Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 18 Febbraio 2018

In quasi 50 mila, provenienti da ogni parte della Calabria e dalle regioni vicine, nella città del Pollino in occasione della prima sfilata in maschera del 60° Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore,  evento organizzato dalla Pro Loco cittadina. Oltre duemila figuranti  hanno preso parte al lungo serpentone, 50 i camper allocati nell’area  mercatale e nel piazzale delle Ferrovie per festeggiare “ Re Burlone” .

L’allegria,  la musica, i colori e il divertimento sono state le note predominanti dell’intera mattina con “ La Parata della Gioia”, curata da Tiziana La Vitola e Khadigia Russo , che ha visto nella centralissima Piazza Municipio, sfilare tantissimi bambini in maschera. Occasione questa, per premiare le scuole che hanno partecipato al 14 concorso artistico, rivolto alle classi III, IV, V,  delle  scuole  primarie per la realizzazione del manifesto del Carnevale dei Bambini: 1° Classificato il Disegno, rappresentante un “Clawn”  a cura della Classe   IIIA  DEL  1° CIRCOLO  DIDATTICO  Plesso Via Roma; 2° Classificato   classe  IV B    Villaggio Scolastico e  3° Classificato le classi   IV  C-D    2° Circolo di Castrovillari

Al pomeriggio, dicevamo in quasi 50 mila, hanno applaudito e partecipato con grande entusiasmo, apprezzando lo spettacolo regalato, dai gruppi iscritti al 26° Concorso per Gruppi Mascherati, intitolato al compianto  Franco Minasi, che per anni “ha dato onore” alla Pro Loco ed al suo Carnevale, partecipando con estro e originalità, che lo contraddistinguevano, all’allestimento di maschere e carri allegorici esilaranti.

La sfilata  è stata  aperta dalla neo “Madrina del Carnevale” Giarda Sartori ed è stata accolta nella postazione alta del percorso dai due speaker animatori, Marco Graziadio e Arianna Blotta. In testa al lungo i gruppi folklorici con i “Piccoli “e il Gruppo della Pro Loco. Di scena quest’anno, come accadde al 50°, il Brasile con il gruppo “Cores e Magia”.  

I gruppi iscritti al concorso hanno già avuto una prima votazione da parte della giuria tecnica e da quella popolare mediante l’acquisto del biglietto della lotteria; questi voti si andranno a sommare a quelli di martedì per avere la classifica generale.

La serata presentata da Carlo Catucci coadiuvato dal Georgia Nicoletti, presenti sul palco anche le fasciate del concorso della Madrina del Carnevale, Miss Sorriso, Nadia Pace e Miss Maschera, Rosmery Gerbasi, si è conclusa in Piazza Municipio, con il concerto “Sud in festa” a cura di Calabria Sona. Sul palco Kalabria Orchestra, Giancarlo Pagliarunga, I Terraemares, I beddi di Sicilia, Maria Anna Nolè- Ragnatela Folk, Ciccio Nucera Emy Vaccari delle Muse, Peppe Sapone e Valentina Balistreri.

Più che soddisfatti il direttore artistico e il presidente della Pro Loco, rispettivamente Gerardo Bonifati ed Eugenio Iannelli per la prima grande sfilata. A portare i saluti al popolo del carnevale il sindaco Mimmo Lo Polito.

Intanto questa sera, con inizio alle ore 21,00, presso il Teatro Sybaris sarà di scena il “ Gran Galà” con del Festival del Folklore, serata di grande richiamo dove i gruppi partecipanti  offrono il meglio, attraverso scenografie, costumi, canti e balli tipici, attraverso l’interpretazione  delle tradizioni culturali ed etniche del proprio Paese di origine. (foto di Michele Martinisi).

AltaRoma ha sancito la qualità e l’unicità del progetto Cosenza Fashion Week ospitando nel suo programma il defilé Globe Fashion, kermesse di otto stilisti internazionali che hanno sfilato le loro ultime collezioni nella suggestiva location dall’atmosfera minimalista di Fondazione Exclusiva.

L’evento, ideato e coordinato dal direttore creativo di CFW, Giada Falcone, è stato tra i momenti più attesi e partecipati delle sfilate di alta moda inserite nel calendario invernale di AltaRoma.

Abiti spettacolari, vere e proprie sculture di tessuto, iconici capolavori dell’haute couture, indossati dalle affascinanti ed eteree modelle di A Pois, che con la loro bellezza e la loro grazia hanno segnato in modo indimenticabile la passerella su cui sfilavano le creazioni di: Arushi Chopra (Canada); Nicole Dice (Canada); Dimitar Dradi (Bulgaria); Rosario Jumbo (Ecuador); Sladana Krstic (Croazia); Hind Lafram (Marocco); Faeze Mohammadi (Iran); Adace Tseng (Canada).

Siamo orgogliosi come calabresi di quanto siamo riusciti a fare con il nostro evento nella capitale dell’Alta Moda italiana - ha dicharato Giada Falcone - partecipando da assoluti protagonisti in uno degli appuntamenti più attesi al mondo, che mostrano in anteprima le creazioni di grandi nomi della moda internazionale e di fashion stylist emergenti, come quelli che hanno sfilato organizzato da Cosenza Fashion Week, rendendo singolare la kermesse capitolina. Un lavoro di squadra che dimostra la grande capacità creativa e organizzativa di validi professionisti della nostra terra”.

Molte le autorità presenti in sala per ammirare le anteprime delle collezioni degli otto stilisti internazionali che hanno preso parte a “Globe Fashion - Sezione OFF di CFW”: dai vertici della Camera della Moda di Malta a rappresentanti di ministeri e ambasciate interessate al messaggio sociale dell’evento, che con le sue connessioni interculturali, oltre alle linee e alle forme sperimentali di moda espresse dagli stilisti, ha trasmesso contenuti di dialogo e scambio culturale e interreligioso, di amicizia tra popoli e di crescita sociale ed economica.

Un concept che ha reso singolare e partecipato l’appuntamento di AltaRoma, molto apprezzato anche dall’ulteriore presenza di oltre ottanta accreditati tra influencer, giornalisti della stampa specializzata, fashion blogger, fotografi di moda, videomaker e buyer.

Un messaggio di accoglienza, gusto e bellezza che ha promosso la visione singolare dell’evento creato da Giada Falcone, ma che ha messo soprattutto in mostra la visione di bellezza di una città, quella bruzia, che come ha dichiarato l’assessore alle Attività Economiche e Produttive del Comune di Cosenza, Loredana Pastore, “mettono in evidenza tutti i fattori di attrazione turistica della città, oltre che a promuovere e valorizzare un territorio dotato di tanti giovani e talentuosi creativi”.

E mentre già si parla di quelle che saranno le evoluzioni nazionali e internazionali di Cosenza Fashion Week per il 2018 e gli anni a venire, il team diretto da Giada Falcone sta già lavorando alla realizzazione della seconda edizione della kermesse bruzia, che si terrà nel prossimo mese di maggio e che, come per la sua prima edizione, sarà sicuramente sorprendente per novità e partecipanti.

Il concorso didattico realizzato dalla Planet Multimedia che coinvolge 300 scuole superiori di tutta Italia oggi ha fatto tappa nel capoluogo calabrese presso il Liceo Scientifico Siciliani e l’Itas Chimirri. Sul podio:  la IV M e la V E dell’Itas Chimirri e la quarta A e la quinta D del liceo scientifico Siciliani. La gara proseguirà il 6 aprile con le finali regionali presso l’Aula Magna “Beniamino Andreatta” dell’Università della Calabria a Rende e si concluderà il 21 maggio con la finalissima nazionale sulla nave Cruise Roma di Grimaldi Lines dove il noto conduttore Alessandro Greco, testimonial del concorso, coinvolgerà in un’avvincente gara i rappresentati di tutte le scuole di Italia selezionati in ogni angolo della Penisola. Ai vincitori in premio un viaggio a Barcellona per tutta la classe. 
Gli studenti in vista della finale nazionale potranno utilizzare un App e allenarsi rispondendo a quiz interattivi su contenuti di sicurezza stradale, educazione ambientale, cyberbullismo e cultura generale. 

Nel corso della giornata gli studenti hanno preso parte ad una particolare sezione di orientamento universitario insieme ai referenti dell’Università della Calabria, la dott.ssa Maria Garofalo e il dott. Maurizio Trobia, disponibili a “orientare” le quinte classi in vista della futura scelta universitaria e a presentare l’offerta didattica dei propri corsi di laurea. La gara proseguirà il 23 gennaio alle ore 10 a Rende presso il liceo scientifico Pitagora e, sempre il 23 alle ore 12, presso l'istituto Monaco di Cosenza.

Anche nel 2018 è ritornato puntuale, come ogni anno, presso il palateatro comunale “Giacomo Carrisi” di Mirto, il Gran Concerto d’inizio anno dell' Orchestra di fiati “Giacomo Puccini -  Città di Crosia”, giunto all'ottava edizione. Pure stavolta si è trattato di un programma impegnativo e di qualità, testimone della crescita artistica del gruppo e frutto di mesi di lavoro da parte dei 35 giovani musicisti, sotto l'egida del maestro Salvatore Mazzei. Al concerto ha partecipato, in qualità di maestro direttore ospite, Maurizio Managò, eccellenza del panorama bandistico nazionale, assoluto protagonista del Movimento bandistico calabrese, nonché  personalità di spicco del panorama musicale bandistico nazionale.. Dunque, l’evento realizzato a Mirto è stato un vero e proprio successo. Folta la partecipazione di pubblico. L’orchestra cittadina ha tenuto una performance di alto livello.  Il programma musicale, accuratamente scelto dal maestro Salvatore Mazzei, ha spaziato dalla musica originale per banda, al repertorio sinfonico, dalla musica da film alle arie d'opera. Applausi e standing ovations per un'ora e mezza di grande musica ed emozioni che hanno letteralmente incantato la folta platea. Particolarmente apprezzati i brani eseguiti, fra cui la strepitosa Sinfonia dell'opera "Nabucco" di Giuseppe Verdi, diretta dal maestro direttore ospite Maurizio Managò. A impreziosire ulteriormente la serata le voci del Coro polifonico “Donizetti”, diretto dal maestro Giuseppe Fusaro e le voci soliste di Teresa MusacchioFranco Ruggiero Pino. Emozionanti le esibizioni solistiche di Giuseppe Blefari (tromba), Gennaro Salatino (sax alto), e del presidente dell'orchestra, Giuseppe Greco, che a sorpresa si è esibito nel finale cantando una particolare versione swing  di "Nel blu dipinto di blu" di  Domenico Mudugno. Impeccabile la direzione del maestro Salvatore Mazzei. A lui il merito di aver fatto, in pochi anni, di un giovane gruppo bandistico una formazione orchestrale sicuramente tra i migliori del territorio. Nel finale sono intervenuti il sindaco di Crosia, Antonio Russo e l'assessore comunale alla Cultura, Graziella Guido che hanno evidenziato il prezioso lavoro socio-culturale svolto dall'Istituto Donizetti e in particolar modo dall'Orchestra di fiati "G. Puccini", definendola eccellenza della città da sostenere e valorizzare.  Il maestro Maurizio Managò ha messo in risalto l'importanza dell'attenzione che le istituzioni e la gente di Crosia riservano alla banda. Ha parlato, infine,  del pregevole lavoro del maestro Salvatore Mazzei; un fattore importante che crea entusiasmo e che porterà l'orchestra su palcoscenici sicuramente più importanti.   

      

“Arte in Vetrina”, l’evento legato alla creatività organizzato da Confcommercio Cosenza, e presentato ieri nella sede della Confederazione in via Alimena.

Terzo anno consecutivo per l’appuntamento con l’arte protagonista all’interno degli esercizi commerciali della centralissima Corso Mazzini a Cosenza. Le opera del maestro Epeo saranno esposte fino al 7 gennaio. A curare la personale dell’artista di Trebisacce è Francesca Mirabelli Giordano.

“La triangolazione tra cultura, economia e socialità genera ricchezza. E Confcommercio Cosenza crede nelle iniziative che hanno una dimensione legata a contenuti e valori. Ecco perché alcuni anni fa abbiamo costituito Assocultura, guidata dal presidente Mariano Marchese.

Intanto “Arte in Vetrina” continua ad essere un appuntamento fisso della nostra Confederazione a ridosso del Natale. Dopo il successo delle prime due edizioni continuiamo su questa strada. Siamo sicuri che i clienti e i titolari degli esercizi commerciali continueranno ad apprezzare questa iniziativa”.

E’ quanto ha affermato Maria Cocciolo, direttore di Confcommercio Cosenza, durante la presentazione di “Arte in Vetrina”.

“Ringrazio Confcommercio Cosenza per questa esperienza culturale significativa. Si tratta di una personale allestita fuori dagli spazi tradizionali di fruizione del messaggio artistico. Attingo molto dalle suggestioni e dalla realtà meravigliosa di Broglio a Trebisacce. Terra dove storia e cultura si intrecciano.  Il mio lavoro gioca molto sull’inconscio, scoprendo le cose invisibili che abitano il mio mondo interiore”.

Sono parole espresse dal maestro Epeo, autore della mostra dal titolo “La mia vita con te”.

“Dopo Azzinari e Vegliaturo adesso arriva Epeo. Una personale all’interno dei negozi di corso Mazzini, luogo che ospita il Museo all’aperto Bilotti (MAB). E il prossimo anno potrebbero esserci novità importanti con alcune opere di Mimmo Rotella affiancate a quelle di Francesco Greco, giovane artista vibonese”.

E’ quanto ha sostenuto Francesca Mirabelli Giordano, curatrice della mostra.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI