Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 28 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:580 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1290 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2026 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1557 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1535 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1502 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1780 Crotone

Sono stati premiati nel  Protoconvento francescano di Castrovillari gli studenti partecipanti alla ottava edizione della iniziativa ”Quest’estate anch’io investo in cultura”, organizzata dall’Amministrazione comunale - Assessorati alla Cultura e Pubblica Istruzione.

 

Questi sono:  Maria Rosa Bengardino per la scuola elementare, Alessia Golia per la scuola media e Antonio Rende per le Superiori.

 

Ai vincitori sono stati consegnati premi e libri. Tutti hanno ricevuto attestati di partecipazione e libri.

 

Per l’occasione erano presenti il Sindaco, Francesco Blaiotta, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Rosalia Vigna, l’Assessore Filomena Ioele, l’ex Assessore, Anna De Gaio ,il consulente alla Cultura, Mario Vicino, il Dirigente Provinciale Scolastico, Luigi Troccoli, ed i componenti della Commissione esaminatrice: i docenti  Ortensia Di Giosa e Gemma Caterini.

Il concorso è nato  con l’intento di favorire la lettura e la frequenza della biblioteca comunale “Umberto Caldora” tra  gli studenti, che nei mesi di giugno, luglio ed agosto prendono in prestito dei libri che devono  essere  restituiti con una recensione della lunghezza di non più di due pagine, nelle quali hanno l’obbligo di evidenziare impressioni, commenti, analisi, liberamente svolti.

 

Nella gestione del tempo libero- ha precisato il sindaco, Franco Blaiotta, in una dichiarazione resa alla stampa -  si gioca una delle battaglie decisive per la crescita e formazione umana. Questo progetto – ha aggiunto – finalizzato alla promozione della lettura è sempre valido poiché incide sia sul piano relazionale che cognitivo delle persone, consolidando nel ragazzo stesso l'abitudine a leggere, data la crescente disaffezione nei confronti del libro da parte delle nuove generazioni, educate alla civiltà dell'immagine e abituate a una fruizione dell'informazione e della cultura, immediata sì, ma sicuramente più superficiale”.

Dalla Calabria alla Puglia due giorni di eventi per la cittadina del Pollino. GIOVEDÌ 17, SARACENA città garibaldina ricorderà e celebrerà  il proprio contributo per i 150 anni dell’Italia unita. VENERDÌ 18 a Monteiasi (Ta), in occasione della festività di S. Giuseppe, l’Amministrazione presenzierà per l’adesione all’Associazione Città del Ss. Crocifisso della comunità di San Giorgio Jonico.

 

GIOVEDÌ 17 alle ore 17 presso il Monumento dei Caduti in Piazza XX Settembre la Città del Moscato Passita festeggerà la ricorrenza dello speciale anniversario nazionale, posando una corona in memoria dei tanti caduti saracenari che hanno partecipato alla Spedizione dei Mille e all’unificazione. A seguire verrà issata l’alza bandiera e verranno eseguiti dal complesso bandistico San Leone l’inno di Mameli e altri brani patriottici. – Alle 17.30 presso la Sala Consiliare il Sindaco Mario Albino GAGLIARDI e il Dirigente scolastico dell’Istituto Primo Levi di Saracena Gianni Battista DI MARCO, ripercorreranno i momenti salienti dell’epopea garibaldina soffermandosi sul contributo offerto da cittadini di Saracena. – Verranno poi recitati brani e poesie commemorative sulle vicende storiche risorgimentali e verranno mostrate delle foto sul brigantaggio fornite dalla Proloco del Pollino di San Severino Lucano. – Le celebrazioni si chiuderanno in Piazza S.Lio con uno spettacolo a cura degli studenti del campo scuola di Saracena.

 

VENERDÌ 18, in occasione delle festività di San Giuseppe presso il Comune di Monteiasi in provincia di Taranto, insieme alle altre città aderenti all’Associazione Città del Ss. Crocifisso, l’Amministrazione comunale di Saracena, invitata dal Sindaco Salvatore PRETE, parteciperà all’adesione formale della Comunità di San Giorgio Jonico.

La delegazione saracenara partecipante alla cerimonia di ingresso del nuovo socio, sarà composta dal Sindaco Mario Albino GAGLIARDI, dagli Assessori Elisa MONTESARCHIO, Michele RADESCA e Patrizia GROE, accompagnati dai vigili municipali muniti di gonfalone e da una delegazione dell’ufficio comunale promozione turistica.

Il 16 e 17 marzo San Marco Argentano festeggia i 150 anni dell’Unità d’Italia con una serie di iniziative culturali che rievocheranno interessanti porzioni di storia risorgimentali, con particolare riferimento agli accadimenti vissuti nella cittadina normanna. Nella prima giornata, nella sala consiliare di Palazzo Santa Chiara, si terrà un convegno sui “150 anni dell’Unità d’Italia” con la partecipazione del Comandante della locale Compagnia dei Carabinieri, Rocco Taurasi, e del docente di Storia delle Tradizioni Popolari dell’UNICAL, Giovanni Sole, che per l’occasione proietterà il suo cortometraggio “Il canto dei Patrioti”. L’atteso incontro, la cui prefazione è stata affidata a Siro Falcone, sarà introdotto dai saluti del sindaco Alberto Termine e dall’assessore alla cultura Anna Maria Di Cianni. Gli stessi assisteranno, alle ore 21 nell’aula magna del Liceo Classico, alla performance “Musicalmente Uniti: 150° anniversario dell’Unità d’Italia” eseguita dai ragazzi degli istituti d’istruzione secondaria di primo e secondo grado “Candela-Selvaggi” di San Marco Argentano. Per la seconda giornata, la celebrazione dell’Unità d’Italia avrà inizio alle ore 10.30 nell’ampio spazio di Piazza Riforma con la cerimonia solenne dell’alzabandiera. L’importante e significativo rito si terrà alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, mentre la banda musicale “V. Reale” di Roggiano Gravina eseguirà l’Inno di Mameli e altre musiche commemorative. Sempre il 17 marzo, alle ore 17.30 nella sala consiliare di Palazzo Santa Chiara, dopo aver nuovamente dichiarato ed espresso il proprio amor patrio con l’ascolto dell’Inno nazionale, eseguito dal coro “Iubilate Deo” di San Marco Argentano, si terrà un altro convegno sui “150 anni dell’Unità d’Italia” con la presentazione di documenti inediti sul Risorgimento Sammarchese a cura del prof. Paolo Chiaselotti che, per l’occasione, distribuirà ai presenti un libretto che raccoglie i documenti esposti. All’importante momento di studi, che saranno introdotti dal responsabile della locale biblioteca comunale “E. Conti”, Ivan Gaudio, relazionerà sul significato storico e patriottico della giornata commemorativa l’illustre studioso cosentino, Coriolano Martirano. Previsti anche gli interventi del sindaco Termine e dell’assessore Di Cianni, promotori delle due giornate di celebrazione. Da evidenziare che nel corso dei convegni, che si terranno nel corso delle due giornate celebrative, verranno proiettati dei filmati storici sull’Unità d’Italia. Per l’occasione, gli amministratori guidati da Alberto Termine hanno invitato i concittadini ad esporre il tricolore e a far sventolare la nostra bandiera dalle finestre e dai balconi delle proprie case, come simbolo dell’italianità e dell’amor di patria che San Marco Argentano nutre per l’amata Italia.

 

Per i 150 anni dell’Unita’ d’Italia. Giovedì 17 marzo sarà festa nazionale. A Castrovillari , per il particolare anniversario, verranno collocate, nella mattinata, sulle facciate di alcuni edifici e in slarghi, targhe marmoree commemorative in ricordo ed a riconoscimento di cittadini e personaggi locali che hanno contribuito, con la loro azione, all'Unità d'Italia: a Carlo Maria L'Occaso presso la sua “casa natale” ; al Colonnello Giuseppe Pace presso il Protoconvento francescano e deposta una corona d’alloro sulla sua tomba; a piazza Municipio, invece,  verrà sistemata  una targa  per ricordare tutti i patrioti castrovillaresi ed a Largo San Giuliano, poi, su ciò che è rimasto dell’edificio dell’ex Municipio “Università” , verrà posta una  targa marmorea per non dimenticare l’avvenimento del Plebiscito che ebbe luogo il 21 ottobre 1860 nell'ex Regno delle Due Sicilie, ponendo la parola fine alla storia di Francesco II come re ed a quella del Reame di Napoli, sancendo l’annessione della città del Pollino, come altre del Meridione, all’unificazione con il Regno d'Italia sotto il governo monarchico costituzionale del re Vittorio Emanuele II.  Insomma un vero e proprio itinerario storico – cittadino, nel segno della memoria, che vedrà la partecipazione degli alunni degli Istituti “Pitagora” e “Calvosa”. Questo  partirà da piazza Municipio alle ore 10 per toccare via L’Occaso, la chiesa della SS. Trinità, il Protoconvento , Largo San Giuliano e concludersi nella sala 14 del Protoconvento francescano; lo stesso sarà caratterizzato dalla presenza di autorità civili, militari, religiose, di rappresentanti di organismi, di Associazioni combattentistiche e da un picchetto d’onore dell’Esercito.

Il 15 marzo, invece,  gli alunni del Primo Circolo Didattico, a partire dalle ore 10,30, faranno una “sfilata in tricolore”  muovendo dal Villaggio Scolastico e finendo a piazza Municipio, dove si esibiranno nell’Inno di Mameli, accompagnati dalla Banda Musicale  “San Giuliano “. Seguirà, poi,  un dibattito nell’Aula Magna della stessa Scuola.

Mercoledì 16 marzo, alle ore 21, nel  teatro Sybaris, invece, si terrà  lo spettacolo “Sorelle d’Italia” a cura  dell’Associazione Culturale Khoreia 2000 che lo proporrà in collaborazione con il Centro Femminile comunale della città.

Mentre, durante i vari momenti verrà distribuito dall’Amministrazione municipale un libro del professor Sitongia, edito dal Comune, che lo presenterà  martedì 15 marzo, a partire dalle ore 17,30, nella sala 14 del Protoconvento con gli interventi del sindaco, Franco Blaiotta, dello stesso Sitongia e del  docente di storia dell’Arte  nei Licei, professore Mario Vicino. Il libro raccoglie  luoghi, personaggi e fatti che hanno riguardato il ruolo del capoluogo del Pollino e dei castrovillaresi nelle vicende che hanno portato all'Unità d'Italia.

Castrovillari, come la pubblicazione di Antonio Sitongia  richiama- afferma il sindaco, Franco Blaiotta- , è stato uno dei centri più importanti del Risorgimento calabrese, e significativo fu il contributo che diede all’Unità d’Italia con la partecipazione della borghesia cittadina, del popolo ed anche di alcuni rappresentanti del clero.”

“Una testimonianza che non può andare persa- aggiunge il primo cittadino-  e che deve diventare, sempre più, memoria vissuta e riferimento delle nuove generazioni per comprendere come Patria, Libertà, Democrazia, valori fondanti della nostra Costituzione, che hanno formato la coscienza e l’identità nazionale, sono faticose conquiste che devono essere patrimonio di ciascuno, che  dobbiamo amare e arricchire  con il nostro impegno civile.” Non a caso “Questa pubblicazione- conclude il sindaco Blaiotta-, rivolta particolarmente ai giovani, si propone queste finalità.”

Giovedì 17 marzo nel teatro Sybaris, a partire dalle ore 19, sempre con il patrocinio dell’Amministrazione comunale ed a cura dell’Associazione Italiana Cultura Classica – Delegazione di Castrovillari, si potrà, poi, assistere all’opera di Giuseppe Verdi “Nabucco” con la partecipazione dell’Orchestra di Fiati di Morano Calabro e del Coro Polifonico San Pio di San Giovanni in Fiore.

150 anni di Italia Unita. Rossano, attraverso la prolifica Università Popolare diretta dal Prof. Giovanni SAPIA, dedica allo speciale anniversario nazionale un momento importante. “Il contributo della Calabria all’Unità: il territorio di Rossano-Corigliano”. E’, questo, il titolo della nuova lezione settimanale, la 17esima dell’importante Corso Annuale dedicato alla costruzione dell’identità nazionale, in programma per il prossimo GIOVEDÌ 17, ALLE ORE 17, nella sala rossa di Palazzo S. Bernardino nel centro storico bizantino.

 

Ad impreziosire lo speciale appuntamento, il Professore SAPIA, che è tra l’altro impegnato da mesi nella nota querelle nazionale con il regista TORNATORE per le documentate concordanze tra il proprio romanzo “Il Romanzo del Casale” ed il celebre film “Baarìa”, ha invitato il Prof. Franco AMARELLI ordinario di Diritto Romano all’Università Federico II di Napoli e Piero SANSONETTI Direttore del Quotidiano “Calabria Ora”.

 

Nel corso della manifestazione verranno letti e commentati dei passi dell’ultimo libro “Il Patto che ci lega” del Presidente della Repubblica Giorno NAPOLITANO.

 

Ma non è tutto. Questa speciale lezione dell’Università Popolare alzerà il sipario, in anteprima nazionale, sull’ultimo prodotto artistico di Domenico TORDO, uno dei più giovani maestri orafi d’Italia.

 

Nel corso dell’evento, infatti, sarà presentato ufficialmente il gioiello “L’ITALIA NEL CUORE”, sintesi simbolica di quel patto identitario ed ideale che unisce e che deve unire gli italiani, con la ragione ma anche col cuore.

I brani saranno letti dal Dott. Franco CIRÒ. Il dibattito sarà moderato dal Prof. Gennaro MERCOGLIANO. Alcuni canti patriottici, verranno eseguiti dal trio Giovanni Battista ROMANO al pianoforte, Pier Pasquale TRAUSI al violoncello e Anna MINNICELLI alla voce.

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI