musika Agorà. Dopo la presentazione del nutrito programma e i ringraziamenti al Presidente Onorario Pietro Morabito per il suo prezioso supporto e a tutto il direttivo per il considerevole lavoro che svolge nel corso dell’anno,  la Presidente Velonà ha dato la parola al Vicepresidente Celeste Giovannini, che nonostante i suoi impegni professionali, rappresenta una delle colonne portanti del sodalizio.

Presente per l’augurio di buon lavoro il Sindaco Giuseppe Falcomatà che ha posto l’accento sull’importanza dell’associazionismo: “Abbiamo bisogno del supporto delle associazioni, che ci affianchino nel lavoro di crescita culturale che l’Amministrazione ha intrapreso e che sta portando avanti con grande dedizione. L’Accademia rappresenta un tassello prezioso, come altre realtà del territorio, linfa vitale per la nostra crescita sociale. Crescita che passa, anche dal punto di vista economico, dalla promozione di tutta l’area metropolitana”. Ed ha accennato, Falcomatà, all’imminente arrivo in città dei 700 tour operator tedeschi che, a seguito di 15 sopralluoghi, hanno scelto la nostra terra, dopo Dubai, Canada, Portogallo, per la sessantottesima edizione del loro Meeting sul turismo.

E poi spazio alla musica, quella emozionante, legata ai film più belli della storia del cinema d’autore, magistralmente interpretata dalla Concert Band di Melicucco, diretta dal M° Maurizio Managò che ne ha curato anche gli arrangiamenti per renderla eseguibile anche dal flauto del Maestro Alessandro Carere, con un risultato strepitoso che ha meritato la standing ovation della platea.

Piovani, Rota, Morricone, Piazzolla, con una chicca finale, la Baarìa nella versione per le bande, donata dal Mastro Morricone alla Banda dell’Arma dei Carabinieri, ed eseguita in Accademia con grande emozione da parte del pubblico.

La torta finale, offerta a tutti i presenti, ha concluso dolcemente la bella serata.

 

Il 27 settembre a Reggio Calabria presso l’èHotel, via Giunchi 6, dalle ore 15.30 alle 17.30, Mail Boxes Etc. (MBE) organizza un incontro per presentare le risorse messe a disposizione da enti e istituzioni per favorire la creazione di nuove imprese. Si parlerà del bando “Resto al Sud”, promosso da Invitalia con l’obiettivo di favorire  l’autoimprenditorialità nelle regioni del Sud Italia.

Il Bando “Resto al Sud” ha una dotazione finanziaria di 1.250 milioni di euro. Si rivolge ai giovani tra i 18 e i 35 anni che desiderano sviluppare un business legato alla produzione di beni e servizi.

Gli incentivi previsti dal bando riguardano interventi per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del programma di spesa), impianti, attrezzature, macchinari nuovi, programmi informatici e servizi di telecomunicazioni, altre spese utili all’avvio dell’attività. Le agevolazioni coprono il 100% delle spese e prevedono un contributo a fondo perduto, pari al 35% del programma di spesa, e un finanziamento bancario, pari al 65% del programma di spesa, concesso da un istituto di credito che aderisce alla convenzione tra Invitalia e ABI, garantito dal Fondo di garanzia per le PMI. Il finanziamento bancario deve essere poi restituito in 8 anni di cui 2 di preammortamento.            
Durante l’incontro i partecipanti riceveranno tutte le informazioni utili per poter accedere al bando “Resto al Sud” e beneficiare di questa importante opportunità.

MBE, tra le maggiori reti al mondo di negozi in franchising che offre servizi di spedizione, micro-logistica, grafica, stampa e comunicazione a supporto delle attività di aziende e privati, illustrerà la sua opportunità imprenditoriale. La Regione Calabria, rappresenta, da sempre, un territorio strategico per la Rete MBE. Si tratta, infatti, di un territorio che presenta molte realtà interessanti dove avviare nuovi Centri MBE. 

Nel corso del workshop, il Concessionario di Area MBE Giovanni Semeraro fornirà dati e numeri sui piani di sviluppo nel territorio.

Il nuovo presidente del Rotary Reggio Calabria è il notaio Stefano Poeta, che ha assunto la guida del più antico club della nostra regione, il secondo nella storia del Distretto 2100 (Campania, Calabria e Territorio di Lauria). Poeta succede al commercialista Andrea Campiglia, che gli ha consegnato il collare della presidenza nel corso della sobria ed elegante cerimonia del passaggio delle consegne. Si è trattato di un momento particolarmente significativo per la vita del Rotary reggino che nel 2018 celebra il settantesimo anniversario della fondazione.

Prima dell’inizio ufficiale del nuovo anno rotariano, il past president Campiglia ha tracciato all'assemblea dei soci il consuntivo dell’attività svolta. “Un bilancio positivo – ha spiegato – perché, nel rispetto della tradizione del nostro club, sono state perseguite le finalità delle linee d’azione rotariane, coniugando lo spirito di servizio con il valore dell’amicizia”.

Il presidente Poeta, da parte sua, ha posto l’accento sulla “responsabilità assunta nel guidare il club nell'anno in cui si celebra una ricorrenza così prestigiosa. Il Rotary Reggio Calabria, che ha espresso ben quattro governatori distrettuali, non vive di sola tradizione ma guarda al futuro e lavora per rafforzare il proprio ruolo di punto di riferimento della nostra comunità. Ai soci più esperti ed autorevoli – ha aggiunto Poeta – sono state affiancate, nel corso di questi anni, le energie e le idee di tanti giovani che condividono gli ideali del Rotary: risorse umane e professionali che quotidianamente vogliono impegnarsi per il service internazionale e per il civic work sul territorio”. Poeta corona così un percorso che lo ha visto assolvere, tra le numerose cariche, anche quelle di rappresentante distrettuale del Rotaract (RRD) e, nell'anno sociale appena concluso, di Segretario distrettuale.

Alla cerimonia del passaggio di consegne, tra le numerose autorità civili e rotariane, hanno preso parte il sindaco della Città metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, il governatore 2017/18 Luciano Lucania, e l’assistente del governatore 2018/19 Miryam Costa. Ad affiancare il presidente Poeta nell'anno appena iniziato sarà il consiglio direttivo così composto: Andrea Campiglia (past president), Dina Porpiglia (presidente eletto), Rosario Lo Faro (presidente nominato), Alfredo Focà (PDG e consigliere generale), Giuseppe Foti e Giampaolo Latella (vicepresidenti), Simonetta Neri (segretario), Rosario Lo Faro (co-segretario), Giuseppe Alvaro (segretario esecutivo), Antonino Foti (tesoriere), Francesco Foti (prefetto), Filippo Maltese (co-prefetto); Valerio Berti, Giuseppe Bova, Mario De Tommasi, Alessandrà Focà, Vincenzo Nociti, Mary Nucera, Vincenzo Papalia, Pasquale Penna, Basilio Pitasi, Giuseppe Quattrone e Antonino Tramontana (consiglieri); Mario Stella (delegato giovani), Antonio De Domenico (revisore dei conti) e Francesco Costantino (formatore).

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI