Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 23 Gennaio 2018

Nella sala capitolare della Basilica Cattedrale di Crotone si è tenuta giovedì pomeriggio, su convocazione del Rettore della stessa Basilica,  la conferenza stampa per l’annuncio dell’imminente gemellaggio che verrà proclamato  tra il Santuario di Czestochowa e quello di Capocolonna. Nel corso di questo appuntamento è  stata data notizia di altri due importanti eventi, che avranno luogo in concomitanza della proclamazione del gemellaggio:  la consegna dei diademi ai Padri Paolini di Polonia, con cui verranno  incoronate l’icona di Maria di Czestochowa e del Bambino,  e il convegno mariologico, dal titolo:  “La figlia di Sion: Mater Dei et Mater Gentium” (La figlia di Sion: Madre di Dio e Madre delle genti. Tutto avverrà a Crotone. L’ incoronazione di Maria di Czestochowa avviene a trecento anni dalla prima incoronazione, che ebbe luogo con il dono di due corone da parte di Papa Clemente XI  alla Vergine Nera della Polonia, con diademi realizzati  dal Maestro Orafo crotonese  Michele Affidato.  Molte le testate giornalistiche e emittenti televisive presenti alla conferenza stampa. L’evento è stato reso noto con molta enfasi anche attraverso la stampa e le televisioni polacche. Di tutto ciò si potrà cogliere l’eco attraverso il sito “dedicato”: www.capocolonnachestochowa.it. Ha presentato la conferenza stampa Lucia Bellassai, responsabile della comunicazione per il sito citato, la quale dopo aver salutato i presenti, ha immediatamente dato risalto alla straordinaria contestualità degli eventi che avranno luogo a Crotone nella data del 18 maggio e che rimettono questa  città su circuiti culturali e religiosi di primaria importanza internazionale, ridandole la luce di uno splendore, ormai antico, che essa conobbe. Presa  la parola Michele Affidato,  dopo aver spiegato la nascita della sua opera, ne ha illustrato i dettagli tecnici  e non solo.

Il suo dire ha sorpreso  i presenti  quando,  soffermandosi  sull’aggiunta di tre alle nove stelle che corredavano i diademi in origine, il Maestro ha giustificato tale manovra con la   volontà di spiegare tale aggiunta come fosse  un segno trinitario. Intervenuto subito dopo  Don Serafino Parisi, biblista, Rettore della Cattedrale di Crotone  e Parroco della Parrocchia “ San Dionigi”, ha spiegato il senso del convegno mariologico, che si propone di offrire da Crotone un aggiornamento scientifico internazionale  sugli studi biblici relativi alla figura di Maria. Ha preso poi la parola  Monsignor Pancrazio Limina, Presidente del Capitolo della Cattedrale e delegato episcopale per i pellegrinaggi. Alla domanda di cosa possa significare il gemellaggio del Santuario di Maria di  Capolonna con  quello di Maria di Czestochowa, attorno al quale si formò Solidarnosc, Monsignor Limina ha sottolineato la forza di convocazione, coesione e, di conseguenza  di coazione,  che Maria esercita sul popolo crotonese e su quello  polacco, augurandosi che  all’orizzonte possano profilarsi augurabili cambiamenti per l’umanità tutta. E’ intervenuto infine  Monsignor Bernardino Mongelluzzi, Rettore del Santuario di Capocolonna, che, rispetto alla domanda postagli circa il ruolo che il Santuario può avere per i non credenti, ha sottolineato che, parimenti  al faro che cerca di contrastare i pericoli delle imbarcazioni in transito davanti a Capocolonna,  così il cristiano, rispetto ai non credenti, deve avere la forza di svolgere l’eguale funzione.

Non bastava un solo giorno settimanale per la consegna del pane fresco alle famiglie bisognose. Per questo, oltre al mercoledì, gli operatori della Misericordia impegnati presso la sede del Banco Alimentare distribuiranno il pane ai bisognosi anche di venerdì. L’introduzione di questo ulteriore giorno settimanale per la consegna del pane fresco è stato determinato dalla notevole affluenza che si registrava ogni mercoledì e dal fatto che il pane stesso non risultava numericamente sufficiente a soddisfare le richieste degli utenti. Si è quindi rivelato necessario contattare altre panetterie di Isola Capo Rizzuto per chiedere loro ulteriori pani, così da poter disporre di maggiori scorte da elargire alle famiglie bisognose del territorio.

Il servizio di consegna del pane presso lo sportello del Banco Alimentare della Misericordia, è stato introdotto nello scorso mese di marzo. Con questa iniziativa, si è ampliata maggiormente l’attività assistenziale rivolta alle persone più indigenti, che possono così beneficiare gratuitamente di un bene primario come il pane. Ad oggi sono circa 200 le famiglie di Isola Capo Rizzuto che nei giorni prestabiliti si recano presso la sede del Banco Alimentare, dove oltre al pane vengono forniti loro i cosiddetti “Pacchi spesa”, contenenti una serie di beni di prima necessità. 

Oltre ai generi alimentari, è opportuno ricordare che il Banco Alimentare gestito dalla Misericordia di Isola Capo Rizzuto offre all’utenza anche un servizio di assistenza psicologica e sociale.

Si è svolta martedì 9 maggio a Belvedere Spinello la gita “premio maggiori lettori” organizzata dalla Fondazione D’Ettoris, biblioteca Pier Giorgio Frassati  per le classi 2°A e 5°D della scuola I. C. Giovanni XXIII (Plesso M. Montessori) che nell’ambito delle iniziative Le fate e le principesse vanno in biblioteca e Leggifilm, sono risultate essere le maggiori frequentatrici della biblioteca per l’anno scolastico 2015/2016.

Gli alunni accompagnati da Maria Grazia D’Ettoris, responsabile della biblioteca e dalle rispettive maestre Caterina Affilistro e Giuseppina Valente, sono stati accolti dal sindaco Rosario Macrì.

Le classi premiate hanno visitato il paese fermandosi ad ammirare, in particolar modo, il bellissimo parco caratterizzato da una ricca natura dove è posto l’antico Santuario della Madonna della Scala. La chiesa è stata gentilmente aperta per l’occasione da don Yamid, vice parroco.

L’archeologa Marianna De Matteis ne ha descritto la storia in maniera esaustiva e ad arricchire il racconto è intervenuto Salvatore Bellio, presidente dell’associazione Pro Santuario “Madonna della Scala”, che ha incuriosito gli alunni con la leggenda a cui è legato il culto della Madonna e la devozione del paese.

L’amministrazione comunale ha offerto agli studenti il pranzo consumato all’interno di una sala del Santuario. Al sindaco e al vice parroco sono stati donati dalla Fondazione due libri della D’Ettoris Editori, Comprendere il caos siriano e Come albero pianto lungo corsi d’acqua.

Una gita all’insegna della cultura e del sano divertimento in un luogo fiore all’occhiello del nostro territorio, anticamente meta degli eremiti e di chi, anche oggi, desidera un momento di pace adatto alla meditazione.

Con il concerto della giovanissima pianista Teresa Campana, domenica 07 maggio, alle ore 21.00, presso la Basilica Cattedrale di Crotone, ha preso il via il secondo Festival Pianistico internazionale “Pitagora”, città di Crotone.

Un Festival, nato potremmo dire in sordina, ma che sta avendo un’esplosione artistica veramente notevole, per l’interesse suscitato, sia per la caratura degli artisti che sono invitati a parteciparvi, sia per i programmi che man mano saranno realizzati.

Il Festival si svilupperà per i quattro giorni consecutivi, sempre presso la Basilica Cattedrale e vedrà la presenza di artisti affermati giovani e meno giovani, attraverso l’esecuzione di brani che partendo dal classico si snoderanno fino alla musica dei nostri giorni.

La giovanissima Teresa Campana reduce di una tournée che dalla Spagna l’ha portata fino al Sud America, ha presentato un programma bello e ricco di grande impatto tecnico interpretativo.

Davanti ad un pubblico numerosissimo che gremiva la cattedrale, ha aperto lo spettacolo con due brani di Chopin “Notturno” op. 9 n.1, e “Ballata N. 1 in sol min.”

Uno Chopin, quello realizzato dalla Campana nel quale la tinta aristocratica prevaleva sull’anima del romanticismo più sfrenato.

Uno stile quello Chopeniano, vellutato, cristallino, nel quale si nasconde una virilità sempre presente, spinta in certi momenti fino alla violenza.

Una forza tecnica unita alla gradazione ed una precisione congiunta al rubato.

Nelle “32 variazioni in Do minore” di Beethoven invece accanto alle difficoltà tecniche che la Campana ha dimostrato di superare agevolmente, ha evidenziato quale forza interiore l’opera pianistica Beethoveniana ha rappresentato per i posteri un’opera nella quale, anche nei momenti sostenuti da rari accordi, l’intensità interiore creava delle lamentazioni paragonabili solo a delle aperture sugli abissi dell’anima, pennellate di colore che sembrano avvicinare di oltre un secolo i modi di un certo pianismo contemporaneo.

Una coerenza di struttura tanto ammirata da Webern che non lascia nessun margine all’indeterminato, la tecnica pulita e cristallina della Campana hanno reso ancora più bella l’opera e la sua complessità.

Ultimo brano in programma: “Mefisto valzer di Liszt nella revisione di Busoni, che a differenza della versione classica vi domina una forma di polifonia e sinfonismo veramente magica.

Tecnicamente al limite delle capacità virtuosistiche la Campana ha saputo trasmettere lo spirito multiforme di un virtuoso unico al mondo in cui l’effusione lirica, così costantemente nutrita, non è sempre controllata da un gusto severo.

Un bis, valzer di Chopin, ha concluso una serata artistica ed una apertura di un festival all’insegna di grandi momenti esecutivi ed interpretativi delle grandi occasioni.

E’ stata presentata venerdì 28 aprile, presso la sede di Confcommercio, la quinta edizione di Vivi Crotone, Una Città per tutti. A fare gli onori di casa il Direttore di Confcommercio, Giovanni Ferrarelli che, dopo una breve introduzione, ha ceduto la parola all’Assessore allo Sport del Comune di Crotone, Giuseppe Frisenda e all’Assessore comunale alle Attività Produttive, Sabrina Gentile, i quali hanno sottolineato l’importanza dell’iniziativa che, coinvolgendo le parti sociali ha ricaduta su tutta la popolazione. Sono intervenuti, inoltre, i rappresentanti dell’Asp, del Coni, delle associazioni di categoria, del mondo del volontariato e le cooperative sociali che fanno parte della oramai consolidata macchina organizzativa di VIVI CROTONE.

Nella giornata del 7 maggio si realizzerà un villaggio, allestito con dei gazebo, dove i diversi attori locali promuoveranno le loro attività, toccando differenti tematiche quali COMMERCIO, TERRITORIO, SALUTE SOLIDARIETA’ SPORT E CULTURA; i cittadini troveranno tra gli stand strumenti per controllare la propria salute, consigli di stili di vita sani e sull’alimentazione corretta, le diverse attività sportive possibili anche per i disabili.          

Nel corso della giornata, all’interno della struttura gonfiabile allestita dal Coni, si svolgeranno esibizioni dei “Vecchi Giochi di Strada”; in mattinata si terrà un momento dedicato ai più piccoli con la rappresentazione di una fiaba recitata da parte di KROMA, una delle scuole di Teatro e Recitazione presenti nella nostra città.

La giornata si concluderà con la consegna del pacco gara e la partenza della maratona, che si snoderà in un percorso di Km 1.6, alla quale parteciperanno atleti, e non, appartenenti a tutte le fasce d’età, coinvolgendo le associazioni dei diversamente abili e gli studenti; verranno premiati con una targa i primi 6 professionisti (3 UOMINI E 3 DONNE) mentre un medaglia ricordo sarà consegnata a tutti i partecipanti.

L’iniziativa si fonda sulla volontà di consentire ai cittadini di riappropriarsi degli spazi comuni, creando momenti di socialità diretti alla valorizzazione del centro cittadino; finalità, queste, che concretizzano l’idea motrice alla base del progetto del Centro Commerciale Naturale. Inoltre, grazie all’intervento di professionisti dello sport e della salute, si potrà veicolare  la promozione e la diffusione di corretti stili di vita.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI