Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 23 Giugno 2018

Cerrelli: "Antica Kr…

Giu 20, 2018 Hits:878 Crotone

Spettacoli di fine anno p…

Giu 20, 2018 Hits:163 Crotone

I nodi irrisolti dell'aer…

Giu 20, 2018 Hits:163 Crotone

I bikers di "onda d…

Giu 12, 2018 Hits:475 Crotone

Bibliocinescuola, una cer…

Giu 07, 2018 Hits:616 Crotone

Piovono premi per il lice…

Giu 04, 2018 Hits:584 Crotone

Domani la premiazione del…

Mag 30, 2018 Hits:777 Crotone

Formare e informare, per spingere la Donna a fare impresa, sostenendola nel suo percorso. È così che la FIDAPA Catanzaro, ha inteso dare vita all’importante convegno “Cantieri di Imprese – Essere Donna può essere Impresa… ma fare impresa per una donna, può essere facile… se sai come farlo, svolto ieri, martedì 19, nei locali della Camera di Commercio di Catanzaro.

Più di undicimila socie in tutta Italia, per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari la mission resta sempre promuovere la donna verso una partecipazione più attiva e consapevole alla vita sociale e politica della comunità e, mediante eventi del genere, la sezione catanzarese offre un taglio essenzialmente pragmatico.

Per quale motivo la Donna, fino a poco tempo fa, ha avuto difficoltà ad addentrarsi e districarsi nel mondo dell’imprenditoria? Di questo e molto altro si è parlato, tra i preziosi interventi della dottoressa Alessandra Aloi, consulente fiscale d’impresa e dell’ingegner Salvatore Modaffari, project manager, il quale ha illuminato i presenti sui servizi ed i benefici offerti da Cantieri di Imprese, una rete di professionisti che aiuta pubbliche amministrazioni, imprese e semplici cittadini ad accedere facilmente ad informazioni relative alle agevolazioni su fondi europei, bandi pubblici, supportando il mondo femminile ad utilizzare al massimo gli strumenti della finanza agevolata. Insomma, non solo un appuntamento di formazione ma di informazione.

<<Ci troviamo oggi per discutere di imprenditoria femminile, ambito lavorativo al quale la donna accede con estremo ritardo rispetto ad altre attività, in ragione della difficoltà di conciliare i tempi relativi a impegni e famiglia con i tempi e le modalità dell’attività di impresa – osserva la presidente della FIDAPA Catanzaro, l’avvocato Costanza Santimone, che ha moderato il convegno-. Questo incontro ha una valenza non solo formativa ma prima di tutto informativa. Vogliamo offrire alle donne che intendano fare impresa, gli strumenti utili, al livello conoscitivo, per approcciarsi a questo mondo, dando informazioni in merito a incentivi, bandi, Microcrediti e tutto ciò che è a disposizione delle donne per esercitare attività di impresa>>. Storicamente, la donna ha la vocazione nell’essere imprenditrice, perché è lei che regge la famiglia, gestendo le finanze nel quotidiano. Eppure, tanti sono stati gli ostacoli per entrare nel mondo imprenditoriale; Cantieri di Imprese, abbatte quindi ogni barriera  e la sinergia sbocciata con la FIDAPA incentiverà le donne del territorio a lanciarsi, senza timori. Accogliendo l’iniziativa con entusiasmo, la Presidente della Fondazione FIDAPA, Maria Candida Elia, ha aperto il dibattito (numerosi gli interventi degli astanti), per poi passare la parola alla dottoressa Alessandra Aloi: <<È mia intenzione incoraggiare le donne che vogliano fare impresa, vista anche l’esistenza di leggi tributarie che stimolano la donna a lanciarsi, senza timore, viste agevolazioni fiscali molto vantaggiose. La donna ha una grande forza di volontà, grazie alla quale ottiene risultati ovunque si cimenti! E’ intuitiva, non demorde e per questo è più motivata dell’uomo – osserva la dottoressa Aloi, peraltro socia fidapina-. Se avete un’idea vincente, lanciatevi senza paura! Cantieri di Imprese seguirà la donna che abbia un progetto, fin dall’incubazione della sua impresa, formando e monitorando finché la sua attività riuscirà ad avviarsi verso la giusta dimensione>>.

<< Fare impresa in Calabria è l’unica via per promuovere lo sviluppo locale e creare occupazione. Cantieri di Imprese, rappresenta dunque un progetto di innovazione sociale – osserva l’ingegner Salvatore Modaffari, nell’illustrare tutte le sezioni e i bandi disponibili su cantieridimprese.it e invitalia.it e le opportunità offerte da “Resto al Sud”, una rete di incentivi fiscali concessi ai giovani di età tra i 18 ed i 35 anni del Meridione -. In Calabria abbiamo avviato  più di cento aziende, il 60% delle quali è composto da donne! Laddove vi siano delle potenzialità ma non sussistano i mezzi, noi aiutiamo la persona a dare vita alla sua idea. Siamo disposti a “creare” qualcosa insieme>>, afferma. Idee fresche, effervescenti, che rompano gli schemi: stando a quanto dimostrato da Modaffari, l’obiettivo è accompagnare l’individuo (suggerito dall’ente convenzionato) in un percorso, abbattendo ogni costo e tutti i passaggi, sottoposti solitamente a lungaggine burocratica. FIDAPA Catanzaro e Cantieri di Imprese: scopi sociali comuni, che verranno tradotti in azioni concrete, per il bene della comunità.

Si è concluso il progetto “Scuole Amiche” messo a punto dal SerD di Lamezia Terme, per l'anno accademico 2017/2018, e che ha interessato diversi istituti superiori lametini. Il progetto, realizzato in collaborazione con Istituzioni e Associazioni presenti sul territorio, è stato messo a punto nell'ambito delle attività di prevenzione delle dipendenze patologiche espletate dal SerD sul territorio lametino. In particolare, sono stati organizzati incontri su temi importanti come la dipendenza da droga, alcol e gioco d'azzardo, nel corso dei quali gli studenti hanno potuto affrontare questioni molto attuali, che spesso li riguardano anche da vicino. Tutte le iniziative sono state accolte con molto interesse, per le tematiche trattate e ritenute di primaria rilevanza, da parte di tutti i dirigenti scolastici coinvolti, i quali hanno auspicato una più stretta e fattiva collaborazione per il prossimo anno scolastico.

In particolare, al Liceo classico “Francesco Fiorentino” si è svolta la “Giornata in Fazenda”, in collaborazione con il SerD di Lamezia Terme,  nell’ambito dell'attività alternanza scuola-lavoro. Oltre alla visita della “Fazenda dell'Esperanza”, gli alunni del Liceo classico hanno incontrato le suore Clarisse del vicino monastero e partecipato alla santa messa celebrata da don Roberto Tomaino, parroco di Soveria Mannelli. Molto importante e decisiva all’espletamento della giornata, organizzata dalla dott.ssa Teresa Natrella del SerD, è stata la collaborazione offerta dalla Diocesi Lametina e la sensibilità verso queste tematiche del vescovo Mons. Luigi Cantafora. Sempre al liceo “Fiorentino”, nel novembre scorso si è tenuto un incontro che ha avuto come tema “Droghe e cervello”, al quale hanno preso parte il prof. Giovanni Biggio, neurofarmacologo dell’Università di Cagliari e il dott. Giovanni Falvo, responsabile SerD di Lamezia Terme. A marzo si è tenuto un secondo incontro, sempre con il dottore Falvo, che ha affrontato il tema degli effetti dell’alcol sul cervello. Ad aprile è stata infine organizzata una visita dei ragazzi alla comunità terapeutica “Fandango”, che ospita ragazzi tossicodipendenti e alcolisti che svolgono un percorso di recupero riabilitativo e reinserimento sociale. Una giornata che è stata organizzata con il referente della comunità terapeutica dott. Massimo Vaccaro e grazie alle referenti scolastiche, prof.sse Gianna Nicastri e Annamaria Scavelli, e fortemente volute dal Dirigente Scolastico dott. Nicolantonio  Cutuli.

Un altro progetto di prevenzione della ludopatia è stato organizzato dal SerD, in particolare dalla dott.ssa Teresa Natrella, in collaborazione con  il movimento “Vivere In” di Lamezia Terme, che ha coinvolto gli studenti del Liceo “Tommaso Campanella” di Lamezia, in particolare si sono tenuti due incontri preparatori e poi la giornata conclusiva che ha coinvolto gli alunni delle seconde e terze classi dell'istituto. In particolare, è stata allestita nella scuola una mostra con delle vignette ironiche e sarcastiche sul fenomeno del GAP. Referente del movimento “Vivere In” per l’area di Lamezia Terme è la prof.ssa Maria Rita Di Cello.

Un altro progetto ha coinvolto gli studenti del Liceo Scientifico “Galileo Galilei”, dove è stato organizzato l'incontro dal titolo “Legalità e dipendenze patologiche”, realizzato in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri (tenente  Carbone e maresciallo Rizzello). In questo caso, sono stati coinvolti gli alunni delle seconde classi.

L'attività del SerD si è svolta anche all'Istituto Tecnico commerciale “De Fazio” di Lamezia Terme, dove è stato organizzato un incontro con la testimonianza dei ragazzi della “Fazenda della Esperanza”, promosso sempre dalla dott.ssa Natrella. Infine, al Liceo Scientifico di Decollatura è   intervenuta la dott.ssa Mirella Samele sul tema  “Neurobiologia del cyberbullismo”.

 

L’Istituto Comprensivo “Don Saverio Gatti” di Lamezia Terme, guidato dalla dirigente scolastica dott.ssa Anna Maria Rotella, ha conquistato il podio alla quinta edizione del concorso "Ali del Mediterraneo . Libri e cultura festival”. In particolare, tre alunni della scuola secondaria  di primo grado di Pianopoli, Daniel Molinari, Emma Bruzzano e Vanessa Rizzuto,  grazie al coraggio  di sognare, hanno realizzato il loro desiderio  di portare l'istituto "Don Saverio Gatti" a conseguire il primo posto tra le scuole  del territorio al Gan Galà della cultura che si è svolto a Lamezia e che ha coinvolto numerose scuole.

I tre studenti hanno creato un piccolo laboratorio didattico, dando vita al prodotto che con semplicità  e creatività  riporta bellezza,  arte, sapori, tradizione e tutto ciò  che racchiude  questa nostra terra di Calabria  che, con lo straordinario impegno  di questi "angeli della cultura", ha visto valorizzato il proprio territorio, portando alla ribalta le ricchezze e le eccellenze  ma, soprattutto,  le finalità educative  della cultura al servizio dell'uomo.  Con la loro iniziativa hanno sostenuto il progetto culturale per la valorizzazione di un territorio dalle infinite potenzialità. Per questo motivo, la giuria del concorso, composta dalla direttrice artistica del premio Cristina Meraglia, dal presidente e coordinatore Nico Serratore, dalla commissione scientifico-culturale e dall’associazione culturale “Aliante Mediterraneo” ha assegnato alla scuola il primo premio con la motivazione “Concreti come i sognatori”.
Grande soddisfazione è stata espressa dalla dirigente scolastica dott.ssa Anna Maria Rotella, che ha affermato:  “Quando la scuola assolve al proprio compito  la cultura vola".

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI