Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 17 Giugno 2019

Roberta sdolfo, fra Mina ed Ella, voce rivelazione della philology

Il progetto c’è, e sta nel titolo: Il lato jazz del cuore. Neoromanticismo in note? Sicuramente non nel senso che ci si aspetta. Perché quella di Roberta Sdolfo non è una voce prevedibile in un panorama in cui non di rado prevalgono accademia e scontatezze. La vocalist intanto non si compiace in melismi superflui, gioca, sì, sugli standards, e spesso tira fuori un grinta … dolce che sembra essere la sua principale nota distintiva. Come in Che bontà di Riccardi o in Ma chi è Quello lì; e, quando il pensiero non va a Mina, viene da riflettere sulle sue doti prestate al jazz “ pretesto perché il mistero della vita racconti di sé” da parte di questa giovane artista al suo debutto con la Philology di Paolo Piangiarelli. Un canto, il suo, che scorre sul filo teso sul ponte ideale proteso fra l’Italia bianca e sincopata di Baciami piccina e l’America nera di Monk,  Waller,  Porter… e che ondeggia fra ballad e swing, poesia di parole (anche sue) e di musiche, con i colori armonici del pianista Alberto Bonacasa e la ritmica discreta di Roberto Paglieri alla batteria e Gianluca Alberti al contrabbasso cui si aggiungono di volta in volta vari ospiti.
Il lato jazz del cuore allora è, forse come l’altra faccia della luna  the side che maestri del vocalese o solisti come Ella Fitzgerald hanno illuminato, e che forse l’eccesso di evidenza rischia di oscurare. La Sdolfo si riallaccia in questo senso alla tradizione ed è anche rivelazione di come il jazz, anche quello di nuova generazione,  possa imprimersi dentro l’anima di chi lo ascolta.
E di chi lo fa.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI