Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 23 Gennaio 2017

Il lavoro profuso negli anni da un’amministrazione pulita, trasparente, innovativa, spesso svolto silenziosamente, è stato premiato. Tutte le azioni di buon governo portate avanti si sono rivelate indispensabili per ottenere ben sette premi come Comune TrasparEnte e come Comune Innovatore, promossi da ASMENET Calabria. Sono orgoglioso per l’importante ruolo di fiducia che mi è stato affidato e mi auguro di poter continuare a lavorare per raggiungere gli obiettivi di ASMENET.

Esprime soddisfazione e ringraziamenti il Sindaco Mario CARUSO per la nomina nella giunta esecutiva di Asmenet Calabria dopo l’assemblea svoltasi ieri (mercoledì 29 giugno) presso il T Hotel di Lamezia Terme. CARUSO subentra a Vincenzo MAZZEI Sindaco Comune di Petronà .

Si tratta – dice – di un riconoscimento prestigioso ed importante che condivido con tutto l'apparato comunale e con la mia comunità, nella consapevolezza di aver investito, insieme, in questi anni, sulla strada giusta: quella della trasparenza, dell'innovazione e della promozione e tutela della legalità. ASMENET Calabria – continua il Primo Cittadino – è in grado di concentrare le esigenze di più realtà territoriali, massimizzando gli investimenti e coordinando le azioni in modo da consentire l'accesso ai servizi e, più in generale, l'accesso a tutti i benefici della Società dell'Informazione. Già lo scorso anno Cirò si è aggiudicato il primo posto nella Provincia di Crotone del premio COMUNE INNOVATORE. Il risultato ottenuto ora – conclude – è frutto di un gran duro lavoro di squadra che sicuramente continueremo a portare avanti.

Scarsità di risorse finanziarie, che non permettono il raggiungimento di economie di scala, e che sono pressate dal patto di stabilità interno; carenza o non adeguata professionalità del personale, e quindi di conoscenze e competenze necessarie a compiere scelte di mercato adeguate; mancanza di infrastrutture, con particolare riferimento alla connettività.

Sono, queste, le esigenze che il Centro Servizi Territoriale ASMENET Calabria si trova a dover affrontare ogni giorno oltre che occuparsi anche di risolvere i problemi dei piccoli Comuni (termine con cui di solito si intendono i Comuni con meno di 5000 abitanti, cioè l’80% del totale di quelli calabresi, in cui risiede il 34% della popolazione calabra).

ASMENET Calabria ogni anno premia i comuni che hanno conseguito i maggiori punteggi nel rendere disponibili i servizi on-line sviluppati dal Centro Servizi Territoriale e che si sono contraddistinti per realizzare concrete azioni di Innovazione e Trasparenza amministrativa. – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying)

Lo Showroom Gerardo Sacco di Crotone si trasforma in una galleria d'arte del gioiello: una preziosa esposizione delle più esclusive creazioni di alta gioielleria artigianale che raccontano un viaggio fatto di passioni e tradizioni, dal primo laboratorio-bottega, in cui il Maestro Gerardo Sacco ha intrapreso il suo percorso artistico, allo straordinario incontro tra l’arte orafa e cinematografica.

Gioielli di straordinaria bellezza che negli anni hanno esaltato il glamour femminile delle più grandi dive del cinema e del teatro, dal pendente in stile liberty "Liz", che prende il nome dalla divina Elisabeth Taylor, agli orecchini indossati da Glenn Close nell’Amleto di Zeffirelli.

Dalle visioni dell’artista Gerardo Sacco nascono gioielli unici la cui preziosità va oltre l’ottima fattura e i validi materiali.

La loro esclusività sta nelle ispirazioni, nel potere di trasmettere i valori di un passato ricco di cultura e tradizioni, le peculiarità di una terra che sembra respingere ma allo stesso tempo attrae coloro che riescono a leggere i segni di quel passato.

Tutto ciò è reso possibile grazie all’estro creativo di un “artigiano”, così ama essere chiamato Gerardo Sacco.

 

 

Guardare da Crotone al mare, ammirare le grandiose potenzialità della risorsa mare dal punto di vista sportivo ma anche sociale ed economico. Questo è il messaggio che il Club Velico Crotone e la Banca BPER, in collaborazione con la Camera di commercio di Crotone, gli altri partner dell’iniziativa (Sail Optimist, Federazione Italiana Vela, Coni, Comune di Crotone, Regione Calabria Autorità Portuale di Gioia Tauro e Itinerari) e gli sponsor (Gerardo Sacco, Romano, Salvaguardia Ambientale, Sovreco, Mida, Caparra&Siciliani, Generali), intendono lanciare con la mostra di pittura “Crotone, the bay, the regattas”.

La mostra, inserita nell’ambito delle iniziative previste per gli europei di vela “Optimist European Championship”, sarà inaugurata domani, venerdì 1 luglio, alle ore 18.00, presso la sede centrale della Banca BPER, sita in via Vittorio Veneto.

L’esposizione, visitabile presso i locali della Banca dall’1 luglio al 31 agosto, dal lunedì al venerdì in orari di apertura degli uffici (ore 8:30-13:30 e 14:45-15:45), vedrà la partecipazione, con i loro lavori, di noti artisti, locali e non, quali: Rosario Rodio, ideatore del manifesto, Antonio Sfortuniano, Barbara Palmieri, Pagos, Domenico Belfiore, Teresa Grotteria, Ermanno Oppido, Heike Hinneburg, Giancarlo Siniscalchi, Gabriella Frustaci, Osvaldo Scida, Oreste Froio, Alessandra Errigo, Franco Bartolo Longo, Nino Audia, Anna Conforti, Franca Vrenna, Tonino Giampà, Giovanna Errigo, nonché un omaggio all’artista Sanlorè alias Lorenzo Sanguedolce, recentemente scomparso.

Filo conduttore della mostra saranno la città, il mare, le vele e il vento, interpretati dall’estro e dall’originalità degli artisti locali, sempre in prima fila nell’auspicato cambio di prospettiva: non fermare più lo sguardo sulla città, ma partire da Crotone per volgerlo al mare.

 

 

Fatima Ranieri (2)

Fatima Ranieri, ballerina e responsabile “Danza” dell’Associazione Culturale Anassilaos, è stata nominata membro del “CID”, Consiglio Internazionale della Danza dell’Unesco (International Dance Council / Conseil international de la Danse), l’organizzazione ufficiale per tutte le forme di Danza, in tutti i paesi del mondo.    E’ il forum universale che riunisce organizzazioni internazionali, nazionali e locali, così come individui attivi nella danza. Rappresenta l’arte della danza in generale ed è riconosciuto dalle agenzie governative nazionali e locali, dalle organizzazioni internazionali e dalle istituzioni. Il CID riflette i principi delle Nazioni Unite e dell’UNESCO, é aperto a tutti gli approcci alla danza, senza pregiudizio per razza, genere, religione, affiliazione politica o stato sociale. Tratta tutte le forme di danza su base paritaria. Non promuove una particolare opinione sulla danza, riconoscendo il suo carattere universale come forma d’arte, come mezzo di educazione e ricreazione, o come argomento di ricerca. Grazie a questa nomina Fatima Ranieri prenderà parte al prossimo “44° Congresso Mondiale della Danza” che si terrà ad Atene dal 29 giugno al 3 luglio 2016. Una grande opportunità per la giovane artista reggina e per l’Associazione Culturale Anassilaos che si ripromette di dedicare alla danza – come già fatto per la poesia – nuovi spazi in seno al sodalizio promuovendo incontri di approfondimento, studi e ricerche (la stessa Ranieri di recente ha dedicato uno studio alla danza futurista) atteso che la danza offre, al pari della poesia e della scrittura in prosa, opportunità di integrazione tra popoli diversi per cultura, tradizioni e fedi. Tra le iniziative l’Anassilaos aderirà alla  prossima Giornata Mondiale della Danza che dal 1982 viene celebrata in tutto il mondo.

Strongoli 1

Riscoprire le proprie radici rappresenta sempre una crescita culturale della comunità nella quale si vive e si opera; il diploma delle ballerine della nostra scuola di Strongoli Marina, relativo all’anno accademico 2015/2016, ha per titolo “LEONARDO VINCI”, la coreografia è stata realizzata da MARIA GENTILE, le allieve diplomande sono Novello Maria Pia, Russo Lidia, Valente Carmen.

Leonardo Vinci, vita ed opere del compositore calabrese detto “LO STRONGOLI”, dal libro scritto da Francesco De Siena nel 1997 con il patrocinio dell’allora Amministrazione Comunale e donatoci dal Prof Remigio Tilelli, , siamo partiti per realizzare la suite per il balletto finale della Maria Taglioni di Strongoli Marina.

Leonardo Vinci, è nato a Strongoli verso il 1590; la famiglia Vinci, con il loro figlio piccolissimo , si trasferì al seguito della corte del principe Pignatelli, a Chiaia, piccolo paese di pescatori nelle immediate vicinanze di Napoli.

Leonardo Vinci, non tornò mai più a Strongoli, ma la riconoscenza verso i luoghi che gli diedero i natali, fu attestata dall’uso del dialetto calabrese negli Intermezzi Musicali e nelle Opere Buffe e da un soprannome che si portò tutta la vita “LO STRONGOLI”.

Leonardo Vinci ha scritto principalmente opere liriche; per cercare la musica per il nostro balletto abbiamo saccheggiato le overture delle opere liriche Artaserse e Partenope ; un aiuto fondamentale ci è venuto dalla registrazione delle “SEI DANZE ANTICHE” di un’esecuzione dell’orchestra Philarmonia Mediterranea, diretta dal Maestro Gianfranco Russo, fatta nella Chiesa cattedrale di Santa Severina.

La sera del ventidue giugno, presso il teatro Apollo, le ballerine della Maria Taglioni Dance Project, hanno ballato, per la prima volta ed in prima mondiale le musiche di Leonardo Vinci.

Il sindaco del Comune di Strongoli, Michele Laurenzano, l’Assessore alla Cultura, Maria Sgrò hanno colto il grande valore dell’azione culturale fatta dalla scuola di danza ed hanno ringraziato per l’iniziativa, promettendo di intraprendere tutte le azioni affinchè tutto ciò possa avere un seguito. Molto toccante la testimonianza del Direttore d’orchestra Gianfranco Russo, anche lui nativo di Strongoli, presente in sala e nella consegna dei diplomi, che si è dichiarato molto emozionato per vedere danzate le musiche da lui dirette.

Oltre alle tre ballerine diplomande, Novello Maria Pia, Russo Lidia, Valente Carmen, sono stati coinvolti nell’esibizione anche: Federica Adamo, già diplomata e i giovanissimi Comito Alessia, Condello Elisabetta, Drago Serena, Fera Morena, Garritani Alfredo e Nigro Ludovica.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie.

LEGGI