Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 11 Luglio 2020

Mestieri & artigianato del cinema italiano

616

Il 4 aprile 2016 nella “Sala delle Bandiere” della prestigiosa sede di PALAZZO VALENTINI si è tenuta la conferenza stampa della VI Edizione del Premio “La Pellicola d’Oro”, un riconoscimento cinematografico che viene annualmente assegnato agli artigiani, tecnici e professionisti italiani del mondo del Cinema, che ricoprono le seguenti attività: Direttore di produzione, Operatore di macchina, Capo elettricista, Capo macchinista, Attrezzista di scena, Sarta di scena, Effetti speciali, Sartorie cineteatrali, Costruttori e da quest’anno Story board artist.

Un’altra novità di questa edizione è il Premio al Miglior Attore/Migliore Attrice, votati dalla troupe cinematografica, quindi, premiati dal dietro le quinte.

Nella sua veste istituzionale, ha salutato l’evento il Consigliere delegato di Città Metropolitana dr. Guglielmo Abbondati, in quale si è soffermato sull’importanza di questo particolare Premio, che conferisce il giusto equilibrio a tutte le figure professionali presenti su un set, ognuna preziosa e indispensabile nella sua peculiarità.

Fra i numerosi sponsor dell’evento cinematografico, erano presenti in Conferenza Stampa la dott.ssa Stefania Quaglietti per la BNL e il dr. Giovanni Ciarlone, presidente della FITeL (Federazione Italiana Tempo Libero).

Fra gli invitati, si è notata la presenza del produttore Maurizio Amati della FILMAURO e dell’attore Nicola Pistoia; entrambi sono intervenuti con opportune valutazioni sull’attuale panorama artistico, con particolare riferimento al Cinema.

Il regista e scenografo Enzo De Camillis è l’ideatore del Premio nato nel 2011, di cui è il Presidente.

Esso ogni anno è promosso ed organizzato dall’Associazione Culturale “Articolo 9 Cultura & Spettacolo” e dalla “SAS Cinema”.

Nella realizzazione di un film, in Italia come in ogni parte del mondo, la spina dorsale di un set cinematografico è rappresentata da dieci categorie di tecnici altamente specializzati, che svolgono attività in grado di conferire il proprio insostituibile contributo professionale. A tale riferimento, il Premio “La Pellicola d’Oro” è concepito quale riconoscimento ed omaggio alle figure professionali artistiche ed artigianali, che caratterizzano ogni produzione. Inoltre, va sottolineato che le attività svolte in un set devono essere complementari; questa è la formula vincente per la realizzazione di un film di alto livello.

La Giuria del Premio è costituita di ben 120 addetti ai lavori altamente specializzati, i quali esprimono il loro voto attraverso e mail, per arrivare a selezionare i cinquanta finalisti (5 per ogni categoria) e tra questi, mediante una seconda votazione, verrà proclamato il vincitore, ovviamente uno per ogni categoria professionale.

L’obiettivo de “La Pellicola d’Oro” è esplicitamente quello di portare alla ribalta i mestieri meno “visibili”, pertanto meno riconosciuti e valorizzati, ma fondamentali nell’ambito di ogni produzione cinematografica.

La “fabbrica dei sogni”, che si chiama Cinema, ha bisogno di idee, fantasia, energie e tanto impegno da parte di ogni figura professionale e solo un proficuo lavoro di squadra svolto in assoluta sinergia può portare a buoni risultati. Quindi, appare doveroso riconoscere anche alle figure diverse dal regista, dallo sceneggiatore o dal produttore la giusta gratificazione.

All’interno di questo importante evento cinematografico esistono anche alcuni Premi speciali, che vengono conferiti a personalità o aziende che si sono distinti per la promozione del Cinema o per la loro carriera. Tra coloro i quali in questi anni hanno ricevuto tali riconoscimenti ricordiamo: Manolo Bolognini, Giancarlo Giannini, Roberto Perpignani, Ugo Gregoretti, Ettore Scola, Giulio Base, Kaspar Capparoni. Inoltre, la RAI e il CSC Centro Sperimentale di Cinematografia.

Per questa VI edizione uno dei due Premi speciali “La Pellicola d’Oro” è stato assegnato al famosissimo attore Terence Hills, presente sulla scena da ben sessantacinque anni, quando appena dodicenne esordì con il film “Vacanze con Gangster”. Seguiranno altre pellicole, i famosi “musicarelli” con C. Villa e D. Modugno e la sua prima apparizione in uno sceneggiato Rai “Il ritratto di Dorian Gray”. In seguito, egli abbandonerà gli studi universitari per iscriversi all’Actor’s Studios. Ma il trampolino di lancio nella sua lunghissima carriera fu un ruolo nel film “IL Gattopardo” di L. Visconti. Anche il sodalizio artistico con Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, durato ben diciotto anni, conferì loro un enorme successo. Negli anni che seguirono egli svolge incessantemente la sua attività di attore fra cinema e Tv e viene anche chiamato ad interpretare il film “RAMBO”, ma rifiuta poiché ritiene la pellicola americana estremamente violenta. Mario Girotti, veneziano, nome d’arte Terence Hill, secondo la rivista statunitense “TIME” nel 1999 risultava al secondo posto nella classifica degli attori italiani più conosciuti nel mondo; al primo posto il suo compagno di lavoro ed amico Bud Spencer.

Terence Hill attore, regista, produttore televisivo e sceneggiatore in tanti anni di attività ha dimostrato di essere un artista serio e poliedrico ed è molto amato dal suo pubblico di ogni fascia d’età; tuttavia, nonostante la notorietà a livello internazionale, ha saputo conservare uno stile di vita semplice e coerente; questo la gente l’ha percepito e nel tempo saputo apprezzare.

L’altro Premio speciale 2016 è andato alla storica Ditta di Trasporti Cinematografici della Famiglia Leurini, che svolge la propria attività dal lontano 1930, anno in cui Enrico Leurini incontra Goffredo Lombardo, titolare dei Teatri di posa Titanus. Dopo aver partecipato come attore a diversi film anche di Totò e V. De Sica, collabora in opere cinematografiche di rilievo, quali “Scipione l’Africano” e “Ettore Fieramosca”, fino a diventare il collaboratore di fiducia della casa di produzione Titanus.

Gino, suo figlio maggiore, recita anche lui per alcuni film e tra la fine degli anni ’40 e la metà degli anni ’50 collabora a numerosi film di successo. Nel 1959 Umberto ed Amedeo sono i trasportatori nel film “Rocco e i suoi fratelli, mentre un altro fratello, Antonio, proseguirà la sua carriera in cinema in qualità di Capo Elettricista. In un passaggio del testimone di padre in figlio, giunto alla IV generazione, i componenti della famiglia Leurini si sono sempre specializzati nelle diverse professioni, fino ad arrivare a Matteo, oggi ventunenne, che si occupa di produzione.

Quest’anno “La Pellicola d’Oro”, grazie alla preziosa collaborazione del coreografo Marco De Camillis, noto nell’ambito televisivo portoghese anche in veste di giurato, in particolare presso l’emittente di Stato RTP, ha varcato i nostri confini e nel corso della prossima estate a Lisbona (Portogallo) si terrà la I Edizione di questo importante Premio Cinematografico, dove verranno portati nove film che fanno parte dell’Accademia del Cinema Italiano”e nel corso della Serata di Gala, in accordo con “L’Accademia del Cinema Portoghese”, saranno conferiti cinque Premi alla Carriera, selezionati con lo stesso criterio tradizionalmente seguito da “La Pellicola d’Oro”.

Questo riconoscimento, molto seguito a livello mediatico, annovera significativi patrocini istituzionali e di associazioni di rappresentanza che operano nel campo dello spettacolo.

Sin dalla sua nascita esso rappresenta un evento di notevole importanza per l’artigianato del cinema italiano non solo nel nostro panorama cinematografico, ma anche di quello europeo e mondiale nella divulgazione e nella promozione del nostro Made in Italy e naturalmente la cerimonia di premiazione costituisce un appuntamento ambito non solo dagli operatori del settore, ma anche da numerosi esponenti della cultura e della comunicazione, giornalisti ed imprenditori. Infatti, questo evento rappresenta una grande opportunità per le aziende che vi partecipano, il cui marchio e i cui prodotti possono così usufruire di notevole visibilità.

La presenza della stampa, che anche in sede di presentazione del Premio “La Pellicola d’Oro” è stata rilevante e l’attenzione dei media garantiscono più che mai un’ottima opportunità per tutti i marchi presenti all’evento.

Il presidente Enzo De Camillis, nel corso del suo interessante intervento, dove si è soffermato sulla I edizione de “La Pellicola d’Oro” a Lisbona, ha anche rese note le cinquine dei finalisti per ognuna delle categorie.

MIGLIOR DIRETTORE DI PRODUZIONE

Alberto Monte         ALASKA

Francesco Morbilli    SUBURRA

Giuseppe Pugliese   LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO

Marta Razzano         LA CORRISPONDENZA

Francesco Ruggeri   NON ESSERE CATTIVO

 

MIGLIOR OPERATORE DI MACCHINA

Luigi Andrei             L’ATTESA

Matteo Carlesimo   LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Ivan Casalgrandi     SUBURRA

Roberto Ruzzolini     DOBBIAMO PARLARE

Fabrizio Vicari           IO CHE AMO SOLO TE

 

MIGLIOR CAPO ELETTRICISTA

Gianni Gentili         CHIAMATEMI FRANCESCO

Maurizio Matania   PER AMOR VOSTRO

Pino Meloni             IO CHE AMO SOLO TE

Virgilio Palone         SUBURRA

Fabio Policastro       L’ATTESA

 

MIGLIOR CAPO MACCHINISTA

Piero Bosi                       IO CHE AMO SOLO TE

Marco Emidi                 NATALE COL BOSS

Cesare Guarino             SUBURRA

Luciano Mastropietro   IO E LEI

Mauro Pezzotti             CHIAMATEMI FRANCESCO

 

MIGLIOR ATTREZZISTA DI SCENA

Fabio Marconi       ASSOLO

Claudio Stefani     LORO CHI?

Federico Vianelli   LA CORRISPONDENZA

Federico Vianelli   ALASKA

Federico Vianelli   SUBURRA

 

MIGLIOR SARTA DI SCENA

Laura Antonelli           QUO VADO?

Sara Ciccarelli               LACRIME DI SAN LORENZO

Maria Laura Colleoni    LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO

Daniela Lombardo       SUBURRA

Arianna Pioppi              L’ATTESA

 

MIGLIOR TECNICO EFFETTI SPECIALI

Renato Agostini       LA CORRISPONDENZA

CORRIDORI G&A       GLI ULTIMI SARANNO GLI ULTIMI

Maurizio Corridori   LO CHIMAVANO JEEG ROBOT

Leonardo Cruciano   FANTASTICHERIE DI UN PASSEGGIATORE SOLITARIO

Fabio Traversari       L’ATTESA

 

MIGLIOR SARTORIA CINETEATRALE

ANNAMODE 68                     LA CORRISPONDENZA

LA BOTTEGA DI ALICE           IO E LEI

PRONTI MOTORE AZIONE   IN FONDO AL BOSCO

SARTORIA IL COSTUME       L’ATTESA

TIRELLI                                   IL RACCONTO DEI RACCONTI

 

MIGLIO CAPO COSTRUTTORE

Massimo Chessari  IO E LEI

Gianluca Franculli LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Gianluca Franculli NATALE COL BOSS

Domenico Matera FANTASTICHERIE DI UN PASSEGGIATORE SOLITARIO

Massimo Sergianni SUBURRA

 

MIGLIOR STORY BOARD ARTIST

Daniele Cantalupo   A NAPOLI NON PIOVE MAI

Davide De Cubellis   CHIAMATEMI FRANCESCO

Marco Valerio Gallo LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Giorgio Pontrelli       FANTASTICHERIE DI UN PASSEGGIATORE SOLITARIO

Davide Tafuni           SEI TUTTO QUELLO CHE VOGLIO

 

MIGLIOR ATTORE

Elio Germano             ALASKA

Marco Giallini             LORO CHI?

Luca Marinelli             NON ESSERE CATTIVO

Valerio Mastrandrea   LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO

Claudio Santamaria     LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

 

MIGLIOR ATTRICE

Maria Pia Calzone   IO CHE AMO SOLO TE

Paola Cortellesi       GLI ULTIMI SARANNO ULTIMI

Sabrina Ferilli         IO E LEI

Ilenia Pastorelli       LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT

Greta Scarano         SUBURRA

Il servizio fotografico della Conferenza Stampa a PALAZZO VALENTINI è stato realizzato da Maria Grazia Scarpetta.

La cerimonia di premiazione de “La pellicola d’Oro 2016”, che verrà condotta dall’attore, autore e regista Nicola Pistoia, artista di esperienza decennale e dall’attrice, cantante, ballerina e doppiatrice Ketty Roselli, si terrà il 25 aprile alle ore 21.00 presso il Teatro Ghione – Via delle Fornaci, 37 Roma (solo su invito).

626

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI