Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 07 Giugno 2020

Isola Capo Rizzuto - La r…

Giu 01, 2020 Hits:215 Crotone

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:333 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:430 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:463 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:456 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:600 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:626 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:804 Crotone

Foto Fabio Fulco tra le miss

 

è stata una serata avvincente, emozionante, ricca di suspense e sorprese, in una cornice assolutamente suggestiva ed elegante. Ieri sera, nel foyer sotto le stelle dell’imponente Castello di Roccadaspide, si è tenuta la finale di Miss Sud Italia 2013, quarta edizione del concorso nazionale organizzato da Luigi Stabile, con il patrocinio della Regione Campania, il Comune di Roccadaspide, il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e la Comunità Montana Calore Salernitana. Ansia e trepidazione per le 24 finaliste che, radunate come principesse tra le mura quattrocentesche dell’imponente roccaforte già dalla tarda mattinata, hanno dovuto attendere lo scoccare della mezzanotte perché scoprissero il nome delle due vincitrici 2013.

Foto Miss Sud Italia 2013 - Simona Capuozzo 1


MISS SUD ITALIA La rappresentante del Mezzogiorno è Simona Capuozzo, 22 anni partenopea doc. Un metro e settanta di bellezza tipicamente meridionale, capelli castani e due grandi occhi nocciola, la neo miss, ancora studentessa, ha confessato che aspira a fare la modella. La giovane, era già stata avvistata nel corso della prima tappa a Villammare. Esattamente un mese fa (era l’8 agosto) Simona sfilava sul lungomare cilentano e portava a casa la fascia di Miss Cinema, la stessa che le ha permesso di accedere alla finale di ieri sera fino a regalarle la vittoria. “Finalmente ce l’ho fatta – commenta – quest’anno sono io Miss Sud Italia, ne vado fiera, sono felicissima”. Caparbia, sicura e decisa come un leone (il suo segno zodiacale) la vincitrice ha convinto tutti per classe ed eleganza, il suo sorriso smagliante ha fatto il resto. A premiarla lo stilista Nino Lettieri, guest della finale, invitato a sedere tra i giurati ma anche protagonista di un flash moda di haute couture assolutamente divino ed ispirato alla natura.

RAGAZZA IN JEANS Si chiama Valentina De Simone la neo “Ragazza in Jeans”, l’altra parte del concorso dedicata alle giovanissime, ideali rappresentanti del mondo delle teenager. Nata a Napoli appena 15 fa, Valentina, studentessa presso il liceo coreutico Alfano I di Salerno vive a Pontecagnano fin da piccola. Inutile dire che il sogno di questo scricciolo dai tratti orientali (capelli e occhi a mandorla neri) è quello di diventare ballerina. Nel cassetto anche una carriera da modella o indossatrice. A premiarla il vicesindaco di Roccadaspide Antonio De Rosa.

FULCO BEATO TRA LE DONNE Extra o non confine campano, il concorso ha voluto ancora una volta elogiare la bellezza del territorio, esaltando anche i luoghi che per storia e fascino caratterizzano la Campania. Entusiasta anche Fabio Fulco, grande ospite e protagonista della finale. “L’importanza di un concorso di bellezza – ha spiegato l’attore che ha esordito come fotomodello – è enorme, il suo potenziale, se sfruttato a dovere, se accompagnato dagli studi e da una buona preparazione, è insuperabile, . Per chi vuole entrare a far parte di questo mondo è il biglietto da visita, il primo tassello di una strada tutta in salita. Me lo ha insegnato anche la mia compagna, Cristina Chiabotto, Miss Italia nel 2004”. Bello, aitante e disponibile come tutti i professionisti si è lasciato andare ad un vero e proprio bagno di folla, concedendosi ai mille autografi, foto e sorrisi in compagnia delle miss e non solo. Se la serata doveva essere una celebrazione della femminilità nostrana, Fulco si è tuffato con grande savoir-faire.

LE ALTRE MISS PREMIATE Premiate altre 9 reginette, 7 in rappresentanza di Salerno e provincia: Maria Romano di Salerno (Miss Simpatia), Tiziana De Luca di Scafati (Miss Fotogenia Free Music), Miriam Gatto di Felitto (Miss Fashion), Asia Cozzolino di Roma (Miss Televoto), Greta Chiango di Nola (Miss Cinema e World of Beauty), Anna Pierno di Salerno (Miss Eleganza), Morena Pappalardo di Salerno (Miss Mascotte) e Federica Giordano di Salerno (Miss Roccadaspide).

Foto vincitrici Miss sud Italia 2013

 

Il catalogo 2013 della label tedesca espone interessanti novita' per l'anno corrente.
Intanto Terje Rypdal con il suo Melodic Warrior presenta incisioni effettuate nel decennio trascorso unitamente all' Hilliard Ensemble con la Bruckner Orchester Linz e la Wroclaw Philarmonic Orchestra.
Si tratta di progetti originali del chitarrista-compositore  in cui la coralizzazione  e la sinfonizzazione  risaltano come elementi dominanti così' come la visionarieta' e il richiamo naturalistico di un incedere sonoro dalla trama musicale e climax varie, fra Ligeti e l'ultimo Steve Vai orchestrale, ma secondo una sequenza lineare che spinge alla riflessione e alla contemplazione estatica delle immagini evocate da voci strumenti e silenzi.
Nel solco jazzistico va la proposta dello Steve Swallow Quintet. L'album Into the Woodwark trova il prevedibile surplus dato dall'apporto di Carla Bley all'organo,  già' a partire dal primo brano, un waltz alla sua maniera anche se poi il pezzo che da titolo al disco, uno swing, e' in seconda posizione in scaletta. Volendo in due battute definire il carattere stilistico della formazione diretta dal bassista verrebbe da pensare a smalto e levigatezza, viste anche le prestazioni rese dall'intenso suono del sax tenore di Chris Cheek, dalla chitarra rarefatta di Steve Cardenas e dal cadenzato dosaggio ritmico di Jorge Rossy alla batteria. Ma non basterebbe di certo a descrivere intanto la bellezza dei 12 brani tutti a firma di Swallow, sapientemente mixati fra latin blues ballad e via elencando. Ma e' il senso e il gusto di ritrovare la Ecm del jazz internazionale, di alto profilo, cio' che conferisce al tutto quella squisita godibilita', capace di suscitare l' emozione dell'ascolto
sempre più rara da provare.

balletto 1

 

Uno spettacolo romantico, dove le sofisticate coreografie si incontrano con l'incanto di una fiaba intramontabile. E' iniziato il conto alla rovescia per l'atteso arrivo del balletto russo in Italia, che per la tournée estiva proporrà nel Belpaese uno degli spettacoli più affascinanti di sempre: “La Bella Addormentata”. Prima tappa lunedì prossimo 29 luglio a Fermo, con inizio spettacolo alle ore 21 nel teatro all'aperto Villa Vitali. La compagnia “New Classical Ballet of Moscow”, che vanta tournée in tutto il mondo, non è nuova ai palchi d'Italia, e ha scelto per questa stagione estiva uno dei più importanti balletti della Russia imperiale. Un amore senza tempo, nel castello fatato un maleficio spezzato dopo cento anni dall'agognato arrivo del principe azzurro. Dal famoso “Adagio della Rosa” al celebre passo a due finale del ballo a corte, con la direzione artistica di Arkady Ustianzev, il fascino e le suggestioni trovano forma nella massima espressione classica della danza grazie alle coreografie originali di Marius Petipa, pronte a fare sognare sulle straordinarie musiche di Pyotr Ilyich Tchaikovsky. A rendere lo spettacolo ancora più coinvolgente i bellissimi costumi di Olga Lesishyna e le suggestive scenografie di Tony Fanciullo. Otto gli appuntamenti imperdibili: si comincia il 29 luglio a Fermo, all'Arena Villa Vitali, il giorno dopo, il 30, a Pescara al Teatro Monumento Gabriele D'Annunzio, e il 31 all’Anfiteatro Fausto di Terni per proseguire ad agosto: il 2 a Susa (TO) al Teatro Romano, il 3 a Savona al Piazzale del Priamar, il 5 a Palermo al Teatro di Verdura, il 6 a Siracusa all'Arena Maniace, il 7 a Zafferana Etnea (CT) all'Anfiteatro Comunale. Due eccezionali artisti i primi ballerini, Elena Kabanova e Victor Mekhanoshin, acclamati professionisti con una lunga esperienza condotta sui palchi di tutto il mondo, saranno i protagonisti del balletto in tre atti affiancati dalla compagnia al completo del New Classical Ballet of Moscow.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI