Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 26 Gennaio 2020

100_2517

 

Nel segno dell’integrazione europea e dell’accoglienza. L’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Castrovillari, Rosalia Vigna, ha incontrato, a nome e per conto dell’Amministrazione comunale,  nel Protoconvento francescano, portando il saluto della città e del sindaco, Franco Blaiotta, presente il consulente alla cultura Mario Vicino,  i ragazzi dell’Istituto scolastico spagnolo “Sagasta” di Logrogno , gemellati con il Liceo Scientifico “Mattei” del capoluogo del Pollino, grazie al progetto Socrates intitolato “ Europa Unida – Historia Unida”.

Durante la semplice, ma significativa cerimonia, a cui erano presenti i responsabili del progetto dei due istituti, Lucinio De Prado e Maria Clara Donato, oltre ad alcuni collaboratori dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione, l’amministratrice ha consegnato   ai 27 ragazzi ed ai 2 docenti iberici dei libri sulla storia della città di Castrovillari, esprimendo parole di soddisfazione e plauso per l’iniziativa didattico- educativa che queste scuole stanno portando avanti e volta a sviluppare l’integrazione culturale tra i popoli dell’Europa, una maggiore conoscenza della lingua straniera nella scuola e offrire una conoscenza del patrimonio artistico- linguistico- etnico delle realtà gemellate.

Obiettivi del programma internazionale, a cui il Liceo Scientifico non è nuovo, nel quale al centro vi sono l’acquisizione della lingua, la comunicazione, la conoscenza dei diversi ambiti europei ,la loro storia, l’arte e l’espressività.

Durante la manifestazione è stata consegnata, inoltre,  una targa da Lorena Martufi, in rappresentanza della Pro Loco di Castrovillari, al professore Oscar Hierro dell’istituto spagnolo anche per la partecipazione dei due istituti, con il gruppo mascherato “Roma Caput mundi”, alla 53^ edizione del Carnevale di Castrovillari.

“Iniziative del genere- è stato precisato durante l’incontro - , legate all’approfondimento delle lingue, delle tradizioni e delle culture, contribuiscono a creare in ciascun ragazzo consapevolezza delle proprie radici, allargando quegli orizzonti culturali che poi di fatto favoriscono il processo di crescita nel rispetto delle diversità.”

Interruzione alla pesca del bianchetto. Bene l’attenzione dell’Assessore TREMATERRA. La sensibilità istituzionale, però, non può porre rimedio al solito ritardo con il quale la Regione prende atto di provvedimenti normativi europei che, nel caso specifico, risalgono al 2006. Insufficiente il sostegno economico di soli mille e 350 mila euro a barca stabilito con decreto ministeriale. Occorre attivare l’osservatorio biologico economico e far partire i piani di gestione locale.

È quanto sostiene il Sindaco Filippo SERO alla luce dell’incontro tenutosi lo scorso Lunedì 1 Marzo a Catanzaro e indetto dall’Assessore regionale all’Agricoltura e Pesca On. Michele TREMATERRA,  per affrontare la crisi derivante dall’interruzione alla pesca del bianchetto imposta dalla normativa comunitaria.

 

Alla riunione ha preso parte anche l’Assessore provinciale alle Politiche del territorio Leonardo TRENTO.

 

«Viviamo – dichiara SERO – un momento particolarmente delicato per l’economia locale storicamente caratterizzata da una marineria commerciale che occupa numerose famiglie. Peraltro proprio la pesca del bianchetto rappresenta l’identità economica e di tradizione dei nostri uomini del mare. Sulla problematica registriamo con favore l’iniziativa dell’Assessore TREMATERRA che ha voluto incontrare, oltre alle associazioni di categoria anche le istituzioni locali, dimostrando, così, una forte attenzione su un settore strategico della nostra economia e una encomiabile sensibilità istituzionale. Ciò nonostante si deve rilevare che l’attenzione dell’Assessore regionale alla Pesca non può porre rimedio al solito ritardo con il quale la Regione prende atto di provvedimenti normativi europei che, nel caso specifico, risalgono al 2006. In questi anni certamente si sarebbero potute adottare misure che avrebbero messo il settore nelle migliori condizioni per affrontare questa crisi. Rispetto ai provvedimenti assunti, comunque, riteniamo del tutto insufficiente il sostegno economico di soli mille e 350 euro a barca stabilito con decreto ministeriale. Tale misura, per altro non da alcuna risposta ai lavoratori dipendenti. Riteniamo, quindi, necessario che la Regione dichiari lo stato di crisi che consentirebbe l’attivazione della cassa integrazione per quest’ultimi. Si dovrebbe inoltre attivare l’osservatorio biologico economico per far sì che si possano raccogliere quei dati scientifici ed economici che, adeguatamente immessi nel piano di gestione ministeriale, potrebbero consentire di ottenere l’autorizzazione da Bruxelles per il 2012. Infine bisogna far partire i piani di gestione locale».

Dopo essere stata istituita già pochi mesi dopo l’insediamento della nuova amministrazione comunale di San Marco Argentano, la Consulta dei Giovani si è finalmente dotata del suo primo Consiglio Direttivo. Attraverso una partecipata assemblea elettiva, presieduta dalla delegata consigliera comunale Alessandra Solamo, sono stati votati undici membri che costituiranno la vera anima di questo nuovo e importante organismo di rappresentanza giovanile. Fortemente voluta dall’amministrazione comunale e, in particolare, dall’assessore alle politiche giovanili Glauca Cristofaro, la Consulta dei Giovani consentirà ai suoi rappresentanti di partecipare attivamente alla vita politica della comunità, proiettandoli nella dimensione responsabile e sociale della pubblica amministrazione. La Consulta dei Giovani di San Marco Argentano non è solo una felice intuizione ma una reale opportunità per tanti giovani, visto che presto sarà inserita in quell’elenco di consulte giovanili che la Regione Calabria sta per istituzionalizzare. Sono stati eletti: Egidio Fasano (43  preferenze); Alessandro Di Cianni (40 preferenze); Gianluca Damaso (38 preferenze); Patrizia Rosanna Bruno (37 preferenze); William Aiello (34 preferenze); Marzia Di Scianni (32 preferenze); Cristian Tricanico (25 preferenze); Antonio Parise (22 preferenze); Luca Tudda (22 preferenze); Francesco Scarniglia (22 preferenze); William Verta (20 preferenze). L’assessore Glauca Cristofaro, nel formulare agli eletti i più sinceri auguri per l’affermazione ottenuta, esorta tutti gli iscritti a programmare presto le attività dell’organismo. “Tutti sanno – conclude la nota dell’assessore alle politiche giovanili – quanto sia importante per me la Consulta dei Giovani. Ho sempre creduto fortemente in questo sistema di rappresentanza giovanile, anche quando le cose sembravano prendere il verso sbagliato. Proprio questi momenti difficili mi hanno stimolato ad andare avanti, senza indugio. Perché capivo che è nella natura umana il bisogno froidiano di tentare di distruggere ciò che spesso, invece, costituisce una reale opportunità di crescita e di realizzazione delle attitudini dell’uomo. Oggi, prego solo i ragazzi di cogliere lo spirito autentico della Consulta, lasciando da parte egoismi e manie di protagonismo che alla fine non pagano ma, anzi, danneggiano ed isolano l’uomo, additandolo magari come tipo da evitare. A loro, nel rivolgere i miei auguri di buon lavoro, ricordo di operare con impegno e che i veri Grandi sono sempre le persone più modeste ed umili”. Alla prima occasione utile, l’assessore Glauca Cristofaro convocherà il Consiglio Direttivo affinché si provveda alla nomina degli organi interni.

Questo il tema del seminario di approfondimento sulle novità introdotte dalla Legge 136/2010,organizzato da ANCE Cosenza, che si svolgerà domani giovedì 3 marzo con inizio per le ore 10,30 presso la Sala Conferenze di Confindustria di Cosenza.

I lavori, aperti dal Presidente di ANCE Cosenza Natale Mazzuca, prevedono la relazione di Franca Cappelli, Dirigente dell’Area Legislazione Opere Pubbliche dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili, che illustrerà gli aspetti relativi agli obblighi di tracciabilità, alle particolari tipologie di pagamento, all'ambito di applicazione della normativa, alle clausole contrattuali ed alle sanzioni. Seguirà il dibattito, moderato dal Direttore di Confindustria Cosenza Rosario Branda. Le conclusioni saranno affidate al Presidente di ANCE Calabria Francesco Cava.

“ANCE Cosenza – afferma il Presidente dei costruttori cosentini Mazzuca - è da sempre un convinto assertore della legalità quale  precondizione affinché le imprese possano operare nella massima trasparenza e con una concorrenza non alterata, particolarmente nel settore degli appalti pubblici. Siamo consapevoli che la tracciabilità dei flussi finanziari assume una grande importanza nel quadro delineato dal legislatore per fronteggiare la peculiare capacità della criminalità organizzata di infiltrarsi nei meccanismi di affidamento degli appalti pubblici al fine di riciclare il denaro proveniente da attività illecite. Ma è indubbio che la complessità del provvedimento abbia  causato seri problemi applicativi, con il conseguente blocco dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione alle imprese e il rinvio della stipula di nuovi contratti di appalto per lavori, servizi e forniture. Proprio per questo il provvedimento, senza dubbio condivisibile, va capito e interpretato dalle aziende e dalle stazioni appaltanti per esplicare tutta la sua reale efficacia. Da qui il taglio tecnico, che abbiamo scelto di dare al seminario, per cercare di contribuire a sviscerare le novità introdotte dalla legge 136 del 2010 e a dipanare gli eventuali dubbi interpretativi.”

 

 

 

500 mila euro per la realizzazione di un impianto sportivo per il tiro al piattello. Nero su bianco, la firma della convenzione. Il Sindaco, giovedì scorso a Cosenza, per il finanziamento che consentirà a tutto il territorio, di praticare la disciplina sportiva. Attenzione costante, a 360 gradi, da parte dell’ente sovracomunale per il basso jonio cosentino. Il Primo Cittadino ringrazia la Giunta Provinciale.

La firma dell’intesa è avvenuta, presso gli uffici della Presidenza, alla presenza del Presidente Mario OLIVERIO, dell’Assessore allo Sport e all’Impiantistica sportiva Pietro LECCE e dell’Assessore all’Urbanistica e Governo del territorio, Leonardo TRENTO.

 

“Si tratta – ha dichiarato il Sindaco – di un ulteriore momento che giunge a conferma, giorno dopo giorno, dell’attenzione costante che l’Amministrazione Provinciale, presieduta dall’On.Mario OLIVERIO, destina alla nostra comunità, attraverso l’interessamento puntuale ed evidentemente proficuo dell’Assessore Trento. Ad entrambi non possono che andare i ringraziamenti del Comune di Cariati e, sicuramente, dell’intero territorio. La nuova opera, infatti, consentirà a tutto il territorio, di poter praticare questa nuova disciplina sportiva”.

 

3 MILIONI DI EURO. – A tanto ammontano i finanziamenti che, ad oggi, hanno interessato il territorio cariatese per la realizzazione di impianti sportivi. Dal campo del Varco, all’edilizia sportiva scolastica.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI