Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 12 Novembre 2019

L'Associazione Turistica Pro Loco di Cancellara organizza sabato 27 luglio 2013  l’evento “DECATHLON DELLE TRADIZIONI”: 10 ambientazioni che accoglieranno 10 competizioni di giochi antichi e di usanze dimenticate, animate nella location delle vecchie cantine che saranno appositamente aperte ed illuminate.
Alla manifestazione parteciperanno altre Pro Loco che, nel proprio costume d’epoca, si cimenteranno nella gara/rievocazione del palo della cuccagna, delle donne che portano in testa grandi cesti pieni di biancheria bagnata, degli uomini che giocano alla “morra” offuscati dall’ottimo vino che si potrà degustare nelle cantine, ecc…
L’evento è anche una vetrina degli appuntamenti estivi promossi dai comuni della Basilicata, un modo per pianificare il proprio intrattenimento estivo all’insegna della scoperta delle bellezze e dei valori della nostra tradizione.
Non può mancare la degustazione di svariati piatti tipici che avverrà utilizzando l’antico conio, tra musica e divertimento.

durante la camminata

 

Un curioso fenomeno si osserva, da alcuni mesi, per le vie periferiche di Cancellara, Acerenza e Vaglio. C’è un via vai di persone che camminano, chiacchierano, scherzano, tutte accomunate da un unico grande obiettivo: il benessere psico-fisico. Sono i cosiddetti Gruppi di Cammino, promossi dall’U.O. di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria di Potenza e fortemente voluti dalla Dr.ssa Filomena Lo Sasso - medico di Igiene e Sanità Pubblica - coadiuvata, nelle attività di informazione sanitaria e sostegno ai gruppi, dalla Dr.ssa Angela Smaldone. Tantissimi i benefici riscontrati da questo sport a costo zero e senza età che associa alla prevenzione di numerose malattie un notevole potere terapeutico sia fisico che psichico ed una maggiore resistenza alle avversità climatiche. Proprio così, perché i camminatori, che solitamente si incontrano un paio di volte a settimana, sono pronti a sfidare anche pioggia e neve, vincendo pigrizia e solitudine. Con l’intento di trascorrere una gradevole giornata e condividere esperienze, conoscenze ed altro, i tre Gruppi, accompagnati dai rispettivi walking leader, si sono dati appuntamento l’ultimo sabato di giugno a Monticchio. Dopo i saluti, le presentazioni e qualche “carrambata”, il grande gruppo di 73 persone ha camminato intorno ai due Laghi di Monticchio, immersi nella lussureggiante vegetazione del Vulture.

Nel corso della giornata, Donato Filippi, istruttore nazionale di Nordic Walking dell’Associazione A.N.I., ha illustrato le tecniche della camminata nordica con l’ausilio di bastoncini, una disciplina sportiva in costante espansione che si basa sul movimento coordinato e alternato di gambe e braccia, interessando la quasi totalità della muscolatura corporea. Dopo averne evidenziato benefici e tecniche, l’istruttore ha fatto muovere “i primi passi” a molti volontari. La giornata è proseguita con l’esilarante performance di Rosa Mancaniello che, a suon di fisarmonica, ha calamitato l’attenzione dei presenti instaurando un’atmosfera gioiosa e conviviale.

Dunque, camminare, camminare e camminare, questo il messaggio imperante emerso dalla piacevole giornata trascorsa sotto il segno della promozione della salute, della socializzazione e del sano divertimento.

Monticchio Laghi

 

Murgia materana

 

Si suol dire che l’unione fa la forza e in questo caso anche molto coraggio: il 22 maggio, alla Casa del Cinema di Roma, si sono incontrati il presidente della APT Basilicata e i rappresentanti dei quattro parchi lucani, due regionali e due nazionali, per promuovere le bellezze e le risorse di un territorio parzialmente ancora inesplorato. Si tratta dei meravigliosi parchi - Murgia, Pollino, Gallipoli cognato e Appennino lucano - i cui presidenti hanno fatto squadra in una importante iniziativa per rilanciare la Basilicata: NaturArte.

Il cartellone prevede quattordici fine settimana dedicati a sport, cultura e divertimento all’interno di splendide cornici paesaggistiche per una manifestazione che si snoda dal 31 maggio all’8 settembre 2013 e che prevede eventi concertistici, passeggiate in compagnia di guide esperte, ma anche degustazioni di prodotti tipici a km zero, banditori, attività ricreative e laboratori didattici: un’opportunità davvero irripetibile, oltreché low cost, per vivere la Basilicata più autentica. Attraverso questa iniziativa, il territorio diventa un unico paesaggio, seppur diviso nella sua biodiversità: una riserva protetta che si protende dai boschi e le attrattive geografiche dell’Appenino lucano, simili al Nord Europa, ai percorsi archeologici della Murgia e le sue Chiese rupestri, fino ai Sassi di Matera patrimonio dell’Umanità e città candidata a Capitale della Cultura Europea 2019.

NaturArte si pone anche come efficace spinta propulsiva alla valorizzazione di un territorio, il Pollino in particolare, segnato dalla tragedia di alcuni terremoti ma che sarà pronto ad accogliere con i suoi riti pagani, la sua natura incontaminata e la calorosa ospitalità che da sempre lo contraddistingue, non un normale turista, ma un viaggiatore appassionato di nuove scoperte in una terra che, come afferma Francis Ford Coppola nell’omaggio filmico alle sue origini familiari, è ancora autentica, preservata, pura e incontaminata, proprio come doveva essere l’Italia agli albori.

Dal punto di vista musicale il festival s’inaugura con Lella Costa-Paolo Fresu-Daniele Di Bonaventura (1 giugno) e, a seguire, prevede le partecipazioni di: Banda Osiris (8 giugno), Gianluigi Trovesi-Gianni Coscia (15 giugno), Enver Izmailov (22 giugno), Erri De Luca-Gianmaria Testa-Gabriele Mirabassi (29 giugno), Enzo Gragnaniello (30 giugno), Eugenio Finardi (6 luglio), Javier Girotto-Luciano Biondini (20 luglio); Radio Babel Marsiglia (27 luglio) Tony Esposito (3 agosto), David Riondino-Paolo Damiani (10 agosto), Massimo Cacciari-Roberto Fabbriciani (24 agosto), per concludersi con il concerto di Edoardo Bennato (7 agosto). La partecipazione ai concerti è gratuita.

Il programma di NaturArte si diversificherà di settimana in settimana per concedere la possibilità di tornare e scoprire ad ogni appuntamento nuove curiosità, territori, sapori, avventure e tradizioni locali. Il festival è organizzato dal Parco Archeologico, Storico, Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, dal Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, dal Parco Nazionale del Pollino, dal Parco Nazionale dell’Appennino Lucano e dall’Agenzia per la Promozione Turistica della Basilicata.

Alla conferenza stampa erano presenti il Dirigente Generale del Dipartimento Ambiente Territorio Politiche Della Sostenibilità Della Regione Basilicata Donato Viggiano, il Presidente Parco Murgia Materana Pier Francesco Pellecchia, il Presidente Parco Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese Domenico Totaro, il Presidente Parco di Gallipoli Cognato Rocco Lombardi, il Presidente Parco Pollino Domenico Pappaterra, il Direttore Parco Pollino Annibale Formica e il Direttore dell'APT Gianpiero Perri.

panorama Cancellara

 

Una delegazione del comune di Cancellara, in rappresentanza della regione Basilicata, sarà presente dal 24 al 26 maggio a Bucine, l’accogliente cittadina in provincia di Arezzo, dove avrà luogo la 10^ edizione del “Festival delle Regioni”. Ad accompagnare il sindaco, Antonio Lo Re, ci saranno esponenti della Pro Loco e produttori di salsiccia. Il comune di Cancellara ha già partecipato negli scorsi anni all’evento come partner del comune di Pietrapertosa. Quest’anno, invece, avrà il compito di rappresentare la propria Regione: terra generosa e discreta con le sue eccellenze e i suoi tesori nascosti. Un grande onore, dunque, per il comune, ma anche tanta responsabilità. “Un’occasione imperdibile, una vera sfida che ci riempie di orgoglio” - commenta il primo cittadino - che ha esteso l’invito anche all’Enoteca Provinciale di Matera, con la quale, già dall’estate scorsa, si è creato una profondo legame. Il “Festival delle Regioni”, organizzato dal comune di Bucine e dall’Associazione “Bucine un Comune in Fiore”, ogni anno raduna 20 regioni italiane, offrendo loro una straordinaria opportunità per rilanciare i rispettivi territori e favorire lo scambio e la conoscenza tra le altre regioni. Saranno presenti da tutto il territorio nazionale le eccellenze enogastronomiche e le peculiarità territoriali di ciascuna regione in una sinergia di sapori e saperi decisamente preziosa e di alta qualità. Il folklore  regionale italiano viene qui nobilitato dall'interesse di un'intera vallata tra Arezzo e Firenze.Una CITTA' DIFFUSA  di circa 150.000 abitanti  sta muovendo i primi  passi per valorizzare le risorse presenti su tutto il territorio nazionale.

castello di Cancellara Pz (3)

Don G. 2

 

In occasione dell’“Anno della Fede", l'Arcidiocesi di Acerenza, presieduta dall'Arcivescovo mons. Giovanni Ricchiuti, ha promosso numerose iniziative, tra cui una serie di incontri sul Concilio Ecumenico Vaticano II e sul Catechismo della Chiesa Cattolica.

"Credo nella vita eterna" è stato l'argomento della conferenza tenuta da don Giuseppe Greco, parroco emerito di Oppido Lucano, mercoledì 24 aprile c/o la Casa canonica di Tolve.

Il mistero della vita oltre la morte ha interessato e affascinato filosofi, storici e teologi di ogni tempo. Don Giuseppe, con la sua vasta esperienza sacerdotale e con l'estrema precisione che lo caratterizza, ha ripercorso dettagliatamente le varie concezioni sull'immortalità dell'anima, a partire dagli antichi filosofi: Socrate e Aristotele, fino a giungere al Concilio Ecumenico Vaticano II. In uno dei documenti del Concilio, viene dedicata particolare attenzione al mistero della vita e si precisa che l’uomo ha il dovere di occuparsene e di custodirla: è un “dono di Dio”, dunque, è sacra e va rispettata ed amata. In virtù di tale principio, don Giuseppe, a gran voce, ha esclamato: “Giù le mani dalla vita!”, condannando ogni tipo di violenza, sia fisica che morale, come la calunnia che è “un’espressione diretta di Satana", così come l’ha definita Papa Francesco. Riferendosi alla "vita eterna", più volte richiamata nei Vangeli, Don Giuseppe ha citato l’apostolo Matteo che presenta la "vita eterna", come “eredità” per i buoni e, sulla scorta della Parola di Dio, bisogna meritarla.  La fede non basta per la salvezza dell’anima, perché la strada maestra che conduce alla Vita Beata è la strada della Carità. Non occorrono gesti eroici o grandi opere - come ha sottolineato Don Giuseppe - talvolta basta un bicchiere d’acqua fresca per dare sollievo ad un assetato. Oggi la società è dominata dall’egoismo più feroce e da un sfrontata presunzione, sembra quasi che l’uomo si senta in credito verso l’Altissimo. Non è mancato, a tal proposito, il richiamo alla parabola del Fariseo e all’umiltà del buon ladrone, graziato perché in lui vi è consapevolezza della colpa. Don Giuseppe si è ampiamente soffermato sul Sacramento dell’Eucarestia, quale “farmaco dell’immortalità”, citando alcune espressioni dell’apostolo Giovanni che al  Cap. 6 del suo Vangelo offre profonde riflessioni sul mistero dell’Eucaristia. Nel pensiero agostiniano, l’attività prioritaria sulla terra deve essere un forte desiderio di ricerca della Vita Beata, da meritare con le buone opere e da chiedere insistentemente a Dio con la preghiera. La Vita Beata, afferma Sant’Agostino, è un giorno eterno, un giorno di luce e di gloria senza tramonto. La vita terrena, anche se lunghissima, non è che un istante di fronte alla vita eterna. Don Giuseppe, dopo aver raccontato l’estasiante esperienza di San Paolo durante il suo rapimento in Paradiso, ha evidenziato che un minuscolo anticipo di questa beatitudine, si può assaporare anche sulla vita terrena. Basti pensare a una comunità o una famiglia dove regna l’armonia e la concordia ma, soprattutto, alla meravigliosa sensazione di leggerezza che si può gustare dopo la riconciliazione col proprio nemico.

franca caputo

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI