Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 19 Febbraio 2020

Grinta, carattere, voglia di trovare certezze e conferme su quanto di buono sin qui costruito. E’ mancato solo il guizzo finale, alla Rainbow Catania Basket, che gioca da pari al “PalaSerranò” di Patti, imponendo l’overtime all’Alma Basket nello scontro diretto della sesta giornata della Serie B femminile di Sicilia e Calabria.

Finisce 88-81 per le peloritane, che prevalgono nella seconda parte del tempo supplementare, dopo una sfida combattutissima punto a punto. Il 21-16 della prima frazione non è il prologo ad un allungo delle padrone di casa, che assaggiano la verve di una Lauren Engeln a tratti devastante e della solita Ileana Aleo, pronta a dire la sua, specialmente dall’arco. Alla “pausa lunga” si arriva sul 37-36 e la sensazione che il match debba ancora entrare nel vivo. Così è, perché al rientro sul parquet le due formazioni regalano emozioni. Le pattesi sono spinte dall’asse Craciun – Lombardo. La Rainbow vede salire i giri di Giuliana Licciardello, che mette punti importanti. Agli ultimi dieci minuti si arriva sul 56-52. A pochi istanti dalla fine la gara si fa rovente. Patti può amministrare due punti di vantaggio (69-67). Kramer commette fallo e spedisce Giuliana La Manna alla lunetta. Il 2\2 della giocatrice etnea rimescola le carte sul 69-69. La numero 14 Rainbow tornerà sulla “linea di carità” qualche istante dopo, per un fallo subito da Craciun, con un 0\2, ma sul  rimbalzo successivo la palla arriva tra le mani di Ashley Engeln, che firma la tripla del sorpasso (70-72). Il 2\2 di Kramer dalla lunetta prolunga la gara all’overtime.

Nel supplementare le catanesi scontano le diverse uscite per limite falli, mentre le padrone di casa costruiscono dai liberi l’allungo decisivo.

Nel post partita coach Andrea Bianca commenta così: “Partita bellissima, stupenda da parte di tutte. Sicuramente Lauren, Ileana e Giuliana La Manna si sono contraddistinte per continuità, ma l’encomio va a tutte. Licciardello ha trovato spesso canestri in momenti importanti, capitan Ferlito ha dato il suo apporto per tanti minuti, nonostante giocasse con una brutta botta subita mercoledì. Apprezzabile anche il minutaggio e la qualità dateci da Maily Costi. Abbiamo tante rotazioni, con dei punti fermi chiari ed evidenti. Dalla regia di Aleo, fino alle sorelle Engeln e La Manna che fa reparto da sola. Ricordiamoci che Patti si è presentata con almeno tre giocatrici di ruolo interno, noi solo con Giuliana e con Lauren che, di fatto, è prestata al ruolo. Abbiamo giocato alla pari in casa della squadra più forte del campionato, costruita per poter puntare al salto di categoria. Questo dimostra che anche noi siamo pronti ad andare fino in fondo. Avanti così. Ora un giorno di riposo e da martedì di nuovo in palestra a lavorare”.

TABELLINO

ALMA BASKET PATTI – RAINBOW CATANIA BASKET 88-81

ALMA BASKET: Tumeo ne; Lombardo 16; Coppolino 2; Merrina 2; Diouf; Sciammetta; Chiarella 8; Romeo; Kramer 14; Craciun 32; Grilli 14. Coach: Buzzanca

RAINBOW CATANIA: Guerri 2; Ferlito; Aleo 13; Parisi; Costi 3; La Manna 12; A. Engeln 6; Spina ne; Licciardello 16; L. Engeln 29; Diop; Cocina ne. Coach: Bianca.

PARZIALI: 21-16; 37-36; 56-52; 72-72

Arbitri: : Bruno Licari di Marsala (TP) \ 1° Arbitro, Arturo Tartamella di Trapani \ 2° Arbitro.

 

 

Ottava vittoria consecutiva per l’Ekipe Orizzonte, che oggi pomeriggio ha battuto il CSS Verona nella Piscina “Francesco Scuderi” di via Zurria (CT).

Le catanesi hanno infatti vinto 16-5 contro le scaligere nell’ottava giornata di Serie A1 di pallanuoto femminile, salendo a quota 24 punti in classifica.

Le rossazzurre sono andate subito avanti, vincendo 4-1 il primo tempo e 3-0 il secondo. Anche le ultime due frazioni sono andate all’Ekipe Orizzonte, rispettivamente per 5-1 e 4-3.

Arianna Garibotti e Valeria Palmieri sono state le top scorer del match con quattro reti a testa, mentre Giulia Viacava e Joelle Bèkhazi sono andate a segno due volte ciascuno. Un gol anche per Rosaria Aiello, Joelle Bèkhazi, Claudia Marletta e Giulia Emmolo.

Al fischio finale il coach dell’Ekipe Orizzonte ha mostrato grande apprezzamento per la prestazione delle sue ragazze, lanciando la settimana di appuntamenti internazionali che attende le catanesi: "Oggi abbiamo avuto tante indicazioni positive - ha detto Martina Miceli - , avevo chiesto alle ragazze di affrontare la partita con grande concentrazione perchè ormai per noi da oggi all'8 dicembre ogni partita avrà lo stesso valore di una finale. Di conseguenza ogni sfida deve essere approcciata in quest'ottica. Le ragazze sono state brave, si sono preparate bene e sono in palla. Sapevamo già di avere un bel gruppo e siamo arrivate ad un momento così importante della nostra stagione nel migliore dei modi. Ribadisco sempre però che non deve sembrare affatto scontato che si possa vincere ogni partita solo perchè siamo l'Orizzonte, perchè nessuna delle sfide che abbiamo giocato finora era già scritta. Tra l'altro contro Padova e Roma abbiamo vinto pure grazie a degli episodi e con un pizzico di fortuna, ma proprio la fortuna va cercata e noi abbiamo voluto fortemente entrambi i successi. Le ragazze sanno bene che per noi vincere non è per nulla scontato e che già con ogni singolo allenamento siamo chiamati a mettere un mattoncino in più per costruire i nostri obiettivi. Ripeto ancora una volta che il nostro gruppo mi piace moltissimo, perchè lavora bene ed ha un bel carattere, e questa è la cosa più importante. Ci siamo messi alle spalle una fetta importante della stagione e ci manca solo una partita per completare il girone d'andata del campionato. Siamo primi in classifica a punteggio pieno, ma per noi è stato ancora più difficile ottenere questi risultati perchè abbiamo giocato quasi tutte le partite senza le nostre due giocatrici canadesi. Quindi abbiamo fatto dei passi importanti, ma già a partire da martedì arriveranno i primi obiettivi importanti. Ci aspettano le sfide belle da giocare, quelle da dentro o fuori, e noi siamo pronti".

IL TABELLINO DEL MATCH:

EKIPE ORIZZONTE-CSS VERONA 16-5

Parziali: 4-1, 3-0, 5-1, 4-3

EKIPE ORIZZONTE: G. Gorlero, C. Ioannou, Garibotti 4, G. Viacava 2, R. Aiello 1, Bekhazi 2, Palmieri 4, Marletta 1, Emmolo 1, H. Mckelvey 1, Riccioli, Santapaola, G. Condorelli. All. Miceli

CSS VERONA: Nigro, Bartolini 3, Peroni, Castagnini, Borg 1, Alogbo 1, Braga, Perna, Marchetti, Prandini, Lonardi, Carotenuto, Gabusi. All. Zaccaria

Arbitri: D'antoni e Magnesia

Note: Nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Ekipe Orizzonte 3/7, CSS Verona 1/6. Spettatori 300 circa.

Domani alle 11:35 l'Ekipe Orizzonte partirà per Sabadell, dove martedì 26 novembre alle 19:30 disputerà la Finalissima di Supercoppa Europea sul campo delle spagnole. Le rossazzurre torneranno a Catania mercoledì pomeriggio e dal 29 novembre all'1 dicembre giocheranno il girone eliminatorio di Coppa Campioni, sempre sul campo della Piscina "Francesco Scuderi" di via Zurria (CT).

 

Vittoria netta e prestazione convincente per la Rainbow Catania nel derby cittadino con il Cus Catania, nel recupero della 4° giornata della Serie B femminile di Sicilia e Calabria.

Le biancorossoblù s’impongono con uno schiacciante 82-37 nella sfida giocatasi al palazzetto della scuola di Polizia penitenziaria di San Pietro Clarenza. Match già in discesa, per Ferlito e compagne, già dopo il primo quarto, con il 22-6 di frazione che scava un solco divenuto incolmabile per le cussine. Devastante, al solito, l’impatto di Lauren Engeln sulla sfida, che realizza 15 punti nei primi dieci minuti. Le ragazze di coach Bianca continuano a martellare nel secondo tempo, riuscendo a far male anche dall’arco con Guerri, Aleo e Licciardello.  Si va alla “pausa lunga” sul 45-19.

Al rientro in campo il copione è pressoché inalterato, con coach Bianca che può ruotare tutti gli effettivi a disposizione. Da segnalare anche il rientro, dopo un lungo stop, di Valentina Parisi, che bagna l’esordio stagionale con la tripla che chiude la frazione sul 65-29 complessivo per le padrone di casa. L’ultimo quarto dà la possibilità alla Rainbow di testare schemi e meccanismi, con il 17-8 di frazione che chiude il match.

Nel post partita coach Andrea Bianca analizza così la gara: “Abbiamo onorato il derby giocando una grande partita al cospetto di un avversario ben guidato, che merita la classifica che ha. Passo dopo passo stiamo costruendo questa squadra. Il rientro di Valentina Parisi è una delle cose più belle di questa partita, anche per come si è svolto. Ha giocato il minutaggio concordato con lo staff medico e lo ha fatto con grande qualità. Adesso andiamo a Patti. L’Alma è stata costruita con un obiettivo agonistico dichiarato differente dal nostro. Siamo pronti a fare una grande prestazione, sapendo che affronteremo una squadra molto più tecnica e ben guidata da Mara Buzzanca. Lavoreremo per recuperare energie in questi tre giorni e poi proveremo a metter loro i bastoni tra le ruote”.

Soddisfatta anche Giorgia Guerri: “E’ una squadra che cresce di giorno in giorno. Il margine di miglioramento è altissimo. Abbiamo reso semplice una partita che in realtà non lo era. Abbiamo giocato contro un avversario che mette sempre le mani addosso, sempre pronto. La facilità di gioco che abbiamo avuto è merito di una preparazione lunga e minuziosa. Si parla tanto dello scontro con Patti, non mi sbilancio. Non conosco bene loro. Spero sia una gara equilibrata perché ne abbiamo bisogno. Sia per il campionato che  per le fasi successive che spero ci vedranno partecipi”.

TABELLINO

RAINBOW CATANIA BASKET – CUS CATANIA BASKET 82 – 37

RAINBOW CATANIA: Guerri 10; Ferlito 4; Aleo 12; Parisi 3; Giacobbe; Costi; La Manna 9: A. Engeln 5; Spina 7; Licciardello 8; Di Stefano 2; L. Engeln 22.  Coach: Andrea Bianca

CUS CATANIA BASKET: Anechoum 8; Privitera; Caruso 6; Palamidessi 9; De Lucia 5; Messina; Di Stefano; Di Dio; Amico 4; Spampinato 2; Certomà 3. Coach: Vaccino

PARZIALI: 22-6; 45-19; 65-29

Arbitri: De Giorgio e Perrone. 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI