Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 27 Febbraio 2020

Prefetto ordine e rettore

 

«Una prestigiosa onorificenza che dà lustro non soltanto ad uno studioso di fama internazionale, ma all’intera Università della Calabria». Lo ha detto ieri nella sala dello University Club, il Magnifico Rettore Prof. Giovanni Latorre, nel corso di una manifestazione che si è svolta in onore del prof. Nuccio Ordine  professore Ordinario di letteratura italiana per presentare le congratulazioni dell’UniCal per il conferimento del titolo di Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. L’incontro tenutosi in una calda mattinata primaverile, ha visto la partecipazione di Sua Eccellenza il Prefetto di Cosenza, Dott. Raffaele Cannizzaro, del prof. Raffaele Perrelli, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, e il Direttore generale della casa editrice Les Belles Lettres di Parigi, prof. Alain Segonds. «Nuccio Ordine - ha detto ancora il Rettore - è una persona che merita rispetto e amicizia particolare non solo per le sue qualità di professore, bensì per le sue qualità umane. Sono sicuro che il riconoscimento trarrà maggiore forza per far avanzare la conoscenza nel mondo di quella parte della storia del nostro Paese che col pensiero ha illuminato la nostra terra e la storia d’Italia e dell’Occidente nell’epoca moderna». Per il Prof. Latorre tutto ciò contribuirà «a far crescere il prestigio della nostra università che fa bene il proprio lavoro. Sia mediante la formazione, sia nell’ambito dell’avanzamento delle conoscenze. Grazie al prof. Ordine, nel campo umanistico, possiamo dire che l’università rappresenta un punto importante, riconosciuto nel quadro culturale europeo. Sono fatti che inorgogliscono tutta la comunità universitaria. In questo Ateneo  - ha detto ancora il rettore - il prof. Nuccio Ordine s’è laureato e svolge una importante attività accademica che oggi ne fa uno dei più autorevoli studiosi di Giordano Bruno e certamente uno tra i migliori conoscitori dell'ambiente sociale, artistico,letterario e spirituale dell’età del Rinascimento». Il prof Perrelli, poi, ha voluto sottolineare le qualità umane del prof. Ordine e la sua capacità «certamente non comune  - ha asserito - di insegnare non solo trasferendo conoscenza, ma istaurando una forte empatia con gli studenti». Attualmente ha spiegato ancora Perrelli «viviamo in un periodo storico nel quale gli studi letterari non hanno quella considerazione che meritano. Spesso, addirittura, se ne disconosce il valore anche per la costruzione della democrazia e dell’identità nazionale». L’editore francese Prof. Alain Segonds, manifestando sentimenti di stima e amicizia all’illustre professore dell’Unical lo ha definito come «l’autore più importante della casa editrice Les Belles di Parigi».

Prefetto Cosenza e prof. Ordine

 

In conclusione il Signor Prefetto, complimentandosi per l’alta onorificenza attribuita direttamente dal Presidente della Repubblica “motu proprio”, ha illustrato nei dettagli tutto l’iter burocratico di tale titolo onorifico.  Alla cerimonia è pure intervenuto il sindaco di Diamante, città natale di Nuccio Ordine, dott. Ernesto Magorno. Al termine dell’incontro ha preso la parola il Prof. Ordine, che entusiasmando i convenuti, ha ringraziato in primis l’Ateneo di Arcavacata di Rende, sottolineando le straordinarie opportunità che grazie ad esso ha avuto di crescere culturalmente e scientificamente. «Il sapere -  ha detto - è innanzitutto umiltà. Lo studio deve essere un elemento inteso a migliorare se stessi. Dissento dai discorsi come quello relativo alla “fuga di cervelli” in quanto anche lo studio all’Estero ha tracciato una tappa importante per la mia formazione» Concludo con un grazie di cuore al Presidente Napolitano che riveste un ruolo capitale e importante. Un gesto che marca un attenzione per la cultura, per la scuola, per l’università, in un momento in cui i tagli colpiscono duramente la cultura».

 

L’amministrazione comunale di San Marco Argentano, il prossimo 7 aprile, data di nascita in cui il piccolo Sergio Caparelli avrebbe dovuto compiere 9 anni, purtroppo deceduto tra i banchi di scuola lo scorso 15 gennaio a causa di un improvviso malore, intitolerà a suo nome la scuola elementare di contrada Iotta dove il bambino si incontrava tutti i giorni con i suoi compagni di classe e le sue insegnanti. La volontà di dedicare la sezione della scuola elementare alla memoria del piccolo angelo volato in cielo è stata espressa spontaneamente dal sindaco Alberto Termine in occasione dei funerali del bambino. Per questa iniziativa, tutta l’amministrazione comunale vuole rivolgere un partecipato sentimento di gratitudine al prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro, che ha immediatamente concesso questa particolare possibilità dimostrando grande sensibilità e un messaggio di ringraziamento verso l’amministrazione provinciale, diretta da Mario Oliverio, per aver deciso di dotare le scuole di San Marco Argentano di defibrillatori. Alla cerimonia di intitolazione, alla presenza dei genitori e dei familiari del piccolo Sergio, oltre ai compagni di scuola e di tutto il personale scolastico, parteciperà l’amministrazione comunale con tutti i consiglieri comunali di San Marco Argentano, alcuni rappresentanti di amministrazioni comunali del territorio, autorità militari, un alto rappresentante dell’Ufficio VII Ambito Territoriale di Cosenza, il consigliere regionale Giulio Serra, il presidente della Provincia, Mario Oliverio, il prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro, e il nuovo vescovo di San Marco Argentano, Mons. Leonardo Bonanno. La manifestazione di intitolazione avrà inizio alle ore 10 di giovedì 7 aprile con un raduno di fronte alla scuola elementare di contrada Iotta di San Marco Argentano. Dopo la toccante cerimonia, la famiglia festeggerà il compleanno del piccolo Sergio insieme ai bambini della scuola e alla comunità sammarchese.

Confindustria Cosenza e le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL hanno sottoscritto l’accordo provinciale per la detassazione delle somme correlate a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa, in relazione a risultati riferibili all’andamento economico o agli utili dell’impresa ed a ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale.

Sono intervenuti il Direttore Rosario Branda ed il Responsabile delle Relazioni Industriali Pierpaolo Mottola per Confindustria Cosenza ed i Segretari Generali confederali Giovanni Donato per la CGIL Cosenza, Angelo Sposato per la CGIL comprensorio Sibari-Pollino-Tirreno, Antonio Russo per la CISL e Antonio Lento per la UIL.

L’accordo, che recepisce l’intesa nazionale dell’8 marzo scorso, consente l’applicazione della tassazione agevolata (10%) a tutte quelle somme erogate per miglioramenti della competitività aziendale, quali elementi variabili della retribuzione, premi, lavoro straordinario, notturno, festivo, supplementare, etc. Le imprese interessate potranno applicare le agevolazioni fiscali a tutti i loro dipendenti, anche se occupati presso sedi o stabilimenti situati al di fuori della provincia di Cosenza.

 

<<In considerazione dell’evoluzione del mercato del lavoro e nell’ambito degli accordi interconfederali – dichiara il Direttore degli Industriali cosentini Rosario Branda – la contrattazione integrativa costituisce un elemento portante per sviluppare il sistema delle imprese, accrescere le potenzialità del territorio e rafforzare meccanismi di condivisione di obiettivi e risultati con i lavoratori. Per poter beneficare della tassazione agevolata le aziende già associate potranno richiedere ai nostri uffici la dichiarazione attestante l’iscrizione al sistema confindustriale. Siamo pronti a supportare gli imprenditori per la stipula di eventuali accordi o intese integrative aziendali che dovessero rendersi necessarie>>.

 

I segretari confederali territoriali Donato, Sposato, Russo e Lento sottolineano che le organizzazioni sindacali rappresentate <<esprimono una valutazione pienamente positiva del testo sottoscritto con Confindustria, in quanto questo accordo consente benefici fiscali ai lavoratori perché interviene sulla parte di salario direttamente contrattata tra R.S.U. e imprese su istituti contrattuali applicati nelle aziende del territorio ed ha carattere sussidiario rispetto a quanto individuato in eventuali intese aziendali o pluriaziendali che restano in ogni caso vigenti e fatte salve>>.

 

Le imprese applicheranno le agevolazioni fiscali nei limiti ed alle condizioni previste dalla normativa applicabile e delle indicazioni ministeriali e dell’Agenzia delle Entrate. A titolo esemplificativo si potrà fare riferimento a forme di premialità quali: i premi di risultato, di produzione e/o di obiettivo e forme similari, al trattamento economico per lavoro supplementare, straordinario, in turni, notturno, festivo e domenicale nonché agli eventuali elementi della retribuzione correlati, come detto, a incrementi e miglioramenti di produttività, innovazione, efficienza, qualità, redditività.

In altri termini il lavoratore beneficerà di una minore tassazione su quella parte del salario legata ai risultati ed al suo maggior impegno di lavoro per conseguirli (straordinario, lavoro notturno, turnazione, incrementi di produttività, qualità ed efficienza). In tal modo risulterà amplificato il risultato economico dell'incentivazione, invece che penalizzata dalla progressione dell'imposta.

ASSOPROLI, branca olearia di COLDIRETTI porterà nove aziende olearie del territorio alla 45° edizione del Vinitaly, una delle più importanti fiere internazionali del settore, in programma a Verona da GIOVEDÍ 7 a LUNEDÍ 11. Un ventaglio prezioso di aziende impegnate nella produzione e promozione dell’extravergine di qualità. Nutrita la delegazione dell'area urbana Rossano-Corigliano, guidata dal Presidente Tommaso FIGOLI.

 

Azienda Figoli di Tommaso FIGOLI di Rossano, Azienda Olearia GERACI di Corigliano, azienda “LE CONCHE” di Bisignano, azienda ELEUSI di Cerchiaria di Calabria, azienda BAFFA di Santa Sofia d'Epiro, frantoio ACRI di Rossano, franotio FERRARI di Terravecchia, frantoio oleario CONOIL di Rossano, oleificio GABBRO di Lauropoli.

 

Questi i brand e le esperienze territoriali protagoniste a Verona a partire da dopodomani.

 

Durante la manifestazione, nella giornata di DOMENICA 10, sarà possibile degustare gli oli calabresi guidati dai capi Arssa Calabria.

 

VENERDÍ 8 alle ORE 15.30, ci sarà invece la premiazione degli oli tracciati UNAPROL, e in seguito presenteranno la guida del Gambero Rosso nella quale, saranno presenti alcune delle aziende presenti nello stand di ASSOPROLI.

 

Una cinque giorni di grandi eventi, degustazioni, convegni, forum, seminari, presentazioni. Attesi 153.000 professionisti del settore. VINITALY già registra già il tutto esaurito con oltre 4000 espositori su più di 92.000 metri quadrati di superficie espositiva.

 

Un’ottima occasione – dichiara Tommaso FIGOLI, presidente di ASSOPROLI Cosenza – per il made in Calabria e per gli sforzi congiunti delle eccellenze imprenditoriali della Sibaritide.

 

Al consueto salone enologico verranno affiancate altre esposizioni parallele: Sol, Salone Internazionale dell’Olio Extravergine di Qualità, Agrifood rassegna dell'agroalimentare di qualità ed Enolitech. Il Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie.

Nel corso di un’assemblea, convocata dal coordinatore comunale Antonio Artusi, è stato eletto il Coordinamento Comunale del PdL di San Marco Argentano. Il nuovo organismo è composto da Alessandra Belmonte, Mario Capparelli, Franco Costabile, Benigno Cerchiaro, Emilio Di Cianni, Dante Masellis, Ernesto Mulino, Vinceno Rapanà, Luca Tudda e Gianluigi Verta. Nella veste di Coordinatore del PdL di San Marco Argentano è stato nominato l’avvocato Antonio Artusi che, per l’occasione, si è così espresso: “Sento il dovere di ringraziare innanzitutto quanti hanno partecipato all’assemblea, dimostrando attaccamento e grande entusiasmo verso il partito, e che nel pieno rispetto delle norme statutarie hanno contribuito all’elezione del Coordinamento. È evidente che, d’ora innanzi, la gestione del partito dovrà essere partecipata il più possibile anche a tutti gli iscritti, i quali dovranno sentirsi soggetti attivi del grande progetto che intendiamo realizzare nel nostro territorio”. L’affermarsi dell’idea di partito e la crescita dei tanti giovani iscritti, che dovranno esserne i futuri dirigenti, costituiscono sicuramente gli obiettivi principali e più importanti da perseguire, per contribuire attivamente allo sviluppo della Valle dell’Esaro. “Il PdL a San Marco Argentano – prosegue la dichiarazione di Artusi – intende aprire una nuova stagione politica nella nostra cittadina, una fase di rinnovamento che avrà al centro dell’azione politica il partito, inteso come momento di confronto e come laboratorio di idee e progettualità per lo sviluppo del territorio. Un partito che sarà aperto al confronto con le altre forze politiche, con le associazioni e con quanti altri operano nel nostro territorio”. In effetti, negli ultimi anni, non si sono avuti veri riferimenti politici ed istituzionali tali da poter contribuire a migliorare e risolvere le tante problematiche presenti sul territorio. In questa direzione si muoverà, invece, l’impegno del coordinamento comunale del PdL di San Marco Argentano, così da provare a superare questo grosso limite di rappresentanza. La cittadina normanna ha grosse potenzialità, ma queste non si sono ancora potute affermare anche a causa della mancanza di soggetti politici di spessore. San Marco Argentano deve tornare ad essere il comune capofila di tutto il comprensorio, il punto di riferimento per tutte le comunità del territorio che, in passato, vi hanno sempre guardato con grande ammirazione. Per questi motivi e con questi obiettivi da perseguire, il PdL di San Marco Argentano rinnova il suo impegno a sostegno dell’amministrazione comunale guidata da Alberto Termine.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI