Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 23 Maggio 2017

Museo Glass Beacon ai Mercati di Traiano

Dal 14 ottobre 2015 i Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali a Roma potranno essere visitati in una modalità innovativa ed immersiva grazie al progetto sperimentale “Museo Glass Beacon: il museo del futuro”, la nuova applicazione tecnologica sviluppata da ETT S.p.A. in collaborazione con il “Giovane Creativo” Mirko Di Ciaccio, vincitore del bando.

La sperimentazione è promossa  dall’Assessorato  alla Cultura e allo Sport di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali che, con la Direzione scientifica del Museo, ha sostenuto il progetto dedicando al servizio alcuni giovani selezionati nel piano Garanzia Giovani e fornendo la necessaria consulenza scientifica e la documentazione anche dall’Archivio Fotografico e Gabinetto delle Stampe del Museo di Roma.

I servizi museali sono di Zètema Progetto Cultura.

Muniti di occhiali di ultima generazione dotati di un piccolo display (visori di realtà aumentata), avvicinandosi alle opere, i visitatori – grazie ai Beacon, ripetitori bluetooth a bassa frequenza - potranno scoprire la storie del Museo e dei suoi personaggi ricevendo direttamente sul display tutte le informazioni, testo, immagini, video o una riproduzione audio.

L’applicazione rimarrà a disposizione dei visitatori gratuitamente per i due mesi successivi.

A poco più di un anno dal Bando “Cultura Futura” della Regione Lazio aperto ai giovani creativi e finalizzato alla realizzazione di un prodotto hardware e software con caratteristiche cross mediali per la fruizione innovativa di contenuti ed eventi culturali, il progetto è diventato realtà grazie a ETT S.p.A., la società genovese leader nella realizzazione di allestimenti multimediali, interattivi e immersivi che ha realizzato la nuova applicazione.

Un’esperienza unica e personalizzata, all’interno di uno dei più prestigiosi musei del Sistema Musei Civici, inserito all’interno del più vasto patrimonio artistico di Roma e luogo di grande ricchezza e vivacità culturale.

Nell’ arco dei due mesi la Direzione del Museo, ETT e il giovane creativo organizzeranno 10 incontri formativi rivolti alle scuole per sensibilizzare i più giovani sul ruolo attivo dei New Media e delle tecnologie nella valorizzazione dei beni culturali.

L’adesione del Museo non è stata casuale; fin dalla sua apertura, infatti, si è mostrato aperto alla sperimentazione  delle tecnologie innovative, un approccio che gli ha consentito di entrare nella rete di eccellenza europea V-MUST. La versatilità della collezione e i percorsi monumentali hanno poi fornito terreno fertile per lo story telling e l’interazione col paesaggio urbano.

Nei due mesi di sperimentazione il museo offre quindi un ulteriore percorso virtuale di realtà aumentata  che include QUATTORDICI punti di interesse che rappresentano le maggiori attrazioni del complesso archeologico e che raccontano al visitatore la storia dei Mercati di Traiano e dei suoi protagonisti. Un percorso empatico ed emozionale, complice l’utilizzo delle tecnologie multimediali – immagini, proiezioni olografiche, animazioni in 3D - che offre al visitatore un’esperienza divertente e, al tempo stesso, formativa e duratura nel tempo. Il risultato è una visita unica e altamente tecnologica in cui tutti potranno muoversi liberamente, scegliendo in autonomia il proprio percorso e relativi contenuti multimediali, il tutto senza l’ausilio di cuffie aggiuntive in quanto gli occhiali sono dotati di audio proprio.

Il progetto è stato facilitato in particolare da alcune Istituzioni, che si ringraziano: la RAI - RadioTelevisione Italiana S.p.A., per aver concesso l’autorizzazione all’utilizzo multimediale di brevi sequenze tratte dallo sceneggiato Eneide – Franco Rossi (1971); l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (ITABC) del CNR per l’autorizzazione ad utilizzare le ricostruzioni 3D tratte dalla mostra “Keys to Rome. Le Chiavi di Roma – La città di Augusto” realizzata nell’ambito del progetto V- MUST.


Il percorso si articola in 14 punti di interesse collocati tra il primo e il secondo piano dei Mercati di Traiano e due punti esterni, uno sulla prima terrazza e l’altro su Via della Torre.

 

I pezzi più significativi della collezione diventeranno dei veri e propri personaggi che narreranno in prima persona la storia dei Fori Imperiali rispetto alla loro collocazione originaria con curiosità e aneddoti.

Le opere sono state scelte in funzione della loro rappresentatività all’interno della collezione del Museo dei Fori Imperiali e perché ben si prestano alla funzione di storytelling e osmosi con la città.

 

1 Apollodoro di Damasco – Introduzione Mercati di Traiano: video 3D Grande Aula;

2. Costantino: storia del rinvenimento della statua;

3. Traiano: video con foto;

4. Vittoria alata (piede): animazione in 2D della Vittoria alata;

5. Provincia: storia del rinvenimento della statua;

6. Cariatide: narrazione della leggenda delle Cariatidi;

7. Crisippo: descrizione Foro della Pace e approfondimento sulla sua figura;

8. Dace: approfondimento campagne daciche di Traiano;

9. Affaccio Foro di Traiano e Altare della Patria: storia scavi anni ’30 (materiale fotografico proveniente dall’Archivio Fotografico e Gabinetto delle Stampe del Museo di Roma e dall’Archivio Fotografico del Museo dei Fori Imperiali);

10. Amorino: approfondimento sulla figura degli amorini;

11. Gismondi: storia scavi Foro di Augusto negli anni ’30 del secolo scorso;

12. Marte e Venere: racconto della storia d’amore del famoso gruppo statuario;

13. Enea: breve estratto dal film Eneide di Franco Rossi (1971) della RAI sull’episodio della guerra di Troia;

14. Il Giardino delle Milizie: storia fasi costruttive di quest’area con particolare riguardo alla Torre delle Milizie (materiale fotografico proveniente dall’Archivio Fotografico e Gabinetto delle Stampe del Museo di Roma e dall’Archivio Fotografico del Museo dei Fori Imperiali).

Beacon:  ripetitori di segnale Bluetooth a bassa frequenza alimentati da una batteria a bottone, con raggio di trasmissione minimo di 1.50 metri. Le loro dimensioni sono molto ridotte (pochi centimetri).

Glass: occhiali supertecnologici che integrano i componenti di un computer o di uno smartphone permettendo di visualizzare immagini o video e di ascoltare audio .

 

Museo Glass Beacon sarà ospitato ai Mercati di Traiano a partire dal 14 Ottobre per una sperimentazione gratuita della durata di due mesi.

Saranno disponibili, per residenti e turisti un totale di 9 visori di realtà aumentata già pronti per l’uso in italiano e in inglese in un percorso con 14 beacon.

Gli  occhiali, saranno distribuiti ai visitatori nella biglietteria del Museo dei Fori Imperiali, lasciando una carta di identità come garanzia.

Ai visitatori sarà inoltre consegnata una salvietta disinfettante per la pulizia dei device.


  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI