Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Luglio 2020

Salemi - La giunta: «Tra i promotori della manifestazione soggetti con interessi nel fotovoltaico»

Gli assessori Bernardo Tortorici, Nicolas Ballario, Marcello Barbaro, Pasquale La Mura, Giorgio Grasso, e il Vice Sindaco Antonella Favuzza intervengono sulla contromanifestazione politica promossa dall’ex sindaco Biagio Grimaldi assieme ad esponenti del Pd e di Rifondazione Comunista:

 

«Quella di sabato non è solo una contromanifestazione politica, come dice il sindaco Vittorio Sgarbi, ma anche qualcosa di inquietante visto che tra i promotori, come risulta agli atti, figurano anche soggetti con conclamati interessi nel fotovoltaico, che il sindaco ha duramente contrastato indicandolo come il settore in cui anche la mafia ha rivolto la sua attenzione.

E allora – dichiarano gli assessori Tortorici, Ballario, Barbaro, La Mura, Grasso e Favuzza - il problema è un altro: c’è chi, invocando una falsa solidarietà a investigatori che hanno scritto e avallato cose false, osteggia Sgarbi perchè costituisce un oggettivo impedimento per i propri affari personali. E’ questo il “senso civico” a cui, grottescamente, si richiama il Comitato organizzatore ?

E’ squallido utilizzare vicende giudiziarie costruite su presupposti falsi per tentare di destabilizzare la vita politica e amministrativa del Comune di Salemi. Bisogna avere il coraggio di chiamare le cose con il loro nome. Molti dei promotori di questo corteo negli anni, anche recenti, hanno avuto rapporti politici con Giammarinaro. Ci riferiamo, per esempio, all’ex sindaco andreottiano Biagio Grimaldi, oggi in cerca di una verginità politica nel Pd.

Tra i promotori ci sono anche congiunti di soggetti politici cui qualcuno, probabilmente, aveva prospettato, millattando credito, un posto nella giunta Sgarbi.

Abbiano allora un sussulto di dignità, e confessino come invece che alla cieca solidarietà per soggetti di cui non conoscono i rapporti investigativi, sono interessati alla prossime elezioni. Lo devono, come debito di verità, a quei giovani che rispettiamo - utilizzati come marionette per fare il solito gioco delle tre carte»

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI