Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Ottobre 2017

Una serata inedita, è stata quella che abbiamo vissuto Venerdì 24 febbraio 2017, presso il teatro Apollo di Crotone.

Il circolo velico nella figura del suo Presidente Dott. Verri e la Società Beethoven Acam nella figura del Presidente Dott. Mariarosa Romano, sono riusciti a coinvolgere il numerosissimo pubblico presentando l’orchestra “O.Stillo” in una versione inedita, con arrangiamenti particolari delle musiche del concittadino Rino Gaetano.

L’idea primaria era stata quella di valorizzare al massimo figure crotonesi che con la loro professionalità avevano dato lustro alla terra di Crotone e Calabria tutta.

La dott.ssa Romano con la collaborazione artistica del M° Romano hanno però voluto dare un aspetto diverso alla manifestazione, coinvolgendo sia la figura e le composizioni Rino Gaetano, sia quella di altri musicisti del passato e contemporanei della terra di Calabria, che ne hanno decantato bellezze e sofferenze, oltre naturalmente a quello che è l’elemento primario che ha dato origine al concerto ossia il mare, elemento base dal quale è scaturita l’idea dal Dott. Verri di valorizzare e coniugare sport e cultura.

Il tutto però ha dato vita ad un concerto nuovo e sorprendentemente inedito, poiché il M° F. Romano coadiuvato dal M° Vincenzo Cipriani e dal soprano Rosa Martirano, ha arrangiato e trasformato in una veste nuova sia le musiche di Rino Gaetano, sia quelle degli altri autori eseguiti dando vita ad una realtà artistica nuova e veramente coinvolgente.

L’orchestra diretta dal M° Romano, formata da 14 archi oltre alle percussioni, pianoforte e la splendida voce del soprano Rosa Martirano ha eseguito:   R.Gaetano  “ Berta filava” , “Nun te reggae più” , “Cogli la mia rosa d’amore”, “Una ragione di piu’” ,  “Gianna” , “ Ma il cielo e’ sempre piu’ blu”    ,  L.Dalla - “Stella di mare” , F.Cilea -  “Serenta”  , “Calabrisella” ,  R.Martirano -  “Notti senza sonnu”  , A.Sisca “Core ingrato” ,  E.Morricone - “Le vent, le cri” , A.Vivaldi - “La tempesta di mare” , “Core ingrato” .

Il pubblico entusiasta ha partecipato attivamente, cantando ed accompagnando ritmicamente i vari momenti dell’esecuzione diventando alla fine parte integrante dell’evento stesso.

Davanti ad una realtà così bella, nella quale vengono messi in luce le realtà e professionalità esistenti sul territorio, non possiamo che essere convinti che i prossimi appuntamenti del club velico saranno arricchiti da momenti culturali sempre più importanti dando vita ad una realtà che certamente è un connubio vincente, sport e cultura, della tradizione del passato di Crotone e Regione tutta.

Organizzato dall’Unione locale dei Giuristi Cattolici di Crotone e patrocinato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Crotone, Venerdì 3 marzo 2017, dalle ore 18,15, presso la Sala Consiliare del Comune di Crotone, si svolgerà il convegno  dal titolo: “La ridefinizione giuridica della famiglia in Italia dal ‘68 ad oggi" in cui sarà presentato, in anteprima nazionale, dal Procuratore della Repubblica di Crotone, Dr. Giuseppe Capoccia, il libro dell’avvocato Giancarlo Cerrelli, presidente dell’Unione dei Giuristi Cattolici di Crotone e del dottor Marco Invernizzi, storico e Reggente nazionale di Alleanza Cattolica, dal titolo: "La famiglia in Italia dal divorzio al gender."

Introdurrà l’incontro il Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Crotone, Avv. Salvatore Iannotta e concluderà l'Arcivescovo di Crotone, Mons. Domenico Graziani. Il Convegno è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Crotone con 4 crediti formativi.

Il libro racconta la storia di un’aggressione culturale, politica e giuridica alla famiglia, cominciando dal Sessantotto e in particolare dall’introduzione della legge sul divorzio, per arrivare al gender e alle unioni civili, grazie alle quali si permette di definire famiglia ciò che famiglia non può essere. Nella prima parte, Marco Invernizzi esamina il processo politico e culturale che ha progressivamente eroso la centralità della famiglia in Italia fino all’esplicita avversità e al considerarla come una delle possibili espressioni affettive, da famiglia a famiglie. Nella seconda, Giancarlo Cerrelli affronta il percorso legislativo e giuridico con il quale la cellula fondamentale della società è diventata una semplice somma di individui. L’analisi realistica dei fatti non induce tuttavia alla perdita della speranza. La famiglia fondata sul matrimonio rimane un desiderio di ogni persona, anche se non sempre espresso in maniera consapevole. 

In memoria di Giovanni Palatucci, in duomo, è stata celebrata una Santa Messa lo scorso 19 febbraio. Don Ezio Limina, in qualità di Cappellano della Polizia di Crotone, in occasione del 72° anniversario della morte, ha ricordato il Servo di Dio Giovanni Palatucci, il Questore reggente di Fiume Italaliana che ha salvato 5000 Ebrei.

Durante la funzione il Vice Presidente Vicario dell’Associazione, Cav. Vincenzo Costa, ha letto la preghiera dedicata a Giovanni Palatucci utile per il cammino della Sua Beatificazione.

Erano presenti un folto numero di Soci, i quali hanno partecipato all’evento con dedizione, tra cui la S.ra Maria Francesca Fragale, la quale ha letto il Salmo della giornata, ed ancora Emilio Calendini, Francesco Zurlo, Salvatore Garofalo, Ferruccio Lamberti ed il gruppo degli Amici Piumati dei Bersaglieri con il loro Presidente Ferdinando Calendini, Antonio Sessa ed altri amici e simpatizzanti.

Nell’occasione a fine celebrazione sono stati distribuiti opuscoli che ricordano il Servo di Dio Giovanni Palatucci a Dachau (campo di sterminio nazista) ed i tristi orrori della guerra e del nazismo.

E' stato il primo grande evento musicale calabrese del 2017 la doppia data reggina di Ligabue, arrivato nella città sullo Stretto con il suo nuovissimo tour “Made in Italy - Palasport 2017”. Il 20 e 21 febbraio il cantautore emiliano ha riempito il PalaCalafiore di amanti della sua musica pop rock.

A suggellare il grande evento, nel corso del concerto di ieri sera, martedì 21 febbraio, è stata la consegna del “Pitagora d'Argento” a Luciano Ligabue dal maestro orafo Michele Affidato, autore dell'opera, insieme al consigliere comunale di Reggio Calabria Gianni Latella e dal promoter Maurizio Senese, la cui Essemme Musica, che da anni collabora col maestro Affidato, ha organizzato i due concerti. L'opera consegnata ieri sera a Ligabue come dono ricordo della sua presenza in terra di Calabria, è stata pensata dal maestro Affidato proprio per le grandi occasioni al fine di promuovere la sua arte ed il suo territorio. In passato è stata consegnata tra i tanti: al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente di Confindustria  Vincenzo Boccia, Luca Cordero di Montezemolo, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Roberto Vecchioni, Francesco Renga e di recente alla Juventus in occasione della gara disputata con il Crotone Calcio allo stadio “Ezio Scida” di Crotone lo scorso 8 febbraio, ed a Lele, vincitore della sezione Giovani dell'ultima edizione del Festival della Canzone italiana di Sanremo. Proprio da Sanremo è reduce il maestro orafo Affidato che ha realizzato anche il premio speciale per la serata cover, vinto da Ermal Meta per la sua interpretazione di “Amara terra mia”, ed i riconoscimenti per i principali eventi collaterali al Festival. Il Pitagora d'Argento, è una scultura che raffigura il filosofo e matematico Pitagora, fondatore della Scuola Pitagorica nella antica Kroton, considerata capitale della Magna Graecia. Nel dare forma al Pitagora d’Argento, Affidato si è ispirato al dipinto di Raffaello Sanzio “La Scuola di Atene”, custodito nei Musei Vaticani, in cui sono raffigurati i più celebri filosofi e matematici dell’antichità ed in cui Pitagora compare in primo piano, seduto ed intento a leggere un grosso libro.  

Sono i salumi crotonesi e la competenza di Alessandro Cuomo a brillare oggi sul principale quotidiano estone, il Postimees.

Esprimiamo un plauso ad Alessandro Cuomo che, ancora una volta, conferma con la sua professionalità di essere un esempio di buona imprenditorialità del Sud – sono le parole del Presidente dell’Ente camerale di Crotone Alfio Pugliese – La piena pagina che il prestigioso quotidiano Postimees, fondato nel 1857, ha voluto dedicare ad Alessandro Cuomo, alla sua azienda Arredo Inox e ai salumi calabresi attesta l’interesse del resto del mondo verso produzioni in cui la qualità e la tradizione si accompagnano all’innovazione”.

Cuomo rappresenta un esempio da seguire a livello imprenditoriale per competenza, spirito di iniziativa e lungimiranza – conclude il Presidente – siamo certi che, con tali doti, le produzioni di eccellenza del nostro territorio faranno sempre più breccia nel cuore di nuovi mercati esteri”.

“Vista l’importanza di tali produzioni locali all’estero, la Camera di commercio di Crotone sta ideando dei percorsi professionalizzanti, da svolgere a stretto contatto con il mondo imprenditoriale, volti a garantire ai giovani della provincia una formazione adeguata sulle produzioni di qualità e, alle aziende, dei validi e qualificati collaboratori. Siamo certi che, grazie all’esperienza degli imprenditori coinvolti, tale iniziativa contribuirà a ridurre il mismatching tra domanda e offerta di lavoro”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI