Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 22 Novembre 2017

La Calabria accoglie Rondine

gruppo2012low

 

Rondine Cittadella della Pace si appresta a conquistare la Calabria, una conquista che non passa dalla violenza ma al contrario passa attraverso l’abbraccio della diversità. Una due giorni che si annuncia ricca di eventi a tutti i livelli che si svolgeranno tra Cosenza e Reggio Calabria il 16 e il 17 maggio 2013. Un viaggio fino al confine estremo dello stivale che si articola in vari momenti per promuovere i valori che la ispirano, come la coesione, il dialogo, il rispetto dell’altro, lo spirito di comunità , la pace. Tutto questo è Piazze di Maggio, un progetto che Rondine promuove ormai dal 2006 in collaborazione con il Servizio nazionale della CEI per il progetto culturale, per far conoscere al mondo quel piccolo miracolo che ogni giorno si rinnova nel borgo toscano. Quest’anno Rondine incontra la Calabria raccogliendo un invito giunto con grande entusiasmo e che si è tradotto nella calorosa ospitalità della comunità dei Frati Francescani della Calabria.

“E’ una nuova scommessa per Rondine che affrontiamo con timore e rinnovata passione perché ci accingiamo a confrontarci con un contesto difficile, segnato da profonde ferite.” – Afferma il presidente e fondatore di Rondine, Franco Vaccari – “Una terra in cui si perpetuano tanti diversi conflitti che ogni giorno continuando a creare profonde lacerazioni. “

E’ proprio questo che si fa a Rondine si affrontano i conflitti senza più nascondersi dietro gli stereotipi ma guardando negli occhi il proprio nemico. Giovani provenienti da luoghi di conflitto di tutto il mondo sperimentano una vita di convivenza, presso lo Studentato Internazionale ad Arezzo. E’ così che si trova la persona dietro il nemico, un compagno, spesso un amico e le differenze culturali e religiose diventano ricchezza invece di dividere.

“Da noi – spiega Vaccari – imparano a conoscersi, diamo loro l’occasione di sbriciolare i muri che li dividono”. Negli anni grazie a Rondine sono nate amicizie tra ragazzi israeliani e palestinesi, russi e ceceni, indiani e pakistani. Popoli nemici per definizione, separati da confini profondi tracciati dalla storia.

“Piazze di Maggio” prenderà il via giovedì 16 maggio e il primo di questi momenti sarà rappresentato da un incontro pubblico dal titoloo “Il metodo Rondine per risolvere i conflitti: dalle guerre alle ferite quotidiane”. L’incontro si terrà alle ore 14.30 presso l’aula 29b dell’Università di Cosenza dove interverranno Guerino D’Ignazio, Vicedirettore dipartimento Scienze politiche e sociali, il Presidente di Rondine Franco Vaccari che presenterà l’associazione e alcuni studenti porteranno le loro testimonianze. Mondi diversi culture diverse che confrontano sulle dinamiche del quotidiano nell’affrontare il conflitto attraverso l’esperienza di coloro che ogni giorno si mettono in gioco. Un modo per scoprire come la natura del conflitto rimanga la stessa pur nella diversità del contesto in cui nasce.

E’ così che a Rondine si lavora per costruire un futuro di pace, coltivando il dialogo, ricostruendo la fiducia dalle ceneri della distruzione, offrendo reali possibilità ai giovani che hanno sperimentato il dolore della guerra per cambiare la storia per diventare i leader di domani. Questa è la mission di Rondine. Non solo un messaggio di speranza ma un esempio concreto che oggi in Calabria accetta una nuova sfida . E’ questa esperienza che verrà portata in ogni angolo della Calabria nella mattina di venerdì 17dalle tante voci dei giovani dello Studentato Internazionale che raggiungerannotante diverse diocesi, da Reggio a Crotone, fino a Cassano e molte altre…

Quindi dalle ore 18 un grande momento di animazione dedicato ai giovani, con tante situazioni coinvolgenti e giocose che si svolgerà presso l’Anfiteatro “Arena dello Stretto” di Reggio Calabriain collaborazione con la Comunità Francescana . A seguire la cerimonia della consegna delle Rondini d’oro, per quattro studenti di Rondine che hanno portato a termine il proprio percorso presso lo studentato, Tamara (osseta del Nord), Elmira (azera), Sabina (russa),Noam, (israeliano). Un momento di festa che si tradurrà in un vero spettacolo, che i giovani hanno scelto di celebrare proprio in questa terra che ha già dato grande dimostrazione di affetto e grande accoglienza.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI