Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 28 Marzo 2020

La biblioteca Pier Giorgi…

Mar 09, 2020 Hits:771 Crotone

Recital della violoncelli…

Feb 18, 2020 Hits:1299 Crotone

I gazebo della Lega sul l…

Feb 14, 2020 Hits:1499 Crotone

Al Lucifero celebrata la …

Feb 11, 2020 Hits:1123 Crotone

I premi di Affidato al 70…

Feb 10, 2020 Hits:1186 Crotone

Cerrelli: con la Lega Cro…

Feb 08, 2020 Hits:1212 Crotone

AI Tecnici dell’AKC Greco…

Gen 31, 2020 Hits:1462 Crotone

Barbuto e Corrado (M5S): …

Gen 21, 2020 Hits:1597 Crotone

Il sindaco di San Marco Argentano, Alberto Termine, insieme a tutti i suoi consiglieri, rivolge in una nota alla stampa i sentimenti più profondi di riconoscimento e gratitudine per il lavoro pastorale diretto in tanti anni dal vescovo uscente, Mons. Domenico Crusco. “È stato per tutti noi un’importante e fondamentale guida spirituale – si legge nella nota del Comune – sempre disponibile e pronto a indirizzare la nostra azione amministrativa. Saperlo ancora vicino, come ad esempio lo è anche monsignor Lauro, ci rafforza nelle convinzioni di poterci avvalere ancora dei consigli di così alte personalità”. Il pensiero di saluto e ringraziamento del primo cittadino sammarchese per il vescovo che sino ad oggi ha condotto la Diocesi di San Marco-Scalea si congiunge al messaggio di benvenuto e di giubilo per l’arrivo del nuovo vescovo. “È un vero onore come primo cittadino poter accogliere nel nostro comune un uomo illuminato e tanto caritatevole come Mons. Bonanno: un’opinione comune espressa da quei tantissimi fedeli che lo hanno conosciuto e che sono stati suoi parrocchiani. Come amministrazione comunale, a disposizione del comitato deputato all’organizzazione di questo evento, abbiamo profuso ogni sforzo utile per accogliere dignitosamente e adeguatamente il nostro nuovo Pastore, ma anche per offrire la migliore ospitalità per tutti coloro che accorreranno nella nostra cittadina per gioire del suo insediamento. Un momento di grande gioia che riporremo nei nostri cuori con indelebile ricordo. Al nostro nuovo vescovo, infine, esprimo sinceri sentimenti di benvenuto e affido nelle sue mani misericordiose il nostro bisogno di orientamento, chiedendo di guidare spiritualmente ognuno di noi verso i principi più alti di fraterno valore cristiano”.

 

MARE NOSTRUM, il mare d’inverno. Al via la quinta giornata ecologica. Amministratori, associazioni, volontari, cittadini e mondo della scuola si sono dati appuntamento per DOMENICA 3 APRILE 2011, alle Ore 9.30, presso la “Madonnina”, sul lungomare cittadino, per ripulire il litorale cariatese.

«Consapevole che la nostra spiaggia, gemma preziosa del nostro patrimonio ambientale deve essere decorosa e pulita non solo d’estate, ma anche d’inverno perché elemento imprescindibile della nostra identità territoriale e paesaggistica e affinchè vengano cancellati i segni della violenza del maltempo e della nostra “civiltà”».

 

È, questo, l’invito che il Sindaco Filippo SERO e l’Assessore all’Ambiente Cataldo PERRI hanno rinnovato attraverso un manifesto all’intera cittadinanza.

 

Loro, come in tutti e cinque gli anni precedenti, ci saranno.

Risponderanno “presente” insieme agli altri amministratori e a quanti vorranno contribuire, con questo gesto non solo simbolico, a ripulire la spiaggia da arbusti e piccoli e grandi rifiuti.

 

Educare e sensibilizzare al rispetto dell’ambiente e dei luoghi e spazi pubblici.

 

Resta, questo, l’obiettivo prioritario che, sin dall’inizio del mandato amministrativo nel 2007, persegue l’Amministrazione Comunale SERO, facendo registrare, di anno in anno, successo di partecipazione e sempre maggiore consapevolezza che dal basso è possibile invertire rotta per un futuro condiviso e sostenibile.

 

Santuario di Paola 1

 

Anche in Calabria si tiene un pellegrinaggio come quello che si svolge annualmente per raggiungere il luogo santo di Santiago de Compostela. È certamente più breve, ma è altrettanto suggestivo. Ogni primo giorno di aprile, in memoria di San Francesco di Paola, i giovani del “Gruppo della Memoria” di Mongrassano partono per un cammino notturno che attraversa i boschi della montagna Magna dell’Appennino Paolano per poi giungere alle porte del Santuario del protettore della Calabria. Il raduno è previsto per la mezzanotte nella piazza del centro storico di Mongrassano. Un percorso di 45 Km, fatto di tratti aspri e faticosi, che mette a dura prova i giovani ma che non li stanca, perché alimentati e incoraggiati da una profonda devozione al Santo. Il percorso è suggestivo quanto spirituale e attraversa distese di fiori con alberi secolari. Un pellegrinaggio montano dove governa la natura e regna la bellezza di un territorio incontaminato. In questi luoghi, i pellegrini camminano con disinvoltura, perché conoscono perfettamente i tratti da percorrere e i posti dove sostare. Luoghi incantevoli che praticano da molto tempo e che, per ben 2 volte l’anno, lasciano nell’animo di questi giovani un senso di piacevole benessere. Il “Gruppo della Memoria” è composto da uomini e ragazzi che hanno la consapevolezza di una conoscenza corretta della montagna. Molti sono iscritti all’Associazione della Montagna, un movimento a carattere naturalistico che insieme all’assessore all’ambiente del comune di Mongrassano, Pasqualino Della Motta, e all’amministrazione comunale guidata da Ferruccio Mariani, sta lavorando per la costruzione di un percorso che si inserisca all’interno degli itinerari di turismo religioso e ambientale. Un pellegrinaggio ad hoc, fatto per chi ama la natura, ma soprattutto per chi ha fede e devozione per il Santo di Calabria. Su questo progetto, l’amministrazione comunale di Mongrassano ha gia avviato un percorso montano con un punto di ritrovo, situato in località “Aria del Vento”, che sarà ristrutturato e intitolato “Ai pellegrini di San Francesco”. Un progetto che includerà anche i luoghi di passaggio e di ritrovo intrapreso dai pellegrini del passato, come la tappa al Faggio di San Francesco a monte del comune di Cerzeto. Un cammino percorso dal Santo, oggi condiviso da molte istituzioni locali che, con rispetto e interesse comune, lavorano sinergicamente per far sì che tutto ciò diventi realtà. In occasione del pellegrinaggio notturno dei giovani di Mongrassano, il sindaco e il vice sindaco del Comune di Cerzeto incontreranno i fedeli in cammino nel proprio territorio presso il Faggio di San Francesco. In questo luogo suggestivo, davanti alla statua del Santo e nel pieno della notte, uniti da un senso profondo e sincero di fratellanza, i pellegrini reciteranno una breve preghiera per poi proseguire alla volta del Santuario di Paola. Il “Gruppo della Memoria” spera che in futuro potranno essere in molti a condividere con loro questa esperienza, ed invita quanti sono devoti al Santo di Calabria a partecipare al prossimo pellegrinaggio che si terrà nei primi giorni del mese di giugno.

Raffaele Rinaldi- Morte di San Giuseppe

Raffaele Rinaldi, morte di san Giuseppe

Dal 30 marzo al 2 aprile prossimo si terrà  a Ferrara la XVIII edizione del Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali. I più autorevoli protagonisti del settore animeranno incontri tecnici, workshop, seminari e tavole rotonde in un proficuo scambio di idee, di opinioni e di esperienze.

La Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria partecipa al Salone con due interessanti iniziative:

giovedì 31 marzo ore 10.30 – 11.30, sala Belriguardo, pad. 5, piano terra Opera Aperta – Il restauro del Sant’Agostino di Mattia Preti svela i segreti di un capolavoro.

Relatori: Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria e Valentina Cosco, consulente esterna per la diagnostica.

La Soprintendenza BSAE della Calabria presenta la mostra-cantiere didattico dedicata al restauro del dipinto raffigurante Sant’Agostino di Mattia Preti, recentemente acquisito dal MiBAC per la Galleria Nazionale di Cosenza. Il restauro, condotto “a porte aperte” dai tecnici del Laboratorio di Restauro e della Sezione di Diagnostica della Soprintendenza, offre ai visitatori l’opportunità di condividere l’esperienza di un intervento conservativo. Il cantiere, allestito in una sala attrezzata con idonee e moderne strumentazioni, si avvale di sussidi didattici, pannelli espositivi e schermi multimediali;

venerdì 1 aprile ore 14.30 - 15.30, sala C, primo piano, pad. 5/6 I bronzi dorati di Cosimo Fanzago. Restauri e nuove ipotesi interpretative.

Relatori: Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria e Giuseppe Mantella, restauratore.

La Soprintendenza BSAE della Calabria presenta il restauro delle sculture in bronzo dorato di Cosimo Fanzago, realizzate per il monumentale ciborio della Certosa di Santo Stefano del Bosco in Serra San Bruno (VV), smembrato a seguito del terremoto del 1783. Le sculture sono state sottoposte ad un delicato intervento di restauro finalizzato oltre che alla rimozione delle numerose corrosioni attive, anche alla conoscenza della tecnica di realizzazione. Il restauro è stato preceduto da una campagna di indagini diagnostiche che ha fornito una banca dati di straordinario interesse per un approfondimento storico-critico sulle opere e sulle tecniche esecutive.

Cosimo Fanzago- Angelo 1 generale lato DX dopo

Cosimo Fanzago, Angelo

Segnaliamo, inoltre, che mercoledì 30 marzo, alle ore 11.00, sala D, primo piano, fra pad. 5 E 6, si  terrà, organizzato da Nova Ars Restaurandi, Soprintendenza BSAE  della Calabria, Università della Calabria, l’incontro RAFFAELE RINALDI ALLA CHIESA DELL'ANNUNZIATA. DIAGNOSTICA, RESTAURO E NUOVE ACQUISIZIONI TECNICHE

Relatori: Gianluca Nava, restauratore; Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Calabria e Valentina Cosco, diagnosta

Raccolta differenziata, riutilizzo intelligente dei rifiuti, solidarietà. Prosegue quella che ormai è diventata una vera e propria missione di educazione ambientale dell’Esecutivo guidato da Mario Albino GAGLIARDI. Due le iniziative in programma: la sesta edizione della raccolta indumenti usati e la campagna per bandire i sacchetti usa e getta.

Da LUNEDÌ 4 A DOMENICA 17 APRILE DALLE ORE 8 ALLE ORE 19, presso un gazebo antistante il Palazzo di Città prenderà il via la VI Edizione della raccolta degli indumenti usati organizzata dall’ufficio servizi sociali e dall’azienda speciale pluriservizi, diretta dall’Ing. Pasquale DI VASTO.

 

Da SABATO 16 A SABATO 23, si inaugura invece la settimana nazionale “Porta la sporta”.

 

Per un’intera settimana i sacchetti usa e getta, verranno banditi e sostituiti con borse di stoffa o con le retine.

 

L’iniziativa promossa dal Wwf, da Italia Nostra, da Touring Club Italiano e da Adiconsum, ha come fine, quello di non sprecare risorse preziose e di imparare con gesti semplici, da ripetere con un po’ di buona volontà tutto l’anno, a tutelare l’ambiente.

 

Ciò che accomuna entrambe le iniziative, è l’obiettivo primario di contribuire, coinvolgendo i cittadini e con piccole azioni, ad imparare a donare in uno spirito solidaristico, ai meno fortunati, abiti o oggetti finiti in cantina e da tempo non più utilizzati e a rispettare l’ambiente in cui viviamo anche eliminando buste di plastica difficilmente riciclabili.

 

Per ulteriori informazioni sulla modalità di partecipazione all’iniziativa “Porta la sporta e … rifiuta l’usa e getta”, è possibile cliccare sul sito www.portalasporta.it.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI