Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 01 Ottobre 2016

image-21-05-16-19-14

Nel pomeriggio di sabato 21 maggio, si è tenuta una conferenza stampa indetta dal candidato sindaco de La Prossima Crotone Ugo Pugliese di concerto con il Sindacato Autonomo di Polizia, dopo un precedente incontro che ha visto il confronto su varie tematiche legate alla sicurezza dei cittadini.

L’incontro è stata un’occasione per confrontarsi anche sulle tematiche che gli operatori della sicurezza incontrano, come quello della struttura che ospita la Questura di Crotone, che, come ha affermato il segretario Veltri, “è un luogo poco salubre e poco funzionale per svolgere l’attività quotidiana degli addetti alla sicurezza”.

“L’incontro di oggi – ha commentato il candidato sindaco Pugliese – è stato molto positivo, perché abbiamo messo in campo delle proposte serie come il ‘pacchetto sicurezza’ de La Prossima Crotone che comprende: l’ampliamento della Polizia Locale, il ripristino delle telecamere di sicurezza nei punti nevralgici della città – che a oggi se ne contano 200, ma ne funzionano poche -, un piano d’azione contro lo spaccio di droga e contro gli allacci abusivi alle reti idriche ed elettriche, e infine, sul piano amministrativo, un’ordinanza comunale per fermare il fenomeno della prostituzione.”

“Tutto questo – ha affermato Pugliese – andrebbe a convogliarsi con la creazione di un assessorato alla sicurezza, un ufficio delegato ad occuparsi in maniera partecipata e condivisa della sicurezza dei crotonesi.”

A proposito delle telecamere di sicurezza, Ugo Pugliese ha puntualizzato: “non voglio una città controllata, ma una città sotto controllo”.

Presenti alla conferenza, moderata dal giornalista Gianfranco Turino, il candidato sindaco Pugliese, il segretario del SAP, dott. Giuseppe Veltri, alcuni esponenti del sindacato, parte della squadra di governo rappresentata dalla prof. Antonella Cosentino e dal primario Franco Oliverio, e dai candidati al consiglio comunale Alessandro Leto e Valentina Galdieri (Laboratorio Crotone) che già in passato si sono occupati dei temi della sicurezza durante la loro militanza politica giovanile.

 

 

Le Rivoltelle_01_b

Domani, sabato 21 maggio, la rock band tutta al femminile LE RIVOLTELLE sarà in concerto allo “Stadio Scida” di Crotone (Via Giovanni Paolo II – ore 22.00 – ingresso libero) in occasione del traguardo storico della promozione della squadra rossoblu in serie A. La band presenterà “IO NON MI INCHINO”, il nuovo singolo già in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

«Il brano racconta il sud con gli occhi disincantati di chi quel sud lo ha visto e subito sulla propria pelle – affermano Le Rivoltelle – L’idea nasce da una rilettura dell’esperienza di Nicola Gratteri, procuratore capo di Catanzaro. Uomo di grande spessore culturale e di grande umanità che da sempre si batte per denunciare i soprusi e lo strapotere della mafia non solo in Italia ma in tutto il mondo…».

Le immagini evocative suggerite dal brano sono tutte calabresi e rimandano alle processioni religiose, ancora in uso nella provincia, durante le quali si ha l’abitudine di inchinare la statua portata in processione nei pressi della casa dei mafiosi del luogo. Proprio da questa usanza si sviluppa un testo molto forte che denuncia non solo il fatto in sé, ma piuttosto l’atteggiamento remissivo e indolente di chi non ha il coraggio e la forza di ribellarsi.

Ad accompagnare il singolo “Io Non Mi Inchino”, lunedì 16 maggio uscirà anche un videoclip. Il concept è stato creato da una brillante regista italiana Livia Alcalde Patanè. La cifra stilistica del videoclip è rappresentata dalla scelta del bianco e nero retrò e da una ispirazione vintage. Il punto focale è lo sguardo dei bambini, attori protagonisti assieme alla band. Raccontare la canzone attraverso lo sguardo innocente dei bambini trasferisce all’intero progetto un allure romantica e dolce ma allo stesso tempo ancora più forte e convincente. La simulazione di atteggiamenti mafiosi e la riproposizione da parte dei bambini di alcuni comportamenti tipicamente malavitosi è molto toccante e rappresentativo dell’idea inziale. La speranza che i bambini possano con la loro purezza primordiale salvarci dall’orrore e dalle brutture della vita è la logica conclusione.

LE RIVOLTELLE è una rock band di sole donne con una solida ed ampia formazione musicale. Elena, Alessandra, Paola ed Angela si raccontano in chiave rock e ribelle ed hanno all'attivo centinaia di concerti live in tutta Italia e non solo. La band è stata ospite di trasmissioni televisive tra cui “Do Re Ciak Gulp” di Vincenzo Mollica e “Di Che Talento Sei?” format di Rai Uno condotto da Maurizio Costanzo. Nel maggio 2011 hanno esordito con il disco “Donne Italiane” e lo stesso anno hanno partecipato al “Musicultura Festival di Macerata”. Nel 2012 pubblicano il loro secondo disco “Le Rivoltelle” e si esibiscono come ospiti di "Una notte per Caruso - Premio Caruso 2012" e del “RadioNorba Battiti Live Tour”. Recentemente partecipano inoltre al MEI SuperSound Festival di Faenza (Ravenna). Il 2013 si apre con l'uscita del videoclip di Taglia 38, secondo singolo inedito estratto dal nuovo album, le proietta sempre più verso la notorietà nazionale: il video viene lanciato in home page sulle più importanti testate online (Corriere.it, Repubblica.it, Repubblica XL) e ancora da Vincenzo Mollica nella sua DoReCiakGulp. Taglia 38 viene tramesso anche da RAI Gulp durante il programma La TV Ribelle e durante un reportage interamente dedicato alla band dal programma That's Italia, su La7D. Anche Piero Chiambretti si accorge di loro e le invita in studio come ospiti del programma radiofonico Chiambretti Ore 10, in onda su RAI Radio Due. Nell'estate 2014 esce il nuovo singolo Guarda che Luna e partecipano all'evento “Una Voce per il Mediterraneo - Anime Salve”, serata tributo a Fabrizio De André organizzata da Franco Battiato e Red Ronnie all'Anfiteatro Lucio Dalla di Milo (CT). Nel 2015 si esibiscono all'Alhambra Music Club di Mons in Belgio e sono protagoniste di molti live in giro per l’Italia. Il 2016 è l'anno del nuovo progetto discografico prodotto da Mimmo Cristiani con l'uscita del singolo inedito “Io Non Mi Inchino”, ispirato alla figura di Nicola Gratteri, procuratore antimafia di Catanzaro - Calabria. Brano composto dal medico musicista A. Gaccione e da  E. Palermo, de “Le Rivoltelle” con arrangiamenti di G. Pirazzoli e di F. Comunale. Personal Manager: Daniela Tripodi.

Le Rivoltelle_b

546046_10150701726876914_2127016306_n

Domenica 22 Maggio presso la Maria Taglioni Dance Project di Crotone si svolgerà lo stage di danza classica con Mary Garret, solista del Teatro alla Scala di Milano, suddiviso in livello intermedio e avanzato.

Continuano gli appuntamenti con i grandi nomi della danza, in questo anno accademico nella scuola crotonese si sono svolti ben quattro appuntamenti: nel mese di Settembre Claudia Zaccari - danza classica, poi Jean Emile - danza contemporanea e poi Mauro Astolfi - danza contemporanea e Domenica appunto Mery Garret.

E’ uno sforzo continuo fatto dalla Maria Taglioni per stimolare ed arricchire la formazione dei ballerini della nostra Città portando in loco illustri professionisti del mondo della danza per sopperire alle difficoltà geografiche che vedono Crotone tagliata fuori dalle grandi vie di comunicazione.

Mery Garret- Mariafrancesca Garritano – è una cosentina, dal 2011 solista del Teatro alla Scala di Milano nel cui corpo di ballo è entrata dal 1997; nella sua attività ha interpretato i ruoli principali dei più famosi balletti di repertorio classico.

Nel 2010 viene pubblicato un suo libro dal titolo “ La verità, vi prego, sulla danza! “ che suscita molto scalpore e molte polemiche perché la Garritano narra la propria esperienza, l’ossessione per il proprio corpo, il dolore, i disturbi fisici e alimentari.

13227365_545844058920905_1170473378561901592_o

La Fondazione D’Ettoris, Biblioteca Pier Giorgio Frassati, ha organizzato una gita a San Mauro Marchesato per il “premio maggiori lettori 2015”.

Le classi che si sono distinte per aver maggiormente frequentato la biblioteca nell’a. s. 2014/15 sono state: la IV C dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII (plesso Maria Montessori) e la III B dell’Istituto Comprensivo Vittorio Alfieri (plesso Ernesto Codignola), accompagnate rispettivamente dalle maestre Alessandra Russo e Caterina Chiarello, nonché dalla bibliotecaria Maria Grazia D’Ettoris.

La gita si è svolta venerdì 13 maggio; i bambini, arrivati a San Mauro intorno alle ore 10:00 tramite un pullman messo a disposizione dalla Fondazione, sono stati calorosamente accolti dal sindaco Carmine Barbuto e dai suoi collaboratori.

Una giornata all’insegna del divertimento e dell’istruzione per scoprire i beni culturali della nostra terra, in un paese fortemente caratteristico di quello che è il tipico paesaggio calabrese, fatto di macchia mediterranea, campi di grano, antichi uliveti e querceti secolari.

Altra peculiarità di San Mauro Marchesato è lʼelemento religioso che da sempre caratterizza il territorio e i suoi abitanti, testimoniato dalla presenza di numerose chiese di valore storico e artistico.

I bambini hanno, infatti, potuto visitare dapprima il fiore all’occhiello dei beni culturali sammauresi: il Santuario della Madonna del Soccorso. Edificio di antichissima datazione che fu tappa del Giubileo del 2000 e dove è riposto il quadro raffigurante la Vergine, retto da due colonne poste su un altare policromo.

13198370_545845848920726_7784327394124096968_o

La festa della Madonna del Soccorso è fra le più importanti del paese ed è celebrata ogni prima domenica di giugno dagli abitanti di San Mauro. Don Davide Ferro ha spiegato ai ragazzi le circostanze del ritrovamento del quadro e dell’edificazione del santuario e anche le origini della festa e il suo svolgimento insieme alla consigliera comunale Graziella Arcuri.

Le scolaresche sono poi state guidate nella parte più antica del centro abitato per ammirare l’antichissima chiesa dell’Immacolata e il suo imponente campanile, da pochi anni restaurato e tornato a nuovo splendore. Le sue campane hanno suonato in omaggio ai bambini affascinati.

Infine, le classi si sono recate nella chiesa parrocchiale della matrice intitolata a san Giovanni Battista, patrono del paese. Al centro della struttura, in una cornice marmorea sormontata da un timpano spezzato, è posto un grande crocifisso interamente in legno.

13173184_545849282253716_3363795144124939298_o

L’accoglienza ufficiale alle scolaresche è stata data nella sala consiliare del Comune da parte di Protezione Civile, Croce Rossa e Vigili Urbani ‒ che hanno scortato i bambini nel paese ‒ e alla presenza del vicesindaco Raffaele Poerio e dell’ass. al bilancio Antonio Ceraldi.

Qui, il sig. Carmelo Ferrazzo, provetto scrittore, ha letto agli scolari un suo ricreativo encomio alla direzione calcistica del Crotone per il raggiungimento della serie A, facendoli scoppiare in un’esultanza protrattasi nelle strade del paese sulle note de Il cielo è sempre più blu.

Il sindaco ha, inoltre, parlato ai bambini della storia del paese ed è stato omaggiato da parte della bibliotecaria di due volumi editati da D’Ettoris Editori: Dal Banditismo al Brigantaggio e La Sila di Calabria, scritti da Francesco Pappalardo.

I bambini hanno potuto rifocillarsi presso una mensa scolastica offerta dall’amministrazione comunale di San Mauro.

Un’iniziativa, questa della Fondazione D’Ettoris, che da anni permette a bambini e ragazzi di imparare divertendosi, incentivando la lettura, la fantasia, l’apprendimento e la cultura per un progresso che possa partire, un giorno, proprio da questi ragazzi, troppo spesso abbandonati a se stessi.

 13173014_545848445587133_1957443576916798844_o

I ragazzi dell'orchestra magna grecia a Todi

“Migliore Composizione Originale”, è questo il titolo del premio conquistato dall’Orchestra “Magna Grecia” all’ottava edizione del concorso nazionale “Jacopone da Todi”, svoltosi nell’omonima città umbra, in provincia di Perugia. L’evento, organizzato dal Comune di Todi e dalla Scuola ad indirizzo musicale “Cocchi – Aosta”, si è svolto all’interno dello splendido teatro comunale con la partecipazione di 15 orchestre provenienti da altrettante regioni italiane. L’orchestra “Magna Grecia” è composta dagli studenti delle Scuole Medie “Gioacchino da Fiore” di Isola Capo Rizzuto e “Don Milani” di Crotone, una fusione azzeccata e, soprattutto, vincente. Tre i brani eseguiti dai nostri ragazzi: Ammerland di Jacob De Haan; Un estratto di Così parlò Zarathustra; Moment For Morricone, il pezzo preferito dall’orchestra. Tutti eseguiti alla perfezione sotto l’attenta guida del maestro Stefano Paone, coadiuvato dai colleghi: Teresa Mungari, Antonio De Simone, Luigi Tedesco, Stefania Giorgio, Maurizio Barone, Raffaele Faccio e Barbara Santoriello. Ovazione da parte di tutto il pubblico presente ad ogni loro esibizione, è stato un vero e proprio tripudio che ha conquistato pienamente e all’unanimità anche l’esperta giuria, complimentatasi col gruppo per la compostezza degli alunni e per i livello tecnico espresso. L’amministrazione comunale si unisce alla gioia di questo storico traguardo, per aver portato in alto il nome di Isola Capo Rizzuto, lo fa attraverso questo comunicato ed una nota del Vice Sindaco Carmela Maiolo:

I nostri ragazzi sono “Campioni d’Italia”, che bello pronunciare questa parola per un gruppo di Isola, è molto emozionate. In questo importante concorso hanno rappresentato non solo il Comune Isola di Capo Rizzuto e la citta di Crotone, ma tutta la provincia e la regione Calabria, aggiudicandosi il primo posto in assoluto. Motivo di orgoglio per noi amministratori, per i nostri concittadini, per i genitori stessi e per gli insegnati. Isola ancora una volta dimostra di avere talenti, di essere alla ribalta per le positività, per la passione, in questo caso per la musica. Giovani ragazzi dagli 11 ai 13 anni che condividono una passione, si impegnano, studiano e soprattutto grazie agli insegnati che li seguono con amore e dedizione, hanno fatto si che questo sogno si realizzasse. Complimenti agli insegnanti, ai maestri, ai dirigenti scolastici delle due scuole, Francesco Talarico e Giuseppe Alessio Cavarretta, ma soprattutto complimenti a questi eccezionali ragazzi. Più che i complimenti a loro dobbiamo dire grazie per averci regalato questa grande emozione e aver portato in alto il nome del nostro territorio. Voglio complimentarmi anche con i genitori che hanno saputo trasmettere loro sani principi e valori veri, seguendoli spronandoli a dare sempre il meglio per se stessi e per la società . Ci auguriamo che loro siano di esempio per tutta la collettività e specialmente per i loro coetanei, che possano capire che la cultura rende liberi. Lo studio, la passione e l’amore per ciò in cui si crede, e soprattutto il duro lavoro e i sacrifici, rendono possibile che un sogno si avveri. Bravi, è questa l’Isola che tutti vogliamo, è questa l’Isola che ci piace promuovere e supportare.

orchestra-magnagrecia-todi-isolacaporizzuto

Video Promo

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie.

LEGGI