Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 04 Dicembre 2021

Salemi - «Fuori la politica dalla sanità»

L’amministrazione comunale interviene sulla manifestazione politica promossa dal Pd per difendere il ridimensionamento dell’ospedale di Salemi, in programma domani pomeriggio, e alla quale parteciperanno i vertici dell’Asp 9 di Trapani:

 

«C’è una contraddizione lampante, e per certi versi anche sfrontata, tra le dichiarazioni di principio propagandate dall’assessore regionale alla Sanità Massismo Russo e quello che poi si verifica, ogni giorno, sul territorio, in relazione alle tanto biasimate ingerenze della politica nella sanità. Che, va da sé, non possono essere rilevate solo quando i protagonisti sono gli avversari politici.

Domani giovedì 14 luglio, tanto per spiegare all’ignaro Russo qual è l’andazzo della «nuova sanità» siciliana che si vorrebbe diversa dal passato ma invece sembra solo la brutta copia, a Salemi, in provincia di Trapani, i vertici dell’Asp 9 parteciperanno, al gran completo, ai “festeggiamenti” del Partito Democratico per la nuova organizzazione strutturale dell’Ospedale Vittorio Emanuele III°.

Politici e dirigenti della Pubblica Amministrazione (Pubblica Amministrazione che, come i magistrati, non solo deve essere, ma soprattutto apparire imparziale) saranno dunque assieme in una «chiamata a raccolta» sotto il simbolo del Pd per spiegare quello che, come prassi istituzionale imporrebbe, l’Asp dovrebbe chiarire agli interlocutori istituzionali della città, ovvero il Sindaco e il Consiglio comunale. E non a quelli che, a torto, si ritengono, probabilmente, referenti politici.

Tutti assieme domani a Salemi, senza alcun imbarazzo, in una commistione di ruoli professionali e incarichi politici degna dei migliori antenati della Prima Repubblica.

A difendere infatti le ragioni del ridimensionamento dell’Ospedale di Salemi saranno il segretario cittadino del Pd, che è anche medico dell’ospedale; un deputato del Pd, notoriamente ombra di Russo in provincia di Trapani; e medici talmente distaccati e lontani dalle dinamiche politiche locali che, per esempio, si dilettano su Facebook a prendere di mira il sindaco Vittorio Sgarbi (spesso con considerazioni offensive sul piano personale) e l’amministrazione comunale in una evidente e poco seria logica di contrapposizione politica.

Questi medici così giulivi del “nuovo corso” dell’ospedale salemitano, tra l’altro, sono gli stessi che, appena un anno fa, manifestando la loro contrarierà al nuovo assetto dell’ospedale, hanno aperto su Facebook un gruppo di discussione dall’eloquente titolo: «Difendiamo l’ospedale di Salemi». Ci sono state, probabilmente, altro tipo di “difese”, non certo quella dell’ospedale.

Cosa è accaduto di nuovo, a questi medici così improvvisamente giulivi, per festeggiare adesso assieme al Pd ? Lasciamo la risposta ai cittadini.

Nel frattempo, chiediamo a Russo di tenere fuori la politica dalla sanità, di destra, come di sinistra, ed ancor più quella politica che, invocando impropriamente e a convenienza parole come trasparenza e legalità, sembra solo volersi sostituire a chi prima manifestava la sua influenza politica.

Al Direttore Generale dell’Asp 9 di Trapani, Fabrizio De Nicola, che conosciamo come dirigente serio, corretto, equilibrato e comunque sempre disponibile al confronto, chiediamo di non sottoporre il suo ruolo alla strumentalizzazione politica di un partito che guarda solo ai propri tornaconti politici in vista delle amministrative del 2013, pensando di tornare alla guida di una città che ha amministrato per 15 anni senza un solo atto amministrativo degno di memoria se non la perpetuazione dei suoi stessi militanti nei ruoli di assessore, consigliere o candidato a sindaco »

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI