Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 29 Marzo 2020

La biblioteca Pier Giorgi…

Mar 09, 2020 Hits:783 Crotone

Recital della violoncelli…

Feb 18, 2020 Hits:1305 Crotone

I gazebo della Lega sul l…

Feb 14, 2020 Hits:1507 Crotone

Al Lucifero celebrata la …

Feb 11, 2020 Hits:1129 Crotone

I premi di Affidato al 70…

Feb 10, 2020 Hits:1193 Crotone

Cerrelli: con la Lega Cro…

Feb 08, 2020 Hits:1217 Crotone

AI Tecnici dell’AKC Greco…

Gen 31, 2020 Hits:1468 Crotone

Barbuto e Corrado (M5S): …

Gen 21, 2020 Hits:1604 Crotone

Presto nelle sale cinematografiche "Il pesce pettine"

Di spalle  Stefano Masciarelli, Stefania Sandrelli, la truccatrice napoletana Luisa Festa, il direttore della fotografia NIno Celeste, la regista Maria Pia Cerulo

Dal set: Il Pesce Pettine. Santa Maria di Castellabate(Sa)
Di spalle  Stefano Masciarelli, L'aiuto costumista Elisabetta Riccioli. Stefania Sandrelli, la truccatrice napoletana Luisa Festa, il direttore della fotografia Nino Celeste, la regista Maria Pia Cerulo.

 

NELLE SALE ORAMAI SUPER TECNOLOGIZZATE PRESTO  IL RACCONTO ED IL SUONO DI UN ANTICO "STRUMENTO", IL PETTINE.
Il Pesce Pettine è un film  scritto e diretto da Maria Pia Cerulo ed è  prodotto dalla Edesantis Production Film srl.
Tra gli interpreti: Amanda Sandrelli, Stefania Sandrelli, Stefano Mascairelli, Dario Tindaro Veca, Valerio Di Nardo, Elena De Santis.
Il film   racconta  la storia di una band che si esibisce suonando semplici pettini.
IL PETTINE COME METAFORA DELLE POTEZIALITA'  DELL'ESSERE UMANO:

"Il pettine anticamente usato come strumento musicale, nel film diviene metafora delle potenzialità dell'essere umano. Giuseppe D'Andrea, il protagonista, figlio di un pescatore del Cilento, lavorerà ad estrarre dal pettine usato da suo padre, ogni potenzialità sonora, ottenendo risultati meravigliosi, inaspettati, rendendo celebre in tutto il mondo  il brano scritto dal padre. con un semplice pettine usato come strumento musicale, non sapendo e potendo egli suonare altro.

"E' una favola, seppur con una stile neorealista", dichiara la regista,   "Mi sono ispirata a De Sica e Rossilini. I due aspetti però non sono in antitesi, la realtà può diventare una grande fiaba e questo è importante saperlo in un momento difficilissimo che la nostra società attraversa.E' nello sviluppo delle proprie potenzialità, nella rivoluzione interiore e non esteriore, voglio dire quella non indirizzata a modificare gli altri ma  che prima di tutto punta a guardare dentro di sè, a raggiungere il grande potenziale umano patrimonio genetico di ognuno di noi, è lì che risiedono molte soluzioni, inaspettate, inimmaginabili. Ognuno di noi raggiungendole e cominciando ad agire in maniera diversa potrà davvero influire, cambiare la società e realizzare i propri sogni".

Questo film è stato realizzato con una forma di sponsorizzazione in linea con l'attuale società: sul territorio oltre ai numerosi paesi hanno collaborato sponsorizzando il film numerosi imprenditori locali.

foto del pesce pettine3 

Il pettine a forma di Pesce Pettine che Giuseppe il  figlio del pescatore Vittorio, regala a suo padre.
L'IDEA LA BAND DI PETTINI:
Un film a cui hanno collaborato due tra più grandi sceneggiatori italiani e del mondo: Ennio De Concini, Suso Cecchi D'Amico.

L'idea di raccontare la storia di un pescatore che fonda una band di pettine, con l'unico strumento che sa suonare un pettine, nasce dalla collaborazione di Maria Pia Cerulo, con lo sceneggiatore premio Oscar Ennio De Concini per un altro progetto.

Fu Maria Pia Cerulo a proporre allo sceneggiatore di inserire in quel film la figura di un pescatore che a pagamento suonasse il pettine nella piazza del paese. Ad Ennio De Concini l'idea piacque moltissimo.

Quel PERSONAGGIO CHE ERA SFONDO POI DIVENNE FIGURA DI UNA NUOVA STORIA, IL PESCE PETTINE.

Maria Pia Cerulo dichiara:

"L'incoraggiamento di Ennio fu grande ed io senza alcuna produzione all'orizzonte, a mie spese, partii per il cilento dove volevo fortemente ambientare il film. Il Cilento è un territorio in cui la difesa delle tradizioni, forse anche per eccesso, è molto forte, e questo in un’era di globalizzazione. Siamo uniti con il mondo intero oramai e per questo risulta più importante, comprendere e salvaguardare le tradizioni, perché è fondamentale per la pace e l'armonia tenere presente che ogni paese, stato, o individuo ha la sua dimensione e l’incontro di diversità non è stressante ma divertente, importante e fonte di grande arricchimento.Perciò per poter raccontare la storia di un pescatore che l'unico strumento che sa suonare è un pettine, fonda una band di pettini, soggiornai a mie spese, circa sei mesi nel paese di Acciaroli (Sa).
I miei maestri di cinema mi avevano sempre detto, quando racconti un film devi conoscere i luoghi in cui l'ambienti, come le tue tasche. Quel soggiorno fu caratterizzato dalla speranza, ero certa che questo progetto si sarebbe concretizzato prima o poi.Inoltre continua la regista:
Suso Cechi D'amico, anch'essa tra le più apprezzate sceneggiatrici nel mondo, prima della sua scomparsa mi regalò una settimana di supervisone al soggetto. Mi recai nella sua casa ai Parioli dall'arredamento vitale ed essenziale come il carattere di Suso. Lei mi ha fatto comprendere una cosa che pare semplice ma non lo è: il rigore, la coerenza, quando scrivi il film bisogna individuarne bene il genere, reale, surreale?..." e la creatività deve essere contenuta e direzionata da questo apparente limite".
Il Cast Artistico:
Altri interpreti:  Bruno Colella, Carmen Napolitano, Raffale Gravina, Genny Fenny. Chiara Ricco, Pietro Guidarelli, Giuseppe Zinno.
Fotografia: Nino Celeste

Musiche composte, orchestrate e dirette da Andrea
Montepaone
Edizioni Musicali Effemme Records - Roma

Brani: Ti Parlerò Di Me - Un Senso Fra Noi
Musiche e testo di Elena De Santis
Brano: Cose D'amore Musiche e Testo Elena De Santis-Roberto Di Marco.
Edizioni Musicali Effemme Records - Roma

Stilista del trucco: Luisa Festa

Parrucco: Cristina Verrone

Montaggio: Pier Luigi Leonardi

FILM GIRATO PREVALENTEMENTE NEL TERRITORIO DEL CILENTO (Prov. di Salerno) NEI PAESI DI : Castellabate (Location del fortunato film "Benvenuti al Sud"), Cuccaro Vetere, Ceraso (LOCATION UNICA: Agriturismo LA PETROSA), Casal Velino: LOCATION UNICA: Hotel STELLA MARIS), San Giovanni a Piro, Valva, Montecorice, Magliano Vetere, Agropoli, Stio, Felitto, Ascea.

Soltanto alcune scene sono state GIRATE A ROMA.

Stefano Masciarelli, la regista Maria Pia Cerulo,Amanda Sandrelli, l'attore Adelmo Togliani

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI